Pagina 970 di 1041 PrimaPrima ... 4708709209609689699709719729801020 ... UltimaUltima
Risultati da 9,691 a 9,700 di 10408
  1. #9691
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,340
    Menzionato
    452 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    La Russia ha scelto di invadere per rivendicare il suo potere sull'Ucraina, esattamente come gli USA hanno scelto di invadere l'Iraq per rivendicare il loro controllo sul medio Oriente. Dire che la Russia è stata portata a progettare l'invasione è assecondare il loro imperialismo, perché il loro obiettivo è impedire l'esistenza di una Ucraina indipendente e sovrana come deciso dal referendum del 1991 (che molti russi non hanno mai digerito).

    Hanno usato ogni mezzo per questo obiettivo, prima elezioni truccate (impedite dalla Rivoluzione arancione), poi ricatti economici e foraggiando politici amici da tenere sotto ricatto, infine una invasione diretta, nel 2014 solo parziale e adesso di tutto il Paese.

    Ma per te il problema sono le interferenze americane.


    Faccio un'ultima domanda visto che su questo aspetto continui a svicolare, poi mi taccio. Nella tua visione c'è qualche spazio per la volontà del popolo ucraino quando decidi cosa avremmo dovuto fare per non provocare la Russia oppure conta solo il portafogli e la disponibilità di gas?
    Sai questo tendenzialmente sarebbe la definizione di imperialismo...

  2. #9692
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    31
    Messaggi
    24,587
    Menzionato
    396 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    E quando mai avrei assecondato quello russo?
    Io ho sempre pensato che è stata una cazzata colossale portare la Russia nella condizione di progettare l'invasione.
    La storia è piena di avvertimenti e riferimenti.

    Non ho mai assecondato l'invasione.

    Io, ma non solo io ovviamente, ho sempre pensato che la Russia fosse un partner strategico, per i noti motivi di risorse e commerciali.

    Oggi ti trovi contro non solo uno psicopatico, ma direi un popolo, con l'arma atomica. Mentre tu tiri a campare con le pezze al culo.

    Ah già, però che soddisfazione vedere i russi con le pezze al culo peggio di te...
    Giusto, è vero, la colpa è dell'occidente

    La soddisfazione sarebbe quella di vedere destituito Putin, terminare lla celebre "operazione speciale" e riallacciati subito i rapporti con la Russia. Quella sarebbe una soddisfazione per tutti però va beh, tu tacci gli altri di sapere tutto ma come la solito sei il primo a comportarti così.
    Si vis pacem, para bellum.

  3. #9693
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    31
    Messaggi
    24,587
    Menzionato
    396 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Attenzione su questo punto.
    E' diffusissimo una sorta di E-bay russo sul quale vengono venduti armi, armamenti, munizioni, elmetti, stivali e addirittura mezzi corazzati (no, non è uno scherzo: vengono ridipinti, spesso di bianco, e venduti). Chi li vende? I graduati, di vari gradi, che ne hanno a disposizione. Perchè lo fanno? Sostanzialmente perchè non dico che siano alla fame ma quasi (non per forza perchè sono corrotti e basta), e queste vendite permettono loro di mandare qualche soldino a casa.
    Questo comporta che i magazzini militari sono pieni zeppi di materiali, armi e munizioni che esistono solo sulla carta: di 100 munizioni effettive ce ne sono 60, di 200 elmetti effettivi ce ne sono 150, di mezzi corazzati sulla carta ce ne sono 10, ma effettivi sono 9, e via discorrendo.
    Le alte sfere quando progettano attacchi, movimenti di truppe, rifornimenti & compagnia bella lo fanno basandosi su cose che non esistono. E ricordiamoci sempre cosa vorrebbe dire il dire la verità.
    Vi immaginate? "No, signore, non abbiamo 20 lanciarazzi, ne abbiamo solo 16. Munizioni finite. Elmetti insufficienti, non ce ne sono per tutti." Queste cose in un regime NON si possono dire. O, almeno, il soldato semplice potrà anche dirlo, ma voglio vedere se la notizia arriva più in alto nella catena di comando, io non ci scommetto mezzo centesimo.
    Quindi, in definitiva, i big NON conoscono l'effettiva situazione sul campo, e temo che sia per questo che continuano a lanciarsi in arruolamenti, attacchi, difese disperate. Conoscessero lo stato effettivo della situazione (e fossero intelligentemente normodotati, beninteso) organizzerebbero una rapidissima ed oculata ritirata su postazioni difendibili e un'enorme operazione di inventario fisico di qualsiasi tipo di scorta, rimandando qualsiasi operazione militare fino a che non si ha un'effettiva conoscenza dello stato delle cose.
    Valter, quello che descrivi è un problema marginale (anche perché è avvenuto spesso anche negli USA).
    la situazione non è tra avere 10 mezzi corazzati o 9, ma tra averne 100 o 0 la Russia ha finito TUTTO. Sta facendo fuori i residui di decine di anni fa e non ha capacità produttiva. Inoltre, parlando di mezzi, glieli stanno facendo fuori a ritmi impressionanti. Essendo ben armati, gli ucraini hanno una potenza di fuoco totalmente superiore. Si parla di avvicinarsi con un carro degli anni '70 e vedersi arrivare un missile ultra moderno che non sbaglia nemmeno per sbaglio
    idem vale per gli aerei e, si è visto, anche con le navi. dopo che gliene hanno affondate anche di importanti, hanno smesso completamente di attaccare via mare perché se si avvicinano gliene affondano altre.
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #9694
    Brezza tesa L'avatar di Gianni78ba
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    44
    Messaggi
    781
    Menzionato
    61 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Attenzione su questo punto.
    E' diffusissimo una sorta di E-bay russo sul quale vengono venduti armi, armamenti, munizioni, elmetti, stivali e addirittura mezzi corazzati (no, non è uno scherzo: vengono ridipinti, spesso di bianco, e venduti). Chi li vende? I graduati, di vari gradi, che ne hanno a disposizione. Perchè lo fanno? Sostanzialmente perchè non dico che siano alla fame ma quasi (non per forza perchè sono corrotti e basta), e queste vendite permettono loro di mandare qualche soldino a casa.
    Questo comporta che i magazzini militari sono pieni zeppi di materiali, armi e munizioni che esistono solo sulla carta: di 100 munizioni effettive ce ne sono 60, di 200 elmetti effettivi ce ne sono 150, di mezzi corazzati sulla carta ce ne sono 10, ma effettivi sono 9, e via discorrendo.
    Pensa che è quello che facevano con le marche da bollo all'agenzia delle entrate:
    in certe sedi gli impiegati le staccavano dai contratti registrati e le rivendevano a quelli che si presentavano sprovvisti allo sportello; finchè non hanno introdotto l'obbligo della marcatura con la data

    Quindi in un posto come la russia immagino ci siano tante di quelle inefficienze che la probabilità che la bomba atomica gli scoppi tra le mani non è poi così bassa.
    https://medium.com/@gberardi78 :
    economia, modelli, mercato, finanza

  5. #9695
    Vento forte L'avatar di ale97
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    24
    Messaggi
    3,569
    Menzionato
    81 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    La Russia ha scelto di invadere per rivendicare il suo potere sull'Ucraina, esattamente come gli USA hanno scelto di invadere l'Iraq per rivendicare il loro controllo sul medio Oriente. Dire che la Russia è stata portata a progettare l'invasione è assecondare il loro imperialismo, perché il loro obiettivo è impedire l'esistenza di una Ucraina indipendente e sovrana come deciso dal referendum del 1991 (che molti russi non hanno mai digerito).

    Hanno usato ogni mezzo per questo obiettivo, prima elezioni truccate (impedite dalla Rivoluzione arancione), poi ricatti economici e foraggiando politici amici da tenere sotto ricatto, infine una invasione diretta, nel 2014 solo parziale e adesso di tutto il Paese.

    Ma per te il problema sono le interferenze americane.


    Faccio un'ultima domanda visto che su questo aspetto continui a svicolare, poi mi taccio. Nella tua visione c'è qualche spazio per la volontà del popolo ucraino quando decidi cosa avremmo dovuto fare per non provocare la Russia oppure conta solo il portafogli e la disponibilità di gas?
    Sai questo tendenzialmente sarebbe la definizione di imperialismo...

    Questa volontà di controllo dell'Ucraina emerge almeno dal 2004 con la prima elezione di Yanukovich e il tentativo di far fuori Yuschenko con le cattive comunque, non è appunto nemmeno una storia nuova

  6. #9696
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    35
    Messaggi
    2,340
    Menzionato
    452 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da ale97 Visualizza Messaggio
    Questa volontà di controllo dell'Ucraina emerge almeno dal 2004 con la prima elezione di Yanukovich e il tentativo di far fuori Yuschenko con le cattive comunque, non è appunto nemmeno una storia nuova
    Giusto, dimenticavo l'avvelenamento del principale candidato alternativo a quello del Kremlino, a proposito di interferenze...

    Fallito l'avvelenamento sono passati ai brogli e questo ha innescato la rivoluzione arancione. Chissà perché una fetta crescente della popolazione ha deciso di staccarsi dall'orbita russa.

  7. #9697
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,944
    Menzionato
    146 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    Se vuoi far finta di ignorare tutto il processo di dissoluzione dell'urss fai pure.
    Riguardo il paragone con Hitler, visto che ti piace azzardare, azzardo molto meno io.

    Evidentemente pure gli Usa sono stati messi nella condizione di invadere una stato sovrano come l'Iraq...
    Ma tu dimmi, davvero, che cosa ti fa pensare che quello sia il mio (nostro, parlo a nome di altri) pensiero!
    Tu dimmi, per favore, DOVE abbiamo scritto "Gli Stati Uniti hanno fatto bene ad invadere Afghanistan e Iraq" e, visto che non lo troverai mai perchè nessuno di noi l'ha mai scritto, ti risparmio la fatica e chiedo che cosa ti faccia anche solo lontanamente pensare che io (e altri qui) abbia appoggiato e sia stato d'accordo con le invasioni militari U.S.A.
    Lou soulei nais per tuchi

  8. #9698
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    18,377
    Menzionato
    906 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Putin non ha bisogno di scuse per usare il nucleare, nel caso possono sempre inventarne una.


    Il nucleare tattico secondo me è comunque una opzione inverosimile perché non aiuta minimamente a raggiungere l'obiettivo, non otterrebbe alcun sostanziale effetto a livello militare tranne fare entrare direttamente gli USA nel conflitto.

    Non è nemmeno chiaro quale potrebbe essere il bersaglio di un simile attacco, gli obiettivi militari sono quasi tutti in territori che Putin considera "russi" e attacchi sui centri abitati ad ovest avrebbero un forte rischio di essere intercettati. Lanciare una bomba atomica che non esplode sarebbe un disastro totale, tutte le conseguenze negative dei un attacco vero senza nemmeno colpire il bersaglio (senza contare la figura barbina).

    Usare il nucleare avrebbe più senso come vendetta per essere stato sconfitto, ma in quel caso non userebbe certo un'arma tattica, l'obiettivo sarebbe ottenere più distruzione possibile.
    Un attacco nei territori del Donbass che stanno venendo riconquistati potrebbe permettere a Putin di sfruttare l'arma della propaganda in madrepatria sostenendo che gli ucraini hanno lanciato una bomba tattica di piccole dimensioni contro il territorio russo appena annesso, dando questa come prova che gli ucraini stessero sviluppando un programma nucleare. Me li vedo già anche in Occidente i complottisti che inizierebbero così ad essere apertamente contro l'Ucraina, credendo alla versione di Putin e alimentando il malcontento dall'altra parte della "cortina", giungendo ad aperte proteste come fecero i no-vax.
    Al tempo stesso sarebbe una prova che se le cose vanno avanti così il prossimo obiettivo potrebbe essere qualche città ucraina. Ad Odessa, per esempio, i cittadini ne sono pienamente consapevoli e ho letto che negli ultimi giorni si stanno preparando ad una simile eventualità.

    Un altro possibile bersaglio sarebbe l'isola dei Serpenti, come prova di forza che non sta scherzando. Però in questo modo l'arma della propaganda, anche in madrepatria, non sarebbe egualmente potente.

  9. #9699
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    18,377
    Menzionato
    906 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    quindi non gli conviene in ogni caso, se è talmente pazzo da usarla (e lo sono anche quelli del suo entourage) vedremo poi cosa succede. Potrebbe essere il modo più veloce per porre fine al tutto, d'altro canto...
    Sul The New York Times ho letto un'interessante considerazione su questo, sostanzialmente diceva che l'entourage preposto a lanciare un'eventuale bomba potrebbe non avere particolari remore nel farlo visto che se finisce la guerra sono finiti tutti loro che hanno sostenuto Putin...

    però oh, ha sbagliato l'occidente a metterlo nell'angolino, dovevamo fargli fare razzie, fargli prendere l'Ucraina e perché no, magari servirgli su un piatto d'argento il Montenegro e, visto che ci siamo, tutti i paesi dell'URSS.
    Ovviamente non era la cosa da fare, però dal mio punto di vista si sta sottovalutando il rischio di una degenerazione. Lo stesso Zelensky ha affermato che secondo lui Putin non sta bluffando, e non credo lo abbia detto solo per portare acqua al suo mulino.

  10. #9700
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    18,377
    Menzionato
    906 Post(s)

    Predefinito Re: Evoluzione della crisi ucraina

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Forse ti è sfuggito un piccolo dettaglio, gli altri dittatori che ci forniscono idrocarburi non hanno invaso i loro vicini e annesso parti del loro territorio.
    Oddio, l'Arabia Saudita non fa una figuraccia visto quanto accade in Yemen. Vabbè che non è una dittatura, in linea teorica...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •