Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 57 di 57
  1. #51
    Brezza tesa L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    519
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da EnnioDiPrinzio Visualizza Messaggio
    Sono le zone più impervie dove si conservano aree con le vocali chiare: come se l'uso della vocale indistinta dell'alto mezzogiorno lì non è arrivato e ci troviamo di fronte ad aree più conservative ( oppure residui di aree linguistiche più antiche).
    Spiegavo anche su i motivi, di solito ciò a quanto dicono gli studiosi vale per le aree a occupazione longobarda (quindi anche parte del Lazio Sud, come al mio paese).
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  2. #52
    Vento fresco L'avatar di Alexios
    Data Registrazione
    18/01/12
    Località
    Palomonte (SA) 330 m
    Età
    32
    Messaggi
    2,636
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Nella zona di Napoli non ci sono, mentre per altre province campane mi sono "fidato" di quello che mi è stato detto da amicizie e conoscenze, anche delle tue parti
    Si, certo. Attualmente è relegata alle zone più interne. Nella mia zona è praticata soprattutto nei paesini a confine con la Basilicata

    Inviato con piccione tramite Tapatalk

  3. #53
    Vento forte L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    4,973
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Spiegavo anche su i motivi, di solito ciò a quanto dicono gli studiosi vale per le aree a occupazione longobarda (quindi anche parte del Lazio Sud, come al mio paese).
    Non saprei, secondo me sono questioni più antiche: come si è detto all'inizio tutto dipende dalla dislocazione dei popoli preromani e del loto modo di adottare il latino, portanfosi fietro il retaggio della lingua precedente attraverdo la pronuncia diversa nelle vatie macroaree linguistiche preromane.
    I longobardi tuttalpiù hanno lasciato il segno con dei vocaboli di otigine germanica e non certo con la pronuncia.
    Nell'Abruzzo chietino i longobardi hanno fondato paesi e piccoli agglomerati ( fare e faricciole) e ci sono tracce di cognomi longobardi anche oggi ( oltre che certe fisionomie germaniche) mentre i bizantini resistettero sulla costa, eppure non c'è alcuna differenza linguistica: le vocali finali sono mute ovunque

  4. #54
    Vento fresco L'avatar di Mat87
    Data Registrazione
    17/04/13
    Località
    Viterbo (350 m)
    Età
    32
    Messaggi
    2,203
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da original pio Visualizza Messaggio
    qui dico la mia...
    direi che la zona da Grosseto in giu fino a buona parte della provincia di Viterbo si ha una situazione simile al basso lazio,dove per i toscani li abitano i mezzi romani,mentre per i romani sono zone popolate dai mezzi toscani...
    Con il grossetano abbiamo molti termini e modi di dire in comune ma la cadenza cambia a volte in modo impressionante a distanza di pochissimi Km. E' stupefacente...a Latera ad esempio hanno accento viterbese, pochi km dopo, a Pitigliano, è toscano! Poi chiaramente si hanno sfumature ibride dell'uno o dell'altro.
    Un accento un po' più toscaneggiante è distinguibile verso Acquapendente, Onano, Trevinano (in quest'ultimo posto è un mix senese-umbro).
    Ma in genere il viterbese ha più dell'umbro (orvietano) come dialetto. Orvieto decisamente più simile a Viterbo che non a Terni nella parlata, mentre Orte è più simile alla parlata della conca ternana, che a tratti mi ricorda il Sabino.

    PS: a Porto Santo Stefano e al Giglio hanno una calata strana...boh, a tratti manco mi sembra toscano
    Anno 2019
    Pioggia: 601,0 mm (Agg. 3 Ottobre)
    Neve: 4,5 cm.

  5. #55
    Brezza tesa L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    519
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Mat87 Visualizza Messaggio
    Con il grossetano abbiamo molti termini e modi di dire in comune ma la cadenza cambia a volte in modo impressionante a distanza di pochissimi Km. E' stupefacente...a Latera ad esempio hanno accento viterbese, pochi km dopo, a Pitigliano, è toscano! Poi chiaramente si hanno sfumature ibride dell'uno o dell'altro.
    Un accento un po' più toscaneggiante è distinguibile verso Acquapendente, Onano, Trevinano (in quest'ultimo posto è un mix senese-umbro).
    Ma in genere il viterbese ha più dell'umbro (orvietano) come dialetto. Orvieto decisamente più simile a Viterbo che non a Terni nella parlata, mentre Orte è più simile alla parlata della conca ternana, che a tratti mi ricorda il Sabino.

    PS: a Porto Santo Stefano e al Giglio hanno una calata strana...boh, a tratti manco mi sembra toscano
    Ho avuto amicizie di Latera, e in effetti hanno accento viterbese ma anche qualche parola umbra.

    Acquapendente in effetti ha una leggerissima cadenza toscana, qualcuno di là l'ho conosciuto ai tempi dell'università

    di Orvieto ho amicizie ancora adesso e nel dialetto sembrano più laziali che umbri, ma è perché orvieto una volta era del Lazio, e infatti passò all'Umbria nel 1923, mi pare, sempre per iniziativa del Regime Fascista che poi nel 1927 annesse la parte settentrionale della campania al Lazio.

    Quelli di Porto santo Stefano in effetti hanno una strana cadenza ma io direi più simile al toscano.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

  6. #56
    Vento fresco L'avatar di Mat87
    Data Registrazione
    17/04/13
    Località
    Viterbo (350 m)
    Età
    32
    Messaggi
    2,203
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Ho avuto amicizie di Latera, e in effetti hanno accento viterbese ma anche qualche parola umbra.

    Acquapendente in effetti ha una leggerissima cadenza toscana, qualcuno di là l'ho conosciuto ai tempi dell'università

    di Orvieto ho amicizie ancora adesso e nel dialetto sembrano più laziali che umbri, ma è perché orvieto una volta era del Lazio, e infatti passò all'Umbria nel 1923, mi pare, sempre per iniziativa del Regime Fascista che poi nel 1927 annesse la parte settentrionale della campania al Lazio.

    Quelli di Porto santo Stefano in effetti hanno una strana cadenza ma io direi più simile al toscano.
    Si infatti Orvieto è interamente legata alla storia della Tuscia, in modo particolare a Bolsena. Anche lo stile delle case dell'Orvietano (fino a Fabro/Allerona) è tipicamente viterbese in tufo. Nel senese si passa subito ai mattoncini, mentre nell'Umbria molto usata la pietra

    E' interessante come ogni zona abbia uno stile diverso nell'edificazione.
    Anno 2019
    Pioggia: 601,0 mm (Agg. 3 Ottobre)
    Neve: 4,5 cm.

  7. #57
    Brezza tesa L'avatar di Presidente
    Data Registrazione
    19/04/18
    Località
    Castelforte (LT)
    Messaggi
    519
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: divisione geografica dell'italia....

    Citazione Originariamente Scritto da Mat87 Visualizza Messaggio
    Si infatti Orvieto è interamente legata alla storia della Tuscia, in modo particolare a Bolsena. Anche lo stile delle case dell'Orvietano (fino a Fabro/Allerona) è tipicamente viterbese in tufo. Nel senese si passa subito ai mattoncini, mentre nell'Umbria molto usata la pietra

    E' interessante come ogni zona abbia uno stile diverso nell'edificazione.
    Tutte zone che conosco benissimo avendo vissuto molto tempo a Siena (anche se a casa tornavo spesso, a dir la verità) e ogni tanto rivado. A parte ciò che vedevo dal treno, ricordo anche i vari "blitz" che facevano con gli amici in auto o in treno per andare nelle altre zone toscane, laziali, umbre.
    Addo' arrivamo, mettemo glio' pezzùco
    Luccicantella calla calla, mitti fuoco alla cavalla, la cavalla dé glio' ré, luccicantella mmàni a mmé!!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •