Pagina 11991 di 12110 PrimaPrima ... 10991114911189111941119811198911990119911199211993120011204112091 ... UltimaUltima
Risultati da 119,901 a 119,910 di 121098

Discussione: Nuovo Virus Cinese

  1. #119901
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    53
    Messaggi
    18,505
    Menzionato
    142 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Basta vedere i dati dell’influenza “tradizionale” , praticamente assente l’anno scorso


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Butto lì un'ipotesi a caso: non è che dipende proprio dal fatto che tra isolamenti e maschere l'anno scorso non è riuscito a diffondersi mentre quest'anno sì e l'efficienza del sistema immunitario non c'entra una beata fava?
    A parità (ipotetica) di virulenza, tutta da dimostrare, s'intende.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  2. #119902
    Vento forte L'avatar di Corry
    Data Registrazione
    24/11/04
    Località
    Ronago (CO)
    Età
    48
    Messaggi
    4,959
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Basta vedere i dati dell’influenza “tradizionale” , praticamente assente l’anno scorso


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Ma guarda che pensare che prendersi un virus rafforzi le difese immunitarie è un errore. Anche io ci ero cascato. Credo l’avesse spiegato Burian pagine fa.
    Per rafforzare le difese immunitarie non bisogna ammalarsi mai
    Era solo un’influenza. Andava tutto bene.

  3. #119903
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,616
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Lo dico diversamente perché evidentemente non sono stato chiaro: di quel che pare a te e me non frega niente a nessuno.
    Ci sono statistiche relative a maggior frequenza di pandemie oggi rispetto a un secolo o un millennio fa o no?
    Ovviamente non faccio la domanda sull'evidenza di frequenza di nuovi virus perché se va bene fino a 200 anni fa erano tutte manifestazioni della collera divina.
    Nel tuo discorso ci può stare di tutto, epidemie locali e globali, non è quello il punto. È un fatto che al giorno d’oggi i tempi di percorrenza si sono ridotti, di conseguenza anche quelli di propagazione dei virus, perché viaggiano con le persone e le merci.

  4. #119904
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,616
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Corry Visualizza Messaggio
    Ma guarda che pensare che prendersi un virus rafforzi le difese immunitarie è un errore. Anche io ci ero cascato. Credo l’avesse spiegato Burian pagine fa.
    Per rafforzare le difese immunitarie non bisogna ammalarsi mai
    Credo che troverai esperti del settore che ti dicano tutto e il contrario di tutto. Non c’è un’unica idea.
    Allora uno potrebbe decidere di utilizzare sempre la mascherina se non vuole prendersi nessuna infezione per qualsiasi cosa, ma non so fino a che punto sia utile e normale stare perennemente in una campana di vetro. Ricordiamo anche che è in queste settimane è in atto una forte ondata influenzale e raffreddori vari dopo l’allentamento delle misure.
    Ultima modifica di AbeteBianco; 23/04/2022 alle 09:12

  5. #119905
    Vento forte
    Data Registrazione
    22/07/08
    Località
    Virgilio (MN)
    Età
    38
    Messaggi
    3,301
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Butto lì un'ipotesi a caso: non è che dipende proprio dal fatto che tra isolamenti e maschere l'anno scorso non è riuscito a diffondersi mentre quest'anno sì e l'efficienza del sistema immunitario non c'entra una beata fava?
    A parità (ipotetica) di virulenza, tutta da dimostrare, s'intende.
    La chiave credo sia quella più che le maschere, quest'anno con mascherine ovunque (e sfido chiunque a dire il contrario) ma regole meno stringenti sulla "vita sociale" è andata così finora:
    Screenshot_20220423-095803_Samsung Notes.jpg
    Alla fine della fiera avremo una stagione influenzale con picchi blandi ma molto lunga rispetto a una "classica", e facessimo quello che matematicamente è l'integrale della curva avremmo il numero di casi complessivi e non di dovrebbe discostare poi molto dalla media pre-covid.
    Tutto ciò comunque in un'annata in cui per contrastare un'altra patologia hai in vigore misure che difficilmente nel lungo termine verranno mantenute tali e quali.

  6. #119906
    Brezza tesa L'avatar di Gianni78ba
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    44
    Messaggi
    727
    Menzionato
    59 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    I numeri di questa settimana risentono della doppia festività e del relativo forte calo dei tamponi eseguiti (con l’ormai noto effetto “meno test, meno casi”): situazione che rende ancor più complessa l’interpretazione della fase epidemica, già condizionata dall’insufficiente attività di testing che abbiamo più volte sottolineato con toni negativi. Per avere un’indicazione in linea con le rilevazioni precedenti dovremo attendere i dati della prossima settimana epidemiologica (23-29 aprile).Si colgono tuttavia alcuni segnali di attenzione, se non di preoccupazione: il calo dei test (-9,6%) è nettamente superiore a quello dei nuovi casi (-2,0%); il rapporto positivi/tamponi totali tende a risalire, lasciando intuire che il bacino di replicazione virale rimane molto consistente; i numeri dei ricoverati restano sostanzialmente invariati, mentre aumentano (+7,4%) i decessi; il valore di Rt istantaneo (1,0) segnala una fase di stabilizzazione dell’epidemia, fermando la già modesta decrescita delle scorse settimane.In generale si conferma una circolazione ancora sostenuta del Sars-CoV-2, anche perché le caratteristiche del virus (altissima contagiosità) combinate con l’efficacia non ottimale dei vaccini attuali contro l’infezione (66% di riduzione del rischio dopo 3 dosi) rendono molto difficile un’azione di contrasto volta a mantenere sotto controllo il numero dei nuovi casi. Più agevole il controllo delle forme gravi della malattia, grazie a un’efficacia vaccinale che comporta una riduzione del rischio del 90%, dopo 3 dosi, rispetto ai non vaccinati.La strategia che dovremo seguire nei prossimi mesi dovrà tenere conto di molte variabili che si intrecciano tra loro: la già citata efficacia vaccinale contro il rischio di infezione e di malattia grave; l’efficacia vaccinale contro il rischio di decesso; il tasso di reinfezione, in rialzo nelle ultime settimane (ora al 4,5% contro il 3% medio del periodo agosto 2021 - marzo 2022); il numero di soggetti non vaccinati; il numero di soggetti non vaccinabili; la bassissima adesione alla campagna per la somministrazione della quarta dose ai soggetti fragili e agli over 80 (l’1% dei vaccinabili); l’impatto clinico sui soggetti vaccinati e non vaccinati; il calo della risposta immunitaria nel tempo, tipica delle infezioni da Coronavirus. Solo attraverso una precisa analisi di tutti questi fattori sarà possibile scegliere la strada migliore per convivere con un virus che, a meno di miracoli imprevedibili, sembra destinato a restare tra noi a lungo. Affronteremo questo tema, cercando di dare risposte concrete e di indicare le possibili soluzioni, nella prossima analisi settimanale.Come consueto chiudiamo con i numeri della pandemia a livello mondiale, con i dati Oms relativi al periodo epidemiologico. Nella settimana 11-17 aprile si è registrata una nuova diminuzione dei casi individuati: 5.589.269, in calo del 22,6% sulla settimana precedente. In riduzione (-18,4%) anche i decessi, a quota 18.215. I primi cinque Paesi per numero di nuovi casi sono stati Corea del Sud, Francia, Germania, Italia e Giappone. I primi cinque per numero di decessi Usa, Russia, Corea del Sud, Germania e Italia. L’Oms continua a interpretare il calo dei nuovi casi con molta cautela, a causa della costante riduzione del numero dei test eseguiti in numerosi Paesi, tra i quali l’Italia. Riduzione che potrebbe nascondere la reale circolazione del virus e favorire la formazione di un bacino di replicazione silente destinato a manifestare i propri effetti più avanti nel tempo. Una situazione già vissuta in passato, che ha portato all’insorgenza di nuove ondate epidemiche subito dopo il periodo estivo. (M. T. Island)
    https://medium.com/@gberardi78 :
    economia, modelli, mercato, finanza

  7. #119907
    Burrasca L'avatar di meteopalio
    Data Registrazione
    20/09/03
    Località
    siena nord 370 m.
    Messaggi
    5,120
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni78ba Visualizza Messaggio
    I numeri di questa settimana risentono della doppia festività e del relativo forte calo dei tamponi eseguiti (con l’ormai noto effetto “meno test, meno casi”): situazione che rende ancor più complessa l’interpretazione della fase epidemica, già condizionata dall’insufficiente attività di testing che abbiamo più volte sottolineato con toni negativi. Per avere un’indicazione in linea con le rilevazioni precedenti dovremo attendere i dati della prossima settimana epidemiologica (23-29 aprile).Si colgono tuttavia alcuni segnali di attenzione, se non di preoccupazione: il calo dei test (-9,6%) è nettamente superiore a quello dei nuovi casi (-2,0%); il rapporto positivi/tamponi totali tende a risalire, lasciando intuire che il bacino di replicazione virale rimane molto consistente; i numeri dei ricoverati restano sostanzialmente invariati, mentre aumentano (+7,4%) i decessi; il valore di Rt istantaneo (1,0) segnala una fase di stabilizzazione dell’epidemia, fermando la già modesta decrescita delle scorse settimane.In generale si conferma una circolazione ancora sostenuta del Sars-CoV-2, anche perché le caratteristiche del virus (altissima contagiosità) combinate con l’efficacia non ottimale dei vaccini attuali contro l’infezione (66% di riduzione del rischio dopo 3 dosi) rendono molto difficile un’azione di contrasto volta a mantenere sotto controllo il numero dei nuovi casi. Più agevole il controllo delle forme gravi della malattia, grazie a un’efficacia vaccinale che comporta una riduzione del rischio del 90%, dopo 3 dosi, rispetto ai non vaccinati.La strategia che dovremo seguire nei prossimi mesi dovrà tenere conto di molte variabili che si intrecciano tra loro: la già citata efficacia vaccinale contro il rischio di infezione e di malattia grave; l’efficacia vaccinale contro il rischio di decesso; il tasso di reinfezione, in rialzo nelle ultime settimane (ora al 4,5% contro il 3% medio del periodo agosto 2021 - marzo 2022); il numero di soggetti non vaccinati; il numero di soggetti non vaccinabili; la bassissima adesione alla campagna per la somministrazione della quarta dose ai soggetti fragili e agli over 80 (l’1% dei vaccinabili); l’impatto clinico sui soggetti vaccinati e non vaccinati; il calo della risposta immunitaria nel tempo, tipica delle infezioni da Coronavirus. Solo attraverso una precisa analisi di tutti questi fattori sarà possibile scegliere la strada migliore per convivere con un virus che, a meno di miracoli imprevedibili, sembra destinato a restare tra noi a lungo. Affronteremo questo tema, cercando di dare risposte concrete e di indicare le possibili soluzioni, nella prossima analisi settimanale.Come consueto chiudiamo con i numeri della pandemia a livello mondiale, con i dati Oms relativi al periodo epidemiologico. Nella settimana 11-17 aprile si è registrata una nuova diminuzione dei casi individuati: 5.589.269, in calo del 22,6% sulla settimana precedente. In riduzione (-18,4%) anche i decessi, a quota 18.215. I primi cinque Paesi per numero di nuovi casi sono stati Corea del Sud, Francia, Germania, Italia e Giappone. I primi cinque per numero di decessi Usa, Russia, Corea del Sud, Germania e Italia. L’Oms continua a interpretare il calo dei nuovi casi con molta cautela, a causa della costante riduzione del numero dei test eseguiti in numerosi Paesi, tra i quali l’Italia. Riduzione che potrebbe nascondere la reale circolazione del virus e favorire la formazione di un bacino di replicazione silente destinato a manifestare i propri effetti più avanti nel tempo. Una situazione già vissuta in passato, che ha portato all’insorgenza di nuove ondate epidemiche subito dopo il periodo estivo. (M. T. Island)
    il direttore de "il sole 24 ore", alias M.T. island... oramai li riconosco tutti

    fortunatamente i virologi la pensano diversamente: secondo Grisanti, siamo definitivamente fuori dalla pandemia (salvo imprevisti, ma quelli ci sono in qualsiasi frangente)... la mortalità negli ultimi 2 mesiè tornata quasi in linea con il periodo pre-covid, ed ha aggiunto che:
    "dobbiamo mantenere la prudenza, ma lo dico per correttezza professionale, il che non significa necessariamente avere paura"

    in ogni caso, la quarta dose dimostra di dare un beneficio minimo rispetto alla terza, e molti medici di famiglia consigliano agli anziani ultra-ottantenni di attendere l'eventuale vaccinazione autunnale, considerata la stagione alle porte, sfavorevole al virus

  8. #119908
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    34
    Messaggi
    26,491
    Menzionato
    142 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Pelleco Visualizza Messaggio
    Strano perché se hai fatto il vaccino gli anticorpi dovresti averli, sempre che non sia stata fatta una ricerca di anticorpi specifici che esulino dalla risposta immunitaria al vaccino, ma lo ritengo piuttosto improbabile.
    Il sierologico pungidito rileva esclusivamente gli anticorpi da pregressa infezione, e non quelli da vaccino. Anche io mi ero posto questa domanda
    Lou soulei nais per tuchi

  9. #119909
    Vento fresco
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    24
    Messaggi
    2,851
    Menzionato
    70 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Sì sì, è una questione di aerei...
    Va beh, con queste risposte ci rinunciò definitivamente

  10. #119910
    Brezza tesa L'avatar di Pelleco
    Data Registrazione
    12/07/07
    Località
    Paese (TV)
    Messaggi
    595
    Menzionato
    47 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Il sierologico pungidito rileva esclusivamente gli anticorpi da pregressa infezione, e non quelli da vaccino. Anche io mi ero posto questa domanda
    Ho provato a cercare qualche informazione e ho trovato questo:

    ….”Facendo anche il dosaggio Sars-CoV-2 IgG, un dosaggio immunometrico a cattura di microparticelle chemioluminescenti (CMIA) previsto per il rilevamento degli anticorpi IgG anti-Sars-CoV-2 contro l’antigene del nucleocapside.
    Con questo test aggiuntivo si potrà capire se gli anticorpi neutralizzanti sono stati evocati dalla vaccinazione o dall’infezione naturale (anche asintomatica)”….


    Quindi, come dicevi, si può fare…con un esame non routinario ma piuttosto specifico.



Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •