Pagina 87 di 108 PrimaPrima ... 3777858687888997 ... UltimaUltima
Risultati da 861 a 870 di 1075
  1. #861
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    51
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    Cioè la stima è stata fatta prendendo i numeri degli USA e dividendoli per 5? Senza tenere conto delle differenze dei sistemi sanitari, delle chiusure e conseguenti ritardi, dei differenti stress sui sistemi sanitari.
    Tra l'altro... Pure in USA si parla di "potenziali" quindi numeri "certi" non ce ne sono ancora.

    2000 in più su 60000 (1/3 circa dell'ultimo dato dei morti di tumore annuali in Italia) è comunque una cifra.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  2. #862
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Pavia (PV) 82 m/ Ferrara (FE) 9 m
    Età
    28
    Messaggi
    34,366
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    Citazione Originariamente Scritto da lg59 Visualizza Messaggio
    nulla da dire sulle tue competenze in economia,però questa "fine dell'argentina" la sento nominare dal 2000 circa,da quando c'è stato il crack in Argentina insomma....prima dovevamo fare la fine di qua,la fine di la,dall'embargo petrolifero del 73,dopo la fine del boom anni 60,gli anni dell'inflazione al 20%.Io in 61 non ho mai cambiato il mio tenore di vita se non per piccole oscillazioni,venivo da una famiglia che stava benino,poi ho sempre fatto un modesto lavoro da operaio ma senza grossi problemi,sarà che mi accontento.Per me la fine del covid segnerà(perchè prima o poi sta storia finisce)un momento di rinascita economica e di boom stile dopoguerra.
    Tutto può essere ma rispetto al 1945 ci sono parecchie cose che non coincidono:
    1) rapporto tra produttività e costo del lavoro decisamente più sfavorevole di allora (N.B. non sto dicendo che gli italiani sono sfaticati che non lavorano, sto dicendo che mancano le condizioni tecniche per fare rendere adeguatamente il lavoro );
    2) burocrazia molto più invasiva di allora, con leggi e paletti di ogni tipo per aprire un'attività, che scoraggia ad investire in Italia e aprire un impresa;
    3) tassazione e spesa pubblica molto più elevate, col risultato che rispetto ad allora una più ampia quantità di denaro viene utilizzato per fini diversi dalla soddisfazione del consumatore.

    Già solo questi 3 punti a mio avviso danno l'idea di quante possibilità abbia di realizzarsi un nuovo boom economico stile anni 50/60.
    Avatar: Bei tempi che non torneranno più.

  3. #863
    Vento fresco L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    39
    Messaggi
    2,932
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    Avanti coi numeri disastrosi

    Vicenza, effetto Covid sull'industria: produzione -23,1%, peggio del 2009

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

  4. #864
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/02/04
    Località
    Ravenna provincia sud
    Età
    61
    Messaggi
    641
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Tutto può essere ma rispetto al 1945 ci sono parecchie cose che non coincidono:
    1) rapporto tra produttività e costo del lavoro decisamente più sfavorevole di allora (N.B. non sto dicendo che gli italiani sono sfaticati che non lavorano, sto dicendo che mancano le condizioni tecniche per fare rendere adeguatamente il lavoro );
    2) burocrazia molto più invasiva di allora, con leggi e paletti di ogni tipo per aprire un'attività, che scoraggia ad investire in Italia e aprire un impresa;
    3) tassazione e spesa pubblica molto più elevate, col risultato che rispetto ad allora una più ampia quantità di denaro viene utilizzato per fini diversi dalla soddisfazione del consumatore.

    Già solo questi 3 punti a mio avviso danno l'idea di quante possibilità abbia di realizzarsi un nuovo boom economico stile anni 50/60.
    Già quello che dici è sensato,e mi viene anche in mente che allora avevamo la debole liretta,che nel contesto di allora forse offriva un vantaggio competitivo.
    Onore a tutti i fratelli caduti nella lotta contro il potere e l'oppressione.

    "nel fango affonda lo stivale dei maiali..."

  5. #865
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    51
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    Citazione Originariamente Scritto da lg59 Visualizza Messaggio
    Già quello che dici è sensato,e mi viene anche in mente che allora avevamo la debole liretta,che nel contesto di allora forse offriva un vantaggio competitivo.
    Durante il boom era tutto tranne che debole, per amor di precisione...
    Ma sono certo che prima o poi se ne faranno tutti una ragione del fatto che la valuta a lungo termine sia un'invariante.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  6. #866
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/02/04
    Località
    Ravenna provincia sud
    Età
    61
    Messaggi
    641
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Avanti coi numeri disastrosi

    Vicenza, effetto Covid sull'industria: produzione -23,1%, peggio del 2009

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
    I dati economici sono catastrofici,ma stranamente io per ora non conosco nessuno che abbia chiuso attività o abbia avuto problemi lavorativi seri,a parte i miei due figli,ma:
    1 e' in cassa e non si sta prodigando eccessivamente per rientrare;
    L'altra da mesi non prende lo stipendio se non un piccolo acconto ma la sua ditta era decotta anche prima.
    Onore a tutti i fratelli caduti nella lotta contro il potere e l'oppressione.

    "nel fango affonda lo stivale dei maiali..."

  7. #867
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    35
    Messaggi
    2,061
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    dati catastrofici a Roma: circa il 4% delle attività commerciali della capitale ha chiuso per sempre. Sono circa 3.000 attività su 80.000 totali. E a ottobre si stima che le chiusure arriveranno a 26.000!

    Il commercio a Roma, tremila negozi hanno chiuso. "E a ottobre saranno 26 mila" - la Repubblica
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  8. #868
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/02/04
    Località
    Ravenna provincia sud
    Età
    61
    Messaggi
    641
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    Citazione Originariamente Scritto da FunMBnel Visualizza Messaggio
    Durante il boom era tutto tranne che debole, per amor di precisione...
    Ma sono certo che prima o poi se ne faranno tutti una ragione del fatto che la valuta a lungo termine sia un'invariante.
    Già ora che metto insieme i ricordi mi paree che per comprare un dollaro ci volessero 600 lire quando ero ragazzo,se rapportiamo adesso con il cambio in euro mi pare che vengano circa 1600.Comunque come dici tu,il successo di una nazione deriva da altre cose.
    Onore a tutti i fratelli caduti nella lotta contro il potere e l'oppressione.

    "nel fango affonda lo stivale dei maiali..."

  9. #869
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    51
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia

    Citazione Originariamente Scritto da lg59 Visualizza Messaggio
    Già ora che metto insieme i ricordi mi paree che per comprare un dollaro ci volessero 600 lire quando ero ragazzo,se rapportiamo adesso con il cambio in euro mi pare che vengano circa 1600.Comunque come dici tu,il successo di una nazione deriva da altre cose.
    Qui hanno ricostruito i tassi di cambio a partire dal '53.
    Guarda caso nel periodo del boom i cambi con USD e Marco erano praticamente fissi, come oggi.
    Ma oggi è tutta colpa dell'Euro.

    Invece con la sterlina si nota un rafforzamento che coincide con il periodo inglese di politiche economiche para-socialiste. Poi loro hanno capito...

    I tassi di cambio storici dal 1953 con grafico
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  10. #870
    Vento fresco L'avatar di David Gilmour
    Data Registrazione
    20/10/11
    Località
    BASIGLIO
    Messaggi
    2,377
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Effetto dell'epidemia sulla limitazione dei viaggi, turismo, lavoro ed economia


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •