Pagina 852 di 883 PrimaPrima ... 352752802842850851852853854862 ... UltimaUltima
Risultati da 8,511 a 8,520 di 8827
  1. #8511
    Burrasca L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    39
    Messaggi
    7,227
    Menzionato
    54 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    I russi avevano uno stock di missili molto ampio e probabilmente una buona scorta di componenti, non credo che si possa dedurre dal numero di loro attacchi la presenza di un supporto cinese per aggirare le sanzioni.


    Ci sono invece segni del fatto che i missili di precisione scarseggiano e il tasso di insuccesso è molto elevato, stanno usando missili molto vecchi e spesso inadatti come missili anti-nave usati contro obiettivi terrestri (dopotutto obiettivi navali non ce ne sono in questa guerra). Quindi grande abbondanza non ne hanno e la produzione non tiene il passo con l'utilizzo.


    Alla fine, anche se la Cina avesse iniziato a fornire componenti, difficilmente potrebbero essere già in produzione missili modificati per usare componenti cinesi.
    Si probabilmente hai ragione... Potrebbero averli anche semplicemente ridislocati in altre aree dopo il ritiro in fretta e furia dalla zona di Kharkiv, oltre chiaramente a possedere grosse riserve
    E comunque i missili che hanno colpito qualche giorno fa' Kiev e Sumy sono partiti da alcuni Tupulev russi in volo su territorio bielorusso:

    RID - Rivista Italiana Difesa

    Intanto dopo qualche giorno in cui di ucraini erano in difficolta', mi sembra che negli ultimi giorni i russi stiano soffrendo parecchio ... Nella zona di Bakhmut i russi avanzano con difficolta' mentre gli ucraini stanno riguadagnando qualche postazione piu' a sud nella zona di Kherson e Melitopol.
    Elicotteri russi che continuano ad essere abbatuti, cosi' come ci sono voci di un ritiro russo dall'isola dei serpenti:

    https://twitter.com/i/status/1541425714502705152

  2. #8512
    Bava di vento L'avatar di barry
    Data Registrazione
    28/10/20
    Località
    Mira (VE)
    Messaggi
    151
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Gio83Gavi Visualizza Messaggio
    come ci sono voci di un ritiro russo dall'isola dei serpenti:
    confermata dalla russia

    Il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha annunciato il ritiro delle truppe dall’Isola dei Serpenti vicino a Odesa. Questo è stato definito come un gesto di buona volontà per l'organizzazione di un corridoio per l'esportazione di cibo dall'Ucraina.

    aggiungo che questa iniziativa "umanitaria" avviene dopo un pesante attacco missilistico (immagino con le nuove armi arrivate)

    snakeisland.jpg

  3. #8513
    Bava di vento L'avatar di barry
    Data Registrazione
    28/10/20
    Località
    Mira (VE)
    Messaggi
    151
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    E ci sarebbe da aggiungere l'ingerenza nei vari partiti politici, peraltro Nei mass media, in internet, con la diffusione di fake news, con i vari movimenti "euroscettici", con tutta quella fetta di persone il cui primo pensiero è "l'Europa vuole fregarci". Ignoro la situazione in altri Paesi europei, ma il nostro è il più esposto in assoluto a queste cose. Il vero e proprio ventre molle dell'Europa.
    Vi ricordate, durante la prima ondata di Covid?

    Coronavirus, la telefonata Conte-Putin agita il governo: “Piu che aiuti arrivano militari russi in Italia” - La Stampa

    Ecco.
    Ho parlato in modo generico di "influencer" per non far arrabbiare il moderatore.

    Se interessa approfondire

    Brigate Russe: La guerra occulta del Cremlino tra troll e hacker - Marta Federica Ottaviani - Google Libri

  4. #8514
    Brezza leggera L'avatar di Cecco d'As
    Data Registrazione
    26/06/21
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    478
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da barry Visualizza Messaggio
    Il ragionamento ha o meglio aveva una sua logica per l'Europa.
    Seguire una linea di maggior indipendenza dagli USA e contestualmente portare a casa gas relativamente a buon mercato.
    Il problema è che nel frattempo l'ingombrante vicino "partner" di questa politica non si è limitato a prendersi i soldi del gas ed eventualmente ad usarli per i suoi scopi altrove, ma ha portato avanti con i suoi "influencer" una politica di disgregazione dell'Europa in quanto tale e di alcuni paesi "dall'interno" (Brexit, Catalogna, vaccino Sputnik, ecc.), ha dimostrato aggressività militare (su cui si è sostanzialmente lasciato correre), fino ad arrivare a invadere un paese confinante che aveva liberamente scelto di guardare più all'Europa che al mondo russo.
    E quindi giustamente ci ributtiamo nelle braccia degli influencer d'oltreoceano, non fa una piega

    Tra l'altro non ho letto commenti sulle concessioni fatte a Erdogan per fargli piacere l'ingresso di Svezia e Finlandia.
    Si vede che i curdi valgono meno degli ucraini
    Ultima modifica di Cecco d'As; 30/06/2022 alle 14:44

  5. #8515
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,650
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Cecco d'As Visualizza Messaggio
    E quindi giustamente ci ributtiamo nelle braccia degli influencer d'oltreoceano, non fa una piega

    Tra l'altro non ho letto commenti sulle concessioni fatte a Erdogan per fargli piacere l'ingresso di Svezia e Finlandia.
    Si vede che i curdi valgono meno degli ucraini
    Ma vedi, bisogna decidere da che parte stare: o con gli Stati Uniti, o con la Russia (finchè c'è)/Cina.
    E nonostante tutti i difetti e le contraddizioni degli Stati Uniti, e nonostante non sia praticamente MAI stato d'accordo sulle loro guerre del passato, nè sulla loro politica del "andiamo a fargli il c...o" da Yankee esaltati, nè col loro bigottismo e la loro ossessione religiosa... ebbene, nonostante tutte le porcate fatte e tutte le controversie che ci possano essere, io li continuo a preferire. Continuo a preferire loro rispetto a Paesi dove migliaia di "cittadini" (oddio, che parolone) possono sparire nel nulla senza che nessuno possa fare domande indagini, dove rischi di venir avvelenato ogni 3x2 per una parola sbagliata, dove rischi la galera per l'aver esposto un cartellone, dove tu e tutta la tua famiglia da un momento all'altro potete venir cancellati e mandati chissà dove, dove non posso protestare, non posso manifestare perchè nella migliore delle ipotesi mi ammazzano, dove non posso aver la libertà di informarmi presso le fonti che desidero, dove non posso studiare la Storia in maniera libera e non orribilmente distorta dai vari regimi, dove non solo non posso esprimere dissenso, ma a momenti non posso nemmeno pensare.

    E non tiriamo in ballo per favore Assange, in quanto si tratta di una persona (un team, se vogliamo) che ha tirato fuori argomenti militari e di intelligence, è ovvio che toccando certi tasti si rischia la galera, da che mondo è mondo, e avverrebbe anche nella democrazia più perfetta mai esistita. Non confondiamo libertà di parola e dovere di cronaca con divulgazione di documenti riservati che mettono a rischio la sicurezza nazionale, non sono affatto la stessa cosa.

    Riguardo i curdi... Sì, esatto, "valgono meno" degli ucraini, per noi. Triste, brutale, terribile, ma è così. Sono più lontani da noi e non occupano un'area per noi strategica, dunque sono stati sacrificati. Giusto? Sbagliato? Sarà sicuramente sbagliato, ma funziona così, ha funzionato così e funzionerà sempre così.
    Se due tribù del Centrafrica si scannano e si ammazzano scuoiandosi e lo fanno in un posto su cui nessuno ha interesse, ebbene, non interviene nessuno. Attenzione, eh, ho detto nessuno, non gli Stati Uniti/Nato/Europa intervengono, non interviene nemmeno la Russia nè la Cina. Detto questo non ho capito per quale motivo si dà per scontato che l'Occidente debba per forza intervenire in difesa di un qualsiasi popolo, come un paladino della giustizia. Lo dimostri la Russia, no? Intervenga la Russia in difesa dei curdi e delle altre minoranze, magari del Caucaso... Fa ridere solo a pensarci, vero?
    Lou soulei nais per tuchi

  6. #8516
    Brezza tesa L'avatar di Telecuscin
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    23
    Messaggi
    713
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da barry Visualizza Messaggio
    confermata dalla russia

    Il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha annunciato il ritiro delle truppe dall’Isola dei Serpenti vicino a Odesa. Questo è stato definito come un gesto di buona volontà per l'organizzazione di un corridoio per l'esportazione di cibo dall'Ucraina.

    aggiungo che questa iniziativa "umanitaria" avviene dopo un pesante attacco missilistico (immagino con le nuove armi arrivate)

    snakeisland.jpg
    Isola molto strategica in quella zona. Probabilmente non riuscivano più a tenerla, così come sarà difficile tenerla per gli ucraini con tutti i missili "volanti".
    Voi cosa ci vedete? Una ritirata temporanea del Sud oppure il Cremlino si affretta a chiudere la guerra concentrandosi sul Donbass e lasciando da parte mire espansionistiche a Sud per collegarsi alle Trasnistria?

  7. #8517
    Brezza tesa L'avatar di Telecuscin
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    23
    Messaggi
    713
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Ma vedi, bisogna decidere da che parte stare: o con gli Stati Uniti, o con la Russia (finchè c'è)/Cina.
    E nonostante tutti i difetti e le contraddizioni degli Stati Uniti, e nonostante non sia praticamente MAI stato d'accordo sulle loro guerre del passato, nè sulla loro politica del "andiamo a fargli il c...o" da Yankee esaltati, nè col loro bigottismo e la loro ossessione religiosa... ebbene, nonostante tutte le porcate fatte e tutte le controversie che ci possano essere, io li continuo a preferire. Continuo a preferire loro rispetto a Paesi dove migliaia di "cittadini" (oddio, che parolone) possono sparire nel nulla senza che nessuno possa fare domande indagini, dove rischi di venir avvelenato ogni 3x2 per una parola sbagliata, dove rischi la galera per l'aver esposto un cartellone, dove tu e tutta la tua famiglia da un momento all'altro potete venir cancellati e mandati chissà dove, dove non posso protestare, non posso manifestare perchè nella migliore delle ipotesi mi ammazzano, dove non posso aver la libertà di informarmi presso le fonti che desidero, dove non posso studiare la Storia in maniera libera e non orribilmente distorta dai vari regimi, dove non solo non posso esprimere dissenso, ma a momenti non posso nemmeno pensare.

    E non tiriamo in ballo per favore Assange, in quanto si tratta di una persona (un team, se vogliamo) che ha tirato fuori argomenti militari e di intelligence, è ovvio che toccando certi tasti si rischia la galera, da che mondo è mondo, e avverrebbe anche nella democrazia più perfetta mai esistita. Non confondiamo libertà di parola e dovere di cronaca con divulgazione di documenti riservati che mettono a rischio la sicurezza nazionale, non sono affatto la stessa cosa.

    Riguardo i curdi... Sì, esatto, "valgono meno" degli ucraini, per noi. Triste, brutale, terribile, ma è così. Sono più lontani da noi e non occupano un'area per noi strategica, dunque sono stati sacrificati. Giusto? Sbagliato? Sarà sicuramente sbagliato, ma funziona così, ha funzionato così e funzionerà sempre così.
    Se due tribù del Centrafrica si scannano e si ammazzano scuoiandosi e lo fanno in un posto su cui nessuno ha interesse, ebbene, non interviene nessuno. Attenzione, eh, ho detto nessuno, non gli Stati Uniti/Nato/Europa intervengono, non interviene nemmeno la Russia nè la Cina. Detto questo non ho capito per quale motivo si dà per scontato che l'Occidente debba per forza intervenire in difesa di un qualsiasi popolo, come un paladino della giustizia. Lo dimostri la Russia, no? Intervenga la Russia in difesa dei curdi e delle altre minoranze, magari del Caucaso... Fa ridere solo a pensarci, vero?
    Quoto anche gli spazi tra le lettere

  8. #8518
    Brezza leggera L'avatar di Cecco d'As
    Data Registrazione
    26/06/21
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    478
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Ma vedi, bisogna decidere da che parte stare: o con gli Stati Uniti, o con la Russia (finchè c'è)/Cina.
    E nonostante tutti i difetti e le contraddizioni degli Stati Uniti, e nonostante non sia praticamente MAI stato d'accordo sulle loro guerre del passato, nè sulla loro politica del "andiamo a fargli il c...o" da Yankee esaltati, nè col loro bigottismo e la loro ossessione religiosa... ebbene, nonostante tutte le porcate fatte e tutte le controversie che ci possano essere, io li continuo a preferire. Continuo a preferire loro rispetto a Paesi dove migliaia di "cittadini" (oddio, che parolone) possono sparire nel nulla senza che nessuno possa fare domande indagini, dove rischi di venir avvelenato ogni 3x2 per una parola sbagliata, dove rischi la galera per l'aver esposto un cartellone, dove tu e tutta la tua famiglia da un momento all'altro potete venir cancellati e mandati chissà dove, dove non posso protestare, non posso manifestare perchè nella migliore delle ipotesi mi ammazzano, dove non posso aver la libertà di informarmi presso le fonti che desidero, dove non posso studiare la Storia in maniera libera e non orribilmente distorta dai vari regimi, dove non solo non posso esprimere dissenso, ma a momenti non posso nemmeno pensare.

    E non tiriamo in ballo per favore Assange, in quanto si tratta di una persona (un team, se vogliamo) che ha tirato fuori argomenti militari e di intelligence, è ovvio che toccando certi tasti si rischia la galera, da che mondo è mondo, e avverrebbe anche nella democrazia più perfetta mai esistita. Non confondiamo libertà di parola e dovere di cronaca con divulgazione di documenti riservati che mettono a rischio la sicurezza nazionale, non sono affatto la stessa cosa.

    Riguardo i curdi... Sì, esatto, "valgono meno" degli ucraini, per noi. Triste, brutale, terribile, ma è così. Sono più lontani da noi e non occupano un'area per noi strategica, dunque sono stati sacrificati. Giusto? Sbagliato? Sarà sicuramente sbagliato, ma funziona così, ha funzionato così e funzionerà sempre così.
    Se due tribù del Centrafrica si scannano e si ammazzano scuoiandosi e lo fanno in un posto su cui nessuno ha interesse, ebbene, non interviene nessuno. Attenzione, eh, ho detto nessuno, non gli Stati Uniti/Nato/Europa intervengono, non interviene nemmeno la Russia nè la Cina. Detto questo non ho capito per quale motivo si dà per scontato che l'Occidente debba per forza intervenire in difesa di un qualsiasi popolo, come un paladino della giustizia. Lo dimostri la Russia, no? Intervenga la Russia in difesa dei curdi e delle altre minoranze, magari del Caucaso... Fa ridere solo a pensarci, vero?
    Io invece continuo a sentirmi equidistante, ma sono punti di vista ci mancherebbe.
    Detto questo non ho detto che l'occidente deve fare il paladino della giustizia ma permetti che far entrare Finlandia e Svezia nella Nato sulla pelle di un popolo da decenni oppresso suona un po male specie in epoche di "operazioni speciali" tanto vituperate?

  9. #8519
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,650
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Cecco d'As Visualizza Messaggio
    Io invece continuo a sentirmi equidistante, ma sono punti di vista ci mancherebbe.
    Detto questo non ho detto che l'occidente deve fare il paladino della giustizia ma permetti che far entrare Finlandia e Svezia nella Nato sulla pelle di un popolo da decenni oppresso suona un po male specie in epoche di "operazioni speciali" tanto vituperate?
    Ma sai qual'è il problema? E' che purtroppo, nei fatti, non possiamo esserlo. Forse vent'anni fa (ma nemmeno, forse mai) si poteva anche pensare ad un'Europa come polo mondiale con voce propria, con propri interessi da difendere a livello mondiale, che conta quanto U.S.A., Russia e Cina. Ma è stato impossibile e sarà sempre impossibile: le differenze nazionali non potranno mai essere superare in tempi brevi: rimaniamo degli Stati potenti, uniti sotto la bandiera europea, ma pur sempre degli Stati separati. Non c'è nessun partito politico di nessuna nazione che anteponga, nell'ordinaria amministrazione, gli interessi europei a quelli nazionali in termini economici, sociali, energetici.
    Guarda solo il problema dell'immigrazione dall'Africa.
    Italia: <<Oh, raga, datemi una mano per favore>>
    <<Ehm.. sì, adesso vediamo dai>>
    Francia: <<Questi li ho pescati a Mentone stanotte, te li riporto al confine: sono tuoi>>
    Italia: <<Miei? Ma chi li ha mai visti>>
    Francia: <<Affari tuoi, non miei>> "ma che ci pensino gli italiani"
    Italia, sottovoce <<Tranquilli, stanotte ci riprovate e vedrete che non vi beccano>> "ma che ci pensino i francesi"

    Siamo una comunità economica comune, abbiamo anche un Parlamento comune, abbiamo regolamenti, leggi, direttive, tutto quello che volete, ma comunque siamo Stati diversi.
    Se l'Europa vuole davvero diventare una potenza mondiale del tutto svincolata da USA & co allora deve riunirsi in un unico Stato federale (gli Stati Uniti d'Europa). Fino ad allora, ciccia. E visto che non accadrà mai, ciccia, dobbiamo affidarci nostro malgrado a qualcun altro di più grosso e di più forte. E la casa offre Stati Uniti, Cina e -più o meno- Russia. Il non schierarsi con gli Stati Uniti significa schierarsi con la Russia/Cina. Il non schierarsi con Russia/Cina significa schierarsi con gli Stati Uniti. Altre opzioni non ce ne sono.

    Il fare entrare Svezia e Finlandia sulla pelle dei curdi è ovviamente una cosa triste, ma è una questione di priorità, la Storia ne abbonda. Ci conviene più una Scandinavia tutta nella NATO o alcuni membri del PPK protetti? Sicuramente la prima, e quindi addio PPK.
    La vera porcata l'ha fatta Erdogan imponendo questo baratto a queste condizioni. O forse la NATO avrebbe dovuto rifiutare, per salvare i membri del PPK? Non mi pare ci fossero altre condizioni, visti i tempi.
    Lou soulei nais per tuchi

  10. #8520
    Brezza tesa L'avatar di Gianni78ba
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    44
    Messaggi
    746
    Menzionato
    60 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Cecco d'As Visualizza Messaggio
    E quindi giustamente ci ributtiamo nelle braccia degli influencer d'oltreoceano, non fa una piega
    Ti butti nelle braccia di chi ti conviene di più.

    Non si fa poesia si verticalizza e si bada al sodo
    https://medium.com/@gberardi78 :
    economia, modelli, mercato, finanza

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •