Pagina 14 di 16 PrimaPrima ... 41213141516 UltimaUltima
Risultati da 131 a 140 di 151
  1. #131
    Bava di vento L'avatar di Luca D'inverno
    Data Registrazione
    22/11/04
    Località
    Parma, provincia
    Età
    50
    Messaggi
    174
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Turgot Visualizza Messaggio
    Ho fatto il viaggio di ritorno da Padova con un ragazzo di Vicenza che lavora in concessionario Audi.
    Alcune auto nuove, per via della carenza dei chip, hanno tempi di consegna di quasi 2 anni
    Ordinata a fine Ottobre, consegna prevista Giugno/Luglio 2022

    Comunque nella situazione attuale ci vedo dietro un problema strategico che, per non essere troppo prolisso, banalizzo e riduco ai minimi termini.
    Da tutta questa situazione, covid compreso, chi ci guadagna davvero è la Cina.
    La Cina sulla quale tutti i finanzieri, non gli imprenditori, hanno puntato 30 anni fa per abbattere il costo del lavoro, in barba alla dignità dei lavoratori.
    In questi trent'anni non solo il mondo occidentale ha attuato un trasferimento di competenze tecniche enorme, e la Cina è cresciuta tantissimo bruciando tappe secolari, ma ha dismesso la formazione e l'impiego di maestranze in grado di eseguire lavori specializzati.
    In pratica abbiamo eliminato due generazioni di manodopera specializzata, mandando i nostri a lavorare per 'Deliveroo' o a fare l'automa in 'Amazon', mente i cinesi hanno acquisito competenze.
    Oggi la Cina tiene tutti per le palle e non accetta più di fare la cenerentola dell'industria mondiale.

    Se oggi si volesse impiantare una fabbrica di semiconduttori in Europa, ad esempio per i convertitori di frequenza (lavorazione che prevede ancora fasi manuali critiche), chi ci metteremmo a lavorare? quelli che sapevano fare questi mestieri sono tutti in pensione.
    Per me il male del 2000 è la finanza che si è sostituita all'impresa, e questi sono i primi risultati tangibili.
    Ultima modifica di Luca D'inverno; 30/11/2021 alle 11:16
    Il bombo ha una superficie alare di 0,7 cm² ed un peso di 1,2 grammi. Secondo i vigenti principi dell'aerodinamica è impossibile volare con tali caratteristiche. Ma il bombo non lo sa e quindi continua semplicemente a volare!

  2. #132
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    41
    Messaggi
    3,693
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni78ba Visualizza Messaggio
    posto anche qua

    Materie prime, allarme delle imprese sul rincaro dei prezzi - Il Sole 24 ORE

    punterei l'attenzione su questa frase:

    È un momento di particolare complessità a causa di una esplosione dei costi inaspettata e al di fuori delle logiche dell’economia - premette Francesco Mutti, presidente Centromarca -.

    voi dite che covid o nn covid sarebbe accaduto uguale? @verza81
    c'erano avvisaglie?

    p.s. anche per me mai macchine nuove
    Avvisaglie senza dubbio.
    Ma non a questi livelli.
    Il problema è che, almeno nel settore dove lavoro io, non si vede la luce in fondo al tunnel, anzi...
    I LT dei fornitori sono sempre più lunghi.

    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

  3. #133
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    41
    Messaggi
    3,693
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Luca D'inverno Visualizza Messaggio
    Ordinata a fine Ottobre, consegna prevista Giugno/Luglio 2022

    Comunque nella situazione attuale ci vedo dietro un problema strategico che, per non essere troppo prolisso, banalizzo e riduco ai minimi termini.
    Da tutta questa situazione, covid compreso, chi ci guadagna davvero è la Cina.
    La Cina sulla quale tutti i finanzieri, non gli imprenditori, hanno puntato 30 anni fa per abbattere il costo del lavoro, in barba alla dignità dei lavoratori.
    In questi trent'anni non solo il mondo occidentale ha attuato un trasferimento di competenze tecniche enorme, e la Cina è cresciuta tantissimo bruciando tappe secolari, ma ha dismesso la formazione e l'impiego di maestranze in grado di eseguire lavori specializzati.
    In pratica abbiamo eliminato due generazioni di manodopera specializzata, mandando i nostri a lavorare per 'Deliveroo' o a fare l'automa in 'Amazon', mente i cinesi hanno acquisito competenze.
    Oggi la Cina tiene tutti per le palle e non accetta più di fare la cenerentola dell'industria mondiale.

    Se oggi si volesse impiantare una fabbrica di semiconduttori in Europa, ad esempio per i convertitori di frequenza (lavorazione che prevede ancora fasi manuali critiche), chi ci metteremmo a lavorare? quelli che sapevano fare questi mestieri sono tutti in pensione.
    Per me il male del 2000 è la finanza che si è sostituita all'impresa, e questi sono i primi risultati tangibili.
    Non concordo.
    Vedo le sedi del gruppo : la Cina si salva (ancora per quanto?) per i prezzi più competitivi (ancora per quanto?), non di certo per la conoscenza tecnica o formativa.

    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

  4. #134
    Bava di vento L'avatar di Luca D'inverno
    Data Registrazione
    22/11/04
    Località
    Parma, provincia
    Età
    50
    Messaggi
    174
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Non concordo.
    Vedo le sedi del gruppo : la Cina si salva (ancora per quanto?) per i prezzi più competitivi (ancora per quanto?), non di certo per la conoscenza tecnica o formativa.
    In ogni caso stanno eseguendo lavorazioni che hanno imparato da altri... Il discorso che ho espresso, opinabile ovviamente, non consta in una attuazione on/off; per settori caratterizzati da cicli più complessi, ci vorranno ancora molti anni.
    Siamo stati in contatto con una azienda cinese del nostro settore che, per quanto immensi (3500 dipendenti), sono davvero disarmanti quando si tratta di progettare e realizzare macchine nuove (per fortuna).
    Il bombo ha una superficie alare di 0,7 cm² ed un peso di 1,2 grammi. Secondo i vigenti principi dell'aerodinamica è impossibile volare con tali caratteristiche. Ma il bombo non lo sa e quindi continua semplicemente a volare!

  5. #135
    Brezza tesa L'avatar di Gianni78ba
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    44
    Messaggi
    713
    Menzionato
    58 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    Non concordo.
    Vedo le sedi del gruppo : la Cina si salva (ancora per quanto?) per i prezzi più competitivi (ancora per quanto?), non di certo per la conoscenza tecnica o formativa.
    Ho un amico di lunga data che fa il dirigente per una di quelle che si chiamavano multinazionali, nel ramo componentistica auto, con cui parlo di queste cose.
    Il suo rapporto coi fornitori cinesi è tipo professore (lui) che cerca disperatamente di farsi capire dallo studente capra. La metafora è mia, ma rende bene le cose di cui mi parla.

  6. #136
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    41
    Messaggi
    3,693
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Luca D'inverno Visualizza Messaggio
    In ogni caso stanno eseguendo lavorazioni che hanno imparato da altri... Il discorso che ho espresso, opinabile ovviamente, non consta in una attuazione on/off; per settori caratterizzati da cicli più complessi, ci vorranno ancora molti anni.
    Siamo stati in contatto con una azienda cinese del nostro settore che, per quanto immensi (3500 dipendenti), sono davvero disarmanti quando si tratta di progettare e realizzare macchine nuove (per fortuna).
    Esatto.
    Sanno solo copiare, e lo fanno anche male


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  7. #137
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    41
    Messaggi
    3,693
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni78ba Visualizza Messaggio
    Ho un amico di lunga data che fa il dirigente per una di quelle che si chiamavano multinazionali, nel ramo componentistica auto, con cui parlo di queste cose.
    Il suo rapporto coi fornitori cinesi è tipo professore (lui) che cerca disperatamente di farsi capire dallo studente capra. La metafora è mia, ma rende bene le cose di cui mi parla.
    Noi abbiamo fornitori che dopo x anni non riescono a fare una bolla giusta che sia una..
    Neanche per sbaglio


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  8. #138
    Brezza tesa L'avatar di Gianni78ba
    Data Registrazione
    01/03/20
    Località
    Mola di Bari
    Età
    44
    Messaggi
    713
    Menzionato
    58 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    I covid ha inserito alcune forti discontinuità che continuano a pesare: uno spostamento dei consumi dai servizi ai beni, riduzione della produzione di beni durevoli nel 2020 (automobile in primis, ma anche alcune commodities come il legno) mentre la domanda era solo posticipata, fallimento di molti produttori di petrolio e gas ad alto costo (la cui produzione non è tornata disponibile quando i prezzi sono risaliti), problematiche legate alla logistica sia per riduzione della capacità sia per aumento di domanda.

    Poi se alcuni settori avessero problemi preesistenti non lo so, i semiconduttori probabilmente un po' di fragilità strutturale la presentavano già prima e infatti difficilmente si risolverà la scarsità prima di metà 2022 (c'è chi parla di 2023).

    Per quanto riguarda le altre materie prime una impennata è tipica delle fasi di ripresa economica e si è vista anche in passato, ad esempio nel 2011, ma solitamente non dura perchè la produzione si adegua alla maggiore domanda.
    Al momento i problemi logistici e l'impennata dei costi del trasporto merci su nave si sono attenuati, quindi un elemento sta venendo meno, energia e altre materie prime hanno realisticamente superato il picco e anche la domanda di beni probabilmente risulterà stagnante dopo il tipico picco natalizio. Alcune materie prime molto legate all'edilizia come ferro, acciaio e legname stanno anche soffrendo la crisi cinese.

    Entro fine primavera quindi credo che questa fase di incremento dei prezzi sarà alle spalle, già lo spavento per la nuova variante ha sgonfiato la parte più speculativa dell'aumento dei prezzi.
    Le Borse di oggi, 30 novembre 2021.Variante Omicron e Powell pesano sui mercati. Per il presidente Fed l'inflazione non e piu "transitoria", giusto parlare di stretta accelerata - la Repubblica
    Al netto dell'esternazione del ceo francese di Moderna (commento personale: una idiozia espressa da uno che dicendola voleva continuare a guadagnare come fatto venerdì scorso) la prima parte dell'articolo suggerisce che anche senza spaventi da covid si dovrebbe sgonfiare ugualmente. IMHO

  9. #139
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    34
    Messaggi
    2,131
    Menzionato
    424 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni78ba Visualizza Messaggio
    Le Borse di oggi, 30 novembre 2021.Variante Omicron e Powell pesano sui mercati. Per il presidente Fed l'inflazione non e piu "transitoria", giusto parlare di stretta accelerata - la Repubblica
    Al netto dell'esternazione del ceo francese di Moderna (commento personale: una idiozia espressa da uno che dicendola voleva continuare a guadagnare come fatto venerdì scorso) la prima parte dell'articolo suggerisce che anche senza spaventi da covid si dovrebbe sgonfiare ugualmente. IMHO
    Sono d'accordo, ma lo spavento covid ha sgonfiato subito la componente speculativa che come in ogni ciclo spinge il prezzo ben oltre a quanto sarebbe giustificato dai fondamentali del mercato.

    L'effetto sarà una tangibile diminuzione di alcuni prezzi da subito, senza aspettare la primavera.

  10. #140
    Vento forte L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    17/11/03
    Località
    Altavilla Vicentina (VI)
    Età
    41
    Messaggi
    3,693
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Costo materie prime, trasporti e difficoltÃ* economia occidentale

    Altro favore al mondo edilizio?
    sinceramente lo trovo assurdo, vi pensate ad esempio chi si trova a dover vendere magari la vecchia casa dei nonni, ed è costretto prima a ristrutturarla?
    Bah...

    Stretta Ue sulle case, per venderle non devono consumare energia - Europa - ANSA.it

    Residenza: Altavilla Vicentina (VI)
    Lavoro: Brendola - casello di Montecchio Maggiore (VI)
    http://meteoaltavillavicentina.altervista.org/

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •