Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 27
  1. #11
    Bava di vento L'avatar di SummerSun
    Data Registrazione
    16/06/23
    Località
    Catanzaro (CZ)
    Età
    26
    Messaggi
    228
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Tutte le ondate di calore che avranno una durata della +20 a 850 superiore a 5 gg per Brindisi e 7 gg per Trapani.
    Per il momento questo avviene solo in estate, ma visto l’andazzo vai a capire se accadrà anche a Maggio e Settembre.
    Che mi dici dei prefrontali eccezionali? Mi viene a mente quello del 26-27 ottobre 1999 che durò solamente 2 giorni ma portò una +21 su Calabria e Sicilia. Tutte le stazioni dell'area registrarono massime mensili ampiamente imbattute ancora oggi, e le aree più favonizzate della Sicilia tirrenica superarono abbondantemente i 40°C. Se un fenomeno di questo genere dovesse ricapitare (direi che è solo questione di tempo) personalmente credo sarebbe giusto dargli posto in questo thread. Sei d'accordo?
    Estremi storici S.Maria di Catanzaro (1981-2023):
    +43.6°C, 25 luglio 2023
    -3.4°C, 9 dicembre 1991

  2. #12
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,986
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Citazione Originariamente Scritto da SummerSun Visualizza Messaggio
    Che mi dici dei prefrontali eccezionali? Mi viene a mente quello del 26-27 ottobre 1999 che durò solamente 2 giorni ma portò una +21 su Calabria e Sicilia. Tutte le stazioni dell'area registrarono massime mensili ampiamente imbattute ancora oggi, e le aree più favonizzate della Sicilia tirrenica superarono abbondantemente i 40°C. Se un fenomeno di questo genere dovesse ricapitare (direi che è solo questione di tempo) personalmente credo sarebbe giusto dargli posto in questo thread. Sei d'accordo?
    Credo necessiterebbero di un'altra classifica, questa si occupa delle più lunghe e intense ondate di calore in assoluto, quindi il primo prerequisito è che siano lunghe. Ci sono dunque alcune ondate intense per i picchi raggiunti ma non sufficientemente lunghe che sono state tagliate fuori (ad esempio nel caso di Brindisi mi pare quella del 1982).

    Si potrebbe concepire ad ogni modo un thread apposito, ma ovviamente tempo permettendo sarà un lavoro eventuale per il futuro.

  3. #13
    Vento moderato
    Data Registrazione
    14/01/21
    Località
    Catania
    Messaggi
    1,074
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Citazione Originariamente Scritto da Presidente Visualizza Messaggio
    Mannaia Eva.. ahia la puella!! cu n'ù sàpa è tuttu cunnu!!!
    In effetti il 1998 fu tosta, un'estate che ricordo bene (avevo 26 anni) soprattutto ai primi di agosto.
    Nel 1998 io qui mi ricordo i primi giorni di luglio, molto simile all'ondata di quest'anno solo piu' breve. all'epoca +45° registrati a Catania.


  4. #14
    Burrasca
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    5,130
    Menzionato
    151 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Una possibile influenza è che nei decenni passati c'erano più solfati in atmosfera emessi artificialmente, all'epoca si parlava di "piogge acide". I solfati sono stati in gran parte eliminati, ultimamente anche dai carburanti usati dalle navi.

    Mannaggia che non ci siano dati di Trapani prima del 1976. Io ho raccolto solo quelli della stazione a terra di Fontanarossa.

    Citazione Originariamente Scritto da SummerSun Visualizza Messaggio
    Probabilmente, se non fosse stato per il Tambora, anche gli anni '90 ci avrebbero regalato estati della stessa magnitudo. Non che il '97 e il '98 fossero annate fresche eh
    L'eruzione del Tambora è del 1815. Forse ti riferisci al Pinatubo.

  5. #15
    Bava di vento L'avatar di SummerSun
    Data Registrazione
    16/06/23
    Località
    Catanzaro (CZ)
    Età
    26
    Messaggi
    228
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    L'eruzione del Tambora è del 1815. Forse ti riferisci al Pinatubo.
    Chiaramente. Grazie, modifico
    Estremi storici S.Maria di Catanzaro (1981-2023):
    +43.6°C, 25 luglio 2023
    -3.4°C, 9 dicembre 1991

  6. #16
    Vento teso L'avatar di Stefano Riccio
    Data Registrazione
    25/10/10
    Località
    Firenze (FI)
    Età
    31
    Messaggi
    1,901
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Citazione Originariamente Scritto da Wishmaster Visualizza Messaggio
    Nel 1998 io qui mi ricordo i primi giorni di luglio, molto simile all'ondata di quest'anno solo piu' breve. all'epoca +45° registrati a Catania.

    Immagine
    Nel 1998 (per l'epoca eh, adesso pare roba normale) fu caldissimo quasi senza soluzione di continuità per quasi un mese dal 20 luglio in poi, Peretola dal 1° al 15 agosto fece 11 over 35°C in 15 giorni. Oddio tutto l'anno fu piuttosto caldo per gli standard che ancora c'erano all'epoca (ma penso fosse dovuto al mega nino) con il solo dicembre fresco.
    Database dei record in Toscana: http://climaintoscana.altervista.org/
    Record assoluti: +43,1°C ad Antella il 06/08/2003; -26,0°C a Firenzuola l'08/01/1985.

  7. #17
    Bava di vento L'avatar di Liverpool
    Data Registrazione
    17/06/22
    Località
    Italy/Liverpool (England)
    Messaggi
    133
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Nel luglio 2023 si evidenzia un netto divario termico di latitudine fra il bacino del Mediterraneo e l'Europa settentrionale, giustificati dai diversi record assoluti battuti nelle capitali e in varie principali stazioni, durante l'eccezionale periodo dalla seconda alla terza decade, tra cui Roma Ciampino, Atene Elliniko, La Valletta e Tirana La Praka.

    MAPPA ANOMALIE EUROPA:
    ANOM2m_CFSR_GFS_2307_monthly_europe.png

    In Italia è il luglio più caldo dal 1800 al meridione (+2.44 sulla 1991-2020), il 2° per il centro Italia come anomalia a soli -0.05 dall'assoluto luglio 2015, e il 9° per il nord Italia:

    MAPPA ANOMALIE ITALIA:
    latest_month_TMM.jpg

    CAPITALI EUROPEE LUGLIO 2023 - MEDIE MENSILI E SCARTI SULLA MEDIA

    AMSTERDAM: +22.0°C/+14.8°C, (14° mese più caldo dal 1973) - Amsterdam Airport Schiphol. Complessivamente sopra la media di +0.7°C sulla trentennale.

    ATENE: +37.4°C/+27.3°C, (1° mese più caldo dal 1980) - Athens Elliniko. Complessivamente sopra la media di +4.6°C sulla trentennale.

    BELGRADO: +31.0°C/+18.8°C, (3° mese più caldo dal 1980) - Beograd Surcin. Complessivamente sopra la media di +2.7°C sulla trentennale.

    BERLINO: +26.1°C/+14.8°C, (28° mese più caldo dal 1900) - Berlin Tempelhof. Complessivamente sopra la media di +0.8°C sulla trentennale.

    BERNA: +26.3°C/+15.4°C, (7° mese più caldo dal 1864) - Berne Liebefeld. Complessivamente sopra la media di +2.1°C sulla trentennale.

    BRATISLAVA: +29.2°C/+17.5°C, (6° mese più caldo dal 1980) - Bratislava Ivanka. Complessivamente sopra la media di +1.9°C sulla trentennale.

    BRUXELLES: +23.6°C/+14.2°C, (15° mese più caldo dal 1931) - Bruxelles National. Complessivamente sopra la media di +0.6°C sulla trentennale.

    BUCAREST: +33.6°C/+16.8°C, (2° mese più caldo dal 1980) - Bucuresti Imh. Complessivamente sopra la media di +2.7°C sulla trentennale.

    BUDAPEST: +30.0°C/+19.5°C, (4° mese più caldo dal 1980) - Budapest Met Center. Complessivamente sopra la media di +2.3°C sulla trentennale.

    CHISINAU: +29.7°C/+18.6°C, (7° più caldo dal 1980) - Kisinev. Complessivamente sopra la media di +1.8°C sulla trentennale.

    COPENHAGEN: +21.6°C/+13.6°C, (21° più freddo dal 1980) - Koebenhavn Kastrup. Complessivamente in perfetta media sulla trentennale.

    DUBLINO: +18.6°C/+11.7°C, (21° più freddo dal 1980) - Dublin Airport. Complessivamente sotta la media di -0.4°C sulla trentennale.

    HELSINKI: +21.6°C/+11.1°C, (12° più freddo dal 1980) - Helsinki-Vantaa. Complessivamente sotto la media di -1.2°C sulla trentennale.

    KIEV: +26.2°C/+17.0°C, (17° più caldo dal 1980) - Kyiv. Complessivamente sopra la media di +1.0°C sulla trentennale.

    LA VALLETTA: +35.2°C/+24.3°C, (1° più caldo dal 2000) - Luqa. Complessivamente sopra la media di +2.9°C sulla trentennale.

    LISBONA: +29.3°C/+18.5°C, (7° più caldo dal 1990) - Lisboa Geof. Complessivamente sopra la media di +0.6°C sulla trentennale.

    LONDRA: +22.6°C/+14.7°C, (4° più freddo dal 2009) - St. James Park. Complessivamente sotto la media di -0.9°C sulla trentennale.

    LUBIANA: +28.5°C/+17.5°C, (11° più caldo dal 1995) - Ljubljana/Bezigrad. Complessivamente sopra la media di +1.5°C sulla trentennale.

    LUSSEMBURGO: +23.7°C/+13.9°C, (20° più caldo dal 1947) - Luxembourg. Complessivamente sopra la media di +0.5°C sulla trentennale.

    MADRID: +36.0°C/+19.2°C, (5° più caldo dal 1931) - Madrid Barajas. Complessivamente sopra la media di +2.4°C sulla trentennale.

    MINSK: +24.0°C/+12.6°C, (20° più caldo dal 1980) - Minsk. Complessivamente sotto la media di -0.3°C sulla trentennale.

    MOSCA: +22.6°C/+14.6°C, (21° più freddo dal 1970) - Moskva Moscou. Complessivamente sotto la media di -0,8°C sulla trentennale.

    OSLO: +20.7°C/+10.2°C, (4° più freddo dal 1980) - Oslo Fornebu. Complessivamente sotto la media di -2.3°C sulla trentennale.

    PARIGI: +25.9°C/+16.5°C, (26° più caldo dal 1900) - Paris Montsouris. Complessivamente sopra la media di +0.7°C sulla trentennale.

    PODGORICA: +34.3°C/+22.3°C, (5° più caldo dal 1980) - Podgorica Golubovci. Complessivamente sopra la media di +2.0°C sulla trentennale.

    PRAGA: +27.0°C/+13.3°C, (7° più caldo dal 1980) - Praha Ruzyne. Complessivamente sopra la media di +1,9°C sulla trentennale.

    REYKJAVIK: +15.0°C/+11.0°C, (11° più caldo dal 1980) - Reykjavik. Complessivamente sopra la media di +1.2°C sulla trentennale.

    RIGA: +20,7°C/+14,3°C, (18° più freddo dal 1980) - Riga. Complessivamente sotto la media di -0,8°C sulla trentennale.

    ROMA: +33.4°C/+22.3°C, (1° più caldo dal 1951) - Roma Ciampino. Complessivamente sopra la media di +3.0°C sulla trentennale.

    SARAJEVO: +31.1°C/+16.2°C, (3° più caldo dal 1998) - Sarajevo Bejelave. Complessivamente sopra la media di +2.7°C sulla trentennale.

    SKOPJE: +34,1°C/+17,0°C, (5° più caldo dal 1980) - Skopje Petrovec. Complessivamente sopra la media di +2.0°C sulla trentennale.

    SOFIA: +30.4°C/+15.9°C, (6° più caldo dal 1980) - Sofia Observ. Complessivamente sopra la media di +2.0°C sulla trentennale.

    STOCCOLMA: +20.2°C/+10.9°C, (4° più freddo dal 1980) - Stockholm Arlanda. Complessivamente sotto la media di -1,4°C sulla trentennale.

    TALLINN: +20.9°C/+11.8°C, (16° più freddo dal 1980) - Tallinn. Complessivamente sotto la media di -0.9°C sulla trentennale.

    TIRANA: +35.7°C/+23.5°C, (1° più caldo dal 2007) - Tirana La Praka. Complessivamente sopra la media di +4,6°C sulla trentennale.

    VARSAVIA: +26.7°C/+14.8°C, (10° più caldo dal 1973) - Warszawa Okecie. Complessivamente sopra la media di +1.8°C sulla trentennale.

    VIENNA: +29.2°C/+18.3°C, (3° più caldo dal 1980) - Wien Hohe Warte. Complessivamente sopra la media di +2.7°C sulla trentennale.

    VILNIUS: +23.9°C/+12.4°C, (19° più caldo dal 1980) - Vilnius. Complessivamente in perfetta media sulla trentennale.

    ZAGABRIA: +29.9°C/+17.5°C, (3° più caldo dal 1980) - Zagreb Pleso. Complessivamente sopra la media di +2.8°C sulla trentennale.

    Fonte: "Climatologie mensuelle en juillet 2023 à Roma / Ciampino (Rome) | climatologie depuis 1900 - Infoclimat"

  8. #18
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,986
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Con estremo ritardo pubblico anch'io la tabella con le più lunghe ondate di calore a 850 hPa per la serie dei radiosondaggi di Brindisi.


    Ho scelto di selezionare solo le ondate di calore (definite da isoterme ≥ 20° a 850 hPa) che hanno avuto una lunghezza non inferiore ai 5 gg, salvo una singola eccezione come si vedrà.
    Di queste ondate di calore ho riportato la temperatura media a 850 hPa, la media dello ZT, i picchi massimi di ZT, T850, T500 e GPT 500; in aggiunta ho evidenziato eventuali sottoperiodi in cui le isoterme sono state maggiori o uguali a 24°.

    La scelta di tali cut-off (5 giorni per la lunghezza delle ondate e l'isoterma di 24° per i sottoperiodi) sono state arbitrarie ma fondate sulla conoscenza della serie storica, in quanto 5 gg è ciò che modernamentedefinisce (definiva?) un'ondata di calore di eccezionale lunghezza (ho specificato non a caso "modernamente": la definizione di eccezionalità è cambiata di decennio in decennio, e sta cambiando tuttora), mentre l'isoterma +24 segna il limite tra ondata di calore di media intensità e ondata di calore di forte intensità.



    Voglio mettere bene in chiaro che il parametro su cui si fonda l'intera classifica è la lunghezza temporale delle ondate di calore (≥ 20°) a 850 hPa; ne consegue che ci sono state ondate caratterizzate da picchi max a 850 e 500 hPa, picchi max di ZT, ZT medio, picchi max di GPT 500 che NON sono in tale tabella perchè semplicemente hanno avuto una durata temporale inferiore a 5 gg. In sintesi, la tabella sotto NON riporta tutti, ma solo alcuni, dei picchi max per ZT, T850, T500, GPT500.

    Le posizioni della classifica, inoltre, non sono date per "merito": ondate di calore caratterizzate dalla stessa durata sono state disposte in ordine cronologico dalla più recente alla più antica. Così, ad esempio, se l'ondata di calore che dura 7.5 gg del 2019 è davanti all'ondata del Luglio 1983 che ha avuto sempre una durata di 7.5 gg non è perchè quella del 2019 l'ho giudicata più forte sulla base di altri parametri ma in quanto è semplicemente avvenuta più recentemente.
    Ho deciso di adottare questo criterio classificativo proprio per far risaltare gli anni recenti, così che già alla prima occhiata sia chiaro il cambiamento che sta avvenendo con un notevole aumento della frequenza delle ondate di calore di lunga durata.



    Poichè ho concluso qualche mese fa la prima parte del mio lavoro di sistemazione dei dati della serie dei radiosondaggi di Brindisi anche per il periodo precedente al 1974 (inizio della serie sul sito della Wyoming University), in cui ho disposto in ordine decadale tutti i valori a 850 hPa dal 1953 al 1973 (in proposito, in questo thread mi rendo disponibile per chiunque voglia conoscere le temperature a 850 hPa misurate dai sondaggi di Brindisi in quel ventennio così arcaico e affascinante), ho allungato lo sguardo anche a tale periodo.

    In sintesi: la tabella sotto raccoglie TUTTE le ondate di calore che hanno avuto una durata con isoterme sopra la +20 a 850 hPa di almeno 5 gg dal 1957 (prima estate con dati completi nei radiosondaggi) al 2023 sulla verticale di Brindisi.

    I dati sono quelli effettivamente misurati dalle radiosonde lanciate da Brindisi dal 1957 al 2020; per le ultime tre estati (2021, 2022, 2023) ho utilizzato le mie stime sulla verticale di Brindisi (non i radiosondaggi di Galatina, da cui vengono lanciati dopo lo spostamento della stazione aerologica avvenuta nel Marzo 2021).
    In totale sono state 36 le ondate di calore dal 1957 ad oggi con una durata di almeno 5 gg sopra la +20 a 850 hPa, includendovi anche l'ultima ondata di calore di Agosto 2023 (motivo per cui avevo deciso di attendere ancora qualche giorno, così da non dover rinnovare la tabella più per quest'anno):

    Ondate di calore più lunghe dal 1957.png



    La tabella è più che esplicativa: nella top 12 compaiono solo due ondate di calore precedenti al 2003 (prima decade di Agosto 1993 e terza decade di Luglio 1987), e di queste 12 ben 6 (il 50%) sono avvenute dall'estate 2015. Le estati 2021 e 2023 da sole annoverano 4 (due ciascuna) delle più lunghe ondate di calore dal 1957, e di queste 4 ben 3 sono addirittura nella top 5!

    Le ultime tre estati hanno inserito almeno 2 ondate di calore in questa tabella, addirittura l'estate 2021 è l'unica dal 1957 ad averne inserite ben 3 ed è sconvolgente considerare come 2 di queste abbiano avuto una durata di 10 gg!
    Nel complesso, le ultime tre estati contano 7 delle 37 ondate di calore più lunghe a 850 hPa dal 1957, il 20%. E' una percentuale enorme, e d'altro canto lo dimostra il fatto che se avessi elaborato tale tabella appena 3 estati fa (a fine estate 2020) avrei contato solo 29 ondate di calore di almeno 5 gg, di cui solo due di almeno 10 gg. Oggi, invece, sono come detto 36 (+7) di cui 5 (+3!) sopra i 10 gg.

    Fino al 2020 l'ondata di calore dell'Agosto 1993 teneva duro appena dietro di 1 gg alla prima decade di Agosto 2017 che fino ad un paio di mesi fa vedevo come l'ondata più mostruosa di tutti i tempi.
    Gli eventi dell'estate 2021 e soprattutto di Luglio 2023 hanno irreversibilmente modificato i parametri e la stessa definizione di eccezionalità. Posso concretamente affermare che l'ondata del Luglio 2023 ha rotto ogni schema, ogni tentativo di fissare dei limiti a cosa il GW può causare, mi attendo di tutto d'ora in poi. Lo dimostrano i dati riportati in tabella dopotutto: l'ondata di Luglio 2023 è stata infatti la più totalizzante avuta dal 1957:

    • strappa il quarto (ma potrebbe essere primo) dato più alto di ZT dell'intera serie storica (tra le ondate di calore riportate in tabella è il più alto)
    • strappa uno dei valori più alti di T500 dell'intera serie storica (tra le ondate di calore riportate in tabella è il più alto)
    • ha infranto il limite degli 11 giorni fissato dal 2017 di ben +4 gg (!!): è un cambiamento epocale, perchè in fondo sia le ondate del 2021 sia del 2017 non avevano migliorato significativamente (+1/+2 gg) i limiti temporali fissati dalle intense e precoci nei tempi ondate di calore dell'Agosto 1993 e del Luglio 1987 (rispettivamente 10 e 9 gg); Luglio 2023 compie invece una falcata enorme, e l'esistenza di un tale precedente rappresenta un inquietante segnale e monito per il futuro
    • nonostante sia durata 15 gg (!!!!) la media delle temperatura a 850 hPa è stata di 24,3°: è fuori da ogni logica, al punto che se la classifica la avessi stilata sulla base della temperatura media delle ondate di calore in tabella Luglio 2023 sarebbe stato settimo (ma sostanzialmente quarto a pari merito con altre tre ondate che hanno registrato una media di 24,4°), con la "piccola" ma sconvolgente differenza che l'ondata del Luglio 2023 è durata il doppio o il triplo di tutte le altre; detto diversamente, è già accaduto in passato che si avessero più di 5 gg (addirittura 9 gg nel 1987) con una media a 850 hPa superiore a 24°, ma Luglio 2023 alza l'asticella di una quantità folle (+6 gg anche rispetto all'ondata del 1987, che già fu straordinaria!)
    • il valore che ha registrato a 850 hPa (28,7°) è il secondo più alto dell'intera serie storica, dietro solo a quello del Luglio 1988 (la cui ondata, che però durò 5 gg, ha tuttora i record per T850 e GPT500)
    • lo ZT medio per i 15 gg considerati è stato altissimo, e vale quanto detto prima per la T850: pur se avessi sistemato la classifica sulla base dello ZT medio delle ondate di calore in esame, Luglio 2023 si sarebbe posizionato nella top 10 con la piccola differenza che la durata temporale è stata il doppio o il triplo di qualsiasi altra!


    Dell'ondata di calore del Luglio 2023 ho però più che abbondantemente parlato nei miei vari resoconti, ne ho persino analizzato l'aspetto probabilistico, per cui non mi dilungo ulteriormente. Qui i vari link di riferimento:

    Anomalie termiche e pluviometriche di Luglio 2023
    Anomalie termiche e pluviometriche di Luglio 2023
    Analisi probabilistica dell'ondata di caldo del Luglio 2023 al Sud Italia



    Come ho detto la tabella riporta TUTTE le ondate di calore con una durata di almeno 5 gg dell'intera serie dei radiosondaggi di Brindisi. Quante sono dunque le ondate di calore per decennio in quella tabella?

    Questo è il numero per decennio:

    n° ondate
    somma dei gg delle ondate
    2020- in corso
    7 56,5
    2010-2019
    7 57,5
    2000-2009
    7 56,5
    1990-1999
    8 44
    1980-1989
    3 22
    1970-1979
    0 0
    1960-1969
    2 9,5
    1957-1959
    1 6


    I dati sono eclatanti: prima degli anni 80 solo 3 ondate di calore sono state sufficientemente lunghe da poter entrare nella classifica, e di queste 3 in realtà una è durata 4,5 gg (l'eccezione di cui ho scritto già all'inizio), sto parlando dell'ondata del Luglio 1967. Ho voluto metterla comunque in classifica perchè vi era fuori per mezza giornata e anche perchè era la terza più lunga ondata di calore ta 1957 e 1983.

    Il quadro che ne deriva è imbarazzante: nei 27 anni tra 1957 e 1983 si sono contate dunque solo 3 ondate di calore di durata di almeno 4,5 gg per un totale di 15,5 gg complessivi, l'equivalente della durata dell'ondata di Luglio 2023. Il singolo mese di Luglio 2023 ha fatto quanto 27 estati del passato, a dir poco allucinante!


    Dai dati sopra esposti si evince inoltre il vero e proprio salto di qualità avuto dal 2021: in tre estati, con il decennio degli anni 20 ancora all'inizio, si è visto già lo stesso numero di ondate di calore di almeno 5 gg degli scorsi due decenni.



    Quanto appena detto dimostra come il clima estivo abbia subito una vera e propria rivoluzione, e come rivoluzionario sia stato anche l'avvento del nuovo decennio. Ecco spiegato dunque perchè io abbia specificato, ad inizio resoconto, di ondate di calore di eccezionale durata seconda la definizione moderna: prima del 1990 era probabilmente eccezionale che un'ondata di calore sopra la +20 a 850 hPa durasse più di 3 gg; negli ultimi 3 decenni (anni 90, 2000, 2010) il cut-off temporale si è portato a 5 gg, non a caso il criterio che ho adottato; dal 2021 pare che il nuovo cut-off sia da collocare ad almeno 7 gg.
    C'è un continuo mutamento degli equilibri, e temo che il 2021 abbia inaugurato una nuova epoca climatica estiva della cui portata abbiamo solo assaggiato alcuni aspetti negli ultimi anni.

    Questo thread nasce proprio dallo scopo di scoprire come sta avvenendo il cambiamento, e nei prossimi anni il suo continuo aggiornamento permetterà di evidenziare ancora meglio quanto profondamente e irrimediabilmente l'estate sia sempre più diversa da quella del passato, senza nemmeno dover andare troppo lontano nel tempo. Ma non si parla solo di estate: al momento non è mai avvenuta alcuna ondata di calore della durata di almeno 5 gg fuori dai mesi estivi canonici, ma non è detto che sia impossibile che un'ondata di calore settembrina o maggiolina possa, un domani, inserirsi in tale classifica. Già l'ondata di calore di questo Agosto, terminata il 28 del mese, ha rischiato per qualche giorno di far comparire Settembre (in qualche maniera) in classifica, e solo il 1993 e il 2011 avevano osato tanto, con le rispettive ondate di calore terminate proprio il 28 e il 29 Agosto. Dopo l'esperienza di Luglio 2023 nulla è più impensabile, e credo sia ormai soltanto questione di tempo, forse giorni (i modelli vedono attualmente come possibile una lunga ondata di calore anche bella intensa sul Sud Italia tra una settimana), forse un anno, forse un decennio, che anche un mese non estivo possa entrare nella classifica.
    Ultima modifica di burian br; 30/08/2023 alle 07:33

  9. #19
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    19,203
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Mi è caduto l'occhio sull'osservatorio di Bologna che nel 28 giugno 1935 rilevò 39°C che é l'attuale record di giugno.

    Credo sia da annoverare tra le grandi ondate di calore del passato. Anche se le reanalisi a 850 hPa sono a parer mio tutte sottostimate

  10. #20
    Vento forte
    Data Registrazione
    24/04/05
    Località
    savignano s/p formic
    Età
    63
    Messaggi
    3,674
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Le grandi ondate di calore del passato, presente e futuro - Dati e report storici

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    Mi è caduto l'occhio sull'osservatorio di Bologna che nel 28 giugno 1935 rilevò 39°C che é l'attuale record di giugno.

    Credo sia da annoverare tra le grandi ondate di calore del passato. Anche se le reanalisi a 850 hPa sono a parer mio tutte sottostimate
    poi allora non c' era isola di calore odierna
    -16,1 il 6 e il 14/02/2012 +41,1 il 04/08/2017
    www.meteosystem.com/stazioni/savignanosulpanaro/

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •