Pagina 5 di 100 PrimaPrima ... 345671555 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 992

Discussione: Autonomia regionale

  1. #41
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Mantova - Padova
    Messaggi
    3,182
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Citazione Originariamente Scritto da ligure Visualizza Messaggio
    Forse in qualche zona del Veneto profondo
    Forse anche da te Dovessi ricordarmi tutti gli insulti verso gli stranieri che ho sentito negli anni... Non solo i "migranti", ma tutti gli altri europei o americani, su quanto siamo "belli", "colti", "raffinati", "bravi" noi italiani... Anzi forse peggio a Roma e Milano, che nelle campagne profonde

  2. #42
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Mantova - Padova
    Messaggi
    3,182
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Citazione Originariamente Scritto da NoSync Visualizza Messaggio
    Eh, insomma. Fuori dalle grandi città (e non tutte) mi sembra che sia ovunque esattamente come dice Filippo.
    Mah, sinceramente a me sembra che in Italia ce la "tiriamo" parecchio ovunque e spesso a torto

  3. #43
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Vienna
    Messaggi
    2,719
    Menzionato
    48 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Detto questo, però, i trentini che conosco sono alcuni pro altri anti-Italia: in generale, l'idea che mi sono fatto sia con loro sia leggendo le varie fonti, è di un Trentino non proprio così patriottico nel 1914-'18 (anche nel Veneto 1848-'66, a dire il vero); o meglio, spaccato tra "italianti" e "austriacanti", con questi ultimi in probabile maggioranza.
    Il Trentino era semplicemente conservatore e reazionario come tutte le terre rurali preindustriali. La storia non la fanno le masse di contadini.

    l'altra idea che "purtroppo" mi sono fatto in questi anni - per tutti - è che ognuno è anche un po' libero di appartenere a ciò che vuole

    Se a Trento stanno bene con Bolzano, lasciamoceli pure.
    E io voglio stare col cantone di Zug

    Ad ogni modo il fatto è che l'Alto Adige fa di tutto per non stare col Trentino, e più in generale quest'ultimo ci vuole stare insieme perché teme che senza di esso non venga più riconosciuta la sua autonomia, e in generale perché secondo me ha dei complessi d'inferiorità immensi.

    Poi come Euroregione, Veneto, Friuli-VG e Carinzia, con la possibile entrata di Slovenia, Istria e Fiume, cosa te ne pare? No, non è un mio sogno, ma quanto già esiste anche se per ora sembra meno convinta che anni fa.
    Come dicevo, le Euroregioni sono accordi di cooperazione transfrontaliera mirati ad agevolare le relazioni tra regioni limitrofe, quindi ben vengano. Non hanno velleità di unioni amministrative e cose del genere.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  4. #44
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/10
    Località
    Tarcento (UD) - 230 mslm
    Età
    42
    Messaggi
    716
    Menzionato
    1 Post(s)

  5. #45
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,712
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Autonomia regionale? Discorso interessante. Se volete sentire la mia opinione che è particolare dato che vedo l'Italia dall'estero in tutti i sensi, dico che:

    Non comprendo perché in uno stato unitario e centralista come quello italiano debbano esserci regioni più autonome di altre facendo delle eccezioni agli statuti ordinari, per me questi sono tentativi mal riusciti di autonomia. Piuttosto se vediamo che il centralismo non funziona secondo me è meglio delegare più poteri possibili alle regioni (visto che l'Italia geograficamente è pure uno stato "enorme") per "sburocratizzare" lo Stato e le procedure, ma non facendo eccezioni, bensì riformando completamente lo Stato italiano in un sistema federale, come ad esempio la Svizzera, la Germania o l'Austria, ma pure l'Australia o gli Stati Uniti. Anzi, ogni nuova regione potrebbe avere una propria Costituzione. In Svizzera ad esempio esistono 26 Cantoni che sono a tutti gli effetti delle Repubbliche e come dimensioni sono paragonabili nemmeno alle regioni, ma alle province italiane!

    Capisco che questo discorso possa essere inapplicabile, e poi al giorno d'oggi lo stato nazionale è diminuito d'importanza rispetto il passato perché si è subordinati all'Unione Europea che in pratica è a tutti gli effetti un' unione politica ed economica.

    Oltretutto riforme del genere devono forzatamente venire dal basso e non essere calate arbitrariamente d'ufficio, altrimenti tanto vale, deve esserci la volontà del popolo italiano stesso nel farlo. Non sono un grande conoscitore dell'Italia, ma mi pare che una mentalità del genere non ci sia. Ogni orticello fa i suoi interessi e un po' quello che gli pare in modo scoordinato, ma poi tutto questo ricade sotto uno stato unitario. Forse lo stato unitario non è la forma di governo più adatta per l'Italia, ma questo dovete anche dirmelo voi.
    Ultima modifica di AbeteBianco; 18/09/2018 alle 19:47


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  6. #46
    Bava di vento L'avatar di Andreas94
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI)
    Età
    24
    Messaggi
    143
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Autonomia regionale? Discorso interessante. Se volete sentire la mia opinione che è particolare dato che vedo l'Italia dall'estero in tutti i sensi, dico che:

    Non comprendo perché in uno stato unitario e centralista come quello italiano debbano esserci regioni più autonome di altre facendo delle eccezioni agli statuti ordinari, per me questi sono tentativi mal riusciti di autonomia. Piuttosto se vediamo che il centralismo non funziona secondo me è meglio delegare più poteri possibili alle regioni (visto che l'Italia geograficamente è pure uno stato "enorme") per "sburocratizzare" lo Stato e le procedure, ma non facendo eccezioni, bensì riformando completamente lo Stato italiano in un sistema federale, come ad esempio la Svizzera, la Germania o l'Austria, ma pure l'Australia o gli Stati Uniti. Anzi, ogni nuova regione potrebbe avere una propria Costituzione. In Svizzera ad esempio esistono 26 Cantoni che sono a tutti gli effetti delle Repubbliche e come dimensioni sono paragonabili nemmeno alle regioni, ma alle province italiane!

    Capisco che questo discorso possa essere inapplicabile, e poi al giorno d'oggi lo stato nazionale è diminuito d'importanza rispetto il passato perché si è subordinati all'Unione Europea che in pratica è a tutti gli effetti un' unione politica ed economica.

    Oltretutto riforme del genere devono forzatamente venire dal basso e non essere calate arbitrariamente d'ufficio, altrimenti tanto vale, deve esserci la volontà del popolo italiano stesso nel farlo. Non sono un grande conoscitore dell'Italia, ma mi pare che una mentalità del genere non ci sia. Ogni orticello fa i suoi interessi e un po' quello che gli pare in modo scoordinato, ma poi tutto questo ricade sotto uno stato unitario. Forse lo stato unitario non è la forma di governo più adatta per l'Italia, ma questo dovete anche dirmelo voi.
    Esattamente, hai centrato il punto, servono le riforme dal basso. E infatti è il percorso che il Veneto e la Lombardia hanno fatto per avviare questo percorso di autonomia, partendo da un referendum, fatto lo scorso 22 Ottobre 2017.

    Parlando per la mia Regione, questo referendum che ha avuto un risultato veramente plebiscitario e dirompente ha avuto tra le altre cose il pregio di unire tutto il popolo, i partiti e la societá veneti indistintamente per votar SÌ all'autonomia e in piú ha dato e sta tuttora dando moltissima forza contrattuale alla nostra Regione nei confronti dello stato centrale.

  7. #47
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,712
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Citazione Originariamente Scritto da Andreas94 Visualizza Messaggio
    Esattamente, hai centrato il punto, servono le riforme dal basso. E infatti è il percorso che il Veneto e la Lombardia hanno fatto per avviare questo percorso di autonomia, partendo da un referendum, fatto lo scorso 22 Ottobre 2017.

    Parlando per la mia Regione, questo referendum che ha avuto un risultato veramente plebiscitario e dirompente ha avuto tra le altre cose il pregio di unire tutto il popolo, i partiti e la societá veneti indistintamente per votar SÌ all'autonomia e in piú ha dato e sta tuttora dando moltissima forza contrattuale alla nostra Regione nei confronti dello stato centrale.
    Senz'altro. Prima di tutto sono le varie zone d'Italia che devono capire cosa vogliono. Il Veneto da quello che ho capito va in questa direzione, ma complessivamente non ci sono ancora le basi in Italia per fare quello che dicevo. Queste riforme dal basso hanno ancora un'influenza limitata (e oltretutto devono essere ancora applicate) e talvolta fanno tanto discutere all'inizio ma poi concretamente finiscono in nulla. L' Italia secondo me dovrebbe cambiare forma di governo. Che unità d'Italia è se ci sono numerose regioni con più privilegi rispetto ad altri? Chi giustifica questi privilegi? Perché gli altri dovrebbero essere considerati inferiori e non averceli?

    Allora io dico proprio di riformare l'Italia come tale, in una struttura forse federale con regioni autonome forse pure diverse rispetto la distribuzione attuale, ma non si possono stabilire queste cose arbitrariamente. Però deve anche esserci la mentalità giusta per amministrare in questo modo. Forse però prima ancora della questione della forma di Stato viene questa. Perché possiamo inventare tutte le amministrazioni possibili, ma se c'è un mal andazzo non si migliora nulla. Si può fare?
    Ultima modifica di AbeteBianco; 18/09/2018 alle 21:16


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

  8. #48
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,716
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Il bello è che gli "storici de noartri" (scusa il pessimo romanesco) sono sempre lì a menarla contro la Chiesa e l'Austria: ma senza di loro e senza una comune identità cattolica, quanto più difficile sarebbe stato fare l'Italia? Se nell'attuale Triveneto avessero avuto campo libero le pulsioni "protestantizzanti" del XVI secolo, anche inizio XVII, e ci fossero stati un Tirolo calvinista ed un Veneto-Friuli con una chiesa veneta simile a quella anglicana, siamo sicuri che la confessione religiosa - al contrario di quanto avvenuto in Germania, Slovacchia od Ungheria per esempio - non sarebbe stata un problema?
    Filippo, giusta la tua osservazione
    la chiesa cattolica è stata e lo è ancora, anche se ridimensionata tantissimo, un collante di una nazione. Diciamo che in generale la religione E' il collante di una qualsiasi nazione

    certe volte mi domando come sarebbe diventata l'Italia se il luteranesimo / protestantesimo con la sua etica avesse attecchito anche in parti d'Italia
    visione differente, penso che da una parte ne avrebbe beneficiato anche l'economia



    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Il bello è che gli "storici de noartri" (scusa il pessimo romanesco) sono sempre lì a menarla contro la Chiesa e l'Austria: ma senza di loro e senza una comune identità cattolica, quanto più difficile sarebbe stato fare l'Italia?
    nun te preoccupà!
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  9. #49
    Vento moderato L'avatar di nago
    Data Registrazione
    05/03/04
    Località
    Lissone (MB)
    Età
    51
    Messaggi
    1,177
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Senz'altro. Prima di tutto sono le varie zone d'Italia che devono capire cosa vogliono. Il Veneto da quello che ho capito va in questa direzione, ma complessivamente non ci sono ancora le basi in Italia per fare quello che dicevo. Queste riforme dal basso hanno ancora un'influenza limitata (e oltretutto devono essere ancora applicate) e talvolta fanno tanto discutere all'inizio ma poi concretamente finiscono in nulla. L' Italia secondo me dovrebbe cambiare forma di governo. Che unità d'Italia è se ci sono numerose regioni con più privilegi rispetto ad altri? Chi giustifica questi privilegi? Perché gli altri dovrebbero essere considerati inferiori e non averceli?

    Allora io dico proprio di riformare l'Italia come tale, in una struttura forse federale con regioni autonome forse pure diverse rispetto la distribuzione attuale, ma non si possono stabilire queste cose arbitrariamente. Però deve anche esserci la mentalità giusta per amministrare in questo modo. Forse però prima ancora della questione della forma di Stato viene questa. Perché possiamo inventare tutte le amministrazioni possibili, ma se c'è un mal andazzo non si migliora nulla. Si può fare?
    Sei sicuro che per alcune regioni italiane l'eventuale autonomia sarebbe un "privilegio" a cui ambire?
    "I don't need Google. My wife knows everything"
    Daniele

  10. #50
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    20
    Messaggi
    2,712
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale

    Citazione Originariamente Scritto da nago Visualizza Messaggio
    Sei sicuro che per alcune regioni italiane l'eventuale autonomia sarebbe un "privilegio" a cui ambire?
    Sembrerebbe così dal mio punto di vista dato che certe possono ed altre no... Per me non ha logica un sistema del genere come quello italiano, è proprio contrario al concetto di unità.

    Quelle 4-5 regioni sono forse "più importanti" delle altre? Perché il Veneto non dovrebbe avere il diritto di essere a statuto speciale? Piuttosto che si faccia un sistema federale.


    Stazione Davis Vantage Pro 2 -> Dati live su altre piattaforme

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •