Pagina 6101 di 7128 PrimaPrima ... 510156016001605160916099610061016102610361116151620166017101 ... UltimaUltima
Risultati da 61,001 a 61,010 di 71276

Discussione: Nuovo Virus Cinese

  1. #61001
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    23
    Messaggi
    2,213
    Menzionato
    449 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Ci sono misure messe in atto in Islanda? Forse lo dicesti giorni fa, ma non ricordo
    Sì lockdown abbastanza stretto, chiusi ristoranti, pub e altri esercizi pubblici e locali. Copincollo da un'autorevole testata islandese:

    Domestic Restricions

    Restrictions were tightened nationally on October 5, and further tightened for the Reykjavík capital area as of October 7, with minor changes implemented as of October 20. The national restrictions include a gathering ban on groups over 20 and two-metre social distancing between individuals who do not have a close relationship. Bars and clubs are closed across the country. In Reykjavík, swimming pools and businesses whose services require close contact or proximity (such as hair salons) have been closed.
    If distancing cannot be ensured, face masks that cover the mouth and nose must be worn. This applies nation-wide, for example on public transportation and for businesses such as hair salons and massage parlours (open outside the capital area), as well as for audience members attending concerts or other performances. Masks are mandatory on public transportation and in secondary schools and universities in the capital area. Children (primary school age and younger) are exempted from these rules.
    Workplaces and institutions are charged with applying distancing and hygiene regulations.
    These measures do not affect international airports, ports, planes or ships.
    The current domestic COVID-19 regulations will be in effect until November 10. This article will be updated as measures are changed.
    Siete in ogni mio respiro, in ogni pulsazione del ventricolo, nell'inchiostro di questa biro.

  2. #61002
    Vento moderato
    Data Registrazione
    30/10/03
    Località
    Parma
    Messaggi
    1,141
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    di certo meglio che la Francia. l'opinione pubblica si sposta in un attimo, lasci correre il virus e dacché sono tutti "evviva andiamo allo stadio tanto chissenefrega", quando pressoché ogni famiglia viene toccata personalmente, diventano tutti "assassini maledetti adesso dovete pagare".
    la strada intrapresa è quella eh... 80k contagi al giorno li fai coi picchi influenzali, dove muoiono circa il 90% in meno delle persone rispetto a questo virus, che ne ammazza DIECI VOLTE TANTO, stando forse stretti, ahimè...

    PS: con 40k contagi e 20% di positività (curioso di vedere quella sulle persone testate) sono ALMENO 80k al giorno, secondo me.
    Impressione mia, ma questa seconda ondata non porterà a LD serrati come a Marzo. In Francia non si sa più come commentare i bollettini quotidiani visto che sono fuori scala da praticamente un mese, ma oltre a un coprifuoco notturno non si va, gli stadi sono ben frequentati e chissà che altro.
    Idem in Spagna, dove leggevo che hanno vietato riunioni "sociali" dalle 00 alle 06 ma pensano di prolungare le aperture dei bar e ristoranti.
    Ho quasi certezza che fondamentalmente si lascerà percorrere al virus il suo naturale corso, tamponando dove possibile senza stravolgere l'attività economica e sociale della popolazione e nazione.
    Chissà se seguiremo anche noi il loro metodo

  3. #61003
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    32
    Messaggi
    24,400
    Menzionato
    89 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Situazione del Piemonte

    Oggi 12.665 tamponi, dei quali 2.032 positivi tasso di positività al 16,0% un valore così alto lo si ritrova solo il 16 aprile. +5 in Ti e +9 decessi.
    I casi attivi salgono così a 1.682... pensate che all'inizio della settimana - appena quattro giorni fa - erano meno della metà

    La mia provincia sforna un terrificante +354 positivi, il maggiore aumento di sempre.

    Nuovo Virus Cinese-cattura01.jpg

    Ho alcuni colleghi e conoscenti in isolamento in attesa di tampone. Si sono ufficialmente infettati l'1,03% degli abitanti della mia provincia da inizio pandemia. Un numero fortemente - ma fortemente - sottostimato.

    Tuttavia... c'è un ma.
    Vi ricordate ieri sera che si parlava dei molti casi piemontesi e cuneesi causati dalla possibile vicinanza alla Francia?
    L'emblema è la mia valle, la Valle Stura, dove molti francesi hanno le seconde case. Ebbene, stando a questo dovremmo avere una situazione quantomeno esplosiva almeno da giugno/luglio.
    E invece? Quasi nulla.
    Argentera (comune di confine): 1 positivo ma non domiciliato lì (ricoverato da tempo in una struttura fuori valle)
    Pietraporzio: 0 casi
    Sambuco: 2 casi: la mamma della mia collega (rientrata dalla Francia) e suo marito
    Vinadio: 1 caso (una ragazza di 18 anni, che probabilmente si è infettata a scuola a Cuneo)
    Aisone: 0 casi
    Demonte: 2 casi (di cui 1 ricoverato da tempo in struttura fuori valle)
    Moiola: 0 casi
    Valloriate: 1 caso (dovrebbe essere una ragazza se non erro)
    Rittana: 0 casi
    Gaiola: 4 casi: è un unico nucleo familiare tornato da poco da un viaggio a Napoli in pullman, dunque - al 99% - si sono contagiati con quel mezzo.
    Roccasparvera: 4 casi, di cui 2 operatori sanitari
    Vignolo: 10 casi (ignoro i dettagli, vedo domani di caprine di più)

    In pratica - qui nella valle - abbiamo numeri inferiori rispetto alla prima ondata di primavera, nonostante, a livello provinciale e regionale, siamo messi molto molto peggio.
    Lou soulei nais per tuchi

  4. #61004
    Vento moderato L'avatar di GiagiKarlo
    Data Registrazione
    31/12/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    16
    Messaggi
    1,223
    Menzionato
    27 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Pelleco Visualizza Messaggio
    Scommetto che, mentre la mamma ti allattava, acceleravi il tutto per vedere l’uscita delle reading!
    A 6 mesi già premevo F5
    Avatar: temporale dietro l'Appennino, 10 settembre 2020.

  5. #61005
    Tempesta L'avatar di Mario85
    Data Registrazione
    30/12/08
    Località
    LUCERA
    Età
    34
    Messaggi
    11,191
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Stavo pensando se arriva un'ondata di freddo da neve in pianura i primi di Dicembre, ma con il lockdown

  6. #61006
    Vento forte L'avatar di Julio
    Data Registrazione
    05/02/08
    Località
    Bernalda (Matera) - 130 m.s.l.m.
    Messaggi
    4,200
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Paradossi inspiegabili, oggi anche qui ci sono stati fino a 10 casi ciascuno in comuni di 3.000 abitanti.
    1 solo caso qui oggi, comune molto più grosso, ma ancora una volta si tratta di un caso importato. Non so che fine farebbero certi comuni in cui il primo ospedale si trova a decine di km di distanza, con strade al limite della decenza.

  7. #61007
    Brezza tesa L'avatar di Musoita
    Data Registrazione
    03/09/12
    Località
    Cesenatico
    Messaggi
    846
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Monitoraggio settimanale Covid-19, report 12-18 ottobre


    • Si riporta una analisi dei dati relativi al periodo 12-18 ottobre 2020. Per i tempi che intercorrono tra l’esposizione al patogeno e lo sviluppo di sintomi, e tra questi e la diagnosi e successiva notifica, verosimilmente molti dei casi notificati in questa settimana hanno contratto l’infezione tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre. Alcuni dei casi identificati tramite screening, tuttavia, potrebbero aver contratto l’infezione in periodi antecedenti.
    • Si continua a osservare un forte incremento dei casi che porta l’incidenza cumulativa (dati flusso ISS) negli ultimi 14 gg a 146,18 per 100.000 abitanti (periodo 5/10-18/10) (vs di 75 per 100.000 abitanti nel periodo 28/9-11/10). Nello stesso periodo, il numero di casi sintomatici è passato da 15.189 (periodo 28/9-11/10) a 27.114 (periodo 5/10-18/10).
    • L’aumento di casi è diffuso in tutto il Paese, con tutte le Regioni/PPAA che riportano un aumento nel numero di casi diagnosticati rispetto alla settimana precedente (flusso MdS). Questa settimana, soltanto uno su quattro dei casi è stato rilevato attraverso attività di tracciamento di contatti, mentre il 31,7% è stato rilevato attraverso la comparsa dei sintomi. Scende anche la percentuale dei casi rilevati attraverso attività di screening (25,8% vs 31.1% della settimana precedente). Nel 16,9% dei casi non è stato riportato l’accertamento diagnostico.
    • Nel periodo 01 - 14 ottobre 2020, l’Rt calcolato sui casi sintomatici è pari a 1,50 (95%CI: 1,09 -1,75). Per dettagli sulle modalità di calcolo ed interpretazione dell’Rt riportato si rimanda all’approfondimento disponibile sul sito dell'Istituto Superiore di Sanità. Sono riportati segnali di allerta della resilienza dei servizi territoriali in tutte le Regioni/PA.
    • L’epidemia è in rapido peggioramento e compatibile complessivamente con un scenario di tipo 3 con rapidità di progressione maggiore in alcune Regioni italiane: si riscontrano infatti valori di Rt superiori a 1,25 nella maggior parte delle Regioni/PA italiane e segnali che si riesca solo modestamente a limitare il potenziale di trasmissione di SARS-CoV-2. Si osserva una rapida crescita dell’incidenza, impossibilità sempre più frequente di tenere traccia di tutte le catene di trasmissione e rapido aumento del carico sui servizi assistenziali con aumento dei tassi di occupazione dei posti letto ospedalieri sia in area critica che non critica.
    • Sono complessivamente 7.625 i focolai attivi, di cui 1.286 nuovi, quindi anche se sono in aumento i focolai attivi, per la prima volta in undici settimane è in diminuzione il numero di nuovi focolai (nella precedente settimana di monitoraggio erano stati segnalati 4.913 focolai attivi di cui 1.749 nuovi). Questa diminuzione è probabilmente dovuta al forte aumento di casi per cui i servizi territoriali non hanno potuto individuare un link epidemiologico: sono stati segnalati 23.018 casi non associati a catene di trasmissione note (vs 9.291 la settimana scorsa) che corrisponde al 43,5% del totale di casi notificati questa settimana. Sono stati riportati focolai nella quasi totalità delle province (106/107). La maggior parte di questi focolai continua a verificarsi in ambito domiciliare (81,7%) che al momento rappresenta un contesto di amplificazione della circolazione virale e non il reale motore dell’epidemia.
    • Questa settimana sono in aumento i focolai in cui la trasmissione potrebbe essere avvenuta in ambito scolastico anche se la trasmissione intra-scolastica appare ancora limitata (3,5% di tutti i nuovi i focolai in cui è stato segnalato il contesto di trasmissione). È tuttavia chiaro che le attività extra e peri-scolastiche possono costituire un innesco di catene di trasmissione laddove non vengano rispettate le misure di prevenzione previste.
    • Questa settimana, a livello nazionale, si è osservato un importante aumento nel numero di persone ricoverate (7.131 vs 4.519 in area medica, 750 vs 420 in terapia intensiva nei giorni 18/10 e 11/10, rispettivamente) e, conseguentemente, aumentano i tassi di occupazione delle degenze in area medica e in terapia intensiva, con alcune Regioni/PPAA sopra 10% in entrambe le aree. Se l’andamento epidemiologico mantiene il ritmo attuale, esiste una probabilità elevata che numerose Regioni/PPAA raggiungano soglie critiche di occupazione in brevissimo tempo.

    Conclusioni:

    • La situazione descritta in questo report evidenzia segnali di criticità dei servizi territoriali e del raggiungimento imminente di soglie critiche dei servizi assistenziali di numerose Regioni/PA.
    • L’evidenza di casi rapidamente in aumento con Rt nazionale di 1.5 nel suo valore medio e significativamente sopra 1 indicano una situazione complessivamente e diffusamente molto grave sul territorio nazionale con rischio di criticità importanti a breve termine in numerose Regioni/PA italiane.
    • Il carico di lavoro non è più sostenibile sui servizi sanitari territoriali con evidenza di impossibilità di tracciare in modo completo le catene di trasmissione ed aumento in proporzione dei casi evidenziati per sintomi (che superano per la prima volta questa settimana quello dei casi identificati tramite contact tracing).
    • Sono necessarie misure, con precedenza per le aree maggiormente colpite, che favoriscano una drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone e che possano alleggerire la pressione sui servizi sanitari, comprese restrizioni nelle attività non essenziali e restrizioni della mobilità nonché l’attuazione delle altre misure già previste nel documento“Prevenzione e risposta a COVID-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di trasmissione per il periodo autunno-invernale”.
    • È fondamentale che la popolazione riduca tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo quando non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa quanto più possibile. Si ricorda che è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine. Si ribadisce la necessità di rispettare le misure raccomandate dalle autorità sanitarie compresi i provvedimenti quarantenari dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi.
    • Si invitano nuovamente le Regioni/PA a realizzare una rapida analisi del rischio, anche a livello sub-regionale, e di considerare un tempestivo innalzamento delle misure di mitigazione nelle aree maggiormente affette in base al livello di rischio e sulla base delle linee di indirizzo fornite nel documento “Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale” trasmessa con Circolare del Ministero della Salute del 12/10/2020 Prot. 32732, in raccordo con il Ministero della Salute.

  8. #61008
    Brezza tesa L'avatar di Musoita
    Data Registrazione
    03/09/12
    Località
    Cesenatico
    Messaggi
    846
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Nuovo Virus Cinese-screenshot-2020-10-23-213542.jpg

  9. #61009
    Brezza tesa L'avatar di Musoita
    Data Registrazione
    03/09/12
    Località
    Cesenatico
    Messaggi
    846
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Nuovo Virus Cinese-screenshot-2020-10-23-213634.jpg

  10. #61010
    Bava di vento
    Data Registrazione
    14/08/17
    Località
    Trieste periferia sud
    Età
    38
    Messaggi
    220
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    A me sembra che tra gennaio 2020 ed oggi siano passati 9 anni e non 9 mesi.
    Cosi tanto e`cambiata la vita quotidiana.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •