Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 57
  1. #31
    Brezza tesa L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    519
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da original pio Visualizza Messaggio
    qui dico la mia...
    direi che la zona da Grosseto in giu fino a buona parte della provincia di Viterbo si ha una situazione simile al basso lazio,dove per i toscani li abitano i mezzi romani,mentre per i romani sono zone popolate dai mezzi toscani...nella zona di Massa e Carrara e ancora di piu nell'alta Lunigiana(e in parte alcune zone liguri) si parlano dialetti molto affini all'emiliano,questo e' dovuto al fatto che quei territori un tempo ,insieme a parte dell'Emilia ,erano una regione culturale e linguistica omogenea la cui " capitale" era la citta' di Luni,questa peculiarita' era talmente sentita che per un certo periodo in Italia si penso' di farne una regione vera e propria.I dialetti pisani e livornesi non hanno accenti romani..cosi come Lucca e Pistoia,esclusa Livorno nelle altre citta' si parla un dialetto cantilenante e con le consonanti piu' aperte rispetto al fiorentino..il dialetto livornese fa storia a se,frutto di piu influenze a "causa" del suo porto...e' sempre Toscano ,ma tutto a modo suo,senza somiglianze con le altre realta' della regione,questa parlata e' presente solo sulla costa,dopo pochi km verso l'interno sparisce per trasformarsi in pisano....l'aretino ,via via che si va verso l'interno subisce le influenze del marchigiano e dell'umbro..piu sulla fonetica che sulle parole.
    una curiosita': per il fiorentino il mondo civile finisce con i confini del suo comune,il resto della regione,nonche' dell'Italia,del mondo e del creato tutto ,viene classificato come "contado"
    Quoto tutto, anche se gli studiosi e i linguisti considerano toscano "puro" solo la parlata di Siena e Firenze. Tra l'altro, soltanto vivendo a Siena si riesce a capire che in realtà il senese è molto diverso dal fiorentino, come dialetto, anche se quelli che vivono a Pisa, Livorno, o comunque lungo la costa, tendono a classificarlo molto simile.

    Anche a Lucca e Pistoia io ho trovato qualche parola non toscanissima o almeno un pò particolare.. anche se effettivamente la parlata delle due città è sicuramente più pura delle zone toscane di confine.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  2. #32
    Brezza tesa L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    519
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Fino al 1500, il dialetto romano era simile al ciociaro, poi dopo quella data si è toscanizzato (sicuramente per le molte nobili famiglie toscane che si stabilirono nella Capitale)
    Il romanesco fa storia a sè, in provincia di Roma nei paesi sulle colline si parla più ciociaro che romanesco.. anche se le nuove generazioni stanno "romanizzandosi".

    Persino al mio paese, ai confini con la Campania ma interno, trovi alcune assonanze col romanesco e ciociaro, in un dialetto che però è principalmente campano.

    Inoltre a me capitano persone che dicono "conosco bene la tua parlata, perché sono stato a Formia e Gaeta per anni" senza sapere che queste due cittadine, distanti dal cancello di casa mia rispettivamente 18 e 24 km parlano molto diverso rispetto al mio paese, a volte non riusciamo a comprenderci.. esse sono ancora più "deviate" verso il casertano e hanno anche elementi pugliesi e abruzzesi.

    Una volta conobbi a Siena un ragazzo di Gaeta (col quale ci sentiamo ancora adesso) e finché non gli dicessi da dove provenivo esattamente, non riusciva a capire di dove fossi.. e sono solo 24 km di distanza.

    Inoltre proprio in toscana ho "conosciuto" altri dialetti perché c'era gente di tutte le parti d'Italia (con diversi di loro siamo ancora amici) tra l'altro molto "orgogliosi" della loro provenienza, cosa che non è tipica dei laziali del sud.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  3. #33
    Burrasca forte L'avatar di leonex
    Data Registrazione
    26/01/06
    Località
    Foggia - Roma
    Messaggi
    7,690
    Menzionato
    11 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Quando ai tempi dell'università, frequentai un corso con un ragazzo di Gaeta, prima di dirmi di dove fosse, per me era praticamente un campano dell'entroterra. Poi mi disse che era di Gaeta e un po' ci rimasi. Praticamente è un campano con influenze ciociare. Almeno così era l'impressione che mi diede.

  4. #34
    Brezza tesa L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    519
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da leonex Visualizza Messaggio
    Quando ai tempi dell'università, frequentai un corso con un ragazzo di Gaeta, prima di dirmi di dove fosse, per me era praticamente un campano dell'entroterra. Poi mi disse che era di Gaeta e un po' ci rimasi. Praticamente è un campano con influenze ciociare. Almeno così era l'impressione che mi diede.
    si , diciamo campano-abruzzese, forse anche qualcosa di molisano. Nella cadenza in italiano poi varia da persona a persona, per i campani noi parliamo però con accento romano.
    Ormai però tutti sentiamo l'appartenenza al Lazio.
    Come ho scritto su però a 24 km da Gaeta, presso l'interno, si parla in maniera molto diversa.
    PS. Il dialetto foggiano è uno di quelli che conosco alla perfezione e so parlare.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  5. #35
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    4,976
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    si , diciamo campano-abruzzese, forse anche qualcosa di molisano. Nella cadenza in italiano poi varia da persona a persona, per i campani noi parliamo però con accento romano.
    Ormai però tutti sentiamo l'appartenenza al Lazio.
    Come ho scritto su però a 24 km da Gaeta, presso l'interno, si parla in maniera molto diversa.
    PS. Il dialetto foggiano è uno di quelli che conosco alla perfezione e so parlare.
    Be' il dialetto foggiano non è sffatto facile da capire, io attraverso l'abruzzese costiero riesco a capirne il 50%.( è anche vero però che l'abruzzese lo capisco ma non lo parlo, non essendo nato in Abruzzo)

  6. #36
    Bava di vento L'avatar di Meteo65
    Data Registrazione
    02/12/09
    Località
    Trani (Bari)
    Età
    54
    Messaggi
    203
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Io pure, conosco molto bene il dialetto foggiano e lo so anche parlare quasi alla perfezione.
    Ho trascorso un anno intero, dal 1986 al 1987, in questa bella città che ritengo (come ho detto in un altra discussione) essere una delle più belle città della Puglia. Erano i tempi del militare ( a quei tempi obbligatorio ), e chi se lo scorda
    Il dialetto foggiano in generale, è parecchio simile al dialetto napoletano vero e proprio, così sembrava almeno a me, anche perchè in caserma dove stavo io c'erano parecchi commilitoni campani (sia di Napoli che di diverse province campane) e altrettanti foggiani (di Foggia città, ma anche della provincia) e quando sentivo parlare i dialetti di entrambi, napoletani e foggiani in particolare, sentivo davvero poche differenze tra questi e, tra l'altro, si capivano perfettamente tra loro
    Invece i dialetti dei comuni della provincia di Foggia, già diversi dal dialetto foggiano vero e proprio, erano differenti sia dal dialetto napoletano che dai dialetti dei comuni delle altre province campane.
    In ogni caso, tanto per restare in termini " dialetto ", quello del mio paese (Trani) fa skifo, ed è uno dei peggiori che io abbia mai sentito parlare da sempre, e infatti io non ci penso proprio per niente a parlarlo; sia a casa che tra amici solo qualche battuta, ma nient'altro.
    Ma ci sono altri dialetti della provincia di Bari, che io personalmente trovo antipatici, (non me ne vogliano gli utenti di Bari e provincia, ma è un mio pensiero personale, per carità), mentre proprio il dialetto della città di Bari lo trovo davvero bello e caratteristico, a differenza di certi (non tutti) dialetti dei comuni della provincia, come ho detto, ma quello mio poi...

  7. #37
    Vento forte
    Data Registrazione
    05/02/08
    Località
    Bernalda (Matera) - 130 m.s.l.m.
    Messaggi
    4,131
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Meteo65 Visualizza Messaggio
    Io pure, conosco molto bene il dialetto foggiano e lo so anche parlare quasi alla perfezione.
    Ho trascorso un anno intero, dal 1986 al 1987, in questa bella città che ritengo (come ho detto in un altra discussione) essere una delle più belle città della Puglia. Erano i tempi del militare ( a quei tempi obbligatorio ), e chi se lo scordaImmagine

    Il dialetto foggiano in generale, è parecchio simile al dialetto napoletano vero e proprio, così sembrava almeno a me, anche perchè in caserma dove stavo io c'erano parecchi commilitoni campani (sia di Napoli che di diverse province campane) e altrettanti foggiani (di Foggia città, ma anche della provincia) e quando sentivo parlare i dialetti di entrambi, napoletani e foggiani in particolare, sentivo davvero poche differenze tra questi e, tra l'altro, si capivano perfettamente tra loroImmagine

    Invece i dialetti dei comuni della provincia di Foggia, già diversi dal dialetto foggiano vero e proprio, erano differenti sia dal dialetto napoletano che dai dialetti dei comuni delle altre province campane.
    In ogni caso, tanto per restare in termini " dialetto ", quello del mio paese (Trani) fa skifo, ed è uno dei peggiori che io abbia mai sentito parlare da sempre, e infatti io non ci penso proprio per niente a parlarlo; sia a casa che tra amici solo qualche battuta, ma nient'altro.
    Ma ci sono altri dialetti della provincia di Bari, che io personalmente trovo antipatici, (non me ne vogliano gli utenti di Bari e provincia, ma è un mio pensiero personale, per carità), mentre proprio il dialetto della città di Bari lo trovo davvero bello e caratteristico, a differenza di certi (non tutti) dialetti dei comuni della provincia, come ho detto, ma quello mio poi...Immagine
    Il Foggiano è abbastanza simile al Napoletano solo nel lessico (come lo sono tantissimi dialetti meridionali compreso il mio), ma la cadenza e i suoni sono nettamente pugliesi, ma proprio pugliesi doc.
    Il Napoletano non ha vocali accentate mute al suo interno, a differenza di diversi dialetti pugliesi come ad esempio il Foggiano e il Tarantino. E' un po' un'enfatizzazione, ma si può dire che Foggiani e Tarantini (ma più i primi) parlano il dialetto quasi senza vocali; qualcuno potrà contestare quest'affermazione, ma bisogna mettersi nei panni di chi li ascolta provenendo da altre zone della Puglia e del Sud in genere.

    Sinceramente anch'io li trovo entrambi molto cacofonici (il Foggiano e ancor più il Tarantino con la sua orrenda cantilena), assieme ai dialetti e alle cadenze dell'entroterra barese, ma è solo un parere personale.
    Mi piace invece il Barese di Bari città, proprio un altro mondo, senza vocali storpiate alla Lino Banfi e con una cadenza molto divertente e "cinematografica"
    Ultima modifica di Julio; 14/11/2019 alle 02:06

  8. #38
    Brezza tesa L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    519
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Confermo che il foggiano è praticamente senza vocali, spariscono quasi tutte.
    Alcuni dialetti del Lazio sud, tipo quelli di Fondi e monte san Biagio (ma anche altri, es Gaeta) hanno similitudini con alcuni dialetti pugliesi poiché dei pescatori pugliesi vennero nella zona secoli fa. Quindi oltre ad elementi napoletani e ciociaro/abruzzesi abbiamo in alcuni di questi dialetti la scomparsa delle vocali anche all'interno della parola.
    Mi riferisco ovviamente alla parte borbonica del Lazio.
    Al mio paese e anche la maggior parte di quelli interni le vocali le senti tutte, chiaramente.

  9. #39
    Vento moderato L'avatar di original pio
    Data Registrazione
    25/08/13
    Località
    Migliana di Prato 605 mt
    Età
    46
    Messaggi
    1,116
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Confermo che il foggiano è praticamente senza vocali, spariscono quasi tutte.
    Alcuni dialetti del Lazio sud, tipo quelli di Fondi e monte san Biagio (ma anche altri, es Gaeta) hanno similitudini con alcuni dialetti pugliesi poiché dei pescatori pugliesi vennero nella zona secoli fa. Quindi oltre ad elementi napoletani e ciociaro/abruzzesi abbiamo in alcuni di questi dialetti la scomparsa delle vocali anche all'interno della parola.
    Mi riferisco ovviamente alla parte borbonica del Lazio.
    Al mio paese e anche la maggior parte di quelli interni le vocali le senti tutte, chiaramente.
    lo domando a te, mi sembri la persona adatta, per motivi geografici....nelle isole di Ponza e Ventotene che dialetti si parlano?..cosi' a occhio direi campano,nonostante politicamente appartengono al Lazio.....
    Foppeddirvelo...

  10. #40
    Brezza tesa L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    519
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da original pio Visualizza Messaggio
    lo domando a te, mi sembri la persona adatta, per motivi geografici....nelle isole di Ponza e Ventotene che dialetti si parlano?..cosi' a occhio direi campano,nonostante politicamente appartengono al Lazio.....
    Casertano con una cadenza tutta particolare, ma molto diverso dai dialetti di Formia e Gaeta e di quelli dell'entroterra. Niente a che vedere con il resto del Lazio Borbonico. Nelle isole, visti i rapporti secolari con i pescatori provenienti dal napoletano credo sia normale, cosi come il napoletano con cadenza anche qui un pò strana è parlato al centro storico di Gaeta, dove c'era la roccaforte borbonica.
    Nel resto del comune di Gaeta si parla un dialetto campano mischiato con qualche elemento abruzzese e ciociaro.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •