Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 24
  1. #11
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/01/15
    Località
    Avezzano (AQ)
    Messaggi
    231
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Citazione Originariamente Scritto da Andreas94 Visualizza Messaggio
    Come molti di voi avranno letto nei giornali o visto le notizie in tv in questi giorni, queste tematiche sono di estrema attualitá.

    Per quanto riguarda la situazione, come era ovvio si è arrivati al dunque con un vero e proprio scontro fra Regioni (in particolar modo il Veneto e la Lombardia) e lo stato centrale, restìo ad attuare le autonomie.

    Parlando per la mia Regione (il Veneto) ma probabilmente il discorso vale anche per la Lombardia e in parte l'Emilia-Romagna, non verrá mai accettata in ogni caso un'autonomia leggera, ma solo una forte e molto spinta.
    Le tematiche e le competenze sono moltissime e in pratica allo stato centrale resterebbero poche cose e di fatto il centro decisionale non sarebbe piú lo stato centrale (se non per poche funzioni) ma la Regione.
    Capisco le richieste dei veneti ancor più di quelle dei lombardi, visto che hanno un solido fondamento anche da un punto di vista storico (il Veneto, o meglio la Repubblica di Venezia, è stata una nazione indipendente per ben 1100 anni), perciò secondo me già da tempo poteva benissimo ambire a divenire regione a statuto speciale, non capisco davvero per quale motivo ciò non sia avvenuto nei primissimi anni del dopoguerra.
    Sono stranezze tutte italiane, come del resto lo è anche la creazione della regione Trentino Alto Adige, visto che province autonome Trento e Bolzano sono di fatto già entità del tutto autonome (a dir la verità, anzi, il Sudtirol è stato "rubato" all'Austria nel 1918 e non è mai stato un territorio storicamente italiano, anche se fu soggetto ad una italianizzazione forzata sotto il Fascismo, che promosse anche una massiccia immigrazione interna verso Bolzano e zone limitrofe).

  2. #12
    Bava di vento L'avatar di Andreas94
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    24
    Messaggi
    209
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Citazione Originariamente Scritto da frankie95 Visualizza Messaggio
    Capisco le richieste dei veneti ancor più di quelle dei lombardi, visto che hanno un solido fondamento anche da un punto di vista storico (il Veneto, o meglio la Repubblica di Venezia, è stata una nazione indipendente per ben 1100 anni), perciò secondo me già da tempo poteva benissimo ambire a divenire regione a statuto speciale, non capisco davvero per quale motivo ciò non sia avvenuto nei primissimi anni del dopoguerra.
    Sono stranezze tutte italiane, come del resto lo è anche la creazione della regione Trentino Alto Adige, visto che province autonome Trento e Bolzano sono di fatto già entità del tutto autonome (a dir la verità, anzi, il Sudtirol è stato "rubato" all'Austria nel 1918 e non è mai stato un territorio storicamente italiano, anche se fu soggetto ad una italianizzazione forzata sotto il Fascismo, che promosse anche una massiccia immigrazione interna verso Bolzano e zone limitrofe).
    È sin dal 1866 quindi da quando siamo stati annessi (in un modo del tutto illegale) allo stato italiano che il Veneto e le terre venete tentano di ottenere un forte auto-governo locale, in accordo con i nostri motivi storici ed identitari.
    Quindi non è una novitá degli anni 2000 quello che sta succedendo adesso.
    Il punto è che lo stato italiano ha sempre rigettato e negato queste cose, perchè è consapevolissimo del fatto che la questione veneta esiste ed è sempre esistita, sicuramente per i motivi fiscali ed economici (l'autonomia prevede un'auto-gestione anche del gettito territoriale).

    Nel 1998 quindi verso fine anni '90 si è anche addirittura arrivati ad un voto in parlamento a Roma per dare al Veneto uno statuto speciale, ma non passó (mi pare per pochi voti comunque, segno che una volontá di dare una risposta c'era).

    Nel 2001 è stata modificata la costituzione nella parte del titolo V riguardante le autonomie, nel 2007 la mia Regione fece formale richiesta per ottenere autonomia in alcune materie (non tutte e 23 come oggi) ma quella volta cadde il governo se non sbaglio e venne tutto messo nel cassetto.
    Nel 2017 in Ottobre è stato fatto il referendum sull'autonomia, e stavolta forti di un consenso plebiscitario siamo in dirittura di arrivo all'attuazione di un'autonomia molto spinta su tutte le 23 materie previste in Costituzione, di fatto avremo un'autonomia sul modello di Trento e Bolzano.
    Il punto è che lo stato centrale è restìo, come sempre, a cedere competenze.
    Riguardo al lato fiscale, ci tratterremo in Regione tante tasse quante servono per svolgere tutte queste competenze, quindi una grossa parte in ogni caso.

    Vedremo come andrá a finire in questi giorni, il punto è che il Veneto (e la Lombardia anche) non firmeranno mai accordi al ribasso, solo autonomie vere e molto spinte.

    Come vedi di tentativi il Veneto ne ha fatti tantissimi, in questi 150 circa da quando siamo dentro lo stato italiano.

  3. #13
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,298
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Piccolo errore, la Repubblica di Venezia durò 400 anni non 1100

  4. #14
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,298
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Citazione Originariamente Scritto da Andreas94 Visualizza Messaggio
    È sin dal 1866 quindi da quando siamo stati annessi (in un modo del tutto illegale) allo stato italiano che il Veneto e le terre venete tentano di ottenere un forte auto-governo locale, in accordo con i nostri motivi storici ed identitari.
    Quindi non è una novitá degli anni 2000 quello che sta succedendo adesso.
    Il punto è che lo stato italiano ha sempre rigettato e negato queste cose, perchè è consapevolissimo del fatto che la questione veneta esiste ed è sempre esistita, sicuramente per i motivi fiscali ed economici (l'autonomia prevede un'auto-gestione anche del gettito territoriale).

    Nel 1998 quindi verso fine anni '90 si è anche addirittura arrivati ad un voto in parlamento a Roma per dare al Veneto uno statuto speciale, ma non passó (mi pare per pochi voti comunque, segno che una volontá di dare una risposta c'era).

    Nel 2001 è stata modificata la costituzione nella parte del titolo V riguardante le autonomie, nel 2007 la mia Regione fece formale richiesta per ottenere autonomia in alcune materie (non tutte e 23 come oggi) ma quella volta cadde il governo se non sbaglio e venne tutto messo nel cassetto.
    Nel 2017 in Ottobre è stato fatto il referendum sull'autonomia, e stavolta forti di un consenso plebiscitario siamo in dirittura di arrivo all'attuazione di un'autonomia molto spinta su tutte le 23 materie previste in Costituzione, di fatto avremo un'autonomia sul modello di Trento e Bolzano.
    Il punto è che lo stato centrale è restìo, come sempre, a cedere competenze.
    Riguardo al lato fiscale, ci tratterremo in Regione tante tasse quante servono per svolgere tutte queste competenze, quindi una grossa parte in ogni caso.

    Vedremo come andrá a finire in questi giorni, il punto è che il Veneto (e la Lombardia anche) non firmeranno mai accordi al ribasso, solo autonomie vere e molto spinte.

    Come vedi di tentativi il Veneto ne ha fatti tantissimi, in questi 150 circa da quando siamo dentro lo stato italiano.
    Di veneti tramite i raduni meteo ne ho conosciuti molti, e nessuno aveva la fissa che hai te, cmq.
    Ricordo quando ci fu il voto per lo statuto speciale al Veneto, non ero contrario all'epoca

  5. #15
    Bava di vento L'avatar di Andreas94
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    24
    Messaggi
    209
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Piccolo errore, la Repubblica di Venezia durò 400 anni non 1100
    Di fatto noi abbiamo una storia millenaria, questo incide profondamente sul nostro modo di pensare, sulle nostre tradizioni, sulla nostra lingua, cultura e civiltà.

    Una delle parole chiavi è auto-governo, associato ad autonomia.

  6. #16
    Bava di vento L'avatar di Andreas94
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    24
    Messaggi
    209
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Di veneti tramite i raduni meteo ne ho conosciuti molti, e nessuno aveva la fissa che hai te, cmq.
    Ricordo quando ci fu il voto per lo statuto speciale al Veneto, non ero contrario all'epoca
    Ma non è una questione di fissa o non fissa, non so sinceramente neanche cosa intendi con sto termine.
    Guarda che non è che un veneto ad ogni festa o dovunque vada si metta a parlare di autonomia così dal nulla.

    Il punto è che è una questione storica per noi, in questi ultimi anni il dibattito tralaltro si è molto ma molto acceso, e questo grazie prima di tutto al referendum che ci ha unito molto nella causa, e secondo grazie anche alla Regione che sta veramente battagliando per averene l'attuazione.

  7. #17
    Bava di vento L'avatar di Andreas94
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    24
    Messaggi
    209
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Dipende comunque anche dai punti di vista, per il Veneto stesso e per i veneti e comunque per chi vive in questa Regione l'attuazione piena dell'autonomia così come la vuole la Regione cambia praticamente il corso della storia qua, è una cosa veramente storica e impattante, perchè va a cambiare le cose del quotidiano, come l'istruzione, i trasporti, l'ambiente, i rapporti con l'UE ed altri stati, la fiscalità della Regione ....e molto altro.

    Quindi non è una fissa, è semplicemente la consapevolezza che stiamo scrivendo una pagina di storia nuova per il Veneto.

  8. #18
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/01/15
    Località
    Avezzano (AQ)
    Messaggi
    231
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Piccolo errore, la Repubblica di Venezia durò 400 anni non 1100
    Cambiò nel tempo forma di governo per poi rimanere Repubblica per alcuni secoli (anche se in realtà si trattava di una forma particolare di repubblica, guidata da un Doge eletto da aristocratici, che restava in carica a vita), fino al periodo napoleonico. Ho sbagliato ad esprimermi, volevo dire che è esistita come entità autonoma per 1100 anni. Con la Restaurazione post Congresso di Vienna, per rendere più difficile il risorgere di una potenza francese che espandesse nuovamente il proprio dominio su tutta Europa, non fu ricostituita, ma fu annessa con la Lombardia all'impero Austro Ungarico come Regno Lombardo-Veneto. Se non ci fosse stato Napoleone Bonaparte con tutto il caos seguente, la Serenissima sarebbe tranquillamente sopravvissuta fino al periodo immediatamente pre unitario, e magari sarebbe stato più difficile anche annetterla. Anche la Repubblica di Genova del resto seguì un destino simile, venendo annessa al Regno di Sardegna nel 1815.
    Non sono veneto, come già detto, ma comprendo il loro desiderio di autonomia ed a mio modo di vedere credo sia una cosa che possa far bene a tutto il paese. Il riconoscimento di una maggiore autonomia quanto meno per i veneti ritengo sia un dovere storico per l'Italia.
    Ultima modifica di frankie95; 22/07/2019 alle 08:39

  9. #19
    Bava di vento
    Data Registrazione
    13/01/15
    Località
    Avezzano (AQ)
    Messaggi
    231
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Ribadisco che è stata assurda a mio modo di vedere la decisione di dare lo statuto speciale al Friuli Venezia Giulia (mai esistita come entità autonoma prima dell'unità d'Italia, solo perché ci sono piccole minoranze slovene al confine con la Slovenia), darlo alla Sicilia, ma non al Veneto, che ne avrebbe meritato più di entrambe, e a maggior ragione continua a meritare autonomia anche oggi, vista il livello di efficienza della amministrazione regionale (non sono leghista, tutt'altro).
    Quindi mi sento particolarmente vicino al popolo Veneto, così come mi sentivo e mi sento tuttora vicino ai catalani e a tutti quei popoli che reclamano autodeterminazione.

  10. #20
    Bava di vento L'avatar di Andreas94
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    24
    Messaggi
    209
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Autonomia regionale e auto-governo

    Citazione Originariamente Scritto da frankie95 Visualizza Messaggio
    Cambiò nel tempo forma di governo per poi rimanere Repubblica per alcuni secoli (anche se in realtà si trattava di una forma particolare di repubblica, guidata da un Doge eletto da aristocratici, che restava in carica a vita), fino al periodo napoleonico. Ho sbagliato ad esprimermi, volevo dire che è esistita come entità autonoma per 1100 anni. Con la Restaurazione post Congresso di Vienna, per rendere più difficile il risorgere di una potenza francese che espandesse nuovamente il proprio dominio su tutta Europa, non fu ricostituita, ma fu annessa con la Lombardia all'impero Austro Ungarico come Regno Lombardo-Veneto. Se non ci fosse stato Napoleone Bonaparte con tutto il caos seguente, la Serenissima sarebbe tranquillamente sopravvissuta fino al periodo immediatamente pre unitario, e magari sarebbe stato più difficile anche annetterla. Anche la Repubblica di Genova del resto seguì un destino simile, venendo annessa al Regno di Sardegna nel 1815.
    Non sono veneto, come già detto, ma comprendo il loro desiderio di autonomia ed a mio modo di vedere credo sia una cosa che possa far bene a tutto il paese. Il riconoscimento di una maggiore autonomia quanto meno per i veneti ritengo sia un dovere storico per l'Italia.
    Sono veramente felice, credimi di sapere prima di tutto che conosci molto bene come sono andate le cose sotto l'aspetto storico (cosa che non insegnano affatto o in minima parte nell'attuale sistema scolastico e negli attuali libri di storia) e secondo che il nostro messaggio è andato ben fuori dal Veneto e addirittura fin nel tuo AbruzzoLe tue sono parole molto ma molto importanti

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •