Pagina 5 di 46 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 454
  1. #41
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Poi se guardiamo una mappa dell'Italia con evidenziate le regioni tipo questa ci accorgiamo che se usiamo le regioni finisce che parti di regioni del Nord sono più a sud di parti di regioni dell Centro (un quinto di Toscana è più a nord di mezza Emilia-Romagna), parti del Sud più a nord di parti di regioni del Centro ecc.



    Non potrebbe essere meglio dividere in tre parti di uguale area l'Italia tra l'estremo nord dell'Alto Adige e l'estremo sud della Sicilia e definire impiricamente Nord, Centro e Sud in quel modo? Si pone il problema di fare l'integrale di una mappa, cosa non sempre facilissima. Per semplificare, si può anche dividere in tre il range latitudinale tra confini settentrionali e estremo sud della Sicilia e vedere che cosa esce.
    Ultima modifica di Borat; 24/12/2010 alle 16:22

  2. #42
    Burrasca forte L'avatar di leonex
    Data Registrazione
    26/01/06
    Località
    Foggia - Roma
    Messaggi
    7,683
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da Vyborg Visualizza Messaggio


    il punto è che il centro Italia per me è formato solo da Toscana, Marche e Umbria. Il Lazio non lo considero parte di niente perchè è una regione fantoccio. Montefiascone (VT) e Cassino (FR) fanno nominalmente parte della stessa regione, ma non condividono niente.
    Solo la mia modesta opinione.
    Decisamente d'accordo sul Lazio.

    Tornando al discorso sul Molise, a sto punto posso dire che anche Foggia fa parte del centro, praticamente.. è più o meno sulla stessa latitudine di Roma

  3. #43
    Brezza tesa L'avatar di Vyborg
    Data Registrazione
    10/11/06
    Località
    Roma, Piñeto
    Età
    36
    Messaggi
    985
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da Borat Visualizza Messaggio
    Non potrebbe essere meglio dividere in tre parti di uguale area l'Italia tra l'estremo nord dell'Alto Adige e l'estremo sud della Sicilia e definire impiricamente Nord, Centro e Sud in quel modo? Si pone il problema di fare l'integrale di una mappa, cosa non sempre facilissima. Per semplificare, si può anche dividere in tre il range latitudinale tra confini settentrionali e estremo sud della Sicilia e vedere che cosa esce.
    Mi ero perso la tua proposta. L'ho fatto in maniera grezza così giusto per farmi un idea ed esce fuori qualcosa di.. nuovo.
    In pratica considerando l'Italia da Vipiteno a Capo Passero sono circa 10° (10,3° più o meno) d'intervallo di latitudine. Dividendo per tre gli intervalli che distinguono Sud, Centro e Nord sono: 36.7° ----> 40.1° (da capo passero al confine calabro lucano), 40.1°C ------> 43.5° (fino all'asse Ascoli, Perugia, Siena) e 43.5° ------> 47° (fino a Vipiteno).
    Il dato sballato è che in pratica il sud sarebbe composto solo da due regioni e e mezzo: Sicilia, Calabria e mezza Sardegna.

  4. #44
    Brezza tesa L'avatar di Vyborg
    Data Registrazione
    10/11/06
    Località
    Roma, Piñeto
    Età
    36
    Messaggi
    985
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da leonex Visualizza Messaggio
    Decisamente d'accordo sul Lazio.

    Tornando al discorso sul Molise, a sto punto posso dire che anche Foggia fa parte del centro, praticamente.. è più o meno sulla stessa latitudine di Roma
    più meno che più..


  5. #45
    Burrasca forte L'avatar di leonex
    Data Registrazione
    26/01/06
    Località
    Foggia - Roma
    Messaggi
    7,683
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da Vyborg Visualizza Messaggio
    più meno che più..

    Immagine
    Allora Roma è alla stessa latitudine di Peschici.. tiè.. cos'hai da dire ora.. e Foggia alla stessa di Latina.. siamo centro anche noi..

    (ovviamente SOLO noi.. niente Bari e company più a Sud)

  6. #46
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da Vyborg Visualizza Messaggio
    Mi ero perso la tua proposta. L'ho fatto in maniera grezza così giusto per farmi un idea ed esce fuori qualcosa di.. nuovo.
    In pratica considerando l'Italia da Vipiteno a Capo Passero sono circa 10° (10,3° più o meno) d'intervallo di latitudine. Dividendo per tre gli intervalli che distinguono Sud, Centro e Nord sono: 36.7° ----> 40.1° (da capo passero al confine calabro lucano), 40.1°C ------> 43.5° (fino all'asse Ascoli, Perugia, Siena) e 43.5° ------> 47° (fino a Vipiteno).
    Il dato sballato è che in pratica il sud sarebbe composto solo da due regioni e e mezzo: Sicilia, Calabria e mezza Sardegna.
    E cosa c'è che non va?

    Cmq un'altra idea che mi è balenata in testa è questa. La classica distinzione fra Nord, Centro e Sud si svolge su almeno due piani. Uno, usare una semplice tripartizione con due estremi dicotomici (Nord e Sud) e una categoria intermedia. Due usare un criterio di ripartizione di contenuto ampiamente ideologico, legato alle retoriche partitiche, perché il suo continuo presentarsi sui media e nei discorsi comuni delle persone che lo accettano e considerano rilevante rende molto frequente l'ascoltarlo. Diventa categoria familiare, di tutti i giorni, del linguaggio quotidiano. Per cui se troviamo che alla fin fine il Sud geografico in termini latitudinali è dato da Calabria e Sicilia un po' si resta sorpresi.
    E se si usasse una distinzione più articolata? Ad esempio:
    -Nord continentale (a nord della linea che unisce Genova e Trieste)
    -Italia peninsulare (dalla linea tra Genova e Trieste in giù)
    -Isole maggiori (Sicilia e Sardegna)

    Questo avrebbe il pregio (come anche la ripartizione in terzi di escursione latitudinale del Paese) di sbarazzarci delle incrostazioni partitico-ideologiche e usare categorie che hanno qualche aggancio geografico.

    A mio avviso tuttavia la tendenza a raggruppare e categorizzare risponde comunque a un'esigenza di semplificazione cognitiva; sospetto che la realtà tenda a variare nel continuo più che in tre o quattro classi internamente omogenee) e che per compiere valutazioni appena elementari occorra già riferirsi ad altitudine e latitudine (come minimo) collocate, appunto, nel continuo. Sembra strano, ma anche gli studi su sole stazioni meteo nel Sud trovano gradienti altitudinali e latitudinali molto simili a quelli desumibili analizzando tutta Italia in un colpo solo.

  7. #47
    Brezza tesa L'avatar di Vyborg
    Data Registrazione
    10/11/06
    Località
    Roma, Piñeto
    Età
    36
    Messaggi
    985
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da Borat Visualizza Messaggio
    E cosa c'è che non va?

    Cmq un'altra idea che mi è balenata in testa è questa. La classica distinzione fra Nord, Centro e Sud si svolge su almeno due piani. Uno, usare una semplice tripartizione con due estremi dicotomici (Nord e Sud) e una categoria intermedia. Due usare un criterio di ripartizione di contenuto ampiamente ideologico, legato alle retoriche partitiche, perché il suo continuo presentarsi sui media e nei discorsi comuni delle persone che lo accettano e considerano rilevante rende molto frequente l'ascoltarlo. Diventa categoria familiare, di tutti i giorni, del linguaggio quotidiano. Per cui se troviamo che alla fin fine il Sud geografico in termini latitudinali è dato da Calabria e Sicilia un po' si resta sorpresi.
    E se si usasse una distinzione più articolata? Ad esempio:
    -Nord continentale (a nord della linea che unisce Genova e Trieste)
    -Italia peninsulare (dalla linea tra Genova e Trieste in giù)
    -Isole maggiori (Sicilia e Sardegna)

    Questo avrebbe il pregio (come anche la ripartizione in terzi di escursione latitudinale del Paese) di sbarazzarci delle incrostazioni partitico-ideologiche e usare categorie che hanno qualche aggancio geografico.

    A mio avviso tuttavia la tendenza a raggruppare e categorizzare risponde comunque a un'esigenza di semplificazione cognitiva; sospetto che la realtà tenda a variare nel continuo più che in tre o quattro classi internamente omogenee) e che per compiere valutazioni appena elementari occorra già riferirsi ad altitudine e latitudine (come minimo) collocate, appunto, nel continuo. Sembra strano, ma anche gli studi su sole stazioni meteo nel Sud trovano gradienti altitudinali e latitudinali molto simili a quelli desumibili analizzando tutta Italia in un colpo solo.
    Senza dubbio la divisione tripartita classica è una semplificazione che è utile a generalizzare e nasconde molteplici differenze a tutte le latitudini. Ma ancor peggio è quando sento parlare di nord e sud. Li si tocca l'apice della pigrizia cognitiva.
    Cosa intendi per contenuti ideologici? Io trovo la divisione tripartitica strettamente legata a come era divisa l'Italia nel 1848. Il centro Italia attuale coincide perfettamente con lo Stato Pontificio + Granducato di Toscana. Mentre il "sud" con il Regno di Sicilia. Il "nord" paradossalmente era la zona più diversificata tra regni, principati, ducati e repubbliche.
    La distinzione latitudinale che proponi a cosa potrebbe servire?

  8. #48
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da Vyborg Visualizza Messaggio
    Senza dubbio la divisione tripartita classica è una semplificazione che è utile a generalizzare e nasconde molteplici differenze a tutte le latitudini. Ma ancor peggio è quando sento parlare di nord e sud. Li si tocca l'apice della pigrizia cognitiva.
    Cosa intendi per contenuti ideologici? Io trovo la divisione tripartitica strettamente legata a come era divisa l'Italia nel 1848. Il centro Italia attuale coincide perfettamente con lo Stato Pontificio + Granducato di Toscana. Mentre il "sud" con il Regno di Sicilia. Il "nord" paradossalmente era la zona più diversificata tra regni, principati, ducati e repubbliche.
    Che adesso l'Italia è una, e che il continuare a riferirsi alle tre classi quando ne esistono ben più di tre sa un po' da leghismo/paraleghismo da un lato e da meridionalismo dall'altro. Ma i fenomeni atmosferici a mio avviso badano poco alle appartenenze politiche del pensante e del territorio, ai confini regionali, ecc, e potrebbero aderire più a principi generali che dipendono da latitudine, altitudine, movimenti di masse d'aria eccetera.

    Citazione Originariamente Scritto da Vyborg Visualizza Messaggio
    La distinzione latitudinale che proponi a cosa potrebbe servire?
    A riconoscere la complessità del reale e, appunto, il variare nel continuo degli effetti secondo cause che variano nel continuo piùttosto che nelle tre categorie internamente omogenee di Miglio (Padania, Etruria, e la terza non era esplicitamente denominata, ma nei primi anni Novanta era chiaro che la parola cui si pensava fosse "Terronia").

  9. #49
    Brezza tesa L'avatar di Vyborg
    Data Registrazione
    10/11/06
    Località
    Roma, Piñeto
    Età
    36
    Messaggi
    985
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da Borat Visualizza Messaggio



    A riconoscere la complessità del reale e, appunto, il variare nel continuo degli effetti secondo cause che variano nel continuo piùttosto che nelle tre categorie internamente omogenee di Miglio (Padania, Etruria, e la terza non era esplicitamente denominata, ma nei primi anni Novanta era chiaro che la parola cui si pensava fosse "Terronia").
    Non capisco.

    Non capisco se la fai complicata o se io non ci arrivo. In entrambe i casi dammi una mano. In quale ottica una distinzione basata sulla latitudine potrebbe essere più funzionale e esplicativa? Climatica, geografica, culturale ... ?

    Non capisco neanche cosa ci sia di leghistico/meridionalistico nel ricordare quanto i confini dell'italia dell''800 vengano confermati dall'attuale divisione tripartita dello stato.

    Con stima.

  10. #50
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La città + fredda e nevosa del sud ?

    Citazione Originariamente Scritto da Vyborg Visualizza Messaggio
    Non capisco.

    Non capisco se la fai complicata o se io non ci arrivo. In entrambe i casi dammi una mano. In quale ottica una distinzione basata sulla latitudine potrebbe essere più funzionale e esplicativa? Climatica, geografica, culturale ... ?

    Non capisco neanche cosa ci sia di leghistico/meridionalistico nel ricordare quanto i confini dell'italia dell''800 vengano confermati dall'attuale divisione tripartita dello stato.

    Con stima.
    Vediamo se riesco a spiegarmi. Nel determinare alcuni fenomeni ci sono cause note o quantomeno fatti accettati come cause di altri fatti. Ad esempio è un risultato ricorrente che la temperatura in media decresca di circa mezzo grado per ogni grado di aumento della latitudine e di circa 0,65°C per ogni 100 metri di aumento dell'altitudine. Questo avviene in uno spazio continuo, non in tre categorie. Aumento di 10 metri l'altitudine, cala di 0,065°C la temperatura. Aumento di 100 metri, cala di 0,65; aumento di 1000 metri, cala di 6,5. Tenendo opportunamente sotto controllo alcuni parametri, questi fenomeni avvengono (per quanto se ne sa) ugualmente pressoché ovunque. Andando a leggere articoli basati sull'analisi di dati di stazioni statunitensi, i gradienti sono sempre quelli con piccole variazioni generalmente troppo piccole per essere indicate come peculiarità microclimatiche ma più facilmente trattabili come accidenti di campionamento delle stazioni.
    Orbene, se noi abbandoniamo i raggruppamenti in Nord/Centro/Sud e acquisiamo nella cassetta degli attrezzi alcuni altri parametri come altitudine, latitudine, distanza dal mare, occlusione orografica (o il suo complemento cielo visibile) e altri, non perdiamo informazione, ma ne guadagnamo: senza ricorrere a criteri di raggruppamento grezzi e arcisemplificati, usando i "veri" fattori esplicativi sottostanti, e spieghiamo di più, non di meno.

    Sono stato chiaro? Non ne sono molto sicuro.

    Allora, immaginiamo di voler spiegare perché la collina cuneese è più fresca e nevosa della pianura tra Roma e Ostia. La spiegazione "di neanderthal" è che Cuneo è al Nordovest, che è fresco e nevoso per definizione. Che cosa ho spiegato? Ovviamente niente, perché sto fornendo un'indicazione su un mero piano. Tutti i Nordovest sono più freschi e nevosi? Se siamo in centro Zambia, spostandoci a Nordovest è più fresco e nevoso? E se siamo a Broken Hill in Australia? Sospetto di no: il criterio che il Nordovest è più fresco e nevoso è ad-hoc (cosa generalmente riprovata nella spiegazione scientifica), non ha generalità. Se provo ad argomentare che la collina cuneese è a maggior latitudine e altitudine, probabilmente spiego qualcosa di più. Più in alto e a maggior latitudine fa più freddo per fenomeni noti e ricorrenti (mentre è ignoto perché e non ricorrente che un punto più a NO sia più fresco e nevoso e in mezzo mondo non è vero che lo sia) e le temperature più basse consentono maggior nevosità. Con qualche altra considerazione topografica sulla conformazione e altitudine della catena montuosa che cinge parte del cuneese si introducono altri fattori esplicativi efficienti e che non richiamano concetti non definiti o definiti in modo arbitrario.

    Oh, stavolta mi sembra di essermi spiegato.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •