Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,620
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    ..trasferiti in Italia, si al di qua del confine.
    Motivo?
    La Svizzera italiana è molto cara e gli stipendi sono troppo bassi per il tenore di vita, chi l'avrebbe mai detto?
    E a dirlo, è stato proprio un consigliere comunale di Lugano

  2. #2
    Vento moderato L'avatar di David Gilmour
    Data Registrazione
    20/10/11
    Località
    BASIGLIO
    Messaggi
    1,317
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    Io mi stupisco che ci siano ancora persone che guardano striscia la notizia.
    Trasmissione ridicola ed esempio lampante dell'ipocrisia del loro fondatore di rete.
    Non a livello politico, ma proprio sociologico e di mentalità.
    "Peace Sells... But Who's Buying?"

  3. #3
    Vento teso
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    34
    Messaggi
    1,717
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    ho guardato il servizio sgomento, davvero senza parole. Se si lamentano gli svizzeri, noi italiani che dovremmo dire?
    Poi è ovvio che la questione di fondo era: meglio vivere in Italia che costa meno ma con lo stipendio svizzero facendo i frontalieri, piuttosto che lavorare e vivere lì dove il costo della vita è altissimo. Chiamiamoli scemi.
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  4. #4
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    511
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    Ma sono Svizzeri o Italiani che ritornano in Italia?

  5. #5
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,620
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    Ma sono Svizzeri o Italiani che ritornano in Italia?
    Svizzeri del Canton Ticino

  6. #6
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,620
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    ho guardato il servizio sgomento, davvero senza parole. Se si lamentano gli svizzeri, noi italiani che dovremmo dire?
    Poi è ovvio che la questione di fondo era: meglio vivere in Italia che costa meno ma con lo stipendio svizzero facendo i frontalieri, piuttosto che lavorare e vivere lì dove il costo della vita è altissimo. Chiamiamoli scemi.
    Sì, nel Canton Ticino mi è stato detto da un amico che ci vive, gli stipendi sono lievemente più bassi che nel resto della Svizzera, ma altissimi rispetto alla Lombardia chiaramente.
    Il problema però se lo sono posto, dato che a rilasciare l'intervista era un consigliere comunale di Lugano

  7. #7
    Vento fresco
    Data Registrazione
    10/02/03
    Località
    ISPRA (VA) 210m
    Età
    55
    Messaggi
    2,804
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    Striscia la notizia a parte (trasmissione che ritengo molto superficiale e che non guardo da almeno un decennio o forse anche da qualche anno in più), devo ammettere che le auto con targa svizzera circolanti e parcheggiate in cortili di case, sono aumentate parecchio, anche nella mia zona che non è proprio a due passi dal confine.
    Questo fatto da solo, in effetti, non è una prova certa di un trasferimento in massa dei ticinesi, ma potrebbe comunque essere lo specchio di una situazione reale.
    Il costo della vita subito al di qua del confine crolla decisamente rispetto a quello svizzero e forse i ticinesi si vedono costretti a fare i frontalieri anche loro (è finito il tempo delle vacche grasse),
    so che già da anni i ticinesi vicino al confine vengono regolarmente in Italia per fare spesa nei supermercati e che alla loro frontiera vengono spesso controllati per verificare che non superino le franchigie ammesse.
    Solo venti/trenta anni fa era esattamente il contrario, curioso come cambiano le cose nel tempo...
    Non so come funzioni a livello legale, suppongo che uno svizzero che si trasferisca in Italia abbia bisogno del permesso di soggiorno e via dicendo, però è probabile che alla fin fine ne valga la pena.

    - Una volta eliminato l'impossibile, ciò che resta, per quanto improbabile, dev'essere la verità -
    Stazione meteo: Denitron Meteo

  8. #8
    Brezza tesa L'avatar di alnus
    Data Registrazione
    23/11/13
    Località
    Modena, campagna Est m30
    Età
    59
    Messaggi
    981
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    Forse è OT, ma mi fa ricordare il mio trasferimento in Danimarca.
    Era il 1995, credevo che l'Unione Europea mi agevolasse.
    Invece per darmi un permesso di 5 anni mi fecero un'intervista dove mi chiedevano tutto della situazione economica mia e della mia famiglia.
    Il brevetto di assistente bagnanti preso in Italia, che teoricamente doveva valere in tutta l'Unione, non veniva affatto riconosciuto. Dovetti fare quello danese, con un esame severo ed in lingua danese. Dopo 5 anni dovetti rinnovare il permesso di soggiorno, con altra intervista imbarazzante in polizia.
    Che differenze ci possono essere rispetto alla Svizzera?

  9. #9
    Vento teso
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    34
    Messaggi
    1,717
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    Da quel che mi racconta mia cugina che abita a Ginevra da 15 anni, la vita è carissima, anche solo per prendere una insalata in un ristorante.
    Però poi dipende dal tipo di lavoro e dal salario, per esempio lei che lavora in una grande banca svizzera, col suo stipendio da sola è riuscita anche a comprarsi un piccolo appartamento (50mq) in centro pur ad un prezzo spropositato.
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  10. #10
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,620
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Servizio a striscia: in tanti dal canton Ticino si sono...

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Forse è OT, ma mi fa ricordare il mio trasferimento in Danimarca.
    Era il 1995, credevo che l'Unione Europea mi agevolasse.
    Invece per darmi un permesso di 5 anni mi fecero un'intervista dove mi chiedevano tutto della situazione economica mia e della mia famiglia.
    Il brevetto di assistente bagnanti preso in Italia, che teoricamente doveva valere in tutta l'Unione, non veniva affatto riconosciuto. Dovetti fare quello danese, con un esame severo ed in lingua danese. Dopo 5 anni dovetti rinnovare il permesso di soggiorno, con altra intervista imbarazzante in polizia.
    Che differenze ci possono essere rispetto alla Svizzera?
    Però tieni conto che allora non c'erano tante cose, come Schenghen, che ha adottato anche la Svizzera pur non facendo parte dell'UE

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •