Pagina 2 di 18 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 171
  1. #11
    Vento forte L'avatar di Tarcii
    Data Registrazione
    13/08/19
    Località
    Ambivere (BG)
    Età
    22
    Messaggi
    3,701
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Citazione Originariamente Scritto da frankie986 Visualizza Messaggio
    Bergamasco e bresciano insieme al cremasco fanno parte del lombardo orientale che presenta differenze sia di accento che di termini rispetto al lombardo occidentale. Avendo vissuto i primi anni della mia vita a metà strada tra Milano e Bergamo ricordo che il fiume Adda faceva da spartiacque tra i 2 modi diversi di parlare. Un bambino o ragazzo proveniente a est dell'Adda si riconosceva immediatamente dal modo di parlare.
    Probabilmente la cosa è dovuta al fatto che il fiume è stato effettivamente un confine di stato per moltissimo tempo.
    La cosa divertente è che spesso parlando in italiano faccio dei giri di parole che hanno senso solo in bergamasco, come ad esempio: "cosa l'hai fatto fare a fare?" oppure mi scappa un "pota" in mezzo a qualche frase.
    Tu mi dici, "Ti guardi? Sbagli a paragonarti"

  2. #12
    Vento forte L'avatar di Andrea92
    Data Registrazione
    13/02/10
    Località
    Falcone (ME)
    Età
    32
    Messaggi
    3,075
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Parlo il dialetto siciliano tutti i giorni, sia in famiglia sia con gli amici. Ovviamente lo alterno con l'italiano anche in base ai luoghi o alle persone con cui mi relaziono (soprattutto quelle con poca confidenza). Ricordo la mia prof di italiano alle superiori che ci invitava a parlare si il dialetto ma a preferire maggiormente la lingua italiana perché riscontrava, soprattutto nei temi, tanti errori grammaticali e di sintassi che secondo il suo giudizio derivavano dal parlare maggiormente il dialetto rispetto all'italiano e questo si ripercuoteva sullo scritto. Io problemi non ne avevo dato che prendevo sempre 7-8

    Il dialetto siculo è molto variegato e diverso da provincia a provincia, mi piace quello catanese che sembra quasi una "cantilena" con quell'intercalare particolare ma anche il palermitano mentre gli altri li conosco molto meno. Qui nel messinese, soprattutto le zone montane, hanno un particolare dialetto che a sentirlo sembra avere un'intercalare un pò francese e difatti prende il nome di "dialetto galloitalico di Sicilia".

    Altri dialetti ne conosco pochi, sono stato a Roma e il classico romano è unico e inconfondibile mentre al nord tra Milano, zona dei laghi (Lazise), Verona e Mantova dove sono stato negli anni passati ho notato che in genere si assomigliano ma ovviamente ci sono delle differenze che variano da zona a zona. Mi piace anche il pugliese avendo visitato la zona tra San Giovanni Rotondo, Monte S.Angelo e Polignano.


    Davis Vantage Pro 2 - Installazione urbana su tetto

    ESTREMI ASSOLUTI (dal 2010):


    Massima più alta: +46.1°C il 25-07-2023
    Minima più alta: +30.4°C il 25-07-2023
    Massima più bassa: +6.3°C il 07-01-2017
    Minima più bassa: +1.3°C il 07-01-2017
    Heat Index più alto: +49.5°C il 24-07-2023
    Windchill più basso: -5.3°C ​il 07-01-2017
    Dew Point più alto: +27.8°C il 22-07-2023
    Dew Point più basso: -8.8°C il 25-04-2013
    Accumulo maggiore in 24h: 91.2 mm il 13-10-2021
    Rain rate più alto: 218.4 mm/hr il 20-08-2018
    Livello pressione più alto: 1036.8 hPa il 17-03-2010
    Livello pressione più basso: 984.6 hPa il 23-03-2016
    Raffica di vento più forte: 119 km/h il 06-03-2013

  3. #13
    Brezza tesa L'avatar di alexeia
    Data Registrazione
    25/12/12
    Località
    milano
    Messaggi
    509
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Tarcii Visualizza Messaggio
    Probabilmente la cosa è dovuta al fatto che il fiume è stato effettivamente un confine di stato per moltissimo tempo.
    La cosa divertente è che spesso parlando in italiano faccio dei giri di parole che hanno senso solo in bergamasco, come ad esempio: "cosa l'hai fatto fare a fare?" oppure mi scappa un "pota" in mezzo a qualche frase.
    Beh... "pota" viene fuori spesso anche a me, è un retaggio dei sopralluoghi nei cantieri edili della bergamasca (per la carta geologica mi intrufolavo in ogni cantiere aperto, per vedere che terreno c'era sotto).

    Anche a me poi vengono fuori costruzioni che in italiano non hanno senso, ad esempio "sono dietro": "sono dietro a scriver sul forum" = "sto scrivendo sul forum"...

  4. #14
    Vento fresco L'avatar di frankie986
    Data Registrazione
    23/10/06
    Località
    S.V.O. (MI) / S.M. Del Focallo (RG)
    Età
    38
    Messaggi
    2,991
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea92 Visualizza Messaggio
    Parlo il dialetto siciliano tutti i giorni, sia in famiglia sia con gli amici. Ovviamente lo alterno con l'italiano anche in base ai luoghi o alle persone con cui mi relaziono (soprattutto quelle con poca confidenza). Ricordo la mia prof di italiano alle superiori che ci invitava a parlare si il dialetto ma a preferire maggiormente la lingua italiana perché riscontrava, soprattutto nei temi, tanti errori grammaticali e di sintassi che secondo il suo giudizio derivavano dal parlare maggiormente il dialetto rispetto all'italiano e questo si ripercuoteva sullo scritto. Io problemi non ne avevo dato che prendevo sempre 7-8

    Il dialetto siculo è molto variegato e diverso da provincia a provincia, mi piace quello catanese che sembra quasi una "cantilena" con quell'intercalare particolare ma anche il palermitano mentre gli altri li conosco molto meno. Qui nel messinese, soprattutto le zone montane, hanno un particolare dialetto che a sentirlo sembra avere un'intercalare un pò francese e difatti prende il nome di "dialetto galloitalico di Sicilia".

    Altri dialetti ne conosco pochi, sono stato a Roma e il classico romano è unico e inconfondibile mentre al nord tra Milano, zona dei laghi (Lazise), Verona e Mantova dove sono stato negli anni passati ho notato che in genere si assomigliano ma ovviamente ci sono delle differenze che variano da zona a zona. Mi piace anche il pugliese avendo visitato la zona tra San Giovanni Rotondo, Monte S.Angelo e Polignano.
    Il dialetto gallo italico di Sicilia è molto particolare, fu portato in Sicilia intorno al 1500 da coloni del nord ovest Italia in particolare da gente dell'odierna Liguria, dal Monferrato dalle zone occidentali della Lombardia e dell'Emilia. Recandomi a Piazza Armerina e sentendo parlare alcuni locali è un siciliano molto diverso dal resto dell'isola e le tracce gallo italiche sono ben presenti nella parlata. Una volta era parlato in altre zone della Sicilia ma è sopravvissuto solo in alcuni centri più isolati della Sicilia centrale e settentrionale. A Caltagirone che ha avuto qualche influsso gallo italico i vicoli sono detti "carruggi" come in genovese.
    Ho trovato questo link che parla di diversi termini siciliani derivati da termini dei dialetti del nord Italia. Spiega anche il perché in Sicilia si usa "dumani" anziché "crai"

    9 parole del siciliano che vengono dal Nord Italia | Patrimoni Linguistici

  5. #15
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    6,141
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Molto dettagliata la seconda cartina.
    Io ho vissuto i miei primi 18 anni a Chiavari ma non ho mai voluto imparare il genovese , anche perché nel mio quartiere di militari si parlavano tutti i dialetti d'Italia fuorché il ligure.
    Sicché, facendo la media ho usato l'italiano neutro.
    Poi in Abruzzo non ho mai voluto imparare l'abruzzese anche se dopo tanti anni lo capisco ( ma in Abruzzo ci sono due gruppi di dialetti, uno centrale ed uno meridionale, tra di loro diversissimi): quello aquilano è centrale e si capisce subito senza sforzo al pari del romanesco, quello di Lanciano invece è di tipo meridionale e prima di capirlo ho impiegato 6 mesi buoni, come una qualsiasi lingua straniera...
    Ultima modifica di EnnioDiPrinzio; 18/11/2022 alle 06:42

  6. #16
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/03/04
    Località
    Lissone (MB)
    Età
    57
    Messaggi
    1,508
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Citazione Originariamente Scritto da alexeia Visualizza Messaggio
    Beh... "pota" viene fuori spesso anche a me, è un retaggio dei sopralluoghi nei cantieri edili della bergamasca (per la carta geologica mi intrufolavo in ogni cantiere aperto, per vedere che terreno c'era sotto).

    Anche a me poi vengono fuori costruzioni che in italiano non hanno senso, ad esempio "sono dietro": "sono dietro a scriver sul forum" = "sto scrivendo sul forum"...
    ma in francese si: "je suis en train de ..." = " sun dré a ..." = " son dietro a ..." è il presente progressivo francese dialettizzato/italianizzato
    “Sopra le nuvole il meteo è noioso”

  7. #17
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/03/04
    Località
    Lissone (MB)
    Età
    57
    Messaggi
    1,508
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Citazione Originariamente Scritto da alexeia Visualizza Messaggio
    Beh... "pota" viene fuori spesso anche a me, è un retaggio dei sopralluoghi nei cantieri edili della bergamasca (per la carta geologica mi intrufolavo in ogni cantiere aperto, per vedere che terreno c'era sotto).

    Anche a me poi vengono fuori costruzioni che in italiano non hanno senso, ad esempio "sono dietro": "sono dietro a scriver sul forum" = "sto scrivendo sul forum"...
    Bello quando dicono "pota eeeh"
    “Sopra le nuvole il meteo è noioso”

  8. #18
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    16,426
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Citazione Originariamente Scritto da frankie986 Visualizza Messaggio
    C'è da dire che ci sono molte zone del nord ovest dove il dialetto si sta estinguendo o è riservato ad una fascia di popolazione anziana. Qua nell'ovest Lombardia non lo parla più praticamente nessuno se non qualche over 70 specialmente nelle grandi città, molti tra l'altro non lo capiscono nemmeno il dialetto della zona in cui sono nati e hanno sempre vissuto. Ci sono altrettante zone d'Italia dove il dialetto è ancora vivo anche nei giovani (nord est col Veneto in primis, sud Italia in genere specie Calabria Sicilia e Campania.)
    Il Veneto penso anche per un certo regionalismo, le zone dove sono attivi i dialetti è perchè c'è stata scarsa immigrazione da altre zone d'Italia (appunto, non è il caso del Veneto questo)

  9. #19
    Uragano
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    16,426
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Va anche detto, che fino al 1500/1600, il dialetto romanesco era simile al ciociaro odierno, poi si è con il tempo avuta una forte toscanizzazione, dovuta specialmente alle molte famiglie nobili toscane che vennero a stabilirsi a Roma (esempio i Barberini)

  10. #20
    Brezza tesa L'avatar di alexeia
    Data Registrazione
    25/12/12
    Località
    milano
    Messaggi
    509
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Dialetti e lingue d'Italia

    Citazione Originariamente Scritto da nago Visualizza Messaggio
    ma in francese si: "je suis en train de ..." = " sun dré a ..." = " son dietro a ..." è il presente progressivo francese dialettizzato/italianizzato
    Sì, infatti. E' una struttura che si trova in altre lingue e che copre una precisa necessità espressiva. Il punto è che in italiano pare non si dica... cioè, quando mi sfugge, c'è sempre qualcuno che pensa per un attimo che mi trovi fisicamente alle spalle di qualcosa. Il che dimostra quanto si radichino nella mente le strutture linguistiche sentite da piccoli in maniera continuativa.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •