Pagina 873 di 1060 PrimaPrima ... 373773823863871872873874875883923973 ... UltimaUltima
Risultati da 8,721 a 8,730 di 10594
  1. #8721
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,363
    Menzionato
    456 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Telecuscin Visualizza Messaggio
    Semplicemente usano missili vecchi e antiquati (in parte per mancanza ricambi, in parte per preservare quelli nuovi) quindi scarsa precisione, dunque sanno dei possibili danni collaterali. (vedi centro commerciale). Però su attacchi a università etc. credo siano mirati alla cancellazione della cultura ucraina. Speriamo muoiano più invasori possibili!
    Eh sì per quanto a livello di precisione i loro missili siano carenti colpire 2 diverse università nella stessa città nel stesso giorno non è un fatto casuale.


    La buona notizia di ieri è che il congresso USA ha stanziato 100 milioni per addestrare i piloti ucraini su aerei americani, quindi è probabile che in autunno vengano forniti anche aerei (presumibilmente A10 e F16).

    Sempre ieri è stato reso pubblico l'arrivo dei MLRS M270, che si vanno ad aggiungere agli HIMARS già in uso.

  2. #8722
    Brezza tesa L'avatar di Gianni78ba
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    44
    Messaggi
    820
    Menzionato
    61 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Sulla convergenza tra russi e cinesi io sono molto scettico, non sono così complementari come sembrerebbe a prima vista a livello economico e i russi sono molto razzisti verso gli asiatici, finire in una posizione di subordinazione sarebbe improponibile. Per ora hanno abbastanza interessi comuni da reggere una alleanza di convenienza, dubito che durerà a lungo.
    Avessero avuto grosse convergenze da implementare lo avrebbero già fatto, dubito si siano trattenuti perchè sentissero un senso di responsabilità nei confronti dell'occidente nel non farlo

    Da qui a 5 anni la cosa fondamentale è che la Cina si stia buona e non attacchi Taiwan

    1) perchè noi avremmo problemi immediati come successo con la guerra attuale
    2) perchè i cinesi passerebbero a tempo record da nuovi stati uniti a nuova Korea del Nord
    3) perchè noi avremmo problemi a lungo con un miliardo e mezzo di poveracci quasi di colpo in più sulla terra con tutto quello che ne consegue

    I capoccioni cinesi sono consapevoli del punto 2?
    Ovviamente no e pure se fosse farebbero finta di nulla come hanno fatto i russi, con la differenza che la mazzata che dovrebbero sostenere i cinesi sarebbe più pesante.


    Sono troppo pessimista?
    Forse
    O forse no.


    In ogni caso come al solito sono solo elucubrazioni personali.
    https://medium.com/@gberardi78 :
    economia, modelli, mercato, finanza

  3. #8723
    Banned
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    24
    Messaggi
    1,090
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Se non hanno attaccato Taiwan é proprio perché sono consapevoli del loro export DIPENDENTE dall'Occidente. (Checché se ne dica tipo "eh sono millemiliardi se ne fregano dei consumi occidentali" etc.).
    Sono terrorizzati soprattutto da possibili ritorsioni economiche oltre che militari.
    Negli ultimi anni hanno cercato appunto di implementare la Nuova Via della Seta (visto che il mare é supremazia USA).
    Per ora la strategia sta fallendo. Unico solito punto debole in Europa che conta (al netto di Ungheria e statarelli balcanici extra Ue) può/poteva essere l'Italia (specie coi 5 stelle).
    L'Europa e l'Occidente con vari partner devono però cominciare ad avere proprie produzioni, fonti energetiche etc.
    Da qui la speranza che la situazione Ucraina abbia fatto capire la necessitá e accellerato i tempi nel rendersi autosufficienti da zone del mondo come la Cina (che abbiamo fatto arricchire noi e la nostra classe imprenditoriale con le varie delocalizzazioni).
    Ora speriamo che i prezzi dei trasporti rendino sconvenienti queste realtá.
    Una parte di me ancora spera che un giorno Cina e Russia possano liberarsi dal fardello della loro politica (sono più speranzoso per i Cinesi in realtà che per i Russi... In Russia la classe pooitica é figlia in gran parte della.loro mentalità (secondo me molto affine a quella italiana, ma per fortuna noi ci troviamo geograficamente vicini al mondo occidentale e quindi l'influenza, le vicende politiche ci hanno portato ad un allineamento nei metodi politici e culturali).

  4. #8724
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    31
    Messaggi
    25,110
    Menzionato
    402 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Eh sì per quanto a livello di precisione i loro missili siano carenti colpire 2 diverse università nella stessa città nel stesso giorno non è un fatto casuale.


    La buona notizia di ieri è che il congresso USA ha stanziato 100 milioni per addestrare i piloti ucraini su aerei americani, quindi è probabile che in autunno vengano forniti anche aerei (presumibilmente A10 e F16).

    Sempre ieri è stato reso pubblico l'arrivo dei MLRS M270, che si vanno ad aggiungere agli HIMARS già in uso.
    Se mandano anche gli aerei e Putin non reagisce è proprio vero che can che abbaia non morde
    Si vis pacem, para bellum.

  5. #8725
    Brezza tesa L'avatar di Cecco d'As
    Data Registrazione
    26/06/21
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    650
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Eh sì per quanto a livello di precisione i loro missili siano carenti colpire 2 diverse università nella stessa città nel stesso giorno non è un fatto casuale.


    La buona notizia di ieri è che il congresso USA ha stanziato 100 milioni per addestrare i piloti ucraini su aerei americani, quindi è probabile che in autunno vengano forniti anche aerei (presumibilmente A10 e F16).

    Sempre ieri è stato reso pubblico l'arrivo dei MLRS M270, che si vanno ad aggiungere agli HIMARS già in uso.
    Ci vogliono 9 mesi di addestramento, se glieli forniscono in autunno mi sa che fanno una brutta fine

  6. #8726
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,363
    Menzionato
    456 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Cecco d'As Visualizza Messaggio
    Ci vogliono 9 mesi di addestramento, se glieli forniscono in autunno mi sa che fanno una brutta fine
    Probabilmente l'addestramento può essere compresso, ho letto fino a 3-4 mesi.
    Gli americani comunque non li manderanno finché non sono sicuri che siano in grado di utilizzarli al meglio, come hanno fatto già con tutti gli altri armamenti complessi.

  7. #8727
    Brezza tesa L'avatar di Cecco d'As
    Data Registrazione
    26/06/21
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    650
    Menzionato
    0 Post(s)

  8. #8728
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,363
    Menzionato
    456 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni78ba Visualizza Messaggio
    Avessero avuto grosse convergenze da implementare lo avrebbero già fatto, dubito si siano trattenuti perchè sentissero un senso di responsabilità nei confronti dell'occidente nel non farlo

    Da qui a 5 anni la cosa fondamentale è che la Cina si stia buona e non attacchi Taiwan

    1) perchè noi avremmo problemi immediati come successo con la guerra attuale
    2) perchè i cinesi passerebbero a tempo record da nuovi stati uniti a nuova Korea del Nord
    3) perchè noi avremmo problemi a lungo con un miliardo e mezzo di poveracci quasi di colpo in più sulla terra con tutto quello che ne consegue

    I capoccioni cinesi sono consapevoli del punto 2?
    Ovviamente no e pure se fosse farebbero finta di nulla come hanno fatto i russi, con la differenza che la mazzata che dovrebbero sostenere i cinesi sarebbe più pesante.


    Sono troppo pessimista?
    Forse
    O forse no.


    In ogni caso come al solito sono solo elucubrazioni personali.
    Secondo me sono abbastanza consapevoli, sono talmente ossessionati dai loro obiettivi di crescita del PIL che stanno di nuovo pompando gli investimenti inutili, dal punto di vista macroeconomico sono in una situazione molto instabile.


    Mi risulta difficile pensare che dei soggetti così avversi ad ogni tentativo di riequilibrare la loro economia per renderla meno dipendente da esportazioni e investimenti siano disposti a buttare tutto all'aria e passare ad una economia di guerra in cui dovrebbero stravolgere tutto, a meno che non sia Xi in persona ad architetture una crisi con Taiwan perché è un novello Hitler in incognito che vuole conquistare il mondo. Però non sono convinto che anche lui abbia tutta questa voglia di imbarcarsi in uno scontro totale in questo momento.

    Sarebbe un disastro per tutti eh, altro che Russia, non credo esistano paragoni di dislocazione economiche così radicali, forse solo la prima guerra mondiale.
    Ultima modifica di snowaholic; 17/07/2022 alle 08:59

  9. #8729
    Brezza tesa L'avatar di Gianni78ba
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    44
    Messaggi
    820
    Menzionato
    61 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    What is the emergency meeting of the Duma about? What about all the laws further closing the Russian state that read like the Stalinist code of the 1930s? What about backyard chickens and rabbits? Well, now it’s clear. We have had rumors of how badly the Russian economy is doing.
    We have seen rumors of industrial strikes, and the ever-so-popular fights for sugar. Russia has presented a happy face to the world as it goes about telling us that the sanctions were not affecting them. We saw signals to the contrary early on. They cannot produce modern tanks for example. They use modern western components. For that matter, the car industry is dead for all intents and purposes. This from Reuters covers both.
    Here is the tale of this emergency meeting from one of the liberal channels on Telegram.
    Today the council of the Duma may issue the prescribed valiant whistle and appoint an extraordinary session of the chamber for July 15.
    Since the holy terms of the parliamentary recess are at stake, it is clear that they will gather not because of trifles. It is alleged that “urgent government initiatives” are awaiting consideration, but under this sauce they can take radical, militaristic, and criminally punitive measures.
    And although the State Duma is a long-standing and proven source of danger to society, it is precisely at moments of such emergency meetings that the anecdotal essence of a mad printer fades into the background, and the threat emanating from parliament is felt as real. “Exhaled”, “passed”, “not today”. If you manage to say all this on the evening of the 15th, then you are lucky, and this time you were afraid in vain. Remarkable state structure
    Yes, they know this is serious. So do I. So how bad is the economy doing? Well, here is this, via a Siberian paper. It matters a lot. And while this part speaks in the language of economics, arrears means they are behind in payments.
    It also points out why this has taken so long to be felt. It’s the pandemic. Russian companies, which is not dumb, started to work within a six-month lead time instead of a quarter, meaning three months.
    Everyone will feel the collapse closer to August, — says Maxim Mironov, Professor of the IE Business School, Doctor of Economics (a graduate of Novosibirsk State University, master’s degrees of the Russian School of Economics and the Higher School of Economics). — Yes, the companies are already left without counterparties, who are without customers, but they still have a stock of funds, resources, Therefore, we do not yet see the full effect of war and sanctions. Traditionally, these reserves are created for at least three months, but against the background of interruptions in the pandemic, the terms have increased to six months. That is, approximately by August, all business savings will be depleted and we will see a real picture of how war and sanctions have affected the Russian economy.
    According to state statistics, the largest salary arrears were accumulated by manufacturing industries — 55.4% and construction — 12.1%. Agriculture, hunting and logging in third place — 8.5% of the total debt; water supply, collection and disposal of waste in the fourth — 5.8%, transport in the fifth — 5.4%. On the sixth — mining and 4.4% of the total salary arrears.
    The car industry and aviation are already almost dead. This can be most vividly traced by comparing production volumes and sales volumes. After all, car sales in the same April fell “only” by 78%. But let’s look at the fall in car production volumes in April by almost 90% and understand that this is just the beginning (which was confirmed to us by May with a drop in sales by 83.5%) and there will simply be nothing to buy further. With these areas (as well as film distribution, for example), it is clear that they were left without important foreign components due to sanctions. In second place are all manufacturing industries left without machines and raw materials. As a result of the shortage of metal and the rise in price of other raw materials — the shutdown of the construction industry, — lists Mironov. — But you can not really delve into who will be worse. It will be worse for everyone, because all related service industries “fly” along with the basic industries. Logistics that served them, shopping centers, office and warehouse centers in which they were located.
    We are talking of at least a recession, given that the unemployment rate is expected to go to at least nine percent. I think they are hopeful here. Inflation rates in Russia are already close to twenty percent, that is the happy face of the central bank. They have been artificially supporting the Rubble. They will run out of ways to do that. This could lead to hyperinflation.
    It’s a house of cards.
    While they are promising volunteers real money for six-month contracts in Ukraine, we also have seen rumors that troops are not getting paid or a lot less.
    One of the factors for the Soviet collapse was precisely not paying the Red Army. It was a signal that western intelligence missed until after the collapse.
    So back to the extraordinary meeting of the Duma. I know this. They know this. None of these people are stupid. It’s about further closing the Russian state and trying to prevent the troubles. I have talked about this and how even the nationalists know it’s coming.
    They will also soften some prison sentences because the prison colonies are a possible source of riots, once conditions worsen. This is reading increasingly like the conditions that led to 1917. If there is something Vladimir Putin and the elite fear is a color revolution, or worse, a 1917 type of event.
    So once more Russians feel this, and it becomes very real, those tectonic plates will start to move faster. What Putin unleashed with this war is momentous and historic. It’s just not in the way he planned it.
    https://medium.com/@gberardi78 :
    economia, modelli, mercato, finanza

  10. #8730
    Banned
    Data Registrazione
    15/06/21
    Località
    Corridonia (MC)
    Età
    24
    Messaggi
    1,090
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Molto bene, però bisogna vedere, per me non cambia nulla a livello di operatività di campo dei Russi.
    E al collasso dello Stato ad ora proprio non riesco a pensare. Come al solito ci rimette la gente comune anche da loro mentre il pagliaccio seduto al Cremlino invade, minaccia, abbaglia e manda a morire i propri soldati (tanto per la maggior parte sono scarti della società delle frazioni più povere, entrati nell'esercito per avere di che guadagnare) e quelli altrui.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •