Pagina 12111 di 12179 PrimaPrima ... 111111161112011120611210112109121101211112112121131212112161 ... UltimaUltima
Risultati da 121,101 a 121,110 di 121788

Discussione: Nuovo Virus Cinese

  1. #121101
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,639
    Menzionato
    897 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Musoita Visualizza Messaggio
    240(numero a spanne) tamponi e finalmente positivo

    Caduta l invincibilità.
    37,7C di febbre e non ho mangiato quasi nulla da 3 giorni,stamattina mal di gola test e in 1 secondo 2 linee.
    No, allora la cosa è grave.
    Resta ora solo da abbattere l'ultimo baluardo degli incontagiabili: @jack9


  2. #121102
    Bava di vento
    Data Registrazione
    15/12/12
    Località
    Rimini Padulli
    Età
    39
    Messaggi
    155
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Musoita Visualizza Messaggio
    240(numero a spanne) tamponi e finalmente positivo

    Caduta l invincibilità.
    37,7C di febbre e non ho mangiato quasi nulla da 3 giorni,stamattina mal di gola test e in 1 secondo 2 linee.
    Qua in romagna secondo me siamo vicini al 100% di infettati, a parte alcuni eremiti. Oggi positiva anche l'unica superstite del nostro gruppo di amici

    Inviato dal mio COL-L29 utilizzando Tapatalk

  3. #121103
    Brezza tesa L'avatar di Musoita
    Data Registrazione
    03/09/12
    Località
    Cesenatico
    Messaggi
    898
    Menzionato
    118 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    I numeri della settimana

    La curva epidemica in Italia continua a crescere, trascinando al rialzo anche i dati dei ricoveri: ne parleremo dopo i principali numeri e indicatori. Nella settimana epidemiologica 24 giugno - 1° luglio i nuovi casi a livello nazionale sono stati 481.967 (+51,5% dai 318.110 del periodo precedente, 18-24 giugno) con un primo timido segnale di rallentamento della crescita del contagio (la scorsa settimana si era chiusa con un +60,3%); media giornaliera 68.852 (da 45.444); rapporto positivi/tamponi totali (range 21,8% - 28,1% da 18,1% - 23,4%); ricoverati in area medica il 1° luglio: 6.830 (da 5.205 del 24 giugno); terapie intensive il 1° luglio: 264 (da 225 del 24 giugno) con 225 nuovi ingressi nella settimana (dai 180 della precedente); 1.850.611 tamponi totali (+26,9% da 1.457.594 del periodo precedente) l’82,5% dei quali di tipo antigenico rapido. Decessi settimanali 407 (da 360). L’andamento settimanale del contagio nelle 4 grandi Regioni che monitoriamo da inizio epidemia: Lombardia (69.263 nuovi casi, +45,87%); Veneto (47.449 nuovi casi, +45,3%); Campania (53.646 nuovi casi, +77,6%); Emilia Romagna (36.160 nuovi casi, +48,4%). Il valore di Rt istantaneo nazionale, calcolato con il metodo rapido Kohlberg-Neyman, è 1,32 (dato puntuale del 1°luglio) contro 1,37 del 24 giugno.
    Registriamo con molta cautela i primi timidi segnali di rallentamento della “crescita del contagio” che infatti viene riflesso nel calo dell’Rt da 1,37 del 24 giugno all’attuale 1,32. Valori comunque elevatissimi. L’andamento della prossima settimana sarà fondamentale per capire lo sviluppo epidemico: una crescita nell’ordine del 25% potrebbe segnalare l’imminenza del picco epidemico, che a quel punto sarebbe atteso per metà luglio. Valori più elevati sposterebbero nel tempo l’inversione della curva: ne seguiremo con attenzione gli sviluppi.
    Alcuni lettori hanno chiesto delucidazioni sulla presunta minore pericolosità di Omicron 5, che non influenzerebbe in modo significativo il numero dei ricoverati. A questo proposito diamo tre diverse risposte.
    In primo luogo rimandiamo alla lettura dell’ultima analisi settimanale (29 giugno) che affronta il tema dei numeri e della loro corretta lettura anche a proposito dell’impatto sulla popolazione delle nuove sub-varianti Omicron 4 e 5. Dimostrando come l’intero periodo Omicron (quindi da gennaio 2022) sia caratterizzato da un rapporto “ricoverati/attualmente positivi” che si mantiene, all’interno di una fascia di oscillazione non molto ampia, costante nel tempo. Quindi senza variazioni di pericolosità clinica.
    La seconda risposta viene dalle pubblicazioni dell’Oms, che raccoglie nel suo Report epidemiologico settimanale i risultati dei principali studi condotti a livello mondiale: non esistono per ora evidenze che indichino un cambiamento nella severità della malattia per le sub-varianti attualmente in circolazione.
    La terza risposta la affidiamo ai numeri del nostro Paese: le nuove sub-varianti hanno causato un incremento dei casi a partire da inizio giugno, interrompendo una fase di riduzione che durava ininterrottamente da 10 settimane. L’inversione definitiva della curva dei ricoverati, che segue quella del contagio a distanza di qualche giorno, è avvenuta il 15 giugno, con oscillazioni al rialzo e al ribasso che hanno caratterizzato il breve periodo 11-14 giugno: il numero minimo dei ricoverati, a quota 4.076, è stato raggiunto l’11 giugno. Da allora l’occupazione dei posti letto nei reparti ordinari è aumentata di 2.754 unità (+67,5%) fino a raggiungere il valore attuale (1° luglio) di 6.830.
    Per quanto riguarda le terapie intensive, da un minimo di 183 posti letto occupati il 14 giugno, siamo arrivato agli attuali 264 (+46,6%). A questo proposito è molto interessante osservare l’andamento dei nuovi ingressi in terapia intensiva a livello nazionale: che, a differenza dell’occupazione (su cui influiscono fattori come durata del ricovero, dimissioni e decessi) segnala tempestivamente la diminuzione o l’aumento delle forme clinicamente più rilevanti.
    Questo indicatore è stato in continuo calo fino a inizio giugno (settimana epidemiologica 28 maggio - 3 giugno) facendo segnare un minimo di 120 nuovi ingressi in area critica. Da allora abbiamo avuto 4 settimane di continui incrementi: +13,3% nel periodo 4-10 giugno (136 nuovi ingressi); + 6,6% nel periodo 11-17 giugno (145 nuovi ingressi); +24,1% in quello 18-24 giugno (180 nuovi ingressi). La settimana epidemiologica appena conclusa (24 giugno – 1° luglio) come abbiamo visto ha registrato un incremento del 25,0% con 225 nuovi ingressi. La variazione dai minimi di inizio giugno è +87,5%.
    Il carico sul sistema ospedaliero è destinato peraltro ad aumentare ulteriormente fino all’inversione della curva del contagio: e, a causa del tempo medio che trascorre tra riscontro dell’infezione ed eventuale ricovero, anche per i 7-10 giorni successivi.
    A livello mondiale (dati Oms) nella settimana epidemiologica 21-27 giugno sono stati registrati 4.182.217 nuovi casi, con un incremento del 24,4% sui 3.360.453 comunicati la settimana precedente. Aumentano anche i decessi (+12,6% a quota 8.552). Nella classifica dei 5 Paesi più colpiti per numero di infezioni si riaffaccia l’Italia, in quarta posizione con 340.012 nuovi casi e un incremento del 61%. A guidare la classifica sono ancora una volta gli Usa (701.855 casi, +5%) seguiti da Germania (504.655, +23%) e Brasile (349.791, +37%). In ultima posizione la Cina, con 333.926 nuovi casi e un calo del 18% sulla settimana precedente. (M. T. Island)

  4. #121104
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    14/08/17
    Località
    Celje, Slovenia (242mslm)
    Età
    39
    Messaggi
    811
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Nel 2019 un virus "influenzale", che a luglio metterebbe 50.000 italiani al giorno "a casa" con febbre, ed aumenterebbe a vista d'occhio i ricoveri negli ospedali (in piena estate afosa, non a febbraio) come sarebbe definito?

    Mild sicuramente...
    "Il nostro è un folle amore senza fine..."

  5. #121105
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,897
    Menzionato
    386 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    No, allora la cosa è grave.
    Resta ora solo da abbattere l'ultimo baluardo degli incontagiabili: @jack9

    Potrei aver ceduto è dall’altro ieri che son partito con un po’ di mal di gola e raffreddore, però i 4 amici con me nessuno ha niente quindi penso sia raffreddore da sbalzi termici continui.. oggi sto molto meglio, non ho quasi più niente. Non mi sono tamponato e non penso lo farò, ma dubito sia covid onestamente. Omicron 4 e 5 se ne sbatte e contagia tutti, io son stato a strettissimo contatto per giorni con altre 4 persone e nessuno ha niente.
    Si vis pacem, para bellum.

  6. #121106
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,897
    Menzionato
    386 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Segnalo comunque una MAREA di positivi, diversi colleghi e amici, come numeri siamo al top, come a gennaio direi a occhio.
    Si vis pacem, para bellum.

  7. #121107
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    532
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Dagur Visualizza Messaggio
    Nel 2019 un virus "influenzale", che a luglio metterebbe 50.000 italiani al giorno "a casa" con febbre, ed aumenterebbe a vista d'occhio i ricoveri negli ospedali (in piena estate afosa, non a febbraio) come sarebbe definito?

    Mild sicuramente...
    Trovo abbastanza stucchevole confrontare Covid e influenza per ragioni che ho ampiamente spiegato:
    1. la sorveglianza epidemiologica relativamente al Covid19 (anche se solo per la parte ricoveri e decessi) ormai è molto accurata, la sottostima dei decessi (posto che vi sia) dall'autunno 2020 è ormai minima;
    2. la sorveglianza epidemiologica relativamente alle epidemie influenzali è una roba ridicola, anzi, è di fatto inesistente, in realtà non si sa quanti siano gli italiani che muoino ogni anno di influenza, se stessimo ai dati pubblicati a livello nazionale sarebbero probabilmente 500-600 all'anno, se li incrociamo però con quelli relativi all'eccesso di mortalità scopriamo che sono 10 o 15 volte di più ogni anno (quindi tra i 5.000 e i 10.000 ma in alcune annate si è arrivati vicini ai 20.000).

    Quindi la risposta è "sì'", Covid19, perlomeno nella forma clinica dovuta ai virus del lignaggio omicron, all'interno di una popolazione estesamente (sebbene solo parzialmente) immunizzata è una malattia certamente non banale, ma sicuramente mite se consideriamo lo spettro delle sue manifestazioni cliniche, la bassa frequenza (%) delle loro forme più impegnative (soprattutto polmoniti, miocarditi, ecc.) e la rarità di quelle manifestazioni cliniche che possono mettere a grave rischio la vita del paziente (es. ARDS e ARDS+AKI, CID nell'adulto, MIS-C nella popolazione pediatrica). Per quanto riguarda il "Long-Covid" la risposta è invece molto più complessa e articolata e (imho) l'aver infilato tutte le sequele post-infezione da Sars-CoV2 nel "calderone" del "Long Covid" non aiuta minimamente ad affrontare questo problema.

    P.S. qualora il caldo e la migliore areazione dei locali nei mesi estivi riducessero di un 50% la trasmissibilità di un virus fa una certa differenza avere a che fare con un virus che ha un Rt=2 e avere a che fare con un virus con un Rt=12.
    Ultima modifica di galinsog@@; 02/07/2022 alle 08:39

  8. #121108
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    14/08/17
    Località
    Celje, Slovenia (242mslm)
    Età
    39
    Messaggi
    811
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Io ci andrei molto cauto a definire mite un virus, che in piena estate, con condizioni per la diffusione tutt`altro che ottimali, sta facendo quello che accade oggi in Europa.

    Perche`la domanda sorge spontanea: E`"mite" perche`alcuni di noi hanno fatto gia` 5 "immunizzazioni" (3 vacini +2 infezioni) in 27 mesi, oppure perche`e`effetivamente un ceppo "modesto" in termini di aggressivita`?

    Ripeto. Il Covid inteso come "malattia del 2020" non esiste piu`e questo non si discute. Resta pero` il fatto che, senza troppe storie, in estate 2022 ci si aspettava la vera fine dell`epidemia. Non ricoveri e malanni ogni giorno?
    Almeno secondo il mio modesto parere.
    "Il nostro è un folle amore senza fine..."

  9. #121109
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    532
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Dagur Visualizza Messaggio
    Io ci andrei molto cauto a definire mite un virus, che in piena estate, con condizioni per la diffusione tutt`altro che ottimali, sta facendo quello che accade oggi in Europa.

    Perche`la domanda sorge spontanea: E`"mite" perche`alcuni di noi hanno fatto gia` 5 "immunizzazioni" (3 vacini +2 infezioni) in 27 mesi, oppure perche`e`effetivamente un ceppo "modesto" in termini di aggressivita`?
    Le valutazioni si fanno partendo dalla realtà, che è quella che gran parte di noi abbia fatto 3 vaccini e che molto probabilmente abbia avuto più di un contatto, potenzialmente contagiante, col virus, indipendentemente dal fatto che abbia sviluppato sintomi o sia stato testato. Ho già spiegato perché questo virus si diffonde così "facilmente" in estate, all'atto pratico un virus che ha un Rt stimato tra 10 e 15, anche di fronte a un abbattimento della trasmissibilità del 50% dovuto alle condizioni meteorologiche relativamente avverse, diventa poco rilevante in termini di diffusività. L'ondata avrà comunque un andamento di crescita esponenziale, un tempo di raddoppio significativamente veloce (attualmente siamo attorno ai 20 gg e viaggiamo attorno a un +25/+30% settimanale) e farà un gran numero di contagi.

    La fine dell'epidemia, intesa come scomparsa del virus non è verosimile, avremo verosimilmente un alto plateau di contagi, al quale si darà sempre meno importanza e cicliche onde epidemiche con impatto variabile a seconda delle caratteristiche patogeniche delle varianti... e con ogni probabilità la scomparsa di Sars-CoV2 non arriverà nemmeno con un vaccino "pan-corona" ed efficacemente sterilizzante.
    Ultima modifica di galinsog@@; 02/07/2022 alle 11:56

  10. #121110
    Burrasca L'avatar di meteopalio
    Data Registrazione
    20/09/03
    Località
    siena nord 370 m.
    Messaggi
    5,122
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    dubito che possano esserci condizioni "avverse" alla diffusione di un virus in un'estate come questa, a 40° già da un mese, che porta ad assembramenti in locali chiusi con l'aria condizionata, esattamente come d'inverno stiamo in locali chiusi con il termosifone acceso, e l'areazione di questi tempi è ancor più difficile, perchè far entrare aria calda riduce la refrigerazione molto più di quanto ridurrebbe il calore dei termosifoni facendo entrare aria fredda...

    in verità, sono le temperature miti (25°) a bloccare massimamente la diffusione, mentre la facilitano temperature estreme come il freddo ed il caldo, non a caso i cali dei contagi si sono sempre visti tra maggio- giugno e anno scorso anche tra agosto e settembre, più che in piena estate...

    inoltre, mettiamoci che i venti sono assenti o a regime di brezza, e anche aprendo le finestre, ricambi poco, se non c'è un sistema di aspirazione forzata, estremamente dispendioso, perchè il condizionatore dovrebbe lavorare il triplo...

    insomma, forse i contagi in estate non calano... semplicemente perchè non vi sono poi tutte queste condizioni favorevoli al calo

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •