Pagina 8 di 8 PrimaPrima ... 678
Risultati da 71 a 78 di 78
  1. #71
    Brezza leggera L'avatar di alexeia
    Data Registrazione
    25/12/12
    Località
    milano
    Messaggi
    349
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Referendum sull’abolizione della caccia

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    - ma chi li vuole i vegani
    ogni forma di estremismo è pericolosa
    compreso l'uso smodato della carne in molte popolazioni o all'interno di popolazioni tra alcune fascie sociali che non è certo una mia opinione
    Più che l'uso smodato, io trovo poco accettabile lo spreco di vite animali di cui si usa solo una piccola parte. Una volta si diceva che del maiale si usa tutto. Ecco, anche di un bovino, trovo inaccettabile mangiarsi il filetto e scartare il pezzo poco pregiato da lesso, o il cuore, il fegato, la trippa, la lingua. Insomma, ne uccido uno e ci mangio per n volte, sfruttando tutto ciò che è sfruttabile.
    Altrimenti è veramente abuso delle risorse.

  2. #72
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    36
    Messaggi
    12,279
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Referendum sull’abolizione della caccia

    Citazione Originariamente Scritto da TreborSnow Visualizza Messaggio
    Perfetto, la mia coscienza mi tranquillizza sul fatto che i cinghiali vanno abbattuti in gran numero.
    Giusto per capirci: gli studiosi dicono che il numero giusto sarebbe 2/3 al km2.
    In Molise in media stiamo sui 15, nell'area attorno Campobasso che ho citato siamo sui 30.
    ma io infatti non ti ho contestato, al massimo è avvenuto l'opposto
    ad ogni modo ogni criterio di questo tipo è fondamentalmente guidato da una forma mentis che ricerca equilibri che hanno senso all'interno del nostro modo di concepire il mondo e di conseguenza di plasmarlo
    al di fuori dell'essere umano nessun altro essere vivente concepisce questi criteri, ma il mondo è andato avanti per miliardi di anni anche senza quella che pare una indispensabile presenza regolatrice
    semplicemente se una specie prolifera significa che presenta un adattamento efficiente e se questo va a scapito di altre parti del ecosistema è perchè così funziona in natura
    e di questo assunto proprio la nostra specie ne è l'esempio più lampante
    C'ho la falla nel cervello


  3. #73
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,600
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Referendum sullâ€Referendum sull’abolizione della cacciaabolizione della caccia

    Se sfocia nella politica (e una campagna referendabile lo è) secondo me il thread andrebbe chiuso.

    Comunque è sufficiente richiamare alla discussione commenti in altri thread per capire che la tematica della caccia non può essere affrontata in modo populistico come si sta facendo con questo referendum e dipingere in modo negativo un determinato gruppo di persone (va di moda al giorno d’oggi pandemia docet ma tant’è…)

    Tutt’altro, la caccia ha una sua utilità, basi scientifiche, molto importante soprattutto nelle zone rurali e va compresa e rispettata.

    Oserei dire che i primi a non aver rispetto per l’ambiente sono quelli che denigrano la caccia… senza magari nemmeno conoscere realmente come stanno le cose…

  4. #74
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,600
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Referendum sull’abolizione della caccia

    Citazione Originariamente Scritto da verza81 Visualizza Messaggio
    La caccia selettiva è indispensabile, altro che.
    Qua abbiamo i colli berici invasi da caprioli e cinghiali, per fortuna che ci sono i cacciatori altrimenti sarebbe un disastro per gli allevatori d per gli altri animali


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Aggiungo…. non solo per gli allevatori, ma proprio la convivenza tra uomo e selvaggina in zone urbane a contatto con la foresta…. come si crede di regolare questa situazione senza la caccia?

  5. #75
    Vento forte
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (TI, Svizzera)
    Età
    23
    Messaggi
    4,600
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Referendum sull’abolizione della caccia

    Citazione Originariamente Scritto da alexeia Visualizza Messaggio
    Mi sembra però che si stia parlando di due cose diverse.
    La caccia selettiva è una caccia controllata e regolamentata, con operatori formati e quote limitate, mirata a sfoltire animali che in assenza di predatori naturali proliferano e spesso sviluppano malattie proprie; mentre "la caccia" generica è tutta quell'attività nei boschi alla ricerca dell'uccellino che non dà fastidio a nessuno, e magari li incontri anche all'imbrunire quando manco più si distingue cosa si muove fra le foglie... frequento tutt'ora la montagna per lavoro, e dei cacciatori sparsi alla c**** ne farei volentieri a meno.
    Poi, sì, si dirà che anche fra quelli della caccia selettiva ci sono gli abusi, quelli pericolosi e quelli che meglio non incontrarli, ma questo diviene un problema di controlli e di come vengono date le autorizzazioni, non del sistema in sé.
    Che siano necessari correttivi al sistema della caccia non significa che essa debba essere abolita. Può essere tutto un contorno che nulla a che fare con il concetto di caccia si o no.
    La caccia per me in ogni caso è unicamente l’attività regolamentata dallo stato, chiamiamola “selettiva” per intenderci.
    Altre forme contrarie alla legge sono invece bracconaggio, e occorre distanziare nettamente questi due concetti.

    Anche perché ad abolire la “caccia selettiva” poi se non la possono fare i cacciatori allora dovrà per forza farlo lo stato, ed è già esso un aspetto non realistico…

  6. #76
    Brezza leggera L'avatar di alexeia
    Data Registrazione
    25/12/12
    Località
    milano
    Messaggi
    349
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Referendum sull’abolizione della caccia

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    ma io infatti non ti ho contestato, al massimo è avvenuto l'opposto
    ad ogni modo ogni criterio di questo tipo è fondamentalmente guidato da una forma mentis che ricerca equilibri che hanno senso all'interno del nostro modo di concepire il mondo e di conseguenza di plasmarlo
    al di fuori dell'essere umano nessun altro essere vivente concepisce questi criteri, ma il mondo è andato avanti per miliardi di anni anche senza quella che pare una indispensabile presenza regolatrice
    semplicemente se una specie prolifera significa che presenta un adattamento efficiente e se questo va a scapito di altre parti del ecosistema è perchè così funziona in natura
    e di questo assunto proprio la nostra specie ne è l'esempio più lampante
    Si applica la nostra forma mentis per il semplice fatto che abbiamo già, attraverso millenni di evoluzione umana, modificato pesantemente l'ambiente, quindi non parliamo più di ambiente naturale bensì di ambiente antropico, in cui Homo sapiens è parte attiva interagente col sistema.
    La dicotomia ambiente naturale da una parte, uomo egocentrico dall'altra non esiste. Uno è immerso nell'altro e interagiscono da millenni, e giocoforza il primo pensa alla maniera che ha sviluppato nell'ambiente attraverso questi millenni.
    L'animale prolifera non solo perché ha un adattamento efficiente, ma anche perché non trova più antagonisti - leggi predatori - e questo perché abbiamo pensato prima noi a risolvere il problema.
    Quindi, o si riporta il sistema alle origini - ma questo è impossibile - oppure non si può non tenere conto di tutte le modifiche indotte dalla nostra forma mentis.

  7. #77
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    36
    Messaggi
    12,279
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Referendum sull’abolizione della caccia

    Citazione Originariamente Scritto da alexeia Visualizza Messaggio
    Si applica la nostra forma mentis per il semplice fatto che abbiamo già, attraverso millenni di evoluzione umana, modificato pesantemente l'ambiente, quindi non parliamo più di ambiente naturale bensì di ambiente antropico, in cui Homo sapiens è parte attiva interagente col sistema.
    La dicotomia ambiente naturale da una parte, uomo egocentrico dall'altra non esiste. Uno è immerso nell'altro e interagiscono da millenni, e giocoforza il primo pensa alla maniera che ha sviluppato nell'ambiente attraverso questi millenni.
    L'animale prolifera non solo perché ha un adattamento efficiente, ma anche perché non trova più antagonisti - leggi predatori - e questo perché abbiamo pensato prima noi a risolvere il problema.
    Quindi, o si riporta il sistema alle origini - ma questo è impossibile - oppure non si può non tenere conto di tutte le modifiche indotte dalla nostra forma mentis.
    sono d'accordo
    C'ho la falla nel cervello


  8. #78
    Brezza tesa L'avatar di Turgot
    Data Registrazione
    05/08/18
    Località
    Cislago (VA)
    Età
    28
    Messaggi
    641
    Menzionato
    11 Post(s)

    Those who are not shocked when they first come across quantum theory cannot possibly have understood it. (N.Bohr, 1952)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •