Pagina 8 di 32 PrimaPrima ... 67891018 ... UltimaUltima
Risultati da 71 a 80 di 319
  1. #71
    Vento forte L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    31
    Messaggi
    3,503
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Il problema è che non si sa nemmeno se ci sia e a che livello si collochi questo punto critico, è una conclusione molto recente che possa esistere perchè fino a qualche anno fa si ritenevano molto scarse le probabilità di un collasso dell'AMOC perchè sarebbero serviti grossi volumi immessi nell'arco di mesi, non di decenni.
    Aiuto

    Allora mi sa che ho frainteso le ultime due righe di uno dei tuoi post precedenti: quel ''è possibile che vada esattamente in quella maniera'' a cosa si riferiva dunque? Io avevo capito a uno degli ultimi studi, sottinteso dunque l'andamento secondo un tipping point.

  2. #72
    Vento fresco
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    2,436
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    In che senso tiene bene? Io vedo un Artico che si è scaldato parecchio rispetto alle medie latitudini.
    Mi riferisco agli ultimi 10 anni in cui l'ipotetico tracollo non c'è stato.

  3. #73
    Uragano L'avatar di simo89
    Data Registrazione
    31/08/05
    Località
    Rivalta (RE) 96 mslm
    Età
    35
    Messaggi
    22,170
    Menzionato
    78 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Mi riferisco agli ultimi 10 anni in cui l'ipotetico tracollo non c'è stato.
    Potrebbe non essere troppo lontano comunque, la situazione del volume è abbastanza critica
    CICE_curve_thick_LA_EN_20240218.png

    Sarà interessante vedere come evolverà nel 2024, ma la situazione di partenza del disgelo non è buona

  4. #74
    Brezza tesa L'avatar di CheccoLau
    Data Registrazione
    02/01/21
    Località
    Saluzzo (CN)
    Età
    24
    Messaggi
    743
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Le precedenti considerazioni si sono focalizzate sulla gradualità o meno dell'interruzione dell'AMOC. Si è ridotta, non si è ridotta, si sono visti effetti nonostante la riduzione etc, quanto sarebbe repentino un eventuale crollo. Quello che mi chiedo io è a monte: qual è il tipping point per un massivo scioglimento dei ghiacci in groenlandia? Possibile che un ulteriore mezzo grado di riscaldamento non induca a quel punto quantità ingenti di acqua dolce ad arrivare nell'oceano, magari nell'arco di un decennio? Con ingenti intendo molto più del ritmo attuale

    Parlo con ignoranza e curiosità, senza portare dati. Ma si è visto per diversi ghiacciai, su scala più piccola, che ad un certo punto il tracollo è repentino...magari reggono finché le precipitazioni abbondanti "controbilanciano" lo scioglimento, poi si hanno annate più calde e secche e il disastro è servito

  5. #75
    Vento fresco L'avatar di gianni56
    Data Registrazione
    25/03/08
    Località
    Castel d'Ario MN
    Messaggi
    2,555
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Certo, però questo potrebbe essere un fenomeno periodico,come tra il 2003 e il 2014 quando sono prevalsi scambi meridiani, mentre prima ancora un tipo di circolazione più chiusa e con pochi scambi, al netto del GW naturalmente.
    lo spero vivamente anche se l'andamento termico delle superfici oceaniche sta gettando un'ombra inquietante sulle possibilità di sblocco, nel senso di scambi meridiani profondi, non certo delle vorticità relative, che anzi ne gioveranno seppure in bassa frequenza
    Stanco delle solite proposte di climatizzazione? delle solite marche e dei soliti prezzi? Opta per MCS!! una garanzia per tutti gli ambienti, anche nel garage nuoterai nel fresco. MCS, il fresco più conveniente per la tua estate!

  6. #76
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,986
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    Aiuto

    Allora mi sa che ho frainteso le ultime due righe di uno dei tuoi post precedenti: quel ''è possibile che vada esattamente in quella maniera'' a cosa si riferiva dunque? Io avevo capito a uno degli ultimi studi, sottinteso dunque l'andamento secondo un tipping point.
    No, non hai capito male , parlavo però appunto di possibilità, quindi rientra nel novero di ciò che potrebbe essere il futuro tanto quanto "non succederà".
    Rispetto a qualche anno fa la differenza è che i modelli vedono anche l'eventualità che l'AMOC possa fermarsi anche secondo questo meccanismo, ma resta una supposizione su cui non abbiamo supporto sperimentale ma solo ipotesi modellistiche.

  7. #77
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,986
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Citazione Originariamente Scritto da CheccoLau Visualizza Messaggio
    Le precedenti considerazioni si sono focalizzate sulla gradualità o meno dell'interruzione dell'AMOC. Si è ridotta, non si è ridotta, si sono visti effetti nonostante la riduzione etc, quanto sarebbe repentino un eventuale crollo. Quello che mi chiedo io è a monte: qual è il tipping point per un massivo scioglimento dei ghiacci in groenlandia? Possibile che un ulteriore mezzo grado di riscaldamento non induca a quel punto quantità ingenti di acqua dolce ad arrivare nell'oceano, magari nell'arco di un decennio? Con ingenti intendo molto più del ritmo attuale

    Parlo con ignoranza e curiosità, senza portare dati. Ma si è visto per diversi ghiacciai, su scala più piccola, che ad un certo punto il tracollo è repentino...magari reggono finché le precipitazioni abbondanti "controbilanciano" lo scioglimento, poi si hanno annate più calde e secche e il disastro è servito
    Non si sa dove si ponga il tipping point, è questo il punto focale.

  8. #78
    Uragano L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    15,849
    Menzionato
    143 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Leggevo che ogni grado in più di riscaldamento globale comporta un +7% di umidità.... Forse ci siamo persi un pò per strada il feedback del vapore acqueo che è un gas serra molto più potente della CO2....E perciò io penso che il TONGA che ha immesso in atmosfera enormi quantità di vapore, abbia giocato e stia giocando un ruolo forte nell'accelerazione di questo anno, altro che "previsto" ! Siamo ben oltre le proiezioni.....

    .e se le temperature globali consentono di tenere un grado di saturazione di un certo livello, il vapore acqueo non si dissipa con le precipitazioni.. ..ma in teoria dovrebbe favorire maggiore nuvolosità....comunque sempre più convinto che il TONGA abbia avuto un ruolo portante e su questo fenomeno gli studi sono molto deficitari.

  9. #79
    Vento fresco
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    2,436
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Citazione Originariamente Scritto da simo89 Visualizza Messaggio
    Potrebbe non essere troppo lontano comunque, la situazione del volume è abbastanza critica
    CICE_curve_thick_LA_EN_20240218.png

    Sarà interessante vedere come evolverà nel 2024, ma la situazione di partenza del disgelo non è buona
    Staremo a vedere, io sono sempre in pò scettico quando tirano fuori i volumi...

  10. #80
    Vento fresco
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    2,436
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: L'AMOC e i recenti studi a riguardo

    Citazione Originariamente Scritto da CheccoLau Visualizza Messaggio
    Le precedenti considerazioni si sono focalizzate sulla gradualità o meno dell'interruzione dell'AMOC. Si è ridotta, non si è ridotta, si sono visti effetti nonostante la riduzione etc, quanto sarebbe repentino un eventuale crollo. Quello che mi chiedo io è a monte: qual è il tipping point per un massivo scioglimento dei ghiacci in groenlandia? Possibile che un ulteriore mezzo grado di riscaldamento non induca a quel punto quantità ingenti di acqua dolce ad arrivare nell'oceano, magari nell'arco di un decennio? Con ingenti intendo molto più del ritmo attuale

    Parlo con ignoranza e curiosità, senza portare dati. Ma si è visto per diversi ghiacciai, su scala più piccola, che ad un certo punto il tracollo è repentino...magari reggono finché le precipitazioni abbondanti "controbilanciano" lo scioglimento, poi si hanno annate più calde e secche e il disastro è servito
    La cosa interessante è che una nuova glaciazione si è spesso innestata a seguito di un optimum eccezionalmente caldo (anche più caldo del periodo attuale). Chissà che non dipenda almeno in parte anche da un fenomeno legato al collasso della AMOC causato dallo scioglimento della calotta groenlandese. Però al momento i ghiacci ancora tengono, sebbene una riduzione (veramente minima rispetto al totale) ci sia stata. Per avere un collasso della AMOC siamo ancora lontani, dobbiamo dire per fortuna anche perchè le conseguenze sarebbero disastrose.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •