Pagina 5400 di 5400 PrimaPrima ... 44004900530053505390539853995400
Risultati da 53,991 a 53,996 di 53996

Discussione: Nuovo Virus Cinese

  1. #53991
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    42
    Messaggi
    252
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Simotgl Visualizza Messaggio
    Ma infatti questo continuo sottolineare la presunta limitata pericolosità del tutto.....ha stufato!!

    Due miei nonni hanno 90 anni e mio babbo 70, quindi dovrei vederla in modo positivo che si muoia in media a 80anni?!?

    Ci sono decine e decine di altre enormi complicanze causate dal virus ai 60/50/40enni oltre a provocare la morte degli 80enni.....si è capito questo oppure dobbiamo ribadirlo ogni 2 post?!?

    Già solo le morti avute hanno abbassato statisticamente l'aspettativa di vita di un italiano di quasi un'anno, le complicanze dalle lievi alle peggiori stanno peggiorando la qualità della salute della vita da ora in avanti e la accorceranno di un altro anno (lo constateremo statisticamente solo fra un decennio). Basta questo?!?

    Inviato dal mio Redmi Note 4 utilizzando Tapatalk
    Sbagliato vedere solo la mortalità.
    I soggetti che ho descritto sopra avevano avuto sintomi influenzali. Niente ospedale niente terapia intensiva
    Ma per capire le reali conseguenze ci vorranno anni. Potrebbe comportarsi come un herpes simplex. Rimane silente nell'organismo, al primo calo delle difese immunitarie crea problemi. Quali non lo sapremo se non fra anni.
    Personalmente faccio molta attenzione a non prenderlo pur avendo 42 anni e non 70.

  2. #53992
    Burrasca L'avatar di Franzoso
    Data Registrazione
    06/06/04
    Località
    Milano (Forlanini)
    Età
    31
    Messaggi
    7,044
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    DATI LOMBARDIA 22/09
    • tamponi effettuati: 14.808
    • i nuovi casi positivi: 182 (di cui 26 ‘debolmente positivi’ e 21 a seguito di test sierologico)
    • i guariti/dimessi totale complessivo: 79.078 (+229)
    • in terapia intensiva: 34 (-2)
    • i ricoverati non in terapia intensiva: 294 (+11)
    • i decessi, totale complessivo: 16.925 (+2)


    I nuovi casi per provincia:


    • Milano: 76, di cui 47 a Milano città;
    • Bergamo: 11;
    • Brescia: 3;
    • Como: 3;
    • Cremona: 0;
    • Lecco: 2;
    • Lodi: 1;
    • Mantova: 5;
    • Monza e Brianza: 12;
    • Pavia: 35;
    • Sondrio: 2;
    • Varese: 6.

    Direi dati più che buoni qui.

    Guidonia 107mt s.l.m.
    Davis Vantage Vue

  3. #53993
    Burrasca L'avatar di Simotgl
    Data Registrazione
    18/12/09
    Località
    Tavullia (PU) 140m
    Età
    39
    Messaggi
    5,691
    Menzionato
    68 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Simotgl Visualizza Messaggio
    DATO NAZIONALE


    In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 300.897 persone (+1.392 rispetto a ieri, +0,5%; ieri +1.350) hanno contratto il virus Sars-CoV-2 .


    Di queste, 35.738 sono decedute (+14; ieri +17) e sono state dimesse 219.670 (+967, +0,4%; ieri +352). Attualmente i soggetti positivi dei quali si ha certezza sono 45.489 (+410, +0,9%; ieri +981); il conto sale a 300.897 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia.


    I tamponi sono stati 87.303 (31.441 in più rispetto a ieri che erano stati 55.862).


    I pazienti ricoverati con sintomi sono 2.604 (+129, +5,2%; ieri +110), di cui 239 in terapia intensiva (+7, +3%; ieri +10).
    Cioè, abbiamo fatto praticamente come ieri con 30.000 tamponi in più!!!

    E con 87.000 tamponi abbiamo +1.400...se anche domani e i giorni a venire non sforiamo i 1.800 con 100.000 tamponi, direi che è un eccellente andazzo
    Le 3 cose più belle dall'entrata nel forum e nel mondo meteo : i "mammatus" post-temporale, il nevone 2012 e l'ASE..

  4. #53994
    Burrasca L'avatar di Simotgl
    Data Registrazione
    18/12/09
    Località
    Tavullia (PU) 140m
    Età
    39
    Messaggi
    5,691
    Menzionato
    68 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Franzoso Visualizza Messaggio
    DATI LOMBARDIA 22/09
    • tamponi effettuati: 14.808
    • i nuovi casi positivi: 182 (di cui 26 ‘debolmente positivi’ e 21 a seguito di test sierologico)
    • i guariti/dimessi totale complessivo: 79.078 (+229)
    • in terapia intensiva: 34 (-2)
    • i ricoverati non in terapia intensiva: 294 (+11)
    • i decessi, totale complessivo: 16.925 (+2)


    I nuovi casi per provincia:


    • Milano: 76, di cui 47 a Milano città;
    • Bergamo: 11;
    • Brescia: 3;
    • Como: 3;
    • Cremona: 0;
    • Lecco: 2;
    • Lodi: 1;
    • Mantova: 5;
    • Monza e Brianza: 12;
    • Pavia: 35;
    • Sondrio: 2;
    • Varese: 6.

    Direi dati più che buoni qui.
    I guariti/dimessi cominciano a essere più alti dei nuovi positivi....ottimo, almeno lì sta andando come 2 settimane fa dicevo che speravo cominciasse ad andare.
    Le 3 cose più belle dall'entrata nel forum e nel mondo meteo : i "mammatus" post-temporale, il nevone 2012 e l'ASE..

  5. #53995
    Burrasca L'avatar di Franzoso
    Data Registrazione
    06/06/04
    Località
    Milano (Forlanini)
    Età
    31
    Messaggi
    7,044
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Simotgl Visualizza Messaggio
    I guariti/dimessi cominciano a essere più alti dei nuovi positivi....ottimo, almeno lì sta andando come 2 settimane fa dicevo che speravo cominciasse ad andare.
    si, notevoli anche i quasi 15k tamponi, valori sempre più alti, e le due persone in meno in TI, ottimo.

    Guidonia 107mt s.l.m.
    Davis Vantage Vue

  6. #53996
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    42
    Messaggi
    252
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Grazie dello studio!

    Gli ho dato una lettura.
    Sono rimasto soddisfatto. Hanno anche usato il metodo Rogan and Gladen (mai sentito prima, ma da quanto ho cercato è il corrispondente del metodo statistico usato per omogeneizzare i dati nelle serie storiche meteorologiche; in questo caso si "omogeneizzano" e correggono, tenendo conto della sensibilità e della specificità dei test usati, sempre imperfetti, i dati ottenuti dagli studi di sieroprevalenza) per correggere e leggere con affidabilità i dati grezzi che hanno ricavato.


    Un limite forte, da loro stessi indicato, è che lo studio è stato condotto su campioni di sangue da donatori a Manaus e San Paolo, e la fascia per donare sangue in Brasile è quella tra 16 e 64 anni, dunque taglia sia la fascia dei minorenni, sia quella degli anziani.
    Hanno provveduto a correggere anche questa discrepanza, ad ogni modo.

    Per ricavare la sieroprevalenza, hanno usato un test Abbott per la ricerca IgG e IgM.
    Hanno usato due misure di sensibilità e specificità: la prima fornita dalla ditta (0,4 S/C: 92,2% sensibilità; 96,7% specificità) e l'altra ricavata dal confronto con la tecnica di immuno-assay della Roche (ad altissima specificità, intrinseca al test: 99%) per stimare la sensibilità (risultato da loro ottenuto: 84%).


    Prima di esporre i risultati, vorrei sottolineare un aspetto interessante Immagine
    .
    Non solo la quota di anticorpi diminuisce nel tempo sempre più, ma anche lo stesso test sierologico vede abbassare la sua sensibilità man mano che passa tempo dall'infezione!
    In una coorte di pazienti ospedalizzati (dunque gravi), tra 20 e 33 giorni dal contagio, la sensibilità del test sierologico della Abbott era 91,8% (intervallo di confidenza 95%: 80-96%), suggerendo che l'8% circa dei pazienti gravi NON sviluppa anticorpi rilevabili (qui c'è una sfumatura di significato: non producono anticorpi, o non in dose sufficiente a essere riconosciuta dal test?).

    In una coorte di pazienti sintomatici ma con malattia lieve, nello stesso intervallo temporale dal'infezione, la sensibilità scende all'84,5% (intervallo di confidenza 95%: 78,7%-88,9%) indicando come la sieroconversione sia più bassa nei casi lievi.

    In campioni raccolti molto tempo dopo dal momento dell'infezione (50-131 giorni) la sensibilità del test diminuiva ulteriormente, fino a solo 80,4% (intervallo di confidenza 95%: 71,8%-86,4%), e ciò in accordo con la diminuzione ulteriore, con il tempo, degli anticorpi.


    Questo significa che non è tanto il test a non essere capace di rilevare anticorpi per un suo limite intrinseco, quanto la diminuzione o assenza di anticorpi anche in soggetti che hanno avuto la malattia gravemente a determinare la minore performance del test.


    Non solo: valutando come diminuiva la dose di anticorpi, hanno stimato la loro emivita in 106 giorni (CI 95%: 89-132).
    Ciò significa che ogni 106 giorni la quota di anticorpi di un soggetto si dimezza. E se molti partono già da una quota bassa, va da sè che questo è il motivo per cui dopo 100 giorni risultano negativi.



    Passando ora ai risultati finali, questa tabella li riassume, indicando anche gli intervalli temporali da cui i campioni sono stati attinti:


    Allegato 538097

    Nella sezione in alto, i dati di Manaus.
    In quella in basso i dati di San Paolo.

    Facendola breve:

    • crude prevalence indica il dato crudo, cioè la percentuale di campioni positivi al test sul totale dei campioni
    • weighted prevalence è il dato corretto per fasce d'età
    • il dato finale filtrato e pulito corrisponde a sensitivity and specificity adjusted data, che costituiscono il corrispondente dei dati omogeneizzati in meteorologia come vi dicevo
    • la seroreversion adjusted data corrisponde invece al dato della sieroprevalenza reale, cioè la percentuale di popolazione che si è infettata per davvero.



    Può apparire controintuitivo che la "seroreversion adjusted data" sia superiore al dato della "sensitivity and specificity adjusted data", ma in realtà ha senso: come potete vedere, la percentuale di campioni positivi agli anticorpi sta diminuendo fin da Luglio, e questo perchè molti si stanno negativizzando come vi ho spiegato prima.
    Di conseguenza, la reale percentuale di persone infettatesi è maggiore, ovviamente, del picco registrato a Giugno.

    Sono riportati i dati di sieroprevalenza ottenuti sia con il solo test Abbott (1.4 S/C), sia con l'immunoassay (specificità 99%; 0.4 S/C).



    A Manaus emerge una percentuale di popolazione che si è infettata compresa dunque tra il 44 e il 66% (il dato del 44% non tiene conto della falsa negatività e della perdita degli anticorpi con il progredire del tempo).
    A San Paolo invece del 22,4%.

    Ma soprattutto, considerando tutti i morti sia diagnosticati col tampone, sia con quadro sintomatico riconducibile al Covid, l'IFR (cioè il vero tasso di mortalità) a Manaus è stato dello 0,28%.
    A San Paolo invece dello 0,72%.


    Posso dirvi che la misura è ottima: ho adoperato il mio metodo standard di calcolo della mortalità, che è estremamente alto (lo so da Maggio, ma lo uso come "worst case scenario").
    Ebbene, a Manaus sarebbe dello 0,5%. Considerando che appunto è uno scenario estremo, la stima dello 0,3% è assolutamente realistica.

    Il maggior IFR a San Paolo deriva dalla presenza più cospicua di anziani nella popolazione.



    Ultima nota: viene detto che a metà Maggio un altro test sierologico era stato condotto a Manaus, ottenendo una sieroprevalenza del 12,5% (quando nello studio, come abbiamo visto, la "crude prevalence" stimata a Maggio era del 40%!).
    Loro imputano la differenza al fatto che mentre lo studio è stato eseguito su campioni di sangue (prelevati dunque dalla circolazione principale), il test sierologico di metà Maggio era un test pungi-dito, che prelevava sangue dai capillari dell'ultima falange.
    Probabilmente la sensibilità dei test al sangue capillare è dunque inferiore alla sensibilità al sangue profondo, e questo, concludono, dovrebbe far puntare a esaminare campioni di sangue da donatori.
    Probabilmente la sensibilità dei test al sangue capillare è dunque inferiore alla sensibilità al sangue profondo

    Su questo ti posso dare conferme anche io.

    QUale è l'eta media delle due città? Un'altra cosa che mi chiedo è che tipo di clima hanno, rispetto a quello italiano.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •