Pagina 12128 di 12177 PrimaPrima ... 1112811628120281207812118121261212712128121291213012138 ... UltimaUltima
Risultati da 121,271 a 121,280 di 121767

Discussione: Nuovo Virus Cinese

  1. #121271
    Vento teso L'avatar di Alesa
    Data Registrazione
    18/09/21
    Località
    Alpignano
    Età
    29
    Messaggi
    1,922
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Non ho capito se i disoccupati non si sa con quale qualifica potrebbero diventare medici di PS (o chi per lui) con un corso... Perchè se è così chiudiamo le facoltà di medicina e risparmiamo pure un sacco di soldi.
    Il succo è semplice. Se si è a corto di personale, si trova una strategia per assumerlo e tenerlo stretto senza farlo scappare all'estero.

    Inviato dal mio CPH2211 utilizzando Tapatalk

  2. #121272
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    53
    Messaggi
    18,505
    Menzionato
    144 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Alesa Visualizza Messaggio
    Il succo è semplice. Se si è a corto di personale, ci trova una strategia per assumerlo, e non farlo scappare all'estero.
    E del fattore tempo (quello che serve per preparare un infermiere o peggio un medico) chissenefrega.
    Basta dire che si vuole assumere e si risolve.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  3. #121273
    Vento teso L'avatar di Alesa
    Data Registrazione
    18/09/21
    Località
    Alpignano
    Età
    29
    Messaggi
    1,922
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    E del fattore tempo (quello che serve per preparare un infermiere o peggio un medico) chissenefrega.
    Basta dire che si vuole assumere e si risolve.
    Nella strategia, ovvio che è incluso il fattore tempo..ogni secondo della nostra vita è tempo Nuovo Virus Cinese

    Inviato dal mio CPH2211 utilizzando Tapatalk

  4. #121274
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    524
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Meglio tardi che mai....Anche se in realtà io già me lo immagino il casino che si creerà nuovamente a Ottobre quando riesploderanno i contagi e il nostro popolo di ipocondriaci cronici che vanno dal medico per un po' di abbassamento di voce, riprenderà ad intasare le farmacie con di nuovo tutto lo scenario dello scorso inverno.
    A be', sicuramente... ma a me quello che da veramente in culo e che ci siano situazioni "drammatiche" e gravi rischi di sovrafollamento nei pronto soccorso perché "Ci eravamo organizzati per far fare le ferie a medici e infermieri!" Ma che cazzo di dirigenti ci sono nelle ASL...

    E aggiungo che di problemi adesso ce ne sono davvero, perché un paziente, magari 66enne, con qualche acciacco, il terzo giorno di febbre 39 e il tampone positivo, non trovando un medico che lo visiti a casa si fa prendere dalla paura e chiama il 112 o va autonomamente al PS... quando dico che abbiamo la sanità organizzativamente più scalcagnata (e tra le più care) d'Europa mica scherzo... tra l'altro l'inconveniente principe di tutto sto casino è che ci saranno un bel po' di diagnosi ritardate, un bel po' di medici di famiglia che non presciveranno antivirali ai pazienti a rischio, qualche "fragile" in più che finirà in ospedale e una quota prevedibilmente alta di farmaci specifici contro Covid19 che finiranno nelle discariche per rifiuti speciali, una volta scaduti, vedi il casino del paxlovid, che tra burocrazia e ritardi è fattualmente imprescrivibile (e ne abbiamo 600.000 confezioni).
    Ultima modifica di galinsog@@; 06/07/2022 alle 17:35

  5. #121275
    Bava di vento
    Data Registrazione
    15/12/12
    Località
    Rimini Padulli
    Età
    39
    Messaggi
    153
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Eccomi qua al secondo giro! Tampone lievemente positivo mentre positivissimo quello di mia moglie. Probabile che io sia in fase di guarigione visto che avevo un po di tosse da qualche giorno. Mia moglie invece da stamattina un po di malessere e qualche linea di febbre

    Inviato dal mio COL-L29 utilizzando Tapatalk

  6. #121276
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,584
    Menzionato
    895 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Tanto meglio, direi: il livello anticorpale rimane alto e le nuove infezioni saranno via via più lievi.
    Questo non è vero, perchè muta abbastanza velocemente da essere di volta in volta sempre abbastanza nuovo da fiaccare le nostre difese immunitarie. Infatti c'è chi lo ha già avuto 3 volte quest'anno (!) e tutte con febbre.

  7. #121277
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,584
    Menzionato
    895 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni78ba Visualizza Messaggio
    Io ho fede che un vaccino seriamente efficace verrà fuori fra non troppi anni.
    A quel punto starà alla volontà del singolo e alla efficacia sul singolo stesso (non credo infatti sarà uguale su tutti ma certamente molto più performante di come è ora in media).

    Mi chiedo inoltre se è "sostenibile" per un virus riuscire a mantenere epidemie ogni due mesi ricontagiando le stesse persone (per via naturale o dopo vaccino) a tempo indefinito.
    Anche se dovrei definire bene cosa intendo per "sostenibile"
    Non vedo perchè non potrebbe.
    L'unica cosa che mi porta a non dare già per sicuro questo scenario è che questo virus muta così velocemente che non si sa mai che cosa uscirà fuori dal cilindro alla prossima stagione.

  8. #121278
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,584
    Menzionato
    895 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Burian,

    lo so che non si vive con i "se" e che sono vecchi argomenti sfruttati dai negazionisti ma in realtà il Covid per noi è un problema per due ragioni:
    1. la nostra società (per fortuna) ha un'altissima incidenza di soggetti (molto) anziani e (molto) fragili che sopravvivono per anni o per decenni dopo la diagnosi di una malattia cronica;
    2. molti "malati" ci sono perché li vogliamo vedere e perché siamo in grado di vederli (enorme presenza di medici, enorme presenza di persone che si rivolgono al medico per problemi di salute lievi e transitori, presenza di strumenti diagnostici inconcepibili fino agli anni '80 del XX secolo, vedi tamponi).
    Il fatto che questi argomenti vengano sfruttati biecamente da negazionisti e riduzionisti (con inclinazioni al Darwinismo sociale) non li rende meno veri...

    Rispetto al 1889-1894 questa è una differenza enorme, 130 anni fa probabilmente ci saremmo accorti solo delle prime 3 ondate (e ho perfino qualche dubbio che ci saremmo accorti della terza). All'epoca se a un cinquantenne veniva diagnosticato il diabete di tipo 2 la sua sopravvivenza media alla diagnosi era di 2-3 anni, un bambino con diabete tipo 1 moriva entro giorni/settimane dalla diagnosi, non c'erano praticamente oncologici "in remissione", non c'era l'emodialisi, i malati reumatici morivano in gran parte nei primissimi anni dalla diagnosi, l'aspettativa di vita dei malati con malattie neuro-degenerative era una frazione minima di quella attuale, l'incidenza di malattie come l'Alzheimer, che tra l'altro è un fattore che aumenta enormemente la probabilità di decesso in caso di Covid19 era irrilevante, la mortalità per infezioni varie, anche respiratorie, nelle gestanti e nelle puerpere era strutturalmente altissima.

    Se verifichi quanto sia stato forte l'impatto di Covid19 in Sud Africa, società molto giovane seppure con una presenza di anziani e fragili sicuramente maggiore di quella che avevamo in Europa a fine '800/inizio '900, ti accorgerai di come l'impatto dell'ondata estiva da omicron b.a.1 e di quella invernale da omicron b.a.5 sia stato estremamente modesto, grazie alla componente demografica unita all'elevata % di persone immunizzate (in parte per vaccino e in parte consistente per immunità naturale acquisita). Sulla possibilità di infettarti più volte con varianti diverse (fenotipi) dello stesso virus, magari OC43 (tra l'altro uno dei possibili agenti infettivi indiziati della catena di epidemie di fine '800) è difficile pronunciarsi, a meno che tu non abbia, ad esempio, fatto screening molecolari o antigenici ogni volta che ti sono venute le classiche due linee di febbre con tosse e/o raffreddore. Fino al Covid facevi test diagnostici ogni volta che avevi sintomi simil-influenzali? Io no...

    Siccome il processo evolutivo verso l'endemizzazione di Sars-CoV2 è tutto meno che completato per via naturale (senza l'aiuto di vaccini e farmaci potrebbe richiedere secoli) è necessario mantenere la massima attenzione, ma pensare che tutti ci si possa ammalare 3-4 volte l'anno è una forzatura concettuale mica piccola, non è accaduto fino ad oggi, non sta accadendo e verosimilmente non accadrà nemmeno da adesso in poi, certamente ci ammaleremo in forma sintomatica qualche volta nel corso della nostra vita e probabilmente ci infetteremo altrettante volte senza aver mai avuto sintomi...

    Secondo me si continua a commettere un ulteriore grave errore concettuale, che è questo:
    pensare che, siccome una percentuale (sempre più piccola ma ancora sicuramente problematica e con ogni probabilità ancora per un bel po' soggetta a oscillazioni +/- a seconda delle varianti) è costituita da persone che sviluppano una malattia gravissima, allora tutti gli infetti da Sars-CoV2 sono potenzialmente malati gravissimi...

    Ragionamenti del tutto simili riguardano il long,Covid, problematica che, dato l'elevato numero di guariti con sequele persistenti di medio e lungo periodo, avrà sicuramente un impatto notevole sul SSN e sulla società. Però, quando leggo robe tipo che il Covid è una patologia invalidante di massa o addirittura che omicron è il "peggio del peggio" perché induce patologie gravissime come l'epatite acuta che ha colpito i bambini in questi ultimi mesi (una ventina di casi in Italia e credo meno di 400 in tutto il mondo a fronte di decine di milioni di contagi in età pediatrica) mi chiedo se certe persone, che pure stimavo a inizio pandemia, si rendano conto che quel che dichiarano, pur se socialmente meno dannoso, è concettualmente farneticante quanto le uscite di Bassetti contro le mascherine. Insomma anche se fa pochi danni, perché l'enfasi allarmistica almeno non induce comportamenti a rischio di contagio durante un'epidemia, se dico o scrivo una stupidaggine, allora quel che ho detto e scritto resta una stupidaggine. Poi ha anche un pericoloso effetto di saturazione (hai presente la storiella di "Al lupo! Al lupo!" ecco quella roba lì...) che induce a dar credito solo a quelli che minimizzano...

    Se vuoi fare confronti tra le classi d'età e su come si sono modificate dal 1861 a oggi leggi quando hai tempo questo semplice prospetto pubblicato sul sito dell'ISTAT. Tra l'altro nel grafico relativo della crescita demografica è evidente la "gelata" indotta dalla Spagnola, che fu "diversa" dalle altre pandemi che la precedettero essenzialmente per le caratteristiche dei deceduti (colpiva e uccideva soprattutto persone in età fertile) e per il momento in cui giunse, ossia alla fine della Prima Guerra Mondiale.

    https://www.istat.it/it/files/2019/0...2018-testo.pdf

    Quando (2020, 2021) si lanciarono appelli sull'ecatombre che Covid19 avrebbe portato nell'Africa subsahariana, con ipotesi di "milioni di morti", cancellazione di intere comunità, inaudite devastazioni socio-economiche, manifestai le mie enormi perplessità e mi spinsi a dire che probabilmente, data la struttura demografica della popolazione, le condizioni di vita, una certa "assuefazione" a queste situazioni (leggasi epidemie e alta mortalità per sindromi respirarorie tra le persone anziane e tra i bambini piccoli) l'impatto da quelle parti sarebbe stato invece molto modesto, non del tutto trascurabile ma certamente modesto e aggiunsi che questo avrebbe ostacolato una strategia di vaccinazione globale, perché se una malattia non genera allarme sociale è difficile chiedere alle persone di vaccinarsi contro di essa. La cosa curiosa è che è quello che sta succedendo anche da noi con la quarta dose e che probabilmente succederà anche in futuro, a meno che non emergano varianti davvero patogene o a meno che la protezione verso le forme gravi nei vaccinati e nei vaccinati e guariti (che presto saranno maggioranza) non si riduca in maniera fortissima, esponendoci di nuovo a siuazioni simil gennaio-marzo 2020 (ma quante sono le probabilità?)...
    Sul futuro di questo virus non possiamo esprimerci perchè cambia comportamento abbastanza rapidamente. Quindi tra un anno potrebbe essere scomparso come essersi virulentato nuovamente a prezzo di una minore contagiosità, o magari sarà ugualmente contagioso ma più pericoloso, una sorta di "delta alla omicron".
    Resta il fatto che in passato, negli ultimi secoli, non c'è traccia di epidemie influenzali in piena estate, che sarebbero state registrate nei libri di storia. La popolazione era diversa, come hai ben descritto, ma un virus come Omicron, senza vaccini, avrebbe mietuto vittime anche tra chi è sano e giovane, come d'altro canto fatto dal primo ceppo di Wuhan.
    Quindi in altra epoca avresti trovato traccia di un'epidemia influenzale in estate con non poche vittime.

    Io mi limito soltanto a constatare e registrare questo dato epidemiologico, che è abbastanza nuovo nello scenario delle malattie infettive nel mondo temperato.
    Le altre considerazioni che fai sono alcune giuste, altre sacrosante, ma esulano da quanto stavo semplicemente evidenziando.

  9. #121279
    Brezza tesa L'avatar di Gianni78ba
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    44
    Messaggi
    746
    Menzionato
    60 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Non vedo perchè non potrebbe.
    L'unica cosa che mi porta a non dare già per sicuro questo scenario è che questo virus muta così velocemente che non si sa mai che cosa uscirà fuori dal cilindro alla prossima stagione.
    Non voglio addentrarmi in discorsi che potrebbero rivelarsi delle trappole, ma qualcuno che ne capisca davvero di fisica oltre che di biologia (e per capisca davvero intendo un fisico di alto livello) secondo me potrebbe fare delle considerazioni su quale è la benzina nel motore delle mutazioni di questo virus e quanto questa benzina costa e se a lungo andare il motore potrebbe rischiare di rompersi.

    Meglio di così non so esprimerla
    https://medium.com/@gberardi78 :
    economia, modelli, mercato, finanza

  10. #121280
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    30
    Messaggi
    23,819
    Menzionato
    385 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Sul futuro di questo virus non possiamo esprimerci perchè cambia comportamento abbastanza rapidamente. Quindi tra un anno potrebbe essere scomparso come essersi virulentato nuovamente a prezzo di una minore contagiosità, o magari sarà ugualmente contagioso ma più pericoloso, una sorta di "delta alla omicron".
    Resta il fatto che in passato, negli ultimi secoli, non c'è traccia di epidemie influenzali in piena estate, che sarebbero state registrate nei libri di storia. La popolazione era diversa, come hai ben descritto, ma un virus come Omicron, senza vaccini, avrebbe mietuto vittime anche tra chi è sano e giovane, come d'altro canto fatto dal primo ceppo di Wuhan.
    Quindi in altra epoca avresti trovato traccia di un'epidemia influenzale in estate con non poche vittime.

    Io mi limito soltanto a constatare e registrare questo dato epidemiologico, che è abbastanza nuovo nello scenario delle malattie infettive nel mondo temperato.
    Le altre considerazioni che fai sono alcune giuste, altre sacrosante, ma esulano da quanto stavo semplicemente evidenziando.
    è quello che sostenevo ieri.
    ma lo si è paragonato alle influenze del passato. non è così, è ben più di un'influenza difatti la mortalità è ben diversa. ora siamo tutti vaccinati e o preinfettati e ok, ma se un virus nel 2022 ha il 3% di mortalità significa che nel 1500 avrebbe fatto una strage.
    Si vis pacem, para bellum.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •