Pagina 17 di 22 PrimaPrima ... 71516171819 ... UltimaUltima
Risultati da 161 a 170 di 212
  1. #161
    Vento forte L'avatar di Sneg
    Data Registrazione
    04/09/16
    Località
    Chiusa di Pesio (CN)
    Età
    33
    Messaggi
    3,517
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da paroplapi Visualizza Messaggio
    Questa mi sembra una visione un po idealista. Nell'economia ad esempio (non conosco le ciffra vere ma per me la Germania è davanti) con un debito 100% del PIB/PIL, disoccupazione a 10%... non è il massimo.
    Ma sono un po come gli italiani e l'Italia, vedo soprattutto i problemi.
    Lo è.
    J'suis en train de...

  2. #162
    Vento forte L'avatar di Sneg
    Data Registrazione
    04/09/16
    Località
    Chiusa di Pesio (CN)
    Età
    33
    Messaggi
    3,517
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    Ognuno ha le sue priorità. A me interessa il mio paese, degli altri onestamente meno di zero.
    Che poi abitassi in Mongolia potrei capire, ma in Italia di prodotti eccellenti ce ne sono in quantità industriale. Poi i gusti sono gusti.
    Cerco sempre di far girare la nostra economia piuttosto che quella degli altri. Poi non lamentiamoci se andiamo sempre peggio se siamo esterofili pure sul cibo (di cui siamo indubbiamente tra i migliori produttori al mondo).
    Questione di gusti, nient'altro.
    J'suis en train de...

  3. #163
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/10
    Località
    Tarcento (UD) - 230 mslm
    Età
    42
    Messaggi
    809
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da marco85 Visualizza Messaggio
    comunque tornando a parlare della Francia, lì ci sono grossi problemi. Credo che le banlieue francesi sono tra i luoghi più pericolosi d'europa.
    Ed anche in Belgio, provare per credere.
    Non avrei mai detto prima di andarci ma non è bene come sicurezza

  4. #164
    Burrasca L'avatar di meteo_vda_82
    Data Registrazione
    01/10/05
    Località
    Torgnon VdA 1350mt
    Età
    38
    Messaggi
    6,414
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da neeno Visualizza Messaggio
    A Torino non mi è mai capitato di sentirmi in pericolo e mi è capitato di girare parecchio in due quartieri considerati molto a rischio. Parecchia microcriminalità come in tutte le grosse città, ma niente di drammatico. Sinceramente in Italia non mi sono sentito mai a disagio nelle grosse città dove sono stato (Torino, Milano, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli) è anche vero che a parte TO, nelle altre città non sono stato nei quartieri a rischio.
    Torino la conosco bene (sia per vicinanza geografica, sia perchè la frequento per uscite, ecc ma anche perchè ci abitai un periodo durante l'università). Devo dire che non mi è quasi mai successo di sentirmi in pericolo, pur trovandomi a volte in quartieri "più a rischio", sia a piedi che con la macchina e anche alla sera o di notte. E questo lo dicono un po' tutti quelli che conosco, sia ragazzi che ragazze. Ecco la zona forse dove mi sono sentito un po' più a rischio è quella di Barriera di Milano/Corso Giulio Cesare (una zona considerata tra le piu a rischio mi sa), qualche anno fa a volte parcheggiavo la macchina al parcheggio di Stura (vicino al casello di Torino nord) per comodità e prendevo il tram n° 4 (in 20 minuti ti porta in centro), ecco a volte mi è capitato di rientrare con gli ultimi tram (dopo mezzanotte) e devo dire che li mi sono sentito un po' più "agitato", ero praticamente l'unico italiano sul tram e quando scendevo mi ritrovavo in questa stazione mezza buia (poi bisognava attraversare un tratto un po' buio per andare al parcheggio) e spesso con me scendevano degli immigrati (ma nessuno mi ha mai detto nulla ne fatto nulla.. come non ho mai assistito a scene di violenza sul tram). Ora pero' preferisco andare in centro con la macchina (malgrado debba girare un bel po' per questi dannati parcheggi ) oppure prendere la metro da Fermi.
    Residenza: Torgnon (AO) 1350 mt
    Lavoro: Saint-Christophe (AO) 550 mt

  5. #165
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    34
    Messaggi
    2,005
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da mik33017 Visualizza Messaggio
    Ed anche in Belgio, provare per credere.
    Non avrei mai detto prima di andarci ma non è bene come sicurezza
    tutti i luoghi con grande immigrazione hanno grossi problemi di sicurezza pubblica. In Italia ancora ci salviamo, relativamente, visto che i clandestini sono aumentati solo negli ultimi anni. Dove hanno un flusso storicamente rilevante e si hanno già, magari, una o due generazioni successive, i problemi sono notevoli ed evidenti.
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  6. #166
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    32
    Messaggi
    23,869
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    E' difficile parlare di persone/popoli senza generalizzare e/o cadere nei soliti stereotipi. Per cui bisognerebbe molto molto andarci piano, in un senso e nell'altro. Per cui prendete tutto con le molle. Ho sempre notato (parlo dei francesi con affetto, abbiamo anche dei parenti eh, beninteso) - in linea generale - un lieve, lievissimo, poco gradevole senso di superiorità nei nostri confronti.. non dico per forza verso gli italiani, magari è così anche per altri. Nulla di tragico, però alcune piccole sfumature. Non solo abbiamo i parenti, abbiamo anche degli amici francesi, e nostri amici sono emigrati in Francia e ci vivono da anni, quindi parlo con un minimo di cognizione di causa... Un esempio che mi viene è il seguente: quando andiamo oltreconfine parliamo francese, come è giusto che sia, se qualcuno prova a parlare in italiano dall'altra parte ho già visto far finta di non capire però va bè, lasciamo stare: noi andiamo oltreconfine e parliamo francese, è giusto, siamo ospiti. Però... c'è un però Quando d'estate popolano la valle (e lo fanno perchè hanno seconde case/case dei genitori/nonni, sono i nipoti dei valligiani emigrati in passato) cosa fanno? Ti parlano sempre e solo in francese. E non solo con calma, anche velocemente, e si spazientiscono se non afferri al volo, e ti correggono anche se pronunci qualcosa male. Han bisogno di indicazioni, di aiuto, di informazioni, di qualsiasi cosa? Sempre e solo in francese, e sei tu che devi arrabattarti e a "sforzarti" di parlare bene e di farti capire, e non loro. A livello pratico cambia poco, nel senso, bene o male tutti qui parlano un pò di francese, per cui si riesce a comunicare senza troppi problemi, però, come principio, non è molto gradevole, ecco. Diciamo che un piccolo sforzo nel pronunciare qualche parola di patois o di italiano sarebbe quantomeno gradito.
    Questo sempre in linea generale, lo ribadisco. Perchè singolarmente c'è gente che si impegna e si sforza eccome, altrochè.

    Capitolo pericolosità... beh.. i nostri parenti (zona di Tolone) sono molto molto più preoccupati di noi, e affermano che è poco sicuro uscire la sera, e le grandi città del Sud (Marsiglia, Tolone, Nizza) sono decisamente da evitare, a quanto ci dicono. Scippi, rapine e atti vandalici sono all'ordine del giorno, operati dagli innumerevoli maghrebini di 2^, 3^ generazione.
    Lou soulei nais per tuchi

  7. #167
    Vento fresco
    Data Registrazione
    23/06/13
    Località
    Narni (TR) 120m
    Età
    34
    Messaggi
    2,005
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    io li avrei mandati molto gentilmente à caghèr (naturalmente con una perfetta pronuncia francofona). Poi voglio vedere se capiscono o no!
    dicembre 1996: la perfezione
    febbraio 2012: l'apoteosi
    febbraio 2018: la sorpresa

  8. #168
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    23
    Messaggi
    5,444
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Aha l’ho trovato!

    A me fa morire

    YouTube

  9. #169
    Burrasca L'avatar di meteo_vda_82
    Data Registrazione
    01/10/05
    Località
    Torgnon VdA 1350mt
    Età
    38
    Messaggi
    6,414
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Comunque nel NW credo che la grande città più pericolosa, tra Torino Milano e Genova sia proprio quest'ultima....
    a Genova certi "caruggi" sono off-limits e da evitare anche in pieno giorno, ho un amico Genovese e mi racconta che in certi "caruggi" loro non ci vanno mai e li evitano accuratamente (quindi non mi ci porta mai quando scendo a trovarlo) come un paio di quartieri difficili e di forte degrado... , mentre gli altri li frequentano senza problemi, anzi alla sera in certi caruggi ci sono dei bei localini e pub anche molto particolari dove si concentra la "movida" genovese
    Comunque Genova è una città abbastanza multietnica, parecchi sono i sudamericani che vi risiedono
    Residenza: Torgnon (AO) 1350 mt
    Lavoro: Saint-Christophe (AO) 550 mt

  10. #170
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,797
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da Sneg Visualizza Messaggio
    Se li conoscessi un po' meglio e di più scopriresti che non lo fanno per dispetto o maleducazione.
    E' un fatto radicato nella cultura francese, la Grandeur francese viene prima di tutto per loro.

    Sull'ultima tua affermazione confermo invece quanto detto prima (ovviamente sono punti di vista diversi, ci mancherebbe); e cioè, per me gli italiani sono maestri imbattibili di cafonaggine e presunzione.
    uhm, se non è per questi motivi, allora mi verrebbe da dire una parola romanesca... ma meglio di no

    io il francese non lo conosco, chiedo sempre gentilmente se conoscono l'inglese (ovunque vada)
    se io parlo in inglese e voi (più di uno) albergatori (a Parigi) mi rispondete esclusivamente in francese, non so come etichettarvi
    a Vienna non si sognavano di parlarmi in tedesco, ma in inglese inframmezzato con parole italiane (poche, ma lodevoli)
    a Praga ultimamente inglese come se fosse la loro seconda lingua (cosa che 20 aanni fa facevi fatica a farti capire)

    ci sono delle eccezioni: il venditore di FNAC gentilissimo mi diede indicazioni in un perfetto inglese, la cassiera del "museo della pace" di Caen che mi ha parlato in un perfetto italiano per il solo fatto che mi aveva riconosciuto italico dallo zainetto invicta

    per il resto li rispetto, come tutte le altre nazioni, se fanno delle cose giuste (organizzati più di noi, senza dubbio) e se mi rispettano


    capitolo pericolo: le banlieu francesi non è che siano il massimo su questo lato
    ricordo Rouen certe facce la sera nella periferia eppure la città è piccola, assomiglia a un nostro quartiere
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •