Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 26 di 26
  1. #21
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Germania
    Messaggi
    2,809
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Dove conviene emigrare all'estero? (Rimanendo in Europa)

    Citazione Originariamente Scritto da David Gilmour Visualizza Messaggio
    Beh ma Bratislava sarà Est-europa ma sono solo 60 km da Vienna, ci puoi arrivare in bici!
    Noi abbiamo usato il battello!
    Bratislava è caruccetta. la trovo molto tranquilla e a misura d'uomo. mi ha ricordato molto la nostra Pavia (state calmi...)
    C'è il fiume in mezzo.. un bel castello, tutti se la vivono bene apparentemente e non è "patinata", oltre che di dimensioni modeste...la Pavia dell'est. a me è piaciuta davvero tanto, a parte quella fabbrica/raffineria schifosa che si vede in lontananza.. non so cosa sia ma non è proprio un belvedere.
    Bratislava ha due strade carine, per il resto è tipo una Vienna brutta e povera.

    Citazione Originariamente Scritto da fabry72 Visualizza Messaggio
    Dove emigrare? Personalmente il paese piu' bello sia paesaggisticamente, come clima e a livello lavorativo ritengo sia la norvegia. I costi per i "turisti" sono sicuramente molto elevati ma chi ci lavora e ci vive ha, ovviamente, stipendi proporzionati al costo della vita. Sicuramente piu' abbordabile invece la svezia, la vita in generale e' poco piu' cara che da noi. Io personalmente opterei per uno di questi due. Requisito fondamentale pero' e' avere una qualche qualifica riconosciuta e spendibile, il tempo dei "lavapiatti" sottopagati e sfruttati a Londra e' sicuramente finito.
    La Norvegia è un posto assolutamente magnifico, ma per un italiano non è necessariamente facile emigrarci. Innanzitutto bisogna sapere bene la lingua - non tanto per trovare lavoro, ché con una qualifica buona si trova (anche se meno di altri paesi, perché in realtà la Norvegia in certi settori tipo l'IT non è particolarmente attiva - in particolare rispetto alla vicina Svezia), ma per integrarsi nella società locale. Vero che sanno tutti l'inglese, ma senza sapere la lingua del posto si finisce a vivere da emarginati.

    E comunque anche sapendo la lingua la mia impressione è che sia in generale difficile costruirsi gruppi di amici in quei paesi venendo da fuori, in primis perché faticano persino i locali (almeno da adulti), in secundis perché più o meno tutti hanno già le loro cerchie e non è facile farvi breccia. Ma questo vale per quasi tutto il mondo, con la possibile parziale eccezione di certi paesi anglofoni. Sicuramente avendo anche solo un fidanzato/a con cui emigrare è tutto più facile.
    Poi certo, dal punto di vista lavorativo, di stipendi, assistenza sociale, qualità della vita, clima e ambiente, salute, eccetera, la Norvegia è senz'altro il top o molto vicina al top. Bisogna semplicemente sapere a cosa si va incontro, come sempre.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  2. #22
    Burrasca L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    23
    Messaggi
    6,369
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Dove conviene emigrare all'estero? (Rimanendo in Europa)

    Viaggiando e parlando con italiani che si son trasferiti lì, ti consiglierei come hanno detto gli altri l'est Europa se vuoi lanciarti in qualche attività. Sono stato a Praga e Budapest e son state entrambe prese d'assalto da italiani con cui ho parlato e mi hanno raccontato che vivono parecchio bene, e che qui ci tornerebbero solo per le vacanze. Per dire...

    Da un lato ti capisco perché è uno dei miei chiodi fissi, fra qualche mese mi laureo in ingegneria e non so che futuro mi attende, in ogni caso in bocca al lupo!
    "Non è la neve che non ho avuto a mancarmi, ma quella che avrei dovuto avere ancora."

  3. #23
    Vento forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    24
    Messaggi
    3,707
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Dove conviene emigrare all'estero? (Rimanendo in Europa)

    Citazione Originariamente Scritto da Cristiano96 Visualizza Messaggio
    Da un lato ti capisco perché è uno dei miei chiodi fissi, fra qualche mese mi laureo in ingegneria e non so che futuro mi attende, in ogni caso in bocca al lupo!
    Non avresti da fare altri due anni per la magistrale?

    Guarda, per gli ingegneri direi che il futuro così difficile non è: sono le stesse aziende a inviarvi proposte di lavoro! Lo so per via di tre amici ingegneri, due in procinto di prendersi la magistrale (ma che stanno già ricevendo offerte) e uno che già lavora (quest'ultimo è del Nord però).

    Scusate l'OT.

    PS: Io credo che se un domani emigrassi da qui (probabilmente accadrà, almeno finchè finisco di specializzarmi) resterei comunque molto attaccato a questa terra, e forse uno dei motivi è anche la meteorologia. Non so se anche per altri appassionati è così, ma per me il fatto di amare il mio clima e di conoscerlo a menadito (inclusi i dati e le statistiche) è un forte motivo di legame, tanto quanto quello culturale.

  4. #24
    Burrasca L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    23
    Messaggi
    6,369
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Dove conviene emigrare all'estero? (Rimanendo in Europa)

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Non avresti da fare altri due anni per la magistrale?

    Guarda, per gli ingegneri direi che il futuro così difficile non è: sono le stesse aziende a inviarvi proposte di lavoro! Lo so per via di tre amici ingegneri, due in procinto di prendersi la magistrale (ma che stanno già ricevendo offerte) e uno che già lavora (quest'ultimo è del Nord però).

    Scusate l'OT.

    PS: Io credo che se un domani emigrassi da qui (probabilmente accadrà, almeno finchè finisco di specializzarmi) resterei comunque molto attaccato a questa terra, e forse uno dei motivi è anche la meteorologia. Non so se anche per altri appassionati è così, ma per me il fatto di amare il mio clima e di conoscerlo a menadito (inclusi i dati e le statistiche) è un forte motivo di legame, tanto quanto quello culturale.
    Certo sì, ma vorrei già trovare un lavoro anche per non dipendere dai miei sinceramente, a 22 anni sarebbe anche l'ora.
    "Non è la neve che non ho avuto a mancarmi, ma quella che avrei dovuto avere ancora."

  5. #25
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    4,911
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dove conviene emigrare all'estero? (Rimanendo in Europa)

    Uno dei commenti che mi è piaciuto di più è quello di Lou_Vall.
    Vai, fai esperienza, cresci e poi avrai le idee ( e le capacità) per scegliere dove vivere e crearti una vita ( lavorativa e non solo).
    Che poi dopo qualche anno di esperienza all'estero si può anche tornare in Italia e specie se si è imprenditori di se stessi ( autonomi) c'è molto da fare ( e da combattere).

    Io da ragazzo volevo andare assolutamente in Germania (Paese empatico per me) anche se in Italia il lavoro ce l'avevo gia ( anzi due) poi non sono più partito ed ho deciso di rimanere in Italia , anzi in Abruzzo,( dove il lavoro non mi manca, anzi) ma quell'esperienza all'estero, per un po', mi avrebbe fatto bene e mi manca.....

  6. #26
    Brezza leggera L'avatar di alessandro80
    Data Registrazione
    10/05/08
    Località
    Dublin (IE)
    Età
    39
    Messaggi
    350
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dove conviene emigrare all'estero? (Rimanendo in Europa)

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Uno dei commenti che mi è piaciuto di più è quello di Lou_Vall.
    Vai, fai esperienza, cresci e poi avrai le idee ( e le capacità) per scegliere dove vivere e crearti una vita ( lavorativa e non solo).
    Che poi dopo qualche anno di esperienza all'estero si può anche tornare in Italia e specie se si è imprenditori di se stessi ( autonomi) c'è molto da fare ( e da combattere).

    Io da ragazzo volevo andare assolutamente in Germania (Paese empatico per me) anche se in Italia il lavoro ce l'avevo gia ( anzi due) poi non sono più partito ed ho deciso di rimanere in Italia , anzi in Abruzzo,( dove il lavoro non mi manca, anzi) ma quell'esperienza all'estero, per un po', mi avrebbe fatto bene e mi manca.....
    assolutamente d'accordo sull'utilita' dell'esperienza all'estero, in ogni caso e' comunque ben consigliabile avere una idea, anche di massima (ovviamente non mi aspetto che a 20 anni si abbiano gia' tutte le idee chiare sul mondo del lavoro ), di quello che vuoi fare "da grande" proprio per non tornare a casa dopo pochi mesi con la coda di paglia e delusi dall'esperienza; ma anche per avere un'idea di quali settori "tirano" di piu' nelle varie citta' europee, che e' una cosa che sicuramente aiuta ad avere un'esperienza utile e poter fare progetti piu' a lungo termine.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •