Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 16 di 16
  1. #11
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,259
    Menzionato
    282 Post(s)

    Predefinito Re: Il crollo delle emissioni di CO2 a causa dell'emergenza sanitaria potrebbe avere un qualche impa

    Citazione Originariamente Scritto da alnus Visualizza Messaggio
    Veramente dai due interventi precedenti si trae la conclusione opposta.
    Non è una crisi imprevista a far diminuire la CO2, ma un cambio di fonti energetiche, che ovviamente richiede molti anni.
    Ci vuole tempo, si suol dire. Io a questo cambiamento delle fonti energetiche ho sempre creduto, ma che sia insufficiente, tanto che la CO2 mondiale continua ad aumentare perché le emissioni sono ampiamente compensate da altre parti del mondo che intenzione di passare a fonti alternative non ne hanno.

    Intanto viene emessa sempre più CO2, a ritmi sempre più rapidi.

  2. #12
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,259
    Menzionato
    282 Post(s)

    Predefinito Re: Il crollo delle emissioni di CO2 a causa dell'emergenza sanitaria potrebbe avere un qualche impa

    Comunque il lockdown in Cina ha ridotto del 25% le sue emissioni, che sul totale annuo significa lo 0,4% in meno nell’intero globo per quelle sole 4 settimane.
    Ipotizzando i lockdown europei faranno emettere il 10% (stima anche troppo bassa) in meno per solo un mese, avremmo risparmiato altri 0,12% di emissioni. Un terzo delle emissioni risparmiate al mondo dalle politiche europee nell’intero 2019. Per dire quanto effettivamente conti davvero limitare le attività occidentali e come facendolo si risparmierebbero al mondo già solo così il 10% di emissioni annue rispetto ai regimi recenti

  3. #13
    Uragano L'avatar di simo89
    Data Registrazione
    31/08/05
    Località
    Rivalta (RE) 96 mslm
    Età
    30
    Messaggi
    21,341
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Il crollo delle emissioni di CO2 a causa dell'emergenza sanitaria potrebbe avere un qualche impa

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Comunque il lockdown in Cina ha ridotto del 25% le sue emissioni, che sul totale annuo significa lo 0,4% in meno nell’intero globo per quelle sole 4 settimane.
    Ipotizzando i lockdown europei faranno emettere il 10% (stima anche troppo bassa) in meno per solo un mese, avremmo risparmiato altri 0,12% di emissioni. Un terzo delle emissioni risparmiate al mondo dalle politiche europee nell’intero 2019. Per dire quanto effettivamente conti davvero limitare le attività occidentali e come facendolo si risparmierebbero al mondo già solo così il 10% di emissioni annue rispetto ai regimi recenti
    Sì, capisco cosa intendi, ma se un tale mastodontico lockdown influisce che per pochi punti percentuali, quanto possiamo pensare di incidere in maniera pragmatica ed effettiva sul calo delle temperature?
    Dovremmo bloccare tutto per anni e aspettare che la CO2 scenda di parecchie ppm anche solo per cominciare a vedere un minimo di sollievo. Cioè è un compito impari, data l'incredibile inerzia del sistema.

    Adesso sono curioso di vedere i dati mensili di marzo della CO2 sul Mauna Loa e confrontarli con l'anno scorso, per vedere quanto ha influito. Almeno questo è un effetto immediato che possiamo vedere subito

    Earth's CO2 Home Page

  4. #14
    Uragano L'avatar di simo89
    Data Registrazione
    31/08/05
    Località
    Rivalta (RE) 96 mslm
    Età
    30
    Messaggi
    21,341
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Il crollo delle emissioni di CO2 a causa dell'emergenza sanitaria potrebbe avere un qualche impa

    Sempre a proposito, qualche segnale si può scorgere già ora:

    Il crollo delle emissioni di CO2 a causa dell'emergenza sanitaria potrebbe avere un qualche impatto?-co2-mauna-loa.png

    Il dato di febbraio non è del tutto significativo perchè il lockdown era cominciato da poco (anche se, rispetto ai +3,5 ppm dell'aumento feb 2018 - feb 2019, segna già un interessanto calo a +2,4 ppm), secondo me il dato mensile di marzo, che dovrebbe uscire tra 2-3 giorni, ma ancor di più aprile, ci riserveranno molte sorprese

  5. #15
    Vento fresco L'avatar di Calibre
    Data Registrazione
    11/11/11
    Località
    Cagliari / Trieste
    Età
    24
    Messaggi
    2,392
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Il crollo delle emissioni di CO2 a causa dell'emergenza sanitaria potrebbe avere un qualche impa

    Mi verrebbe da pensare che sarà per lo più trascurabile... gli effetti si potrebbero vedere solo se le emissioni calassero su periodi lunghi, di anni o decenni, senza dimenticare il lag temporale che dovrebbe intercorrere fra causa ed effetto per i feedback che il sistema dovrebbe "assorbire". Questo senza entrare in merito su quanto la co2 pesi nell'equilibrio termico globale, faccenda questa ancora oggetto di studio

  6. #16
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    7,259
    Menzionato
    282 Post(s)

    Predefinito Re: Il crollo delle emissioni di CO2 a causa dell'emergenza sanitaria potrebbe avere un qualche impa

    Citazione Originariamente Scritto da simo89 Visualizza Messaggio
    Sì, capisco cosa intendi, ma se un tale mastodontico lockdown influisce che per pochi punti percentuali, quanto possiamo pensare di incidere in maniera pragmatica ed effettiva sul calo delle temperature?
    Dovremmo bloccare tutto per anni e aspettare che la CO2 scenda di parecchie ppm anche solo per cominciare a vedere un minimo di sollievo. Cioè è un compito impari, data l'incredibile inerzia del sistema.

    Adesso sono curioso di vedere i dati mensili di marzo della CO2 sul Mauna Loa e confrontarli con l'anno scorso, per vedere quanto ha influito. Almeno questo è un effetto immediato che possiamo vedere subito

    Earth's CO2 Home Page
    Io credo che il lockdown europeo abbia fermato anche più del 10% delle emissioni, e penso fino al 30%, ma è presto per dirlo, perchè noi stessi che siamo stati i primi siamo entrati in lockdown appena 20 giorni fa.
    Quando usciranno i dati, se emerge un calo anche del 30% delle emissioni, significa che anche senza bloccare nulla ma semplicemente limitando certe attività a livello continentale (voli aerei, uso veicoli, produzione industriale) si può incidere parecchio sulle emissioni di CO2.

    E' vero, la sola Europa con appena un -10% conta poco, ma intanto solo l'1,5% di emissioni in meno al mondo ogni anno. Se lo si facesse a livello globale, si risparmierebbero altre emissioni. Il tutto mentre si implementano le forme energetiche, che come ricordava @alnus è la politica migliore e più fruttuosa sul lungo termine

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •