Pagina 4230 di 4741 PrimaPrima ... 32303730413041804220422842294230423142324240428043304730 ... UltimaUltima
Risultati da 42,291 a 42,300 di 47402

Discussione: Nuovo Virus Cinese

  1. #42291
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/16
    Località
    PA
    Messaggi
    9,396
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Mmm occhio a prendere i dati dei posti caldi o molto caldi.
    Motivo? Sono troppo, troppo, troppo caldi: vivono tutti al chiuso, pressochè sempre, e con l'aria condizionata.
    Ergo è come se fossero posti freddissimi (o come se fosse inverno), dove tutti stanno al chiuso al caldo. A livello di comportamento cambia poco o nulla.
    La sorella di una mia collega vive da anni a Singapore: l'attività all'aria aperta sostanzialmente non esiste, perchè fa troppo caldo. Palestre, piscina, ristoranti, tennis, passeggiate, ecc.ecc. si svolgono tutte rigorosamente al chiuso, con l'aria condizionata (che è presente ovunque, sia nei chioschi, sia negli autobus, sia nei taxi, ovunque).
    E chi è stato negli Emirati Arabi, o in Arabia Saudita, sono convinto che possa dire lo stesso.
    Bisogna tenere d'occhio quesi Paesi "caldi ma non troppo", dove l'estate ti permette comunque di stare all'aperto. Un'estate saudita non permette pressochè nulla all'aria aperta, la gente vive chiusa al fresco. Un'estate mediterranea o comunque dei climi temperati lo permette eccome, ed è proprio in questi posti (Mediterraneo, zone temperate) che mi aspetto un calo fisiologico dei casi aiutato dal clima.
    I posti bollenti, purtroppo, non hanno alcuna distinzione tra estate e inverno a livello di comportamento. A Dubai vivi nel centro commerciale a gennaio come ad agosto.
    Concordo
    Osservate la Sicilia
    Caldo ma poca aria condizionata
    Quasi solo ventilatori nelle case

  2. #42292
    Uragano
    Data Registrazione
    21/07/04
    Località
    nowhere
    Messaggi
    20,365
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Mmm occhio a prendere i dati dei posti caldi o molto caldi.
    Motivo? Sono troppo, troppo, troppo caldi: vivono tutti al chiuso, pressochè sempre, e con l'aria condizionata.
    Ergo è come se fossero posti freddissimi (o come se fosse inverno), dove tutti stanno al chiuso al caldo. A livello di comportamento cambia poco o nulla.
    La sorella di una mia collega vive da anni a Singapore: l'attività all'aria aperta sostanzialmente non esiste, perchè fa troppo caldo. Palestre, piscina, ristoranti, tennis, passeggiate, ecc.ecc. si svolgono tutte rigorosamente al chiuso, con l'aria condizionata (che è presente ovunque, sia nei chioschi, sia negli autobus, sia nei taxi, ovunque).
    E chi è stato negli Emirati Arabi, o in Arabia Saudita, sono convinto che possa dire lo stesso.
    Bisogna tenere d'occhio quesi Paesi "caldi ma non troppo", dove l'estate ti permette comunque di stare all'aperto. Un'estate saudita non permette pressochè nulla all'aria aperta, la gente vive chiusa al fresco. Un'estate mediterranea o comunque dei climi temperati lo permette eccome, ed è proprio in questi posti (Mediterraneo, zone temperate) che mi aspetto un calo fisiologico dei casi aiutato dal clima.
    I posti bollenti, purtroppo, non hanno alcuna distinzione tra estate e inverno a livello di comportamento. A Dubai vivi nel centro commerciale a gennaio come ad agosto.
    "We are all star people, from the dust we came and to the dust we shall return. So let's celebrate Love. Ciao Mamma.

  3. #42293
    Bava di vento
    Data Registrazione
    11/07/17
    Località
    Trento
    Messaggi
    150
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Massimiliano Selvix Visualizza Messaggio
    Verissimo, ma ciò che colgo del suo discorso non è tanto l'influenza che il clima esercita sulla contagiosità, quanto sulla letalità.
    Poi, come fatto notare, anche l'età media dei Paesi colpiti ha il suo peso

    Difatti. Il mio commento era solamente a proposito della letalità

  4. #42294
    Vento fresco L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    2,907
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da The Ramandolo Man Visualizza Messaggio
    per lavoro capitato che il collega è andato a mangiare in un locale . seduti in 2 in una tavola da 4 . uno per angolo . mascherina se devi alzarti . no cestino pane ti portano loro 1 pezzo alla volta sul piattino . i condimenti te li fanno solo in cucina . se vuoi esempio il formaggio sulla pasta lo devi chiedere prima e te lo mettono loro . per lavoro ok ma se ci devo andare per una uscita di divertimento mi porto un panino da casa
    Qua a sozzo invece tutto ok, formaggio monodose ad esempio, tutto mega igientizzato, menù con qpr code, etc Nuovo Virus Cinese-img_20200601_114116.jpgNuovo Virus Cinese-img_20200601_123504.jpgNuovo Virus Cinese-img_20200601_123831.jpg

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

  5. #42295
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    28
    Messaggi
    34,240
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    I dati odierni sui NUOVI contagi per ora recitano questo:

    Veneto: 2
    Basilicata: 0
    Umbria: 0
    Marche: 0

    Che dire? A meno di un grande numero proveniente dalla Lombardia oggi si potrebbe tirare fuori un dato minore di 200.
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  6. #42296
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,725
    Menzionato
    334 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    facciamo la pace che è un periodo che sembra in discesa, magari temporanea, ma in discesa
    forse abbiamo anche il tempo di tirare qualche respiro profondo e assaporare un po' di semi normalità.

    personalmente storco il naso su quei medici, anche super titolati e competenti eh, non discuto su questo, che sono stati zitti fino a due settimane fa per poi uscire a gran voce gridando che il virus si è affievolito solo perché arrivano persone non più gravi in ospedale, senza uno straccio di prova scientifica ma tantissime circostanziali.
    il virus non uccide più perché se circola e dove circola, al momento, lo fa tra i giovani, abbiamo imparato a "curarlo" anche quasi preventivamente e perché sostanzialmente il lockdown e le misure di distanziamento/DPI, a sto punto, pare abbiano funzionato e forse meglio che in molti altri paesi.
    nonché, ricordiamoci anche di questo, una volta che sì è smesso di farlo circolare in ospedali e RSA, tanti soggetti deboli sono esclusi dal contagio.
    dunque, ci vedo solo una trovata pubblicitaria per sé stessi nelle dichiarazioni di questi medici, trascinando chi li ascolta prendendoli per la collottola della "speranza", il miglior punto di presa.
    trovo più coscienzioso un medico che invita alla cautela soprattutto perché non si conosce bene l'avversario, quasi per nulla...

    lancio una provocazione: un bel banco di prova potrebbe essere il risultato delle manifestazioni folli fatte in tutta Italia in questi giorni, che hanno raggruppato tante persone anche non giovani con totale noncuranza. se entro un mesetto (perché se c'è ancora tutto sto ritardo nei tamponi, mi sa che prima non s'ha da fare) non saltano fuori focolai, può essere che al momento della manifestazione in loco il contagio sia 0... lì bisogna capire se è perché il virus è stato "debellato" o se si è indebolito.
    in questo mi sembra comunque che si stia comportando esattamente come la Spagnola, "magicamente" sparita in estate...
    Circa Zangrillo, ecco una storia postata da Selvaggia Lucarelli:

    Nuovo Virus Cinese-screenshot_2020-06-01-101215131_250309386275808_4735356406015489924_n-jpg-immagine-jpeg-1080-.png

    Non per screditarlo, ma solo per mostrare che probabilmente abbia un ottimismo di fondo immotivato che è recidivo in ogni occasione.

  7. #42297
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,725
    Menzionato
    334 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Massimiliano Selvix Visualizza Messaggio
    Guido Silvestri sulla stagionalità

    PILLOLE DI OTTIMISMO
    [Bollettino del 1 giugno 2020]

    1. LA RITIRATA CONTINUA.

    Come scritto prima, continua in Italia la ritirata di COVID-19. Oggi cala ancora il numero totale dei ricoverati in terapia intensiva per COVID-19 da 450 a 435, quindi di altre 15 unità, e siamo ora al 10.67% del valore di picco. Scende anche il numero dei ricoveri ospedalieri totali (da 6.680 a 6.387, quindi di ben 293 unità) mentre i casi attivi totali scendono da 43.691 a 42.075, quindi di altre 1.616 unità. A 27 giorni dal 4 maggio e 13 giorni dal 18 maggio non c'è NESSUN SEGNO del ritorno di fiamma della pandemia che molti paventavano o addirittura davano per scontato.

    2. ANCORA SULLA STAGIONALITA’ DI COVID-19

    Non l'abbiamo scoperta adesso ma 2.500 anni fa. Già il grande Ippocrate, proprio lui, il medico del famoso «giuramento», scriveva che parecchie malattie infettive risultano più comuni durante certe stagioni dell’anno, e sappiamo tutti molto bene che le malattie infettive respiratorie sono più comuni d’inverno che d’estate.

    Molti mi chiedono: ma lei Prof dice che COVID-19 e’ una malattia stagionale? Se fai questa domanda a Stan Perelman e Ralph Baric, che stanno ai Coronavirus come Pele’ e Maradona stanno al calcio, ti rispondono ridendo: “Of course this disease is going to be seasonal”. Ma se senti certi esperti da bar, che sanno di Coronavirus come io so di ingegneria spaziale, trovi affermazioni strane, come se ci fosse una specie di strano "negazionismo" della stagionalità, che francamente mi lascia perplesso. Ma ora, siccome in molti lo chiedono, proverò di nuovo a spiegare, rapidamente, cosa si intende con questo concetto e perché, parlando di stagionalità, non ci sono solo buone notizie.

    Il primo elemento da considerare è la chiara stagionalità dei quattro coronavirus che sono endemici nella popolazione umana (CoV-HKU1, CoV-OC43, CoV-NL72 e CoV-229E), come emerso in modo straordinariamente chiaro dalla studio di Nickbashkh et al “Epidemiology of seasonal coronaviruses: Establishing the context for COVID-19 emergence” JIAA 2020 (vedi figura sotto, che penso capisca davvero chiunque). Ricordo anche che SARS-CoV-1, l’agente responsabile della prima SARS, arrivò a novembre e sparì guarda caso, a giugno, mentre su MERS non ci si può pronunciare perché il virus non si è mai trasmesso con efficienza nella popolazione umana. Sono indizi certo, ma piuttosto forti. Immaginate di aver scoperto un nuovo felino che ha i denti di una tigre, gli artigli di un leone, la pelliccia di un leopardo, i baffi di un puma e così via. Secondo voi, anche se non lo abbiamo mai visto mangiare, sarebbe azzardato prevedere che si nutra di carne e non di erba?

    Il secondo elemento da considerare è che COVID-19 sembra essere meno letale dove fa più caldo, soprattutto se unito a bassa umidità relativa. Un chiaro gradiente di letalità sull’asse Nord Sud si è manifestato in Italia, dove oltre il 90% dei morti sono stati nelle regioni sopra Toscana e Marche (comprese), dove vive il 55% della popolazione italiana, mentre dal Lazio in giù si sono verificati meno del 10% dei decessi. Un simile gradiente si è verificato tra Nord e Sud della Spagna, tra Nord-Est e Sud-Ovest della Francia, e negli Stati Uniti, dove gli stati del Nord che raccolgono il 45% della popolazione hanno visto il 79% dei decessi contro il 21% dei decessi negli stati del Sud che raccolgono il 55% della popolazione americana. Prendiamo poi il caso di Canada e Australia, due paesi lontani ma simili. Hanno una popolazione abbastanza simile diffusa in un territorio vastissimo (37 milioni di abitanti in 9.9M di Km2 il Canada, 25 milioni in 7.6M di Km2 l’Australia), simili sistemi di governo, una forte tradizione di democrazia e libertà, e un servizio sanitario pubblico e universale. Di fronte alla pandemia di COVID-19, le due nazioni hanno messo in atto provvedimenti simili di «isolamento sociale» e con tempistica molto simile. Le prime morti da COVID si sono verificate in entrambi i paesi il 9 marzo, e il 10 marzo c’erano 98 casi attivi in Canada e 107 in Australia. Dopo oltre due mesi, a fine maggio, il Canada ha 90.179 casi e 7.073 morti accertati, mentre l’Australia ha 7.185 e 103 morti. Ricordiamo infine la bassa letalità di COVID-19 in Paesi dal clima caldo e secco, come nel Golfo e Nord Africa, ma anche in Ethiopia, Kenya, Senegal etc. Mentre il Brasile, che ha zone ad alta umidità e va verso il pieno inverno (adesso sono 13 gradi a San Paolo, la zona più colpita), ha una mortalità abbastanza alta.

    Ma come funziona la stagionalità? Ricordo innanzitutto che la teoria classica secondo cui il clima caldo e secco protegge da COVID-19 e dai virus respiratori in generale prevede che le alte temperature e bassa umidità relativa portino non solo meno infezioni, ma anche un decorso clinico meno grave, in quanto inoculi virali più piccoli sono meno capaci di raggiungere i polmoni, come dimostrato in vari modelli animali. Ricordo che quando si dice «a questo virus non piace caldo» non ci riferisce alla temperatura a cui il virus stesso viene disattivato, ma alle temperature che rendono instabili attraverso rapida evaporazione le goccioline di fomiti (saliva, starnuti, tosse) che trasportano il virus nell'ambiente. Questo meccanismo è noto ai virologi da decenni, e spiega perché tutte le infezioni virali respiratorie (Influenza, para-influenza, RSV, rhino, adeno, etc), sono altamente stagionali, con chiarissima predilezione per l'inverno.

    Infine è importante ricordare come fattori di tipo comportamentale (si tende a stare più vicini quando fa freddo e più lontani quando fa caldo, ca va sans dire) e legati alla fisiologia dell’apparato respiratorio (le temperature fredde sembrano ridurre la clearance muco-ciliare e forse anche altre funzioni difensive della mucosa respiratoria) contribuiscono in modo potenzialmente importante al fenomeno della stagionalità dei virus respiratori in generale e dei coronavirus in particolare.

    Nonostante l’ottimismo sia la “bandiera” di questa pagina, stavolta chiudo questo post con una nota di CAUTELA. L’altra faccia della medaglia della stagionalità, che oggi ci sorride aiutando a sbarazzarci da SARS-CoV-2, è la notevole possibilità che l’infezioni ritorni a fine autunno inizio inverno (direi dicembre, se dovessi fare una previsione) e si rimetta a causare infezioni più severe di oggi perché legate ad inoculi con cariche virali più elevate. Questo punto non può essere omesso, perché essere ottimisti non significa essere dei giuggioloni che ridendo e scherzando vanno a schiantarsi contro un muro. Ma ricordiamoci anche che se il virus tornasse a dicembre – cosa probabile ma non sicura – stavolta lo accoglieremo con un tridente potente di MONITORAGGIO, PREPARAZIONE, e MIGLIORI TERAPIE, in modo tale che mai si ripetano i disastri del marzo 2020.

    Immagine

    Personalmente l'ottimismo di Silvestri mi dà nausea, voglio essere sincero. L'ottimismo non è scientifico. Scientifica è una neutralità che non deve risentire di ottimismo a priori, nè di pessimismo.
    Chissà se Silvestri ha fatto pillole di ottimismo anche a Febbraio o inizio Marzo, e chissà come le sono risalite le pillole...

    Sulla stagionalità manca chissà come mai il cenno ai paesi tropicali. Non una citazione all'India o al Medio Oriente, e mi cita il Brasile dove l'area più colpita è l'Amazzonia che non vive inverni. Questo lo chiamo cherry-picking.

  8. #42298
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,725
    Menzionato
    334 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    conferme alle parole di Zangrillo da uno studio del San Raffaele di Milano, a cura del prefessor Clementi.

    «Il coronavirus è meno capace di replicarsi»: lo studio del San Raffaele citato da Zangrillo - Corriere.it

    intanto Zangrillo rincara la dose, e dichiara che il distanziamento sociale non ha alcuna base scientifica!!
    Alberto Zangrillo a Libero, il coronavirus e gli errori di governo ed esperti: "La scienza non dice di restare distanti" – Libero Quotidiano
    Praticamente è come quel meme di Obama che dà la medaglia a sè stesso.

    Ci sono moltissimi motivi per cui la carica virale potrebbe essere inferiore: i tamponi di Maggio sono stati eseguiti quando molti stavano già in via di guarigione (come sostiene Galli), i tamponi sono fatti a giovani che hanno meno carica virale in linea di massima, i tamponi di Maggio sono fatti alla gente con esito buono dell'infezione (il 90% dei malati).

    Senza aver fatto questi distinguo, è carta straccia quella constatazione. A Marzo avrebbero potuto trovare gli stessi risultati se i tamponi non li avessero fatti solo ai pazienti in fin di vita.

  9. #42299
    Vento fresco L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    2,907
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    I dati odierni sui NUOVI contagi per ora recitano questo:

    Veneto: 2
    Basilicata: 0
    Umbria: 0
    Marche: 0

    Che dire? A meno di un grande numero proveniente dalla Lombardia oggi si potrebbe tirare fuori un dato minore di 200.
    E saranno ex positivi ormai, come già scritto.
    O situazione di 10 gg fa.
    Avanti avanti, riaprire tutto thx

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

  10. #42300
    Burrasca forte
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,725
    Menzionato
    334 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Se si sta tutti al chiuso (stagione fredda o stagione delle piogge), ho maggior probabilità di inalare droplets con particelle virali. E le inalerò "quasi intatte", ossia con carica virale, mettiamo, al 90%.
    Se si sta tutti all'aperto (stagione calda o stagione secca), anzitutto ho minor probabilità in percentuale di inalare droplets (perchè l'ambiente esterno è sconfinato rispetto ad una stanza o un locale), e in secondo luogo saranno particelle virali già "indebolite", poichè con minore sospensione nell'aria, e carica virale, diciamo, al 40%.
    Motivo per cui i malati "di adesso" rispetto a quelli di marzo hanno una carica virale molto più bassa, e dunque la malattia ha un decorso meno pericoloso.
    Non si tratta di una mutazione del virus, o almeno, non credo, si tratta di una grossa mano data dalla stagione che avanza e dall'abitudine a stare fuori.
    Ottima spiegazione!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •