Citazione Originariamente Scritto da galinsog@ Visualizza Messaggio
Sarebbe interessante se venissero diffuse statistiche con una copertura non solo regionale ma territoriale, per comuni o almeno per province, io ho provato ad esempio a cercare dati relativi alle province di Imperia e La Spezia, giusto per verificare se il forte rallentamento delle vaccinazioni in Liguria, rallentamento iniziato già nella seconda metà di giugno, sia generalizzato e soprattutto se stia avendo effetti locali nella distribuzione delle coperture (a "sensazione" direi di sì, ma vorrei andare oltre l'impressione).

Perché il mio sentore è che, al di là di alcune peculiarità socio-economiche (nel caso di BZ mi viene pensare al forte link culturale e soprattutto mediatico-informativo con Tirolo austriaco e Baviera, di cui talvolta il Tirolo meridionale sembra una sorta di appendice), credo che a determinare la suscettibilità e la resilienza dei territori sia la frequenza e la diffusione di "sacche" con bassi livelli di copertura, che poi è qualcosa che potrebbe spiegare molto bene i "problemi" che, su più ampia scala, si riscontrano in Israele e negli USA, perché ovunque la genesi e la dinamica delle ondate è sempre la stessa: focolai che partono su scala localissima, si allargano su scala sempre locale ma un po' più ampia e alla fine confluiscono fra loro. Con una vaccinazione ampia ma poco omogenea si rallenta sicuramente lo sviluppo dell'ondata, ma non le si impedisce di allargarsi in tutte le zone in cui il virus trova maggiori spazi per poter circolare.
In Lombardia, sulla popolazione vaccinabile, le migliori sono Lecco, 90,36%, e Monza Brianza, 89,79%, le peggiori Pavia, 85,04%, e Mantova, 85,85%.
In Sicilia, dati vecchi di qualche settimana, Agrigento, 76,19% e Palermo 76,17% le migliori, Siracusa, 65,80% e Catania 65,94% le peggiori.
In Puglia dato più alto a Bari, 88%, più basso a Lecce, 82,86%