Pagina 7738 di 10594 PrimaPrima ... 673872387638768877287736773777387739774077487788783882388738 ... UltimaUltima
Risultati da 77,371 a 77,380 di 105936

Discussione: Nuovo Virus Cinese

  1. #77371
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    40
    Messaggi
    3,478
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    masochismo dell'effetto sorpresa nono grazie, punterei prima a sconfiggerlo. soprattutto se l'immunità dura poco, non serve a niente, continui ad ammalarti in maniera perpetua. o si immunizzano tutti in pochi mesi (che significa disastro sanitario, ce lo dimentichiamo, e dunque economico 100 volte peggio dell'attuale), oppure è inutile, è un continuo ammalarsi nel tempo.
    Vabbè, continui a fraintendere..
    Vacciniamo anziani operatori e riapriamo tutto.
    Poi con calma anche gli altri, che si ammalano quasi sempre leggermente e senza ricovero.

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

  2. #77372
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    40
    Messaggi
    3,478
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da meteo_vda_82 Visualizza Messaggio
    Uscire dove? un attimo a fare la spesa e stop... una quarantena di 14 giorni puo' anche non essere così disastrosa se uno non ha sintomi e solo lievi, anzi tra pc e libri il tempo te lo passi... i familiari li senti al telefono (anche se sono vicini o se abitano nella stessa casa magari in un appartamento o stanze diverse).
    Preferisco farmi 14 gg così e morta li che 40 gg rinchiuso come in primavera.

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

  3. #77373
    Tempesta violenta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    13,853
    Menzionato
    721 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da SsNo Visualizza Messaggio
    Gli altri paesi che pubblicano questi dati da inizio pandemia ( Francia e Germania mi pare) che numeri hanno?
    La Germania ha visto 69mila pazienti nelle TI, ma ogni giorno ne entrano ancora dai 300 ai 400.
    In Francia ne sono entrati 52mila dai numeri ufficiali, e ancora ne entrano 200 quotidianamente.

    E' da dire però che in Francia molti dei pazienti non sono nemmeno arrivati alla TI, morivano prima. Lo stesso anche in Germania, ma non credo nelle stesse proporzioni di quanto successo in Francia.
    C'è poi anche il fattore differenza d'età.

    In Italia potremmo essere forse a 150mila allora, ma è un calcolo molto difficile da fare.

  4. #77374
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    29
    Messaggi
    21,796
    Menzionato
    301 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Vabbè, continui a fraintendere..
    Vacciniamo anziani operatori e riapriamo tutto.
    Poi con calma anche gli altri, che si ammalano quasi sempre leggermente e senza ricovero.

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
    no, non fraintendo, è che se lo lasci libero di correre anche vaccinando anziani e operatori sanitari fa mezzo disastro uguale e se non sei in grado di sostenere il ritmo di vaccinazione, l'immunità dopo un po' se ne va.
    cioè, non è così semplice nemmeno da questo lato più estremo, questo dico.
    chiaramente anche io avessi la garanzia di passarla come una banale influenza mi farei 14gg di quarantena prendendolo, ma siccome non ce l'ha nessuno questa garanzia anche con probabilità altissima che vada comunque così, è un bel rischio.
    io terrei le restrizioni quanto più ponderate possibili dal punto di vista sociale ed economico fino a che non si vaccinano non dico tutti, ma una buona metà.
    in un mondo ideale, con tante dosi di uno e dell'altro, io farei parallelamente una campagna per over 60 con Pfizer/Moderna e una per under 60 con AstraZeneca o chi per esso. perché comunque anche l'idea di vaccinare chi si muove di più non è totalmente stupida, anzi.
    Si vis pacem, para bellum.

  5. #77375
    Tempesta violenta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    13,853
    Menzionato
    721 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da meteo_vda_82 Visualizza Messaggio
    Se hai meno di 60 anni (tu ne hai 51 vedo) il rischio che la prendi in forma grave non sono così alti, anzi ..... nella fascia 40-60 ci sono più rischi di ammalarsi di cancro e, purtroppo, di morire di questa patologia oppure di infarto....

    Penso che tra le generazioni più giovani tanti sarebbero favorevoli a prenderselo consapevole di eventuali rischi di complicazioni (ma abbastanza trascurabili) per tornare ad una vita normale al più presto....
    Nei primi 50 anni di vita l'incidenza è di 15mila tumori l'anno su 30 milioni di italiani.
    Hai una probabilità inferiore allo 0,05% all'anno di ricevere una diagnosi di tumore per tutti i primi 50 anni di vita, e sopravviveresti in almeno il 70% dei casi. [1][2]

    Il rischio di prendersi in forma grave il Covid al di sotto dei 50 anni sono superiori (almeno 0,1-0,2% con tendenza all'1% nella fascia 40-50 anni), mentre il rischio di morte resta sempre molto superiore a quello del Covid.

    Il rischio di contagiarti non è però dello 0,05% l'anno, ma dello 0,1% al giorno in questa fase, il che significa che teoricamente nel corso dell'anno corri un rischio del 36% di ammalarti se tale resta l'incidenza.
    A dimostrazione di ciò, sono passati 11 mesi dallo scoppio della pandemia su larga scala in Italia, e in 11 mesi si è contagiato almeno il 15-20% della popolazione del Nord Italia dove il rischio è stato sempre più vicino a quello sopra. Non è il 36%, ma ci andiamo vicino.





    [1] https://www.aiom.it/wp-content/uploa...RM_01_Gori.pdf
    [2] L'incidenza dei tumori in Italia influenzata dal genere e dall'età - Quotidiano Sanità
    Ultima modifica di burian br; 30/01/2021 alle 16:57

  6. #77376
    Tempesta violenta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    13,853
    Menzionato
    721 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Nei primi 50 anni di vita l'incidenza è di 15mila tumori l'anno su 30 milioni di italiani.
    Hai una probabilità inferiore allo 0,05% all'anno di ricevere una diagnosi di tumore per tutti i primi 50 anni di vita, e sopravviveresti in almeno il 70% dei casi. [1][2]

    Il rischio di prendersi in forma grave il Covid al di sotto dei 50 anni sono superiori (almeno 0,1-0,2% con tendenza all'1% nella fascia 40-50 anni), mentre il rischio di morte resta sempre molto inferiore a quello del Covid.

    Il rischio di contagiarti non è però dello 0,05% l'anno, ma dello 0,1% al giorno in questa fase, il che significa che teoricamente nel corso dell'anno corri un rischio del 36% di ammalarti se tale resta l'incidenza.
    A dimostrazione di ciò, sono passati 11 mesi dallo scoppio della pandemia su larga scala in Italia, e in 11 mesi si è contagiato almeno il 15-20% della popolazione del Nord Italia dove il rischio è stato sempre più vicino a quello sopra. Non è il 36%, ma ci andiamo vicino.





    [1] https://www.aiom.it/wp-content/uploa...RM_01_Gori.pdf
    [2] L'incidenza dei tumori in Italia influenzata dal genere e dall'età - Quotidiano Sanità
    Per cui , paradossalmente, quest'anno corri un rischio di morire per Covid superiore a quello di morire per tumore.
    Mentre di tumore hai solo lo 0,016% di probabilità di morire tra tutte le cause di morte al di sotto dei 50 anni, la probabilità di morire per Covid nel corso di quest'anno è almeno dello 0,2% se hai più di 35 anni.

  7. #77377
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    33
    Messaggi
    25,451
    Menzionato
    117 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Vabbè, continui a fraintendere..
    Vacciniamo anziani operatori e riapriamo tutto.
    Poi con calma anche gli altri, che si ammalano quasi sempre leggermente e senza ricovero.

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
    Non sono favorevole alle riaperture totali.
    Mettiamo che riusciamo a vaccinare tutti gli over 80: sono 3.893.619 persone, ossia il 6,53% della popolazione. Dopotutto non sono così tanti, non è un obiettivo irrealizzabile, e così avremmo scongiurato probabilmente l'elevata mortalità della fascia più a rischio.
    Però diciamo che anche tra i 60 e gli 80 questo virus potrebbe essere pericoloso, e dunque potremmo dire: salvaguardiamo anche loro. E si tratta della bellezza di 13.033.282 persone, ossia il 21,85% della popolazione... insomma, non proprio due gatti.
    Ma mettiamo anche che ce la facciamo, per chissà quale miracolo... rimarrebbero esposti i meno a rischio, ossia gli under 60. La letalità under 60 potrebbe essere molto bassa in effetti, dunque, così su due piedi, potremmo anche pensare "Ok, riapriamo tutto".
    Il problema però non è solo la semplice letalità, ma l'elevato rischio di ospedalizzazione: trascurabile sui 20 anni, ma non così irrilevante a 50.
    Le persone nella fascia d'età 20-60 sono la bellezza di 31.528.519, ossia il 52,86% della popolazione: iniziano ad essere numeri molto, molto grossi. Se la letalità fosse anche solo dello 0,1% (la butto lì), vorrebbe dire una cosa come 31.300 morti... E' un'altra ecatombe, senza se e senza ma. E non parlo nemmeno del rischio di ospedalizzazione: se anche solo l'1% (mi tengo bassissimo) dei 20-60 necessitasse di un ricovero, vorrebbe dire 315.300 ricoverati... Ma dove li abbiamo tutti questi posti disponibili? Questo genererebbe una nuova pressione pazzesca sul sistema sanitario, col rischio di collasso, cure approssimative, e dunque ancora più morti.
    La soluzione non potrà mai essere una riapertura totale, ma solo allentamento progressivo delle misure, in modo che ci si ammali (il meno possibile) ma comunque in maniera scaglionata e dilazionata nel tempo, di modo che il sistema ospedaliero possa reggere.
    Sono questi tipi di aperture che auspico: parziali e progressive. Ovviamente ci sarà un nuovo aumento di ricoveri, di decessi, di terapie intensive, ma sarà inevitabile. Ma sarà fondamentale avere questo aumento entro certi limiti, compatibili con la tenuta di tutto.
    Lou soulei nais per tuchi

  8. #77378
    Tempesta violenta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    13,853
    Menzionato
    721 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Roby Visualizza Messaggio
    III aggiornamento dall' Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie:

    I virus caratterizzati in Veneto da novembre 2020 appartengono a undici diversi lineage (Rambaut et al., 2020) (B.1.1.1, B.1.1.217, B.1.1.241, B.1.160, B.1.160.7, B.1.177, B.1.221, B.1.258, B.1.177.7, B.1.1.7 e A), di cui quattro appartengono a una delle varianti selezionate dal Centro Europeo per la prevenzione e controllo delle malattie (ECDC) come varianti che destano preoccupazione e da monitorare con attenzione, o più precisamente “variants of current concern”.
    Nessuno dei campioni analizzati finora appartiene alla variante sudafricana (501.V2) o a quella brasiliana (P.1).
    In quale percentuale dei campioni si trova la variante inglese? E' scritto?

  9. #77379
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    14,851
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Citazione Originariamente Scritto da Lou_Vall Visualizza Messaggio
    Non sono favorevole alle riaperture totali.
    Mettiamo che riusciamo a vaccinare tutti gli over 80: sono 3.893.619 persone, ossia il 6,53% della popolazione. Dopotutto non sono così tanti, non è un obiettivo irrealizzabile, e così avremmo scongiurato probabilmente l'elevata mortalità della fascia più a rischio.
    Però diciamo che anche tra i 60 e gli 80 questo virus potrebbe essere pericoloso, e dunque potremmo dire: salvaguardiamo anche loro. E si tratta della bellezza di 13.033.282 persone, ossia il 21,85% della popolazione... insomma, non proprio due gatti.
    Ma mettiamo anche che ce la facciamo, per chissà quale miracolo... rimarrebbero esposti i meno a rischio, ossia gli under 60. La letalità under 60 potrebbe essere molto bassa in effetti, dunque, così su due piedi, potremmo anche pensare "Ok, riapriamo tutto".
    Il problema però non è solo la semplice letalità, ma l'elevato rischio di ospedalizzazione: trascurabile sui 20 anni, ma non così irrilevante a 50.
    Le persone nella fascia d'età 20-60 sono la bellezza di 31.528.519, ossia il 52,86% della popolazione: iniziano ad essere numeri molto, molto grossi. Se la letalità fosse anche solo dello 0,1% (la butto lì), vorrebbe dire una cosa come 31.300 morti... E' un'altra ecatombe, senza se e senza ma. E non parlo nemmeno del rischio di ospedalizzazione: se anche solo l'1% (mi tengo bassissimo) dei 20-60 necessitasse di un ricovero, vorrebbe dire 315.300 ricoverati... Ma dove li abbiamo tutti questi posti disponibili? Questo genererebbe una nuova pressione pazzesca sul sistema sanitario, col rischio di collasso, cure approssimative, e dunque ancora più morti.
    La soluzione non potrà mai essere una riapertura totale, ma solo allentamento progressivo delle misure, in modo che ci si ammali (il meno possibile) ma comunque in maniera scaglionata e dilazionata nel tempo, di modo che il sistema ospedaliero possa reggere.
    Sono questi tipi di aperture che auspico: parziali e progressive. Ovviamente ci sarà un nuovo aumento di ricoveri, di decessi, di terapie intensive, ma sarà inevitabile. Ma sarà fondamentale avere questo aumento entro certi limiti, compatibili con la tenuta di tutto.
    Condivido

  10. #77380
    Tempesta violenta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    13,853
    Menzionato
    721 Post(s)

    Predefinito Re: Nuovo Virus Cinese

    Tra i 50 e 69 anni invece le diagnosi di tumore ogni anno sono 81mila, probabilmente sottostimate, facciamo quindi 90mila se volete. 90mila su 16,8 milioni di persone.
    La probabilità di ricevere una diagnosi di tumore è dunque dello 0,53% l'anno, con un rischio di morte del 65%.

    Hai invece un rischio cumulato di ammalarti di Covid, nel corso di quest'anno, con un'incidenza dello 0,05% al giorno, del 18%.

    Di nuovo, hai un rischio di morire per Covid pari allo 0,3% (il 2% di quel 18%).
    Corri invece un rischio di morire per cancro tra i 50 e 69 anni pari allo 0,2%.

    In ogni caso, anche tra i 50 e 69 anni corri nel 2021 una maggiore probabilità di morire per Covid piuttosto che per tumore.
    E non ho considerato gli effetti a lungo termine o i casi gravi.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •