Pagina 117 di 2343 PrimaPrima ... 17671071151161171181191271672176171117 ... UltimaUltima
Risultati da 1,161 a 1,170 di 23429

Discussione: Nuovo Virus Cinese

  1. #1161
    Vento forte L'avatar di Julio
    Data Registrazione
    05/02/08
    Località
    Bernalda (Matera) - 130 m.s.l.m.
    Messaggi
    4,198
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Ma i tamponi arrivati in Basilicata saranno stati usati sui soggetti sospetti? Non ne faccio una questione di confini regionali, dato che tutto è aperto, ma non vorrei che anche qui si aspetti il primo caso (che sia in Basilicata, Campania, Puglia o Calabria) per poi "fare uscire" a catena tutti gli altri. Non mi sorprenderei se fosse passata una linea troppo morbida, cioè quella non di nascondere proprio la notizia, ma di non farla "girare" troppo. Però probabilmente sono io a "pensare male"

  2. #1162
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,768
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Ecco, io non credo sia una costante...dai dati che ho postato c'è un'evidente differenziazione a seconda della nazione.
    Altrimenti non mi spiegherei la distanza tra Italia e Cina, con percentuali di criticità del 11-17%, e la Corea del Sud con appena l'1%. Ma anche il Giappone, circa il 5%.
    certo
    io parlo sui grandi numeri che sono più attendibili
    e gli unici li ha la cina

  3. #1163
    Vento fresco
    Data Registrazione
    09/08/14
    Località
    Moncalieri (TO)
    Età
    21
    Messaggi
    2,089
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Intanto, come prevedibile, hanno già modificato l'orario di apertura dei bar
    Solo a me tutte le misure prese per ridurre l'epidemia sembrano ridicole e inutili?
    Ripeto la domanda campale: Che senso ha avuto chiudere scuole, tribunali, uffici pubblici, annullare gite, eventi, manifestazioni e chi più ne ha più e metta, insomma bloccare parzialmente un Paese, con almeno UN mese di ritardo rispetto all'arrivo della malattia in Italia?
    Ribadiamo: scuole chiuse ma centri commerciali aperti e sovraffollati, uffici pubblici chiusi ma ristoranti e negozi col pienone. Al Maxisconto di Cuneo nel reparto carne negli ultimi 4-5 giorni hanno fatto record di incassi probabilmente di sempre, hanno superato TUTTE le festività natalizie, di Capodanno ed Epifania. Assembramenti di gente enormi, di famiglie INTERE (con figli al seguito, beninteso, perchè le scuole sono chiuse... ma evidentemente se ti ammali al supermercato è meno grave che in un'aula..), con code alle casse, e vai di contatto umano a più non posso.
    Volete vedere che una cosa del genere non solo non blocca in alcun modo il contagio, ma lo favorisce? Il significato poi della "chiusura parziale" mi sfugge. Nessuno ora mi vieta di prendere la macchina, andare in centro a Milano, farmi una bella passeggiata sotto il Duomo, farmi un aperitivo al bar e tornarmene a casa. Non potrò entrare a Codogno, probabilmente, ma in mille altri posti sì, posso farlo eccome. E come posso farlo io sono state centinaia e centinaia e di persone che lo hanno fatto, da metà gennaio fino al primo caso conclamato. Per cui
    1) A cosa serve un qualsiasi "blocco" quando non si può più trovare il paziente zero, ne si sà nulla del quando sia arrivato, dove, e chi ha incontrato e quando?
    2) A cosa serve un blocco "totale" quando non si sa assolutamente cosa bloccare da cosa? So che un focolaio è Codogno? Ok, isolo Codogno, ma a che cosa serve visto che non si ha la più pallida idea se il "fuori-Codogno" sia sano? [vedi domanda 1!]
    3) A che cosa serve un blocco "parziale" (esempio: in Calabria non entri nessuno che viene dalla Lombardia), quando non si ha la più pallida idea se effettivamente la Calabria sia "sana"? [di nuovo, vedi domanda 1!]
    4) A che cosa serve il blocco degli eventi e delle scuole quando si verificano occasioni di assembramento ancora maggiori, come centri commerciali e supermercati?
    5) A che cosa serve il "tampone di massa" anche sugli asintomatici, esattamente, oltre che mappare in maniera nevrastenica la diffusione del virus? [Guarda caso, infatti, d'ora in avanti il tampone lo faranno solo a chi ha sintomi (e vedrete che tempo un paio di giorni e lo faranno solo ed esclusivamente ha chi ha febbre superiore a un tot...)]

    A che cosa è servito tutto questo, oltre che a farci puntare il dito contro dall'Europa come untori e a scaricarci addosso tutta la responsabilità?
    Perchè adesso, chiaramente, tutti i casi provengono dall'Italia, che non è stata in grado di contenere l'epidemia.
    Il caso a Parigi veniva direttamente dalla Cina, ma lì, incredibilmente, non ha contagiato quasi nessuno: solo da noi il "paziente zero" è riuscito a fare più quasi 400 contagi..

    Non sarebbe stato meglio, anzichè prendere queste misure di contenimento rocambolesche e patetiche, oltre che del tutto inefficaci, dotare fin da subito tutto il personale sanitario (e solo il personale sanitario, ribadisco) di tutto l'occorrente per affrontare il top dell'epidemia, senza creare nessun allarmismo?
    La mortalità è alta negli anziani? Lo so bene, benissimo, e non crediate che io non abbia dei cari ultrasettantenni con patologie ad altro rischio: li ho eccome. Ma che cosa ci possiamo fare ADESSO? Cerchiamo di contenere i danni, ossia miglioriamo il più possibile le condizioni di ospedali, personale, case di cura & co, e mettiamo tutti quelli del settore nelle condizioni di lavorare al meglio possibile per i nostri cari, anzichè continuare con blocchi ridicoli dall'utilità nulla!
    L'ordinanza di chiudere i bar dalle 18 alle 6 era, almeno secondo me, una totale scemenza e finalmente se ne sono accorti. Come diceva qualcuno non è che il virus "lavora" solo alla sera. Come una scemenza è quella di tenere aperte le palestre qui in Piemonte ma senza la possibilità di usare le docce, come se tornare a casa tutti sudati non sia comunque un rischio.
    Per il resto non sono cosi contrario alle misure prese: a scuola o in università le possibilità di contagio sono decisamente più elevate che non al centro commerciale dato che nel secondo caso entro in contatto con delle persone per qualche minuto al massimo mentre a scuola ci passo ore intere ogni giorno. E statisticamente meno sono i casi di contagio meno saranno quelli gravi e minore sarà la possibilità di contagiare persone a rischio come parenti anziani.
    Secondo me sarebbe molto peggio se lasciassero circolare il virus "liberamente" senza misure: si rischierebbe di avere migliaia di casi (se non di più) in pochi giorni e molti ma molti ricoveri in più in ospedale con il rischio che si arrivi al collasso di tali strutture. Per fronteggiare infatti questa epidemia senza prendere provvedimenti sarebbero necessari almeno il doppio (ma non credo basterebbe) dei posti letto che sono attualmente disponibili negli ospedali (basti vedere cosa hanno dovuto fare a Wuhan)
    Quindi, a mio parere, poichè fare ciò in Italia è molto difficile e che per il vaccino ci andrà ancora un bel po' di tempo la cosa migliore per contenere i danni è contenere il contagio e questo si può fare soltanto attuando queste misure "patetiche"

  4. #1164
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    32
    Messaggi
    24,007
    Menzionato
    54 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Julio Visualizza Messaggio
    Ma i tamponi arrivati in Basilicata saranno stati usati sui soggetti sospetti? Non ne faccio una questione di confini regionali, dato che tutto è aperto, ma non vorrei che anche qui si aspetti il primo caso (che sia in Basilicata, Campania, Puglia o Calabria) per poi "fare uscire" a catena tutti gli altri. Non mi sorprenderei se fosse passata una linea troppo morbida, cioè quella non di nascondere proprio la notizia, ma di non farla "girare" troppo. Però probabilmente sono io a "pensare male"
    Ma poi chi sono i soggetti sospetti?
    Una mia amica è in mutua con l'influenza, un altro ha la tosse, un altro ancora ha la febbre.
    Potenzialmente TUTTI sono entrati in contatto con tutti nell'ultimo mese e mezzo, anche se non provengono direttamente da Codogno o da Vo'. La gente si sposta e si muove di continuo, a Natale avevamo qui amici di Aix en Provence, la scorsa settimana era qui un nostro amico che vive nei Paesi Baschi e che tra poco andrà in vacanza ai tropici, un altro amico aveva i suoceri che erano venuti qui dalla Bretagna, hanno visitato ovviamente qualche città italiana. Sono arciconvinto che chiunque, nell'ultimo mese e mezzo, sia entrato in contatto indirettamente con la Lombardia: quanti sono i rappresentanti/pendolari delle nostre province che, almeno una volta a settimana, sono in Lombardia? Saranno migliaia! Tra l'altro, dando per scontato che sia "partito" tutto dalla Lombardia, e cioè dal classico ingresso del tizio cinese dell'Hubei atterrato a Malpensa, quindi ipotesi più che semplicistica. Perchè il "paziente zero" potrebbe non essere IL, ma I: qualsiasi singoli individui di qualsiasi parte del mondo che, tra i primi di Dicembre e il 22 Gennaio, sono partiti dalla Cina e hanno anche solo "sfiorato" il suolo italiano con un banalissimo scalo.

    Questo è emblematico:

    Coronavirus, medico di Castiglione d'Adda: "Troppe polmoniti strane gia prima del paziente 1: il virus circola da settimane" - Il Fatto Quotidiano

    "Nessuno dei pazienti risultato poi positivo al Coronavirus aveva avuto contatti con la Cina [...] è stato assodato che si è trattato di contatti di secondo o terzo livello".
    Lou soulei nais per tuchi

  5. #1165
    Vento teso L'avatar di Perlecano
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    22
    Messaggi
    1,585
    Menzionato
    245 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Sì, hai ragione. Sono i casi attuali.

    In Cina quindi sono ricoverati in terapia intensiva circa il 17% dei pazienti affetti. Quanti avranno patologie di base?
    severo non significa critico. sicuro che quel 19% di pazienti sia effettivamente ricoverato in terapia intensiva? io non credo. semplicemente ha una prognosi riservata, per via di un'infezione particolarmente forte.
    "Ho visto braccia farsi gabbia, luce farsi nebbia, ho visto me scappare in strade fuorimano e i Nazgûl sopra la mia testa; primo brutto viaggio, primo punto critico, primo buco in cui precipito, risorgo coi versi con cui vi mortifico". (Heskarioth, Flashback).

  6. #1166
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    03/09/12
    Località
    Cesenatico
    Messaggi
    790
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Non credo siano i casi attuali, perchè adesso in Cina ci sono circa 40mila contagiati. Se 8900 di questi fossero ricoverati in terapia intensiva, avremmo un tragico 20% di casi severi. Lo ritengo assurdo.
    Ma è cosi.

  7. #1167
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    23
    Messaggi
    5,464
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Brunoi98 Visualizza Messaggio
    L'ordinanza di chiudere i bar dalle 18 alle 6 era, almeno secondo me, una totale scemenza e finalmente se ne sono accorti. Come diceva qualcuno non è che il virus "lavora" solo alla sera. Come una scemenza è quella di tenere aperte le palestre qui in Piemonte ma senza la possibilità di usare le docce, come se tornare a casa tutti sudati non sia comunque un rischio.
    Per il resto non sono cosi contrario alle misure prese: a scuola o in università le possibilità di contagio sono decisamente più elevate che non al centro commerciale dato che nel secondo caso entro in contatto con delle persone per qualche minuto al massimo mentre a scuola ci passo ore intere ogni giorno. E statisticamente meno sono i casi di contagio meno saranno quelli gravi e minore sarà la possibilità di contagiare persone a rischio come parenti anziani.
    Secondo me sarebbe molto peggio se lasciassero circolare il virus "liberamente" senza misure: si rischierebbe di avere migliaia di casi (se non di più) in pochi giorni e molti ma molti ricoveri in più in ospedale con il rischio che si arrivi al collasso di tali strutture. Per fronteggiare infatti questa epidemia senza prendere provvedimenti sarebbero necessari almeno il doppio (ma non credo basterebbe) dei posti letto che sono attualmente disponibili negli ospedali (basti vedere cosa hanno dovuto fare a Wuhan)
    Quindi, a mio parere, poichè fare ciò in Italia è molto difficile e che per il vaccino ci andrà ancora un bel po' di tempo la cosa migliore per contenere i danni è contenere il contagio e questo si può fare soltanto attuando queste misure "patetiche"
    E aggiungo che in europa possono evitare di far prendere aria alla bocca ed evitare eventuali scaricamenti di colpa verso l’Italia.
    Affari loro se non hanno cercato asintomatici, probabilmente adesso avranno moltissimi casi di polmonite in ospedale che credono causati da influenza stagionale.

  8. #1168
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    32
    Messaggi
    24,007
    Menzionato
    54 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Brunoi98 Visualizza Messaggio
    L'ordinanza di chiudere i bar dalle 18 alle 6 era, almeno secondo me, una totale scemenza e finalmente se ne sono accorti. Come diceva qualcuno non è che il virus "lavora" solo alla sera. Come una scemenza è quella di tenere aperte le palestre qui in Piemonte ma senza la possibilità di usare le docce, come se tornare a casa tutti sudati non sia comunque un rischio.
    Per il resto non sono cosi contrario alle misure prese: a scuola o in università le possibilità di contagio sono decisamente più elevate che non al centro commerciale dato che nel secondo caso entro in contatto con delle persone per qualche minuto al massimo mentre a scuola ci passo ore intere ogni giorno. E statisticamente meno sono i casi di contagio meno saranno quelli gravi e minore sarà la possibilità di contagiare persone a rischio come parenti anziani.
    Secondo me sarebbe molto peggio se lasciassero circolare il virus "liberamente" senza misure: si rischierebbe di avere migliaia di casi (se non di più) in pochi giorni e molti ma molti ricoveri in più in ospedale con il rischio che si arrivi al collasso di tali strutture. Per fronteggiare infatti questa epidemia senza prendere provvedimenti sarebbero necessari almeno il doppio (ma non credo basterebbe) dei posti letto che sono attualmente disponibili negli ospedali (basti vedere cosa hanno dovuto fare a Wuhan)
    Quindi, a mio parere, poichè fare ciò in Italia è molto difficile e che per il vaccino ci andrà ancora un bel po' di tempo la cosa migliore per contenere i danni è contenere il contagio e questo si può fare soltanto attuando queste misure "patetiche"
    Esatto, io sono d'accordissimo sulla frase in grassetto! E allora facciamoli, questi posti letto! Allestiamoli, con tende, tendoni, ospedali da campo e chi più ne ha più ne metta. Mettiamoci sulla difensiva e investiamo tempo, risorse e denaro in questo, anzichè in misure inutili come da te detto (come la chiusura parziale dei bar o degli spogliatoi delle palestre... però le piscine sono aperte ).

    Non sono contrario in assoluto alla chiusura delle scuole e degli uffici pubblici come fatto, ma dico una cosa. Prima o poi bisognerà riaprire, no? E questo "prima o poi" verosimilmente sarà quasi un "prima", visto che questo blocco totale fisiologicamente non potrà protrarsi per più di qualche settimana. E quando arriverà il momento, che tutti ritorneranno da ovunque e si ri-ammasseranno negli uffici, nelle aule e nei tribunali, che cosa avverrà? Cosa avverrà, considerando che il Coronavirus non è mai stato debellato, nè isolato nè bloccato in alcun modo? Non è che stiamo solo bellamente ritardando il momento in cui dovremo affrontare il peggio? Con il piccolo neo che il peggio lo affronteremo già sfibrati, psicologicamente provati, con personale ridotto all'osso e stremato?
    Lou soulei nais per tuchi

  9. #1169
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    03/09/12
    Località
    Cesenatico
    Messaggi
    790
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Intanto, come prevedibile, hanno già modificato l'orario di apertura dei bar
    Solo a me tutte le misure prese per ridurre l'epidemia sembrano ridicole e inutili?
    Ma certo come ammesso da vari scienziati serve solo per dimostrare di far qualcosa ,tipo le nuvole di disinfettanti in cina o durante la crisi Ebola.
    In italia vi sono circa 7000 posti letto per la terapia intensiva.

  10. #1170
    Vento forte L'avatar di Julio
    Data Registrazione
    05/02/08
    Località
    Bernalda (Matera) - 130 m.s.l.m.
    Messaggi
    4,198
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Ma poi chi sono i soggetti sospetti?
    Una mia amica è in mutua con l'influenza, un altro ha la tosse, un altro ancora ha la febbre.
    Potenzialmente TUTTI sono entrati in contatto con tutti nell'ultimo mese e mezzo, anche se non provengono direttamente da Codogno o da Vo'. La gente si sposta e si muove di continuo, a Natale avevamo qui amici di Aix en Provence, la scorsa settimana era qui un nostro amico che vive nei Paesi Baschi e che tra poco andrà in vacanza ai tropici, un altro amico aveva i suoceri che erano venuti qui dalla Bretagna, hanno visitato ovviamente qualche città italiana. Sono arciconvinto che chiunque, nell'ultimo mese e mezzo, sia entrato in contatto indirettamente con la Lombardia: quanti sono i rappresentanti/pendolari delle nostre province che, almeno una volta a settimana, sono in Lombardia? Saranno migliaia! Tra l'altro, dando per scontato che sia "partito" tutto dalla Lombardia, e cioè dal classico ingresso del tizio cinese dell'Hubei atterrato a Malpensa, quindi ipotesi più che semplicistica. Perchè il "paziente zero" potrebbe non essere IL, ma I: qualsiasi singoli individui di qualsiasi parte del mondo che, tra i primi di Dicembre e il 22 Gennaio, sono partiti dalla Cina e hanno anche solo "sfiorato" il suolo italiano con un banalissimo scalo.

    Questo è emblematico:

    Coronavirus, medico di Castiglione d'Adda: "Troppe polmoniti strane gia prima del paziente 1: il virus circola da settimane" - Il Fatto Quotidiano

    "Nessuno dei pazienti risultato poi positivo al Coronavirus aveva avuto contatti con la Cina [...] è stato assodato che si è trattato di contatti di secondo o terzo livello".
    I sospetti sarebbero i sintomatici, visto che la linea adottata (da oggi?) è quella di sottoporre solo questi ai tamponi. Per il resto concordo, è tardi. Io stesso sono stato a Parma a metà Dicembre, come al solito ho mangiato al ristorante cinese ecc... ecc..., poi ho fatto un salto a Bologna che era stracolma di cinesi sotto il periodo natalizio. Casi come questi sono migliaia in Italia.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •