Pagina 2 di 8 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 77
  1. #11
    Banned
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    269
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Citazione Originariamente Scritto da marcus86 Visualizza Messaggio
    Anche da me, piemonte, ci sono queste villette anni 60-70. Bisognerebbe sentire un architetto o qualcuno del settore per farci spiegare la storia, se c'è
    Ah ok! Quindi quello stile di villetta lì non c'è solo qua da me, probabilmente andava proprio "di moda" in quegl'anni.
    Sì, sarebbe interessante sentire degli esperti al riguardo

  2. #12
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    23
    Messaggi
    5,548
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Da noi le case singole (compresa la mia) sono in questo stile qua:Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano-3ed99529-e283-4f95-b4ba-f3bdc4720b64-38166-000007873303052f.jpg

    Comunque in Trentino negli ultimi anni si è spinto tanto sulle ristrutturazioni e ammodernamenti, una legge provinciale ha reso molto più conveniente infatti restaurare un vecchio edificio piuttosto che cominciare da zero (e menomale, consumo di suolo praticamente azzerato) e le ristrutturazioni di vecchie case sono davvero tante


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  3. #13
    Banned
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    269
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Citazione Originariamente Scritto da wtrentino Visualizza Messaggio
    Da noi le case singole (compresa la mia) sono in questo stile qua:Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano-3ed99529-e283-4f95-b4ba-f3bdc4720b64-38166-000007873303052f.jpg

    Comunque in Trentino negli ultimi anni si è spinto tanto sulle ristrutturazioni e ammodernamenti, una legge provinciale ha reso molto più conveniente infatti restaurare un vecchio edificio piuttosto che cominciare da zero (e menomale, consumo di suolo praticamente azzerato) e le ristrutturazioni di vecchie case sono davvero tante


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Eh sì, hanno chiaramente uno stile alpino. Lo si nota anche dal tipo di balconata, se non sbaglio.
    Da noi in pianura i balconi sono spesso di ferro, da voi in legno.

    Qua in Veneto da quello che so la legge regionale non solo spinge sulla ristrutturazione o sull'abbattimento del vecchio e ricostruzione dello stesso (o minore) volume, ma porprio vieta la costruzione nuova su terreno "vergine", a meno che uno non voglia fare un "trasferimento di volume". In pratica uno che ha un volume costruito (magari in un posto brutto o comunque in un'altra zona) può trasferire lo stesso identico volume (quindi non aumentandolo, o al limite diminuirlo se vuole) su un altro terreno, che deve però essere in certe zone (vicino ad un'area già urbanizzata di solito), andando a libera e rinaturalizzare il suolo dove era edificato il vecchio edificio.
    In questa maniera si crea un circolo di rigenerezione urbana, con l'obiettivo di arrivare appunto al consumo 0 di suolo mi pare previsto per legge europea.

    Qui in zona ho già visto fare simili cose.

  4. #14
    Banned
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    269
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Ed ecco le villette venete sempre anni '60 e '70 ma con la variante a tetto "sfalsato".
    Non sono un geometra quindi non so se è corretto il termine sfalsato

    Anche queste sono tipicissime qui nelle mie zone, sono identiche nello stile alle altre, hanno la scaletta esterna, il garage al piano terreno e di solito si differenziano per dei dettagli tipo la forma delle finestre sù in mansarda (alcuni a triangolo, altri delle fessure o altri ancora a forma di rombo).
    Inoltre le tapparelle in alcune sono colorate dei più svariati colori, dal verde acqua al rosso o arancio.
    Altri dettagli sono le lampade esterne, in alcune in quegl'anni avevano talmente tanta fantasia che sono a forma di ragno! Se ne trovo posto la foto!
    E la seconda ha il legno in alto che dà quel tocco alpino, almeno a me à quella sensazione
    Vorrei sentire in merito il parere di @wtrentino

    Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano-villetta-1.jpgEdilizia urbana e modelli di sviluppo urbano-villetta-2.jpgEdilizia urbana e modelli di sviluppo urbano-villetta-3.jpg

  5. #15
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Germania
    Messaggi
    2,876
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    De gustibus non est disputandum: io stesso, che da ragazzo (trasferito da Padova a Bologna e viceversa) odiavo le periferie di "casermoni", mi sono in parte ricreduto, anche vivendo nel Centro-Est Europa (alcune, non tutte, rimesse a nuovo, con bei colori e verde intorno, non sono affatto male). Anche nei quartieri di villette e piccoli condomini, ne esistono alcuni più belli ed altri più brutti; onestamente do la preferenza a quelli dal 1970 in poi, avendo più spazio e servizi.
    Non è tanto una questione di villette o casermoni, che peraltro odio anche io. E' che le villette costruite in quell'epoca fanno abbastanza schifo in Veneto poi risalgono soprattutto dagli anni '60 in poi, dato che negli anni '50 era ancora una regione molto rurale.

    Sull'urbanistica hai ragione, ma aggiungendo a quanto già detto da @Andreas94 , il Veneto (soprattutto media e alta pianura) è un territorio densamente popolato che un tempo era costituito di piccoli proprietari e mezzadri. Molti hanno semplicemente costruito o ristrutturato la propria casa, là dove lavoravano la terra; tanti ancora, dalle periferie urbane ai paesini, hanno il loro pezzo di terra di famiglia. Questo ovviamente è un problema dal lato del trasporto pubblico e del consumo di suolo, però dall'altro lato permette una qualità della vita (es. casa più grande con giardino e garage) più elevata a costi minori per le famiglie. Nelle città invece è proprio una politica permanente e ormai storica, quella di accordare bassi indici di cubatura per l'edificabilità, con qualche eccezione; anche qui, ad un maggiore consumo di suolo ed una minore efficacia dei mezzi pubblici, corrisponde però una maggiore vivibilità e minori situazioni di degrado urbano.
    La mezzadria però c'era anche in vaste aree dell'Italia centrale e anche se non sbaglio della Romagna, ma in nessuna di queste zone si è raggiunta l'intensità di sprawl che si è raggiunta in Veneto, mentre invece c'è un caso simile nella fascia prealpina lombarda dove la mezzadria non c'è mai davvero stata.
    Non è nemmeno tanto una questione di vivibilità e degrado, o meglio la vivibilità e l'assenza di degrado si possono ottenere anche, e meglio, con una pianificazione urbanistica ordinata: Germania e ancor di più Paesi Bassi hanno generalmente periferie fatte di villette o bassi condomini ma comunque con confini relativamente netti e poco sprawl, con qualche eccezione (Ruhr su tutte). Anzi, in quel modo si ottiene maggiore vivibilità, dato che si riducono traffico ed inquinamento ed è più facile differenziare funzionalmente gli spazi, mentre in Lombardia e Veneto è tutto un susseguirsi caotico di capannoni - rotonde - autostrade - villette - centri commerciali - tangenziali - capannoni - villette - eccetera.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  6. #16
    Banned
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    269
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Non è tanto una questione di villette o casermoni, che peraltro odio anche io. E' che le villette costruite in quell'epoca fanno abbastanza schifo in Veneto poi risalgono soprattutto dagli anni '60 in poi, dato che negli anni '50 era ancora una regione molto rurale.


    La mezzadria però c'era anche in vaste aree dell'Italia centrale e anche se non sbaglio della Romagna, ma in nessuna di queste zone si è raggiunta l'intensità di sprawl che si è raggiunta in Veneto, mentre invece c'è un caso simile nella fascia prealpina lombarda dove la mezzadria non c'è mai davvero stata.
    Non è nemmeno tanto una questione di vivibilità e degrado, o meglio la vivibilità e l'assenza di degrado si possono ottenere anche, e meglio, con una pianificazione urbanistica ordinata: Germania e ancor di più Paesi Bassi hanno generalmente periferie fatte di villette o bassi condomini ma comunque con confini relativamente netti e poco sprawl, con qualche eccezione (Ruhr su tutte). Anzi, in quel modo si ottiene maggiore vivibilità, dato che si riducono traffico ed inquinamento ed è più facile differenziare funzionalmente gli spazi, mentre in Lombardia e Veneto è tutto un susseguirsi caotico di capannoni - rotonde - autostrade - villette - centri commerciali - tangenziali - capannoni - villette - eccetera.
    Ma andrebbe un po' spiegata meglio la questione delle villette eh.
    Intanto oggettivamente non sono brutte, sono un po' ripetitive come stile magari.
    Presumo che oltre al lato estetico, dovessero anche rispondere a una certa praticità, capita che queste villette qua in Veneto sono abitate nel piano superiore e sotto hanno un'attività economica.

    Se poi parliamo di urban sprawl il discorso diventa molto ampio.
    In Veneto c'è molto questo fenomeno, ma è un fenomeno che appartiene allo sviluppo edilizio specialmente di 2 o 3 decenni precisi, gli anni '60, '70 e in parte '80. Già dagli anni '90 qualcosa inizia a cambiare e come ho già avuto modo di dire adesso esistono precise leggi regionali che impediscono di costruire con quei criteri, e tutelano le zone rurali e prevedono una rigenerazione urbana sostenibile.

    In realtà per la questione dello sviluppo "caotico" andrebbe spiegato anche che non è dappertutto così, nemmeno in pianura. Se vai nel Polesine non è affatto così. Di solito chi non vive qua ha la sensazione che sia tutto tanto costruito semplicemente perchè percorre strade o autostrade (tipo l'A4) dove per forza di cose si sviluppa una delle aree economicamente più attive e dinamiche dell'intero continente europeo e vede di continuo capannoni.
    Diciamo che lo sviluppo ha seguito spesso delle direttrici anche lungo la viabilità.
    Anche qua da me puoi trovare zone dove c'è il fenomeno dello urban sprawl e altre no.

    Comunque la Ruhr non è che sia un'eccezione eh, anzi.
    La cosidetta Ruhrgebiet è una Regione molto grande ed è forse assieme all'area padana una delle aree più importanti economicamente d'Europa.
    Ultima modifica di Andreas94; 25/03/2020 alle 15:33

  7. #17
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Germania
    Messaggi
    2,876
    Menzionato
    95 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Citazione Originariamente Scritto da Andreas94 Visualizza Messaggio
    Ma andrebbe un po' spiegata meglio la questione delle villette eh.
    Intanto oggettivamente non sono brutte, sono un po' ripetitive come stile magari.
    La villetta media costruita prima degli anni '90, incluse quelle che hai postato sopra, secondo me è proprio brutta. Cemento, infissi in metallo, materiali scadenti. E' la versione italiana delle casette suburbane del Midwest americano.

    Dopo sicuramente sono migliorate, è cambiato un po' tutto il paradigma socio-urbanistico e non solo in Veneto.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  8. #18
    Banned
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    269
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    La villetta media costruita prima degli anni '90, incluse quelle che hai postato sopra, secondo me è proprio brutta. Cemento, infissi in metallo, materiali scadenti. E' la versione italiana delle casette suburbane del Midwest americano.

    Dopo sicuramente sono migliorate, è cambiato un po' tutto il paradigma socio-urbanistico e non solo in Veneto.
    Gli infissi di queste villette, almeno qua in Veneto da me, non sono in metallo, ma in legno.
    Forse intendevi che non hanno le travi in legno come molte villette fatte dagli anni '90 in poi.

    Sul fatto che appunto le case fatte dagli anni '90 in poi siano esteticamente più belle, più curate anche dal lato eco-sostenibile e migliori in generale, beh questo è vero, se non altro perchè sono migliorate anche le qualità dei materiali con cui costruirle.

    Io sostengo comunque che queste degli anni '60 e '70 abbiano un loro senso, sono perfettamente riconoscibili e a me personalemente piacciono anche esteticamente.
    Più avanti nel thread comunque mi piacerebbe anche trattare altri tipi di case fatte in altri anni e anche quelle degli anni 2000.

    Comunque queste villette di cui ho postato le foto vengono manutenute, non sono tali e quali dagli anni '60 e hanno comunque anche loro un miglioramento sotto il lato qualitativo ed energetico.
    In alcuni paesi qua intorno da me capita specie oggi per via delle attuali stringenti leggi regionali, che vedi queste case letteramente "sventrate" di cui resta solo lo scheletro e la forma esterna, a cui vengono cambiati infissi e quant'altro, e migliorate sotto vari aspetti. In questa maniera resta inalterato lo stile storico della casa e viene migliorato il resto.

  9. #19
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,871
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Citazione Originariamente Scritto da Andreas94 Visualizza Messaggio
    Ed ecco le villette venete sempre anni '60 e '70 ma con la variante a tetto "sfalsato".
    Non sono un geometra quindi non so se è corretto il termine sfalsato

    Anche queste sono tipicissime qui nelle mie zone, sono identiche nello stile alle altre, hanno la scaletta esterna, il garage al piano terreno e di solito si differenziano per dei dettagli tipo la forma delle finestre sù in mansarda (alcuni a triangolo, altri delle fessure o altri ancora a forma di rombo).
    Inoltre le tapparelle in alcune sono colorate dei più svariati colori, dal verde acqua al rosso o arancio.
    Altri dettagli sono le lampade esterne, in alcune in quegl'anni avevano talmente tanta fantasia che sono a forma di ragno! Se ne trovo posto la foto!
    E la seconda ha il legno in alto che dà quel tocco alpino, almeno a me à quella sensazione
    Vorrei sentire in merito il parere di @wtrentino

    Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano-villetta-1.jpgEdilizia urbana e modelli di sviluppo urbano-villetta-2.jpgEdilizia urbana e modelli di sviluppo urbano-villetta-3.jpg
    Andreas, diciamo che queste tipologie di costruzione sono tipiche anche qui nell'Italia centrale (Marche, Abruzzo specialmente teramano,...), la terza foto mi ricorda molte case
    l'unica differenza è che qui è raro uso del legno come nella seconda foto che hai postato
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  10. #20
    Banned
    Data Registrazione
    25/08/18
    Località
    Breganse\Breganze (VI) Veneto
    Età
    25
    Messaggi
    269
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Edilizia urbana e modelli di sviluppo urbano

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    Andreas, diciamo che queste tipologie di costruzione sono tipiche anche qui nell'Italia centrale (Marche, Abruzzo specialmente teramano,...), la terza foto mi ricorda molte case
    l'unica differenza è che qui è raro uso del legno come nella seconda foto che hai postato
    Nelle Marche e in Abruzzo non sono mai stato, però son stato in Toscana e non ricordo di aver visto questo stile di case.

    Riusciresti a postare foto per curiosità di quelle di cui hai parlato? Hanno il tetto sfalsato anche là?

    Sì quelle col legno sono molto tipiche qua, non tutte ce l'hanno comunque, ma lo stile come vedi è sempre quello.

    Queste comunque appartengono a precisi anni, cioè gli anni '60 e '70, poi lo stile è cambiato totalmente.

    Più avanti nella discussione parlerò anche delle case anni '80 e seguenti

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •