Pagina 938 di 1043 PrimaPrima ... 4388388889289369379389399409489881038 ... UltimaUltima
Risultati da 9,371 a 9,380 di 10429
  1. #9371
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    15,653
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Leggevo un resoconto di un ex generale russo.
    Il malcontento nella popolazione verso la politica e verso Putin stesso, sta crescendo enormemente.
    Vedremo se basterà a scatenare una rivolta nelle città, ma temo sia ancora presto

  2. #9372
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,987
    Menzionato
    146 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Leggevo un resoconto di un ex generale russo.
    Il malcontento nella popolazione verso la politica e verso Putin stesso, sta crescendo enormemente.
    Vedremo se basterà a scatenare una rivolta nelle città, ma temo sia ancora presto
    Lascia perdere, i russi non si ribelleranno mai.

    Questa Russia è come la Germania nel '44: fino alla fine, fino all'ultimo uomo, fino all'ultima bomba. Non arretreranno mai, nè scenderanno mai a compromessi. Marceranno verso la distruzione. Non so come si faccia ancora a non capirlo...
    Lou soulei nais per tuchi

  3. #9373
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    3,860
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Il nucleare tattico è in termini di utilità qualcosa di molto controverso, diciamo che è più inutile che utile, postuliamo che i russi usino una bomba tra quelle a più basso potenziale (1 kiloton) sull'Isola dei serpenti, che è un'"ipotesi di scuola" gà fatta in alcuni ambienti, ebbene per mesi/anni, la stessa Isola dei serpenti diventerebbe inagibile per l'esercito russo e per la marina russa. Nell'ambito di una condotta di guerra terroristica l'utilizzare una bomba tattica su un centro abitato, ad esempio su qualche cittadina dell'Ucraina centrale od occidentale, porterebbe a un ancora pù forte isolamento politico ed economico della Russia, di cui a questo punto sarebbe impossibile non vedere la natura di stato criminale/terrorista, oltre ad una reazione da parte della NATO, che quasi sicuramente sarebbe di tipo convenzionale e limitata al territorio ucraino ma comunque estremanente dura. E tra l'altro sarebbe anche un atto di guerra verso paesi confinanti appartenenti all'Alleanza atlantica, visto che sganciare una bomba tattica sulla periferia di L'viv vorrebbe dire coinvolgere indirettamente anche il vicino territorio polacco in termini di ricaduta radiattiva.

    Aggiungo che l'uso dell'arma atomica (anche tattica) presenta un problema non da poco, di fatto "sdogana" questo tipo di armamenti, il cui impiego diventerebbe militarmente accettabile in tutte quelle guerre in cui si fronteggiano (grandi o "piccole") potenze nucleari (pensate a una guerra tra India e Pakistan combattuta con l'atomica e pensate che le ricadute di un tale conflitto, tra vittime dirette e vittime indirette, dovute ad esempio alle conseguenze climatiche, sarebbero valutabili nell'ordine di grandezza del miliardo). Infine l'uso di armi nucleari rilancerebbe una corsa a questo tipo di armamenti da parte di tutti gli stati che hanno una capacità produttiva reale o teorica (e sommando quelle che già hanno bombe atomiche e quelle che sono in grado di produrne in tempi brevi parliamo di almeno 20-30 nazioni). Tra questi stati ci sono parecchie repubbliche ex-sovietiche che si stavano "de-nuclearizzando" (es. Kazakhstan) che potrebbero decidere di rivedere le loro politiche, anche in funzione anti-russa e in questa fase i rapporti tra Federazione russa e stati dell'Asia centrale ex-URSS non vanno affatto verso una distensione.
    Ultima modifica di galinsog@; 25/09/2022 alle 10:11

  4. #9374
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,987
    Menzionato
    146 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@ Visualizza Messaggio
    Il nucleare tattico è in termini di utilitÃ* qualcosa di molto controverso, postuliamo che i russi usino una bomba tra quelle a più basso potenziale (1 kiloton) sull'Isola dei serpenti, che è un'"ipotesi di scuola" giÃ* fatta in alcuni ambienti, ebbene per mesi/anni, la stessa Isola dei serpenti diventerebbe inagibile per l'esercito russo e per la marina russa. Nell'ambito di una condotta di guerra terroristica l'utilizzare una bomba tattica su un centro abitato, ad esempio su qualche cittadina dell'Ucraina centrale od occidentale, porterebbe a un ancora più forte isolamento politico ed economico della Russia, di cui a questo punto sarebbe impossibile non vedere la natura di stato criminale/terrorista, oltre ad una reazione da parte della NATO, che quasi sicuramente sarebbe di tipo convenzionale.

    Aggiungo che l'uso dell'arma atomica (anche tattica) presenta un problema non da poco, di fatto "sdogana" questo tipo di armamenti, il cui impiego diventerebbe accettabile in tutte quelle guerre in cui si fronteggiano (grandi o piccole) potenze nucleari (pensate a una guerra tra India e Pakistan combattuta con l'atomica e pensate che le ricadute di un tale conflitto, tra vittime dirette e vittime indirette, dovute ad esempio alle conseguenze climatiche, sono valutabili nell'ordine di grandezza del miliardo). Infine l'uso di armi nucleari rilancerebbe una corsa a questo tipo di armamenti da parte di tutti gli stati che hanno capacitÃ* produttiva reale o teorica (e sommando quelle che giÃ* hanno bombe atomiche e quelle che sono in grado di produrne in tempi brevi parliamo di almeno 20-30 nazioni).
    Tu ragioni con cervello e con coscienza, una cosa che manca del tutto all'entourage russo.
    Ricordo che nei loro talk show si parla apertamente di radere al suolo Berlino o Londra. E non lo dicono dei comici, ma dei membri del parlamento.

    Quindi, a mio avviso, no, non hanno paura di utilizzare un'arma atomica, e non interessa loro cosa ne sarà dopo nel mondo di domani. L'Occidente li vuole morti, noi ce l'abbiamo più grosso, noi dobbiamo vincere la guerra, distruggere la Nato, radere al suolo l'Europa.
    Ripetere ad libitum come una litania. Ed è quello che faranno, prima o poi.
    Lou soulei nais per tuchi

  5. #9375
    Vento forte
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    3,860
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Tu ragioni con cervello e con coscienza, una cosa che manca del tutto all'entourage russo.
    Ricordo che nei loro talk show si parla apertamente di radere al suolo Berlino o Londra. E non lo dicono dei comici, ma dei membri del parlamento.

    Quindi, a mio avviso, no, non hanno paura di utilizzare un'arma atomica, e non interessa loro cosa ne sarà dopo nel mondo di domani. L'Occidente li vuole morti, noi ce l'abbiamo più grosso, noi dobbiamo vincere la guerra, distruggere la Nato, radere al suolo l'Europa.
    Ripetere ad libitum come una litania. Ed è quello che faranno, prima o poi.
    Onestamente non sapevo che le strategie militari russe le facessero gli equivalenti russi di Floris o di Formigli e nemmeno quelli di Paragone o della Taverna...

  6. #9376
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    28
    Messaggi
    18,436
    Menzionato
    907 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da ale97 Visualizza Messaggio
    Beh, scommetto che quelli che se ne vorrebbero andare ma non hanno la possibilità sono molti di più.
    Certo, ma da qui ad azzardare supposizioni per cui oltre il 50% dei russi sia contro la guerra ci andrei piano. Non sono un amante delle supposizioni, preferirei vedere stime fatte su un campione statistico valido.

  7. #9377
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    28
    Messaggi
    18,436
    Menzionato
    907 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    sono comunque sufficienti a fare una strage laddove colpiscono. una strage di innocenti, perché è chiaro che se la usano lo fanno contro la popolazione (come tutto ciò che è stato fatto fino ad ora...).
    Leggevo da un articolo che citerebbe fonti di intelligence che potrebbero eventualmente usarla a scopo "dimostrativo" e terroristico sull'isola dei Serpenti, dove non causerebbe danni a nessuno e a nessuna struttura (forse solo i militari ucraini sull'isola, sempre che non sia priva di personale adesso).
    Ultima modifica di burian br; 25/09/2022 alle 12:00

  8. #9378
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    28
    Messaggi
    18,436
    Menzionato
    907 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    non sono d'accordo. il grande antagonista per il futuro è la Cina, la Russia oramai (anche prima della guerra in Ucraina) non conta niente, né economicamente né militarmente. Anzi, dirò di più, è proprio per questa inferiorità che hanno voluto mostrare i denti attaccando l'Ucraina...
    Era un "sogno", quello della disintegrazione della Russia, vero fino agli anni '90, ultimamente gliene frega molto relativamente.
    questa è una finta paranoia che ha il governo russo per fare mera propaganda interna (ma anche esterna, abbiamo visto che di filo russi in giro per l'Europa ce ne sono parecchi...)
    Non sono d'accordo, la Russia resta un pericolo geopolitico e destabilizzatore a livello internazionale (vedi gruppo Wagner con la sua rete in Africa e Medio Oriente, o le intromissioni con la politica in Europa), quindi una sua eventuale disgregazione porterebbe a rimuovere del tutto questo elemento perturbante in Occidente.

    Poi è chiaro che la Cina sia un altro "nemico" del futuro, ma la situazione attuale è in un certo senso simile a quella di Yalta: da un lato abbiamo tre potenze (Germania, USA, URSS, in questo caso Russia, USA e Cina) di cui due è certo saranno predominanti in futuro (USA e Cina, come all'epoca URSS e USA) ma intanto c'è ancora una terza potenza scomoda che bisogna gestire (all'epoca era la Germania, oggi la Russia).
    Perdonate il paragone storico impreciso, ma è per far capire grosso modo che intenda.

  9. #9379
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    28
    Messaggi
    18,436
    Menzionato
    907 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da ale97 Visualizza Messaggio
    E va beh.

    In questo caso però è proprio così, la diffusione di Internet e la globalizzazione ha giocato un ruolo fondamentale in ciò.
    Non puoi negare che già in Italia molti delle generazioni precedenti abbiano una visione del mondo (e forse anche della vita) completamente differente, spesso obsoleta e reazionaria.
    Figuriamoci in Russia dove sono tutti a favore della guerra mentre tra i giovani almeno c'è equilibrio. E chi è a favore in molti casi sarà solo fregato dalla propaganda o dall'influenza di genitori e parenti, come anche da noi quando alcuni giovani continuano ad avere la stessa mentalità dei loro genitori anche quando è ormai obsoleta.
    Non mi piace ragionare in termini di obsoleto e reazionario, perchè per ogni generazione tutto sembra nuovo. All'epoca dei nostri nonni sembrava giusto impegnarsi a combattere (o promuovere, a seconda di come si vedeva la cosa) il comunismo, prima ancora c'era il nazionalismo e il mito patriottico, nella generazione dei nostri genitori ricordo solo il 1968, la liberalizzazione di aborto, divorzio, sessualità, la promozione della pace. Insomma, ogni generazione si fa portatrice di istanze nuove che sono giudicate poi obsolete da quelle successive. Scommetto accadrà lo stesso con noi.
    Peraltro con l'età secondo me molti passano a posizioni più conservatrici.

    Comunque è una digressione più di "filosofia storica", @alexeia potrebbe parlarcene meglio.

  10. #9380
    Vento forte L'avatar di ale97
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    24
    Messaggi
    3,570
    Menzionato
    81 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Non mi piace ragionare in termini di obsoleto e reazionario, perchè per ogni generazione tutto sembra nuovo. All'epoca dei nostri nonni sembrava giusto impegnarsi a combattere (o promuovere, a seconda di come si vedeva la cosa) il comunismo, prima ancora c'era il nazionalismo e il mito patriottico, nella generazione dei nostri genitori ricordo solo il 1968, la liberalizzazione di aborto, divorzio, sessualità, la promozione della pace. Insomma, ogni generazione si fa portatrice di istanze nuove che sono giudicate poi obsolete da quelle successive. Scommetto accadrà lo stesso con noi.
    Peraltro con l'età secondo me molti passano a posizioni più conservatrici.

    Comunque è una digressione più di "filosofia storica", @alexeia potrebbe parlarcene meglio.

    Onestamente secondo me una tale distanza tra nuove e vecchie generazioni non c'è mai stata e mi sembra evidente in molti ambiti....per obsoleta e reazionaria invece intendo l'appoggio incondizionato e la nostalgia per la leva obbligatoria, atteggiamenti estramamente bigotti, forte avversione per alcuni diritti civili e sociali ecc...però chiudo l'ot. Spero solo di non diventare a quel livello in futuro

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •