Pagina 850 di 885 PrimaPrima ... 350750800840848849850851852860 ... UltimaUltima
Risultati da 8,491 a 8,500 di 8850
  1. #8491
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,259
    Menzionato
    441 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da SsNo Visualizza Messaggio
    Si certo. Secondo te perché la NATO non si è sciolta dopo la fine della Guerra Fredda?
    E cosa impedirebbe la creazione di un esercito europeo mantenendo contemporaneamente la NATO?

    La dura realtà che in Europa occidentale si fa fatica ad accettare è che gli stati orientali e scandinavi, che devono affrontare reali minacce alla loro sicurezza nazionale, si sentono tutelati solo dagli USA e non dagli stati dell'Europa occidentale, che non subiscono simili minacce dirette e non hanno mai preso sul serio le loro preoccupazioni.

    Gli eventi degli ultimi anni (e degli ultimi mesi in particolare) mesi hanno dimostrato che avevano ragione a non fidarsi.

    Una maggiore integrazione delle politiche di difesa europee può avvenire solo se ci sarà una maggiore omogeneità nell'orizzonte strategico tra Paesi membri, almeno adesso si sono risolte situazioni assurde come la Danimarca che aveva un opt-out sulle politiche di difesa comuni pur essendo membro NATO ma la fiducia reciproca è ancora molto scarsa.

  2. #8492
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,259
    Menzionato
    441 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Gio83Gavi Visualizza Messaggio
    Comunque c'è più di un sospetto che, dato l'elevato numero di missili che continuano a lanciare i russi, qualcuno stia aiutando Putin nel fornire l'elettronica necessaria nonostante le sanzioni e il blocco dell'export... E i principali sospetti cadono sulla Cina.

    Il che non sarebbe nulla di imprevisto (quantomeno per chi, come molti di noi, lo hanno sempre sospettato sin dall'inizio), tuttavia per la Cina che vorrebbe sempre mantenere un "profilo basso" e teme le sanzioni potrebbe dare qualche pensiero.



    Inviato dal mio Nokia 3.2 utilizzando Tapatalk
    I russi avevano uno stock di missili molto ampio e probabilmente una buona scorta di componenti, non credo che si possa dedurre dal numero di loro attacchi la presenza di un supporto cinese per aggirare le sanzioni.


    Ci sono invece segni del fatto che i missili di precisione scarseggiano e il tasso di insuccesso è molto elevato, stanno usando missili molto vecchi e spesso inadatti come missili anti-nave usati contro obiettivi terrestri (dopotutto obiettivi navali non ce ne sono in questa guerra). Quindi grande abbondanza non ne hanno e la produzione non tiene il passo con l'utilizzo.


    Alla fine, anche se la Cina avesse iniziato a fornire componenti, difficilmente potrebbero essere già in produzione missili modificati per usare componenti cinesi.

  3. #8493
    Brezza leggera L'avatar di Cecco d'As
    Data Registrazione
    26/06/21
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    480
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    E cosa impedirebbe la creazione di un esercito europeo mantenendo contemporaneamente la NATO?

    La dura realtà che in Europa occidentale si fa fatica ad accettare è che gli stati orientali e scandinavi, che devono affrontare reali minacce alla loro sicurezza nazionale, si sentono tutelati solo dagli USA e non dagli stati dell'Europa occidentale, che non subiscono simili minacce dirette e non hanno mai preso sul serio le loro preoccupazioni.

    Gli eventi degli ultimi anni (e degli ultimi mesi in particolare) mesi hanno dimostrato che avevano ragione a non fidarsi.

    Una maggiore integrazione delle politiche di difesa europee può avvenire solo se ci sarà una maggiore omogeneità nell'orizzonte strategico tra Paesi membri, almeno adesso si sono risolte situazioni assurde come la Danimarca che aveva un opt-out sulle politiche di difesa comuni pur essendo membro NATO ma la fiducia reciproca è ancora molto scarsa.
    Io invece dal vertice Nato di Madrid ci vedo un altolà ad un Europa autonoma militarmente (specialmente alla Germania e alla sua volontà di rinforzo dell'esercito)

  4. #8494
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,259
    Menzionato
    441 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Cecco d'As Visualizza Messaggio
    Io invece dal vertice Nato di Madrid ci vedo un altolà ad un Europa autonoma militarmente (specialmente alla Germania e alla sua volontà di rinforzo dell'esercito)
    E per quale motivo? Argomentazioni concrete e non dietrologiche please.


    La Germania sul rinforzo del suo esercito riesce tranquillamente a tirarsi la zappa sui piedi da sola, visto che gli annunci non hanno avuto seguito e anche nel supporto all'Ucraina sono diventati una barzelletta per l'incapacità di mandare quello che promettono in tempi accettabili. I tentennamenti tedeschi (e francesi) hanno lasciato la risposta europea in mano a UK e Polonia, con contributi importanti anche dei piccoli (Cechi, Slovacchi e baltici), non è colpa degli USA se la capacità di leadership del governo tedesco è nulla.

    Da anni gli americani stanno chiedendo da anni alla Germania di investire di piu nell'esercito, adesso sono diventati loro che lo ostacolano?
    Ultima modifica di snowaholic; 29/06/2022 alle 23:03

  5. #8495
    Brezza leggera L'avatar di Cecco d'As
    Data Registrazione
    26/06/21
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    480
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    E per quale motivo? Argomentazioni concrete e non dietrologiche please.


    La Germania sul rinforzo del suo esercito riesce tranquillamente a tirarsi la zappa sui piedi da sola, visto che gli annunci non hanno avuto seguito e anche nel supporto all'Ucraina sono diventati una barzelletta per l'incapacità di mandare quello che promettono in tempi accettabili. I tentennamenti tedeschi (e francesi) hanno lasciato la risposta europea in mano a UK e Polonia, con contributi importanti anche dei piccoli (Cechi, Slovacchi e baltici), non è colpa degli USA se la capacità di leadership del governo tedesco è nulla.

    Da anni gli americani stanno chiedendo da anni alla Germania di investire di piu nell'esercito, adesso sono diventati loro che lo ostacolano?
    premesso che un riarmo come quello annunciato da Berlino non è che si ottiene dall'oggi al domani, chi ha detto che lo ostacolano?
    Semmai lo riconducono (gli americani) all'interno dell'Alleanza atlantica e l'aumento di truppe sul suolo tedesco (e italiano) anche se numericamente poco rilevante per me è un segnale in tal senso ovvero riarmatevi pure ma sempre sotto alla nostra ala siete

  6. #8496
    Brezza leggera L'avatar di Cecco d'As
    Data Registrazione
    26/06/21
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    480
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    I curdi ringraziano

  7. #8497
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,259
    Menzionato
    441 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Cecco d'As Visualizza Messaggio
    premesso che un riarmo come quello annunciato da Berlino non è che si ottiene dall'oggi al domani, chi ha detto che lo ostacolano?
    Semmai lo riconducono (gli americani) all'interno dell'Alleanza atlantica e l'aumento di truppe sul suolo tedesco (e italiano) anche se numericamente poco rilevante per me è un segnale in tal senso ovvero riarmatevi pure ma sempre sotto alla nostra ala siete
    E perché dovrebbe essere un segnale verso gli alleati e non verso i russi, come è logico che sia?
    Guardalo dal punto di vista della postura strategica americana, da anni loro cercano di spostare risorse dall'Europa al Pacifico e chiedono a noi di renderci più indipendenti per consentire a loro di liberare risorse (specie alla Germania che ne avrebbe tutti i mezzi finanziari e tecnologici).

    Ora devono mostrare ai russi che il loro impegno in Europa resta forte, ma l'orizzonte strategico principale per loro resta la competizione con la Cina.


    Che il riarmo europeo sia ricondotto in ambito NATO è abbastanza scontato, almeno finché rimane un buon allineamento politico-strategico tra i due lati dell'Atlantico (che non c'era pochi anni fa e infatti si discuteva apertamente di morte della NATO ai massimi livelli).
    Ma una maggiore autonomia europea dagli USA trova ostacoli principalmente interni all'UE, ovvero la scarsa propensione a investire in questo settore e le profonde divisioni tra stati membri. Non addossiamo agli USA i nostri problemi politici interni.

  8. #8498
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    53
    Messaggi
    18,505
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da SsNo Visualizza Messaggio
    Si certo. Secondo te perché la NATO non si è sciolta dopo la fine della Guerra Fredda?
    Nulla vieta di contribuire all'alleanza più degli USA e diventarne l'attore più importante eh.
    Perchè magari lametarsi dicendo "eh, ma la NATO è un organismo a guida USA" quando gli USA contribuiscono "100" e noi "5" beh...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  9. #8499
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    53
    Messaggi
    18,505
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Una lunga guerra logorante tra Occidente e Russia è quanto di meglio possibile per indebolire entrambi.
    Che è la solita teoria che va bene per chi vuole regnare sulle "macerie".
    Se invece l'obiettivo è la crescita funziona un po' meno...
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  10. #8500
    Brezza leggera L'avatar di Cecco d'As
    Data Registrazione
    26/06/21
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    480
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    E perché dovrebbe essere un segnale verso gli alleati e non verso i russi, come è logico che sia?
    Guardalo dal punto di vista della postura strategica americana, da anni loro cercano di spostare risorse dall'Europa al Pacifico e chiedono a noi di renderci più indipendenti per consentire a loro di liberare risorse (specie alla Germania che ne avrebbe tutti i mezzi finanziari e tecnologici).

    Ora devono mostrare ai russi che il loro impegno in Europa resta forte, ma l'orizzonte strategico principale per loro resta la competizione con la Cina.


    Che il riarmo europeo sia ricondotto in ambito NATO è abbastanza scontato, almeno finché rimane un buon allineamento politico-strategico tra i due lati dell'Atlantico (che non c'era pochi anni fa e infatti si discuteva apertamente di morte della NATO ai massimi livelli).
    Ma una maggiore autonomia europea dagli USA trova ostacoli principalmente interni all'UE, ovvero la scarsa propensione a investire in questo settore e le profonde divisioni tra stati membri. Non addossiamo agli USA i nostri problemi politici interni.
    Ma i russi non hanno mire sull'Europa questa barzelletta la può raccontare giusto Stoltenberg.
    La postura strategica americana non vuole che l'Europa (la Germania) si renda indipendente, vuole che si renda maggiormente in grado di contribuire alle sfide strategiche (la Cina) del futuro ed è proprio quello che è venuto fuori dal vertice di Madrid.
    In realtà la maggiore autonomia europea dagli Usa era quello che stava perseguendo la Merkel, e questo non è mai andato a genio al di là dell'Atlantico.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •