Pagina 7 di 9 PrimaPrima ... 56789 UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 87
  1. #61
    Vento moderato L'avatar di original pio
    Data Registrazione
    25/08/13
    Località
    Migliana di Prato 605 mt
    Età
    46
    Messaggi
    1,089
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    Ah,quindi per te la legge consente di emigrare solo se scappi dalle bombe...
    Interessante.E quale legge?Secondo te i grandi flussi migratori del secolo scorso funzionavano così?E come sai,non c'è ne è stato uno che non interessasse gli italiani,che andavano in ogni dove,dalle vicine Svizzera e Belgio all'Australia.
    Ma ipotizziamo che sia vero.Che ne dici se lo applicassero anche agli italiani?Tu hai 34 anni,vero? Sei così convinto che l'immigrazione non sia un tema tale da poter riguardare anche te,visto l'andamento economico patrio?Quindi sei convinto di poter asserire:
    -chi ti facesse entrare in un altro Stato solo se scappi da un conflitto bellico avrebbe ragione;
    -che l'emigrazione non è una costante della storia dell'umanità(da disciplinare e contenere in limiti fisiologici e sostenibili,certo ma pur sempre una costante)ma una sorta di patologia del sistema, da combattere in nome della lotta al politicamente corretto(che poi cosa c'entri non si capisce, a forza di additare come politicamente corretto la logica umana si arriva a sostenere l'illogicità ed il moto di pancia,successo dei populismi docet)?
    il nocciolo della questione e' la causa delle migrazioni..nei secoli scorsi i problemi e la capacita' di risolverli passavano in secondo piano,ognuna nazione aveva grossi problemi,c'era una bellicosita' fra stati e problemi interni mica da ridere....oggi la soluzione della poverta' e' alla portata ,basta volerlo...e possiamo ragionare fino allo spegnimento del sole,la l'unica soluzione 'e lo sviluppo dove ora si emigra...altre vie nno ci sono,in poveri sono miliardi e diventano sempre piu' ogni anno,i paesi ricchi sono pochi a super affollati....ognuno a casa sua non e' uno slogan razzista,ma un utopia,vorrebbe dire aver sconfitto la poverta'
    Foppeddirvelo...

  2. #62
    Vento moderato L'avatar di original pio
    Data Registrazione
    25/08/13
    Località
    Migliana di Prato 605 mt
    Età
    46
    Messaggi
    1,089
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    un conto è presentarsi con regolari documenti e visto per entrare in uno stato, altro è provare ad entrarci illegalmente. Se io, italiano, faccio richiesta di visto con regolare documentazione, per andare in un paese extra ue, e viene accettata vado, se viene respinta, resto. Stop. Non è che se viene respinta me ne frego e provo ad entrare illegalmente. Non funziona così. Anche perchè in America o Australia ti arrestano. Non esiste alcun diritto all'emigrazione.
    Se per te è uguale, boh.
    Ancora non ho capito dove volete andare a parare, ma è possibile sostenere milioni di persone che emigrano e farle venire tutte qui? Davvero??
    Anche perchè abbiamo oltre mezzo milione, MEZZO MILIONE, di clandestini quindi irregolari sul nostro territorio di cui non sappiamo nulla, se sono criminali nei loro paesi, se sono ricercati, che fanno, come vivono, se delinquono, dove risiedono ecc ecc. Una situazione indegna permessa da chi precedentemente ha fatto finta di nulla.
    tutto giusto...ma governi di tutti i tipi si sono succeduti negli anni..e nessuno ha affrontato il problema...anzi,c'e chi lo ha peggiorato con leggi assurde
    Foppeddirvelo...

  3. #63
    Vento moderato L'avatar di original pio
    Data Registrazione
    25/08/13
    Località
    Migliana di Prato 605 mt
    Età
    46
    Messaggi
    1,089
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Citazione Originariamente Scritto da Josh Visualizza Messaggio
    A beneficio di @Presidente e @Marco86,estrapolando dall'articolo che ho postato sopra. Poi va da sé, @Presidente, che se l'obiettivo è preservare la purezza dell'italica razza e quindi si considera ogni residente non autoctono un problema, non ci sarà numero in grado di placare quella che è ormai una fobia. Ricorda però che noi italiani siamo già in partenza fra i più "meticci" in Occidente.

    "Sembrano numeri enormi, ma vanno messi in prospettiva. L’Italia ha 60,5 milioni di abitanti, più o meno. Gli stranieri regolari sono poco più di 5 milioni, cioè l’8 per cento. Il dato si abbassa se calcoliamo solo quelli nati fuori dall’Europa: cioè circa 4 milioni, il 6,7 per cento della popolazione totale. Sono numeri molto più contenuti rispetto alla media dell’Europa occidentale, e che suggeriscono una realtà molto diversa da una “invasione”: gli stranieri di origine extra-europea compongono il 9,9 per cento della popolazione austriaca, l’8,5 per cento di quella francese, l’11,6 per cento di quella svedese, e così via.
    Immagine
    (elaborazione della Commissione Europea su dati Eurostat)

    Tenendo in considerazione i soli richiedenti asilo l’Italia sale di molti posti in classifica, ma non è prima per distacco. Nel 2017 ha ricevuto 126mila richieste di protezione internazionale, un numero quasi esattamente sovrapponibile alle persone sbarcate via mare. Significa che le richieste sono state 2.089 ogni milione di abitanti. Ci sono paesi che in proporzione ne hanno avute molte di più: Malta, accusata in questi giorni di fare poco o nulla per i migranti, nel 2017 ha ricevuto 1.610 richieste di protezione internazionale. Sono molte meno di quelle italiane, ma Malta ha in tutto circa 450.000 abitanti.
    Ancora: nel 2017 l’Austria ha ricevuto 22.160 richieste di protezione internazionale, cioè 2.526 ogni milione di abitanti, la Svezia 22.190 – 2.220 ogni milione di abitanti – e la Germania 198mila, cioè 2.402 ogni milione di tedeschi. Negli anni immediatamente precedenti, poi, la Germania aveva ricevuto più di 700.000 richieste di asilo".
    non e' assolutamente una fobia...e' amor di patria...l'identita' nazionale ,conservare le proprie tradizioni e radici culturali,sono un bisogno primario dei popoli...e questo quello che la sinistra non vuole capire....l'identita' culturale e' un BISOGNO ...per questo che in Europa sta stravincendo il sovranismo.....ah,io sono di sinistra e neanche poco.

    prova ne e' che negli stati uniti ci sono migliaia di nazionalita' emigrate nel corso dei secoli,ma ancora ci sono i ghetti,i quartieri portoghesi,italiani ,di uomini di colore....il bisogno di riconoscersi,di vivere e condividere pensieri e tradizioni comuni e' fondamentale per un uomo al pari di respirare e mangiare.....


    se veramente siamo convinti di essere ad un livello di civilta' cosi "alto" nno possiamo nno capire questo....per quanto mi riguarda l'umanita per dirsi davvero progredita deve soddisfare i bisogni primari e dare il diritto a tutti di vivere dove si e' nati .....l'immigrazione c'e sempre stata nei secoli,ma e' sempre stata frutto del sistema dello sfruttamento e della violenza del piu' forte sul piu' debole....lo schiavismo del 700-800 ha molte analogie con i migranti degli anni 2000...allora come oggi vengono usati per essere sfruttati ed abbattere il costo della produzione.
    Ultima modifica di original pio; 07/02/2019 alle 00:23
    Foppeddirvelo...

  4. #64
    Vento moderato L'avatar di original pio
    Data Registrazione
    25/08/13
    Località
    Migliana di Prato 605 mt
    Età
    46
    Messaggi
    1,089
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Io aggiungo una cosa, che ho già scritto nell' altro topic

    1) Si dice che il reddito di cittadinanza è una spesa inutile che rovinerà l'Italia. Bene.

    2) quota 100 non si può fare.. rovinerà i conti. Bene.

    3) però si spendono quasi 5 miliardi non inserendoli a bilancio per l'accoglienza a degli sconosciuti e forse poco istruiti che vengono dal sud del mondo.

    Non sono un po' troppi 5 miliardi per un'invasione che non c'è?

    Ecco perché qualche italiano, anche istruito, s'è rotto.. e vuole vederci chiaro, a torto o ragione.

    La solidarietà agli stranieri deve venire dal profondo del cuore di ogni cittadino privato. Altrimenti non è solidarietà, ma imposizione, se la decidono i governi.
    i soldi ci sono solo per salvare le banche e rinunciando alla lotta a l'evasione che e' di decine di miliardi l'anno....pero'..l'evasione non e' fatta dai lavoratori,ma da imprenditori e nel tempo trascorso sono state fatte leggi per invogliarla,addirittura qualcuna a capo di un esecutivo la consigliava.....i banchieri,nno mi risulta siano alla catena di montaggio....insomma in questo paese o hai i soldi e il potere per farti le leggi e salvarti dai fallimenti ,altrimenti diventi un costo "insostenibile" se nno lavori fino a 75 anni o sei ti danno il reddito di cittadinanza...
    Foppeddirvelo...

  5. #65
    Vento forte
    Data Registrazione
    05/02/08
    Località
    Bernalda (Matera) - 130 m.s.l.m.
    Messaggi
    4,042
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    La questione migranti è ormai da anni terreno fertile per propagande politiche, per tornaconti personali o semplicemente per difendere i propri ideali di fondo. Tutto quello che ci gira attorno mi fa ribrezzo, ognuno ormai si sente in dovere di dare il proprio il parere sulla questione, sorbendosi sempre insulti pesanti da parte dell'altra "fazione". Personalmente ho risolto la questione non seguendo più i tg nazionali, evitando di leggere e commentare articoli pro o anti migranti e sviando sempre l'argomento, visto che ognuno rimarrà sempre del proprio parere, e con grande saccenteria cercherà di far valere fino alla morte il proprio modo di vedere la questione; sarebbero quindi tutte parole buttate al vento.
    Alla luce di quanto scritto, a nessuno interessa il parere del proprio interlocutore su quest'argomento, quindi a nessuno interessa il parere del sottoscritto e quello di chi scrive qui sopra; eventuali divergenze serviranno ad alimentare odio e disprezzo, eventuali convergenze faranno impennare il proprio ego e l'autoconvinzione di essere nel giusto; una soluzione condivisa non la si troverà mai, visto che al governo abbiamo avuto, abbiamo ed avremo sempre uomini privi di onore e di qualsiasi moralità. Questa nazione e questa pseudo unione politico-economica dei 28 (fra poco 27) avrebbero un bisogno urgente di essere rifondate dalle basi, altro che questione migranti... solo allora se ne potrà parlare seriamente, ma oggi non siamo in grado di gestirla in nessun modo dato che non siamo in grado di gestire nemmeno noi stessi.

  6. #66
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,725
    Menzionato
    90 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Citazione Originariamente Scritto da original pio Visualizza Messaggio
    non e' assolutamente una fobia...e' amor di patria...l'identita' nazionale ,conservare le proprie tradizioni e radici culturali,sono un bisogno primario dei popoli...e questo quello che la sinistra non vuole capire....l'identita' culturale e' un BISOGNO ...per questo che in Europa sta stravincendo il sovranismo.....ah,io sono di sinistra e neanche poco.

    prova ne e' che negli stati uniti ci sono migliaia di nazionalita' emigrate nel corso dei secoli,ma ancora ci sono i ghetti,i quartieri portoghesi,italiani ,di uomini di colore....il bisogno di riconoscersi,di vivere e condividere pensieri e tradizioni comuni e' fondamentale per un uomo al pari di respirare e mangiare.....


    se veramente siamo convinti di essere ad un livello di civilta' cosi "alto" nno possiamo nno capire questo....per quanto mi riguarda l'umanita per dirsi davvero progredita deve soddisfare i bisogni primari e dare il diritto a tutti di vivere dove si e' nati .....l'immigrazione c'e sempre stata nei secoli,ma e' sempre stata frutto del sistema dello sfruttamento e della violenza del piu' forte sul piu' debole....lo schiavismo del 700-800 ha molte analogie con i migranti degli anni 2000...allora come oggi vengono usati per essere sfruttati ed abbattere il costo della produzione.
    Essere di sinistra o di destra conta poco; oggi la distinzione è fra gli "aperti" e i "chiusi",per i quali l'unico parametro della propria condizione umana è lo Stato-nazione,entità obsoleta che viene spacciata per metafisica e metastorica, la cui assolutizzazione ha causato due guerre mondiali e svariate guerre su scala continentale e regionale.
    Il feticismo degli Stati-nazione,appunto.Le radici ce le hanno gli alberi.Gli esseri umani al massimo hanno una cultura,che è sempre la sintesi di più culture.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  7. #67
    Uragano
    Data Registrazione
    31/01/09
    Località
    Rif:staz.Grazzanise
    Messaggi
    16,725
    Menzionato
    90 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Citazione Originariamente Scritto da original pio Visualizza Messaggio
    il nocciolo della questione e' la causa delle migrazioni..nei secoli scorsi i problemi e la capacita' di risolverli passavano in secondo piano,ognuna nazione aveva grossi problemi,c'era una bellicosita' fra stati e problemi interni mica da ridere....oggi la soluzione della poverta' e' alla portata ,basta volerlo...e possiamo ragionare fino allo spegnimento del sole,la l'unica soluzione 'e lo sviluppo dove ora si emigra...altre vie nno ci sono,in poveri sono miliardi e diventano sempre piu' ogni anno,i paesi ricchi sono pochi a super affollati....ognuno a casa sua non e' uno slogan razzista,ma un utopia,vorrebbe dire aver sconfitto la poverta'
    Appunto.Finché quest'utopia non si realizzerà,le migrazioni non potrai fermarle ma solo gestirle.
    La"classifica"delle estati italiane dal 1948 al 2009:
    http://picturepush.com/public/2198351

  8. #68
    Bava di vento L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    176
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Citazione Originariamente Scritto da original pio Visualizza Messaggio
    non e' assolutamente una fobia...e' amor di patria...l'identita' nazionale ,conservare le proprie tradizioni e radici culturali,sono un bisogno primario dei popoli...e questo quello che la sinistra non vuole capire....l'identita' culturale e' un BISOGNO ...per questo che in Europa sta stravincendo il sovranismo.....ah,io sono di sinistra e neanche poco.

    prova ne e' che negli stati uniti ci sono migliaia di nazionalita' emigrate nel corso dei secoli,ma ancora ci sono i ghetti,i quartieri portoghesi,italiani ,di uomini di colore....il bisogno di riconoscersi,di vivere e condividere pensieri e tradizioni comuni e' fondamentale per un uomo al pari di respirare e mangiare.....


    se veramente siamo convinti di essere ad un livello di civilta' cosi "alto" nno possiamo nno capire questo....per quanto mi riguarda l'umanita per dirsi davvero progredita deve soddisfare i bisogni primari e dare il diritto a tutti di vivere dove si e' nati .....l'immigrazione c'e sempre stata nei secoli,ma e' sempre stata frutto del sistema dello sfruttamento e della violenza del piu' forte sul piu' debole....lo schiavismo del 700-800 ha molte analogie con i migranti degli anni 2000...allora come oggi vengono usati per essere sfruttati ed abbattere il costo della produzione.
    Quoto in pieno questo discorso. Infatti molti vogliono farli entrare proprio perché a loro l'Italia deve restituire qualcosa, al di là del fatto che possano servire alla ns economia, ed effettivamente ci servono, una parte di loro.
    Ecco perché si realizzano tante cose che vanno dalla loro parte, tipo la seconda parte della legge ius culturae, "possono richiedere la cittadinanza i minori arrivati in Italia entro il 12mo anno di età che abbiano frequentato un ciclo scolastico dai 3 a 5 anni" Magari arrivano tanti minorenni col barcone o trasportati dalle Ong, si fanno il ciclo scolastico a spese degli italiani, diventano cittadini dopo richiesta e magari (dico magari) fanno venire dall'Africa e dall' Asia "na tórema" cioè uno stormo di loro parenti grazie ai ricongiungimenti familiari.

    Altro che purezza della razza italica.. ma se una percentuale degli italiani vuole aiutarli, lo faccia solo questa percentuale e se c'è chi non vuole aiutarli non dev'essere costretto a farlo.. la solidarietà verso gli stranieri poveri deve avvenire da iniziative private e non imposta dai governi altrimenti è costrizione.

    Sei uno di sx con cui si può discutere, finalmente.

  9. #69
    Bava di vento L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    176
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Citazione Originariamente Scritto da Julio Visualizza Messaggio
    La questione migranti è ormai da anni terreno fertile per propagande politiche, per tornaconti personali o semplicemente per difendere i propri ideali di fondo. Tutto quello che ci gira attorno mi fa ribrezzo, ognuno ormai si sente in dovere di dare il proprio il parere sulla questione, sorbendosi sempre insulti pesanti da parte dell'altra "fazione". Personalmente ho risolto la questione non seguendo più i tg nazionali, evitando di leggere e commentare articoli pro o anti migranti e sviando sempre l'argomento, visto che ognuno rimarrà sempre del proprio parere, e con grande saccenteria cercherà di far valere fino alla morte il proprio modo di vedere la questione; sarebbero quindi tutte parole buttate al vento.
    Alla luce di quanto scritto, a nessuno interessa il parere del proprio interlocutore su quest'argomento, quindi a nessuno interessa il parere del sottoscritto e quello di chi scrive qui sopra; eventuali divergenze serviranno ad alimentare odio e disprezzo, eventuali convergenze faranno impennare il proprio ego e l'autoconvinzione di essere nel giusto; una soluzione condivisa non la si troverà mai, visto che al governo abbiamo avuto, abbiamo ed avremo sempre uomini privi di onore e di qualsiasi moralità. Questa nazione e questa pseudo unione politico-economica dei 28 (fra poco 27) avrebbero un bisogno urgente di essere rifondate dalle basi, altro che questione migranti... solo allora se ne potrà parlare seriamente, ma oggi non siamo in grado di gestirla in nessun modo dato che non siamo in grado di gestire nemmeno noi stessi.
    A me sinceramente non importa nulla del fatto che gli africani e gli asiatici partano verso l'UE.. mi sono trovato a fare attivismo politico, "invitato " da un amico d'infanzia, e sono stato dal 2014 al 2017 in un gruppo politico (oggi solo saltuariamente ), anche se avevo fatto attivismo anche dal 2003 al 2006... proprio dal 2014 al 2017 ci sono stati dei morti in mare e la questione immigrazione è diventata una delle principali nel dibattito politico, per cui chi fa attivismo ha dovuto dire la sua.. ma non è che le notizie sugli immigrati mi abbiano interessato più di tanto. Se uno segue la politica e si trova sempre sti discorsi presenti nel dibattito, è ovvio che poi uno cerchi di dire la sua.

  10. #70
    Bava di vento L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    176
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Quanta ipocrisia in giro !

    Ah.. ovviamente lo ius culturae non è stato realizzato anche per motivi politici ed elettorali da chi li aveva proposto. Questo fa capire che anche a sx molti non ne siano convinti, come ha cercato anche di farmi capire fun bunel, prendendomi in giro.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •