Pagina 18 di 22 PrimaPrima ... 81617181920 ... UltimaUltima
Risultati da 171 a 180 di 212
  1. #171
    Vento forte L'avatar di Sneg
    Data Registrazione
    04/09/16
    Località
    Chiusa di Pesio (CN)
    Messaggi
    3,138
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da Fabio68 Visualizza Messaggio
    uhm, se non è per questi motivi, allora mi verrebbe da dire una parola romanesca... ma meglio di no

    io il francese non lo conosco, chiedo sempre gentilmente se conoscono l'inglese (ovunque vada)
    se io parlo in inglese e voi (più di uno) albergatori (a Parigi) mi rispondete esclusivamente in francese, non so come etichettarvi
    a Vienna non si sognavano di parlarmi in tedesco, ma in inglese inframmezzato con parole italiane (poche, ma lodevoli)
    a Praga ultimamente inglese come se fosse la loro seconda lingua (cosa che 20 aanni fa facevi fatica a farti capire)

    ci sono delle eccezioni: il venditore di FNAC gentilissimo mi diede indicazioni in un perfetto inglese, la cassiera del "museo della pace" di Caen che mi ha parlato in un perfetto italiano per il solo fatto che mi aveva riconosciuto italico dallo zainetto invicta

    per il resto li rispetto, come tutte le altre nazioni, se fanno delle cose giuste (organizzati più di noi, senza dubbio) e se mi rispettano


    capitolo pericolo: le banlieu francesi non è che siano il massimo su questo lato
    ricordo Rouen certe facce la sera nella periferia eppure la città è piccola, assomiglia a un nostro quartiere
    Il francese è così, prendere o lasciare , è proprio un loro fatto culturale, non glielo togli dalla testa neanche a pagarlo, e sono pienamente convinto del fatto che non lo facciano per dispetto.
    Per inciso: non difendo nessuna causa francese eh , sono italiano pure io (anche se per metà, ma l'altra metà non è francese, anzi...il 50% del mio corredo genetico viene proprio dal Paese storico acerrimo nemico che sta oltre la Manche...). Eppure apprezzo molto la Francia e i francesi
    La Granda ne peut être la Granda sans la Grandeur.

  2. #172
    Vento moderato L'avatar di David Gilmour
    Data Registrazione
    20/10/11
    Località
    BASIGLIO
    Messaggi
    1,451
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Anche io ho imparato ad apprezzarlo e amare la loro lingua che è difficilissima, rispetto all'inglese che è ben più semplice.
    Penso paesaggisticamente la Francia abbia una quantità enorme di bellezze naturali e urbane che meritano di essere scoperte e apprezzate e se non potrò fare sfoggio del mio B1 third level di inglese può solo essere un'occasione per migliorarsi.
    E poi le ragazze francesi... Che meraviglia! Non dimenticherò mai quando la mia Mademoiselle preferita venne a incrociare lo sguardo del sottoscritto su un treno a Berlino che sorriso meraviglioso che mi fece, dolcissima.
    E poi tutto il resto sono ricordi dolorosissimi. Passammo giornate splendide e il fatto fossimo italiani a loro faceva solo piacere, non avevano assolutamente superiorità o cose simili nei riguardi della nostra nazione... Anzi. la socializzazione con loro fu assolutamente ricambiata e spontanea, qualcosa di impensabile con le nostre ragazze che sono sempre gelide e su un piedistallo.. Sentirla parlare era bellissimo... Una sensualità incredibile. Alizée.... ❤️
    prova con un'italiana a sorriderle se non ti conosce... Guarderà l'amica e si dirann cosa vuole questo babbo di minchia????f

    Vive la belle France!
    Ultima modifica di David Gilmour; 13/12/2019 alle 04:03

  3. #173
    Vento forte L'avatar di Sneg
    Data Registrazione
    04/09/16
    Località
    Chiusa di Pesio (CN)
    Messaggi
    3,138
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da David Gilmour Visualizza Messaggio
    Anche io ho imparato ad apprezzarlo e amare la loro lingua che è difficilissima, rispetto all'inglese che è ben più semplice.
    Penso paesaggisticamente la Francia abbia una quantità enorme di bellezze naturali e urbane che meritano di essere scoperte e apprezzate e se non potrò fare sfoggio del mio B1 third level di inglese può solo essere un'occasione per migliorarsi.
    E poi le ragazze francesi... Che meraviglia! Non dimenticherò mai quando la mia Mademoiselle preferita venne a incrociare lo sguardo del sottoscritto su un treno a Berlino che sorriso meraviglioso che mi fece, dolcissima.
    E poi tutto il resto sono ricordi dolorosissimi. Passammo giornate splendide e il fatto fossimo italiani a loro faceva solo piacere, non avevano assolutamente superiorità o cose simili nei riguardi della nostra nazione... Anzi. la socializzazione con loro fu assolutamente ricambiata e spontanea, qualcosa di impensabile con le nostre ragazze che sono sempre gelide e su un piedistallo.. Sentirla parlare era bellissimo... Una sensualità incredibile. Alizée.... ❤️
    prova con un'italiana a sorriderle se non ti conosce... Guarderà l'amica e si dirann cosa vuole questo babbo di minchia????f

    Vive la belle France!
    Toujours et pour toujours....
    La Granda ne peut être la Granda sans la Grandeur.

  4. #174
    Vento teso L'avatar di paroplapi
    Data Registrazione
    18/08/08
    Località
    Yenne (Francia)
    Età
    50
    Messaggi
    1,525
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da David Gilmour Visualizza Messaggio
    Alizée.... ❤️
    Questa?
    https://www.bing.com/videos/search?q...6FORM%3DVDVVXX

  5. #175
    Vento moderato L'avatar di David Gilmour
    Data Registrazione
    20/10/11
    Località
    BASIGLIO
    Messaggi
    1,451
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da paroplapi Visualizza Messaggio
    È 100.000 volte più bella. Non so se ho una sua foto da qualche parte ma nessun paragone.
    Somiglia a leanor Watling, quella di son de Mar e abla con Ella.
    Non so se centri il fatto che è di Bordeaux, come lineamenti ha qualche cosa di spagnolo negli occhi, ma con lo charme e femminilità Francese.
    La voce era stupenda, come tante in Francia, una voce a tratti da fanciulla giovanissima ma con qualcosa di sensuale.
    Era troppo bella...
    Nome molto metereofilo, visto che vuol dire ragazza del vento.
    Dopo di lei il buio totale.

  6. #176
    Vento forte L'avatar di Sneg
    Data Registrazione
    04/09/16
    Località
    Chiusa di Pesio (CN)
    Messaggi
    3,138
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da David Gilmour Visualizza Messaggio
    È 100.000 volte più bella. Non so se ho una sua foto da qualche parte ma nessun paragone.
    Somiglia a leanor Watling, quella di son de Mar e abla con Ella.
    Non so se centri il fatto che è di Bordeaux, come lineamenti ha qualche cosa di spagnolo negli occhi, ma con lo charme e femminilità Francese.
    La voce era stupenda, come tante in Francia, una voce a tratti da fanciulla giovanissima ma con qualcosa di sensuale.
    Era troppo bella...
    Nome molto metereofilo, visto che vuol dire ragazza del vento.
    Dopo di lei il buio totale.
    ... e dai pure te però! Ma che mi combini, mon ami?!
    La Granda ne peut être la Granda sans la Grandeur.

  7. #177
    Bava di vento
    Data Registrazione
    02/12/09
    Località
    Trani (Bari)
    Età
    54
    Messaggi
    203
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Io sono stato in vacanza in Francia 2 volte di seguito, sempre in agosto. La prima volta a Parigi con amici, viaggio e soggiorno liberi (senza agenzia), per sette giorni. La seconda viaggio organizzato da agenzia: 8 giorni in giro per i Castelli della Loira (e dire che sono fantastici, è dire poco) e gli ultimi 2 a Parigi. In questo ultimo tour in particolare, abbiamo cambiato ben 8 alberghi prima di arrivare a Parigi, dove abbiamo soggiornato nello stesso albergo per 2 giorni, appunto. Negli hotel dove ho soggiornato, sia nel primo viaggio che nel secondo in particolare, dove ne abbiamo cambiati parecchi, ho trovato personale gentile e disponibile, e che parlava anche italiano correttamente, tra l'altro, oltre che inglese ovviamente, ma in qualche caso anche personale meno cordiale e disponibile, ma non per questo mi sono fatto una idea particolarmente buona o cattiva della Francia e dei francesi, perchè pure in Italia, dove anche spesso ho trascorso le vacanze estive, ho trovato gente (negli hotel, come in giro nelle citta, negozi, musei ecc.) altrettanto garbata o sgarbata. Insomma, tutto il mondo è paese per me, e che si Francia o Italia o dovunque altro sia.

    Un esempio:
    A Parigi eravamo in giro in gruppo: io che parlo inglese piuttosto meglio rispetto agli altri della combriccola, fermo una signora per strada, una passante francese, e gli chiedo (in inglese) una informazione su una via di Parigi.
    La signora, capito che ero italiano, mi ha gentilmente risposto in perfetto italiano, indicandomi tutto quanto. Poi mi disse, anche: conosco l'Italia, mi piace molto, e parlo anche l'italiano perchè anche la vosta lingua mi piace.
    La rigraziai in francese, (merci beaucoup) che pure conosco un pochettino, giusto per gratitudine...e ci salutammo con un semplice ciao

  8. #178
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    16/09/17
    Località
    Troina (En) 1014 mslm
    Messaggi
    500
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Della Francia mi interessa solo la letteratura. Per il resto, sono calato a pieno nello stereotipo del francese antipatico. Dalle mie parti se ne vedono ovviamente pochi, ma non è difficile incontrarne e quando ti capita di incrociarli o parlarci è evidente il tono di superiorità che si danno. Se non di chiaro scherno nei tuoi confronti. Quindi, no, non penso proprio che riuscirò mai a farmi stare simpatico un francese o fare anche solo una vacanza da loro.

    Tornando in topic. Oltre Catania, città in cui risiedo per la maggior parte dell'anno e che, come ho già scritto, faccio molta fatica ad apprezzare, ho visitato Lisbona e Atene.
    Di Lisbona ho amato e amo ogni cosa alla follia, dal clima alla cultura (provo per Pessoa una sorta di venerazione divina). L'ho trovata una città pulita e organizzata, pienamente promossa. In una settimana sono stato fermato solo in una occasione da un magrebino che cercava di appiopparmi della droga. Per il resto ho visitato senza problemi anche i quartieri popolari come Bairro e Belem.

    Di Atene che dire. Mi si è spezzato il cuore aver visto la culla della cultura occidentale versare in condizioni drammatiche. L'ho visitata nel 2016, quindi in piena crisi, ed è stato qualcosa al limite dello shock. Sporcizia, vagabondi, tossicodipendenti che si bucavano ad ogni angolo in pieno centro. Si vedeva e si respirava un chiaro malessere sociale, la sofferenza di un popolo glorioso. Sono rimasto profondamente colpito. Mi chiedo come si possa permettere di ridurre una popolazione in questo modo. L'esempio lampante del fallimento dell'ue.

  9. #179
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Germania
    Messaggi
    2,810
    Menzionato
    56 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Atene era brutta, sporca e malridotta pure prima della crisi.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  10. #180
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Germania
    Messaggi
    2,810
    Menzionato
    56 Post(s)

    Predefinito Re: La città più pericolosa

    Citazione Originariamente Scritto da mik33017 Visualizza Messaggio
    Oddio... parliamone!

    Premesso che vengo da un paesello del Friuli prealpino dove fino a pochi anni fa si dormiva con la porta spalancata d'estate per far entrare il fresco, comunque per lavoro giro per le città europee a dei congressi. Di solito io vado al congresso di sabato e domenica, mentre mia moglie con la moglie di un collega ne approfitta per visitare la città. Quindi girano da sole, di giorno ma anche la sera.
    Ci siamo fatti Madrid, Bruxelles, Roma, Budapest, Londra e Cluj, città rumena in Transilvania di 350 mila abitanti.
    Inoltre per lavoro bazzico Milano, un paio di volte Monaco, a Vienna ho fatto una settimana nel 2017...
    Negli ultimi mesi siamo stati a Roma ed in Romania a Cluj
    A Roma , per errore, scendendo alla stazione Termini alle ore 12 , ci siamo incamminati verso zona San Lorenzo per pranzare in una trattoria. Paura e delirio (oltre che sporcizia, tanta sporcizia). Abbiamo imboccato un paio di vie surreali per essere quasi in centro in una capitale europea ed un sottopasso pedonale tipo film horror.
    In sostanza le uniche 2 città dove a mia moglie ho detto "attenzione quando girate da sole" sono Roma e Bruxelles (anche lì tanto degrado a due passi dal centro).
    la città rumena, a gran sorpresa, pulita ed ordinata, così come Budapest che fra l'altro è una metropoli.
    La migliore di tutte come sicurezza percepita / pulizia: senza dubbio Vienna.
    Io a Roma non ho mai avuto problemi. La zona della Stazione Termini è effettivamente l'unica, almeno in centro, che può sembrare malsicura, ma in realtà più che incontrare gente strana difficilmente ti succede granché. Poi c'è talmente tanta gente in giro a tutte le ore del giorno e della notte che la sensazione di insicurezza onestamente è difficile da provare. Anche l'ultima volta che sono andato in Centrale a Milano era uno schifo, ma non era uno schifo malsicuro, solo degradato e fastidioso.
    Sulla sporcizia siamo d'accordo, via Giolitti in particolare è tenuta da terzo mondo.

    Bruxelles altro discorso, la Gare du Nord è effettivamente un postaccio dove non consiglierei a una donna di camminare da sola la sera.
    In Italia oltre a Genova ho avuto sinceramente brutte esperienze a Bologna, in particolare al parco della Montagnola dove mi sono sentito a disagio in pieno giorno.
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •