Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 60
  1. #11
    Bava di vento
    Data Registrazione
    25/01/17
    Località
    Mordano (BO)
    Messaggi
    74
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Tirati giù un pò di dati dalla mia "giovane" Davis Vantage Pro2, installata giusto-giusto a gennaio 2012.
    monthAnom 2012 2023.jpg

    Nel 2012 mi pareva di vivere l'alba di una nuova era. C'è voluto poco per rimanere fregati.
    SumOfMonthAnom 2012 2023.jpg
    comunque, 2012 a parte, febbraio non fa più il suo dovere. Mi stupisce maggio.

    Tolti gli ultimi 2 anni la ho una pendenza di 0.36 °C/decennio; la finestra è piccola si intende e sto studiando un decennio caldo.
    monthAnom 2012 2021.jpg

  2. #12
    Banned
    Data Registrazione
    11/11/22
    Località
    Rieti
    Età
    62
    Messaggi
    1,557
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Leggo che nella classifica dei mesi di Aprile più freddi non c'è ne è uno negli ultimi 30anni, mentre nella classifica dei mesi più caldi ce ne sono ben 8 negli ultimi 30anni, e questo anche se localmente, ma a livello globale il trend sarà simile, ci dice dove stiamo andando e l'accelerazione che ha avuto il riscaldamento negli ultimi 30 anni, cosa che purtroppo non mi sorprende avendolo notato frequentando le montagne in alta quota ed osservando i ghiacciai come si sono ridotti e ritirati da più di 40anni essendo salito la prima volta ad inizio anni 80

    Inviato dal mio SM-A307FN utilizzando Tapatalk

  3. #13
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    27
    Messaggi
    2,946
    Menzionato
    576 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Passiamo ora a maggio: il terzo mese della primavera meteorologica ha conosciuto un repentino riscaldamento a partire dal 1992, culminato con il maggio 2009 (il più caldo fino al 2022 dalle mie parti, ma è tuttora il più caldo di sempre in molte aree del NW); diversi maggio degli anni '80 sono ai primissimi posti della classifica dei più freddi dal 1946 ed è per questo che la trentennale 1991-2020 mensile è notevolmente più alta della 1981-2010, dal momento che, per quanto gli anni 2010 abbiano visto una controtendenza maggiolina rispetto al decennio precedente (qui, peraltro, meno netta che in altre aree d'Italia), l'uscita di scena dei freddi anni '80 cambiando il trentennio di riferimento risulta determinante.

    Notevole, in epoca pre-GW, il caldo del maggio 1953 (il più sopramedia del periodo pre-1986) anche perché, sempre nel 1953, giugno fu sei decimi di grado più freddo come temperatura media mensile in senso assoluto! (Posso tra l'altro anticipare come il giugno del 1953 sia in effetti il più freddo dal Dopoguerra per questa zona, come dirò nel post dedicato al mese di giugno) Quello del 1953 resta l'unico caso in cui giugno sia stato più freddo di maggio all'interno di una stessa annata; segnalo che la differenza maggiore in termini di temperatura assoluta tra maggio e giugno appartiene invece al 2019, caso di cui tutti ci ricordiamo bene, con 8,9 °C di salto tra un mese e l'altro (so peraltro che in certe aree del Nordest, dove maggio fu molto più sottomedia che da me e giugno fu un po' più sopramedia, il delta tra la media dei due mesi superò anche i 10 gradi).

    Queste le medie decennali, comprensive dei due "decenni brevi", ovvero il quinquennio 1946-1950 e il triennio 2021-2023:
    maggio decennali al 2023.png

    L'andamento dei mesi di maggio presi singolarmente si vede invece nel seguente grafico, dove si possono notare peculiarità nordovestine, come un maggio 1991 molto freddo ma non proprio estremo e un maggio 1984 fuori scala (non solo termicamente lato freddo, ma anche per le abbondantissime piogge).
    maggio dal 1946 al 2023.png

    La top ten dei mesi di maggio più freddi dal 1946 ad oggi è la seguente, con scarti sempre sulla 1981-2010:
    1) 1984 -4,80 °C, dovrei controllare meglio ma potrebbe trattarsi del quarto mese in assoluto con anomalia negativa più forte dal 1946, dopo febbraio 1956, gennaio 1947 e ottobre 1974
    2) 1957 e 1980 -3,35 °C
    4) 1978 -3,20 °C
    5) 1970 -2,85 °C
    6) 1991 -2,75 °C
    7) 1977 e 1987 -2,50 °C
    9) 1983 e 1951 -2,45 °C

    La top ten dei mesi di maggio più caldi dal Dopoguerra è invece la seguente:
    1) 2022 +3,40 °C sulla 1981-2010
    2) 2009 +2,85 °C
    3) 2011 +2,55 °C
    4) 2003 +2,50 °C
    5) 2001 +1,90 °C
    6) 2018 +1,85 °C
    7) 1986 +1,75 °C
    8) 2000, 2007 e 2020 +1,70 °C

    Concludiamo con il confronto tra le medie trentennali:
    - La 1951-1980, per maggio, è più fredda della 1981-2010 di 1,22 °C.
    - La 1961-1990 è più fredda della 1981-2010 di 1,39 °C.
    - La 1971-2000 è più fredda della 1981-2010 di 0,88 °C.
    - La 1991-2020 è invece più calda della 1981-2010 di 0,58 °C.
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  4. #14
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    27
    Messaggi
    2,946
    Menzionato
    576 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Veniamo ora a giugno: il primo mese dell'estate meteorologica è cambiato radicalmente dal 1996, proprio a metà del trentennio di riferimento 1981-2010, infatti tra i mesi di giugno del primo quindicennio (1981-1995) che lo compone ce ne sono 11 sottomedia, 3 grossomodo in media e uno (il 1982) pochi decimi sopra la media; il quindicennio 1996-2010, invece, è costituito da 3 giugno sottomedia (peraltro tutti concentrati nei primi 6 anni), un giugno con sottomedia "borderline" (il 2008, grazie ad una prima metà estremamente piovosa) e i restanti 11 mesi di giugno ampiamente sopra la norma.

    Segnalo una cosa curiosa: ben tre mesi di giugno dell'Ottocento furono verosimilmente più caldi di qualsiasi mese di giugno del Novecento, su scala locale. Giugno 1976, giugno 1950 e giugno 2000 infatti, tutti collocati a +1,5 °C sulla 1981-2010 o appena sotto, sono ben inferiori ai mesi di giugno del 1822 (molto caldo in tutto il Nord Italia), del 1846 (caldo in tutto il Nord ma in particolare al Nordovest) e del 1858 (con caldo che si accanì con notevole selettività sul Nordovest): questi 3 mesi di giugno sarebbero paragonabili ad un giugno 2012 o ad un giugno 2018, grossomodo.

    Venendo all'analisi dei decenni dal 1946, si nota che la differenza su scala locale tra il periodo 2001-2010 e il periodo 2011-2020, con quest'ultimo più caldo solo di 0,09 °C, è la più bassa esistente tra tutti i mesi dell'anno per i due decenni in questione (poi ovviamente c'è il mese di maggio che è andato addirittura in controtendenza di 0,35 °C, come abbiamo visto):
    Allegato 619130

    Nel seguente grafico possiamo invece osservare i giugno dal 1946 presi singolarmente: si nota l'impennata delle anomalie superiori al +2 °C sulla 1981-2010 a partire dal 2017, con ben 6 mesi di giugno su 7 chiusi oltre tale soglia (prima di allora ci erano riusciti, escludendo i giugno ottocenteschi già citati, soltanto giugno 2002 - chiuso peraltro a +2,00 °C precisi -, giugno 2003 e giugno 2012...):
    Allegato 619131

    La top ten dei mesi di giugno più caldi dal 1946, su scala locale, è la seguente:
    1) 2003 +5,35 °C sulla 1981-2010, è anche il mese in assoluto più sopramedia sulla 1981-2010 e su qualsiasi altra trentennale nota
    2) 2022 +4,65 °C, è il secondo mese in assoluto più sopramedia sulla 1981-2010, mentre è leggermente sopravanzato da ottobre 2022 usando la 1991-2020
    3) 2019 +3,10 °C
    4) 2017 +2,95 °C
    5) 2021 +2,65 °C
    6) 2023 +2,55 °C
    7) 2012 +2,15 °C
    8) 2018 +2,10 °C
    9) 2002 +2,00 °C
    10) 2005 e 2015 +1,85 °C
    (Giugno 1950, primo esponente novecentesco, compare in dodicesima posizione a +1,50 °C, a pari merito con giugno 2006)

    La top ten dei mesi di giugno più freddi, sempre dal Dopoguerra, è invece la seguente:
    1) 1953 -3,25 °C
    2) 1956 -3,00 °C
    3) 1980 -2,90 °C
    4) 1969 -2,60 °C
    5) 1972 -2,55 °C
    6) 1971 -2,50 °C
    7) 1963, 1977 e 1978 -2,40 °C
    10) 1987 -2,30 °C

    Chiudiamo con il solito confronto tra le trentennali:
    - La media 1951-1980 è più fredda della 1981-2010 di 1,45 °C.
    - La media 1961-1990 è più fredda della 1981-2010 di 1,31 °C.
    - La media 1971-2000 è più fredda della 1981-2010 di 1,02 °C (è in assoluto il massimo scarto esistente calcolato tra due trentennali "consecutive").
    - La media 1991-2020 è invece più calda della 1981-2010 di 0,83 °C.
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  5. #15
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    27
    Messaggi
    2,946
    Menzionato
    576 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Carico separatamente i due grafici (medie decennali e andamento complessivo), dato che mi dice che gli allegati del precedente post non sono visualizzabili:

    giugno decennali dal 1946 al 2023.png

    giugno dal 1946 al 2023.png
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  6. #16
    Uragano L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    39
    Messaggi
    15,134
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Citazione Originariamente Scritto da Perlecano Visualizza Messaggio
    Carico separatamente i due grafici (medie decennali e andamento complessivo), dato che mi dice che gli allegati del precedente post non sono visualizzabili:

    giugno decennali dal 1946 al 2023.png

    giugno dal 1946 al 2023.png
    strano
    prima li vedevo direttamente nell'altro post
    vabbè, comunque si vedono anche così
    C'ho la falla nel cervello


  7. #17
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    27
    Messaggi
    2,946
    Menzionato
    576 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    strano
    prima li vedevo direttamente nell'altro post
    vabbè, comunque si vedono anche così
    Modificando due volte il post originale, mi aveva per errore creato altri due post, nei quali non si riuscivano più a visualizzare i grafici (i quali si vedevano solo nel post originale, che però appunto conteneva un'inesattezza da correggere) vabbè va bene pure metterli separati
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  8. #18
    Vento fresco
    Data Registrazione
    22/05/18
    Località
    Carbonate (CO) 267 m s.l.m.
    Età
    27
    Messaggi
    2,946
    Menzionato
    576 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Osserviamo ora luglio: il mese centrale dell'estate meteorologica si è scaldato molto gradualmente, ma inesorabilmente, a partire dal 1983 (proprio il luglio di quell'anno è il più caldo del Novecento, praticamente allo stesso livello del famoso luglio 1928). Luglio ha avuto una lieve controtendenza dal 1992 al 2000, con alcuni mensilità fresche e alcune addirittura "fredde"; proprio luglio 2000 è stato l'ultimo in grado a chiudere oltre i -2 °C dalla 1981-2010 (i freschissimi 2011 e 2014 risentono già di più del contesto termico globale, nel frattempo fattosi più caldo). In ogni caso, forse per via del fatto che le configurazioni prevalenti erano già spesso anticicloniche 3-4 decenni fa (al contrario di quelle di agosto e, soprattutto, di giugno), luglio è il mese dei tre estivi estivo che ha il trend lievemente più clemente. Nel seguente grafico sono indicate le anomalie di luglio sulla 1981-2010 decennio per decennio; notevole il dato del triennio 2021-2023, se si pensa che 2 luglio su 3 sono stati ben più anomali in altre aree d'Italia, tuttavia il 2022 incide tantissimo:
    luglio decennali da 1946 a 2023.png
    Vediamo ora i mesi di luglio presi singolarmente: si nota come, dal 1946 al 1952, 3 mesi di luglio su 6 siano stati sopra la media 1981-2010 (benché lo scarto del 1946 sia irrisorio); facendo partire l'analisi dal 1945, i luglio sopramedia diventerebbero 4 nello spazio di 7 anni. I successivi 29 mesi di luglio furono invece tutti sottomedia, con l'eccezione di luglio 1976, che in Europa ebbe un gradiente NW/SE fortissimo (estremamente caldo e siccitoso in Gran Bretagna, caldo per l'epoca al NW italiano e decisamente fresco dall'Appennino procedendo verso SE). Su scala nazionale il periodo 1953-1981 non vede neanche un'eccezione: si ebbero 29 mesi di luglio consecutivi sotto la media (stesso discorso per i trimestri estivi, cosa questa peraltro riscontrabile anche da me su scala locale, dove le estati consecutive sottomedia sono addirittura 30 per via del lieve sottomedia della 1982, ma ci torneremo con un altro post).
    luglio dal 1946 al 2023.png

    Volendo stilare le consuete top ten del freddo e del caldo dal 1946, abbiamo per luglio:

    Freddo:
    1) 1980 -3,50 °C
    2) 1960 -3,35 °C
    3) 1948 -3,10 °C
    4) 1966 -3,05 °C
    5) 1954 -2,90 °C
    6) 1981 e 1993 -2,80 °C
    8) 1978 -2,75 °C
    9) 1977 -2,60 °C
    10) 1961 -2,35 °C

    Caldo:
    1) 2022 +4,20 °C. È anche il quinto mese più anomalo in assoluto, dopo giugno 2003, giugno 2022, aprile 2007 e ottobre 2022
    2) 2015 +3,70 °C
    3) 2006 +2,65 °C
    4) 2010 +2,20 °C
    5) 2019 +2,15 °C
    6) 1983 +1,90 °C
    7) 1950 e 2018 +1,80 °C
    9) 2003 e 1994 +1,60 °C

    Confrontiamo ora le varie trentennali:
    - La media 1951-1980 è più fredda della 1981-2010 di ben 1,50 °C.
    - La media 1961-1990 è più fredda della 1981-2010 di 1,14 °C.
    - La media 1971-2000 è più fredda della 1981-2010 di 0,74 °C.
    - La media 1991-2020 è invece più calda della 1981-2010 di 0,38 °C.

    Si può notare come il divario tra la 1951-1980 e la 1981-2010 sia particolarmente ampio: questo sottolinea come la 1981-2010 sia una trentennale particolarmente calda per luglio, poiché fin dall'inizio del trentennio di riferimento il mese centrale dell'estate mutò a favore di anticicloni più coriacei e di caldo più costante e intenso, cosa che non si era mai vista dal 1946 in avanti, eccezion fatta per la breve parentesi 1945/1946-1952, che però non condiziona quasi per nulla la media 1951-1980, risultandone anche temporalmente quasi del tutto fuori.
    Ultima modifica di Perlecano; 27/10/2023 alle 21:01
    Sai, ogni frase gira seguendo un'onda che tornerà, perché il mondo è rotondità.

  9. #19
    Uragano L'avatar di Lou_Vall
    Data Registrazione
    06/10/07
    Località
    Roccasparvera (CN) 668m. -Far West-
    Età
    36
    Messaggi
    28,485
    Menzionato
    157 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Seguo con estremo interesse e, quando (e se ) avrò tempo vorrei fare lo stesso lavoro con i dati storici di Cuneo.
    Credo che la situazione sia sostanzialmente sovrapponibile al Comasco e all'area prealpina lombarda occidentale, ma "a naso" mi sembra di notare una differenza: che il mese di maggio non abbia avuto un incremento così estremo. Ma verificherò con calma.
    Lou soulei nais per tuchi

  10. #20
    Vento fresco
    Data Registrazione
    25/08/21
    Località
    Costa (RO)
    Età
    31
    Messaggi
    2,294
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Clima locale (su base mensile, stagionale e annuale) dal 1946 ad oggi

    Qua fra il riscaldamento dei vari mesi non c'è gara: gennaio fa gara da solo , si è scaldato il doppio della media di tutti gli altri. Gli altri 11 gareggiano fra loro. Quelli che si sono scaldati meno agosto e settembre, quest' ultimo -nonostante gli ultimi 5/6 anni sempre molto caldo- dalla media 61/90 a quella 71/00 e poi 81/10 è persino calato, per poi riprendersi.
    Adesso è di quelli che si sta rifacendo. Comunque gennaio a RO aveva +1,4 di media in centro 1941-1970, adesso con la stazione in periferia Sant' apollinare è il doppio.
    Quello che è sparito è il freddo estremo, le 4/5 giornate di ghiaccio consecutive con inversioni termiche senza ondate di freddo o i -10 -15 durante quelle. Non esiste più quella roba. Questo pesa tantissimo sul grande riscaldamento di gennaio.
    Costa di Rovigo (parte alta circa 7 m. s.l.m.) Estremi dal 2013: -7,5 9 gennaio 2017 38,2 3 agosto 2017 Estremi 2024: -4,8 22 gennaio

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •