Pagina 2 di 9 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 86
  1. #11
    Uragano L'avatar di Marco.Iannucci
    Data Registrazione
    02/09/06
    Località
    Formia/Napoli
    Età
    32
    Messaggi
    16,592
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Bellissima discussione. Complimenti!

  2. #12
    Burrasca forte L'avatar di leonex
    Data Registrazione
    26/01/06
    Località
    Foggia - Roma
    Messaggi
    7,683
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Citazione Originariamente Scritto da Marco.Iannucci Visualizza Messaggio
    Bellissima discussione. Complimenti!
    Quoto

  3. #13
    Staff MeteoNetwork L'avatar di Metallica88
    Data Registrazione
    04/01/10
    Località
    S. Margherita Lig. (
    Età
    31
    Messaggi
    1,270
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Condivido anch'io, interessante e istruttiva!

  4. #14
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Germania
    Messaggi
    2,809
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Citazione Originariamente Scritto da Metallica88 Visualizza Messaggio
    Condivido anch'io, interessante e istruttiva!
    Citazione Originariamente Scritto da leonex Visualizza Messaggio
    Quoto
    Citazione Originariamente Scritto da Marco.Iannucci Visualizza Messaggio
    Bellissima discussione. Complimenti!
    Grazie a tutti!

    Now let's go to North America, anch'essa terra di grandi contrasti. Basti pensare che nello stato della California si trova uno dei luoghi più nevosi del mondo (la Sierra Nevada occidentale) a poche centinaia di km di distanza da uno dei più caldi (la Death Valley)! Anche quest'area è stata colpita da diverse grandi ondate di freddo che si sono spinte fino a latitudini davvero inusuali.
    Ogni stato degli USA è stato coperto interamente dalla neve almeno una volta negli ultimi 100 anni, tranne Florida ed Hawaii; anche ogni località in California ha visto neve in ondate separate nel corso del XX secolo, sebbene in alcuni luoghi la dama sia veramente un evento raro e sulla costa la media annua di neve diventa trascurabile già all'altezza di Eureka.
    Nelle Hawaii la neve cade regolarmente sui vulcani dell'isola di Hawaii al di sopra dei 3000 mt, mentre si sono visti fiocchi fino a 2250 mt d'altezza.
    In Florida, la parte settentrionale è relativamente fredda e nevosa rispetto alla parte meridionale, mentre la neve comincia a diventare davvero eccezionale a sud del 30° parallelo. Nel 1899 i fiocchi di neve si spinsero fino a Fort Myers, ma l'ondata più forte degli ultimi 150 anni è probabilmente quella del gennaio 1977, nello stesso inverno del celebre blizzard di Buffalo.
    In quell'occasione, i fiocchi si spinsero fino ad Homestead, nelle Everglades, e la stessa città di Miami venne interessata dalla nevicata nel giorno 19, anche se non accumulò. In realtà, sembra che nella città non si sia mai vista neve con accumulo, tranne forse nel 1774, quando praticamente tutta la Florida era imbiancata ad eccezione delle Keys e dell'estrema punta meridionale intorno a Cape Sable.
    Nello stesso gennaio 1977 Freeport, la capitale delle isole Bahamas, vide dei fiocchi di neve per l'unica volta nella sua storia meterologica.

    La Louisiana ed il Texas sono stati completamente imbiancati in tempi recentissimi e la neve non è così rara come si potrebbe pensare, tanto che già Dallas presenta una media annua di circa 6 cm.
    New Orleans è stata imbiancata l'ultima volta l'11 dicembre 2008, mentre nel 1964 sono caduti più di 10 cm di neve. La città è stata interessata in parte anche dal Blizzard della notte di Natale del 2004, quando la neve imbiancò anche le parti più meridionali del Texas, caddero 3 cm di neve a Brownsville, al confine col Messico, e 13 cm a Corpus Christi poco più a nord. Entrambe le città sono state imbiancate anche nel 1899 e soprattutto nel San Valentine's Day del 1895.
    In quei giorni si ritrovano eccezionali segnalazioni: 39 cm di neve a Galveston, 50 a Houston, 14 a Brownsville, quasi 80 al confine tra Louisiana e Texas, -15° a Houston ed anche in Messico, 1°C a Merida nello Yucatan e temperature sottozero sulle coste messicane fino alla provincia di Veracruz.

    In Arizona, il centro della città di Phoenix, la più calda grande città degli USA (media annua sui 23°C), non vede un singolo fiocco dal 1939, ma precedentemente la neve era caduta relativamente abbondante (da 3 a 10 cm) nel 1937 e nel 1933. Delle fioccate nelle periferie si sono viste nel 1990 e lo scorso 30 dicembre c'è stata un graupelata interpretata erroneamente come nevicata.

    In California la neve è stata vista praticamente dovunque ma diventa davvero rarissima a sud del 35° parallelo, anche se comunque a San Francisco non nevica da 35 anni.
    Le ondate più forti del XX secolo in questo senso sono quelle del 1932 e del 1949. Nella prima ondata la neve imbiancò Monterey, Malibù, Santa Monica, il centro di Los Angeles e per l'unica volta nella storia la città di Yuma, in Arizona, la più soleggiata del mondo.
    L'ondata del gennaio 1949, forse anche più intensa, portò tracce di accumuli nevosi a Santa Barbara, San Diego e perfino alle isole del Canale di fronte alle spiagge losangeline. La zona di Palm Springs e del lago Salton ha visto neve con accumulo nel 1930, mentre la Death Valley nel 1922.

    E' interessante il fatto che nel 1929 nel sud del Texas sia stata segnalata neve con una temperatura di +15°C, la più alta alla quale abbia mai nevicato.
    Ultima modifica di nevearoma; 06/03/2011 alle 16:33
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  5. #15
    Uragano L'avatar di Marco.Iannucci
    Data Registrazione
    02/09/06
    Località
    Formia/Napoli
    Età
    32
    Messaggi
    16,592
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    spiaggia di serapo gaeta ancora innevata in parte alcune ore dopo la nevicata del 12 febbraio




    neve a vendicio di Formia il giorno dopo la nevicata



    salerno innevata


    formia durante la nevicata

  6. #16
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Germania
    Messaggi
    2,809
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Belle foto Marco! Soprattutto quella di Salerno.

    Più o meno tutte le province del Messico hanno visto neve (anche con accumulo) almeno una volta nella loro storia meteorologica, eccetto la penisola dello Yucatàn e alcune province che si affacciano sul Pacifico.
    L'unica provincia a vedere neve al piano con frequenza relativamente alta -cioè più di due/tre nevicate per secolo- è quella di Tamaulipas, che confina con il Texas, nella quale le ultime nevicate risalgono all'ondata del Natale 2004 (ma in quell'occasione nevicò solo nella parte più settentrionale). Comunque, nel 1997 nevicò a Ciudad Victoria, mentre il 14 febbraio 1895 i fiocchi si spinsero fino alla città costiera di Tampico, a 22°N.
    La neve si vede non troppo raramente anche nelle parti alte delle province montuose settentrionali come Chihuahua e Coahuila, come nel 1997 quando nevicò anche a Guadalajara, Aguascalientes e Leon, a quote relativamente basse (<2000 mt), mentre è abbastanza comune sulle cime dei vulcani intorno a Città del Messico e Puebla.
    Mexicali non vede neve dal 1932, Tijuana dal 1967.
    Il 1967 è, insieme al 1881, una delle due ondate che hanno coperto di neve più o meno metà del Messico. Nel 1967 si imbiancò tutto il Messico interno (e la costa settentrionale vicino al confine col Texas) fino a Città del Messico compresa. Città del Messico che, comunque, ha visto neve almeno cinque volte nel corso del XX secolo.
    L'ondata del 1881 fu ancora più forte ed oltre a portare neve in TUTTE le città messicane finora nominate (esclusa la parte nordoccidentale dello stato) imbiancò, per l'unica volta nella loro storia, le città di Puebla, Oaxaca (17°N, nemmeno 2000 mt), Ixtlan del Rio e le colline intorno a Tepic, nonchè le montagne della regione di Chiapas, al confine col Guatemala.

    A Cuba, la neve sotto i 1000 mt si è vista soltanto nel 1856 sulle montagne intorno a Santa Clara, e talvolta qualche nevicata mista a pioggia cade sul Picco Turquino, 2000mt d''altezza.

    Solo in un'unica occasione, e decisamente non molto recente (1784!), caddero dei fiocchi di neve all'isola di Bermuda.

    Mi raccomando usate un atlante eh!
    Ultima modifica di nevearoma; 06/03/2011 alle 17:03
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  7. #17
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Germania
    Messaggi
    2,809
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    L’America centrale e meridionale e la neve hanno una relazione molto complicata e travagliata, fatta di fugaci ma intense ondate di freddo che portano neve fino a latitudini notevoli considerato anche che il serbatoio freddo della zona, l’Antartide ( perlomeno, per le terre a sud dell’Equatore), è separato dal Sud America da un grande braccio di mare, e che di climi veramente continentali nella regione non ce ne sono tranne forse in certe zone della Patagonia.
    Negli stati istmici dell’America centrale la neve cade in rarissime occasioni sulle cime dei monti più alti, e quindi soltanto in Guatemala e Costa Rica (gli altri paesi non hanno rilievi sufficientemente alti). Nel primo, la neve può cadere sui vulcani più alti al di sopra dei 3700 mt e nel 2007 sono stati segnalati dei fiocchi in un villaggio a 3200 mt d’altezza. Nel secondo stato la neve è stata segnalata più volte sul Cerro Chirripo (3820 mt) nel XIX secolo, ma nel secolo scorso sembra che solo nel 1974 siano caduti dei fiocchi su questa montagna.
    Anche nella Repubblica Dominicana la neve può cadere al di sopra dei 3000 mt, anche se ultimamente non avviene più.

    Se si eccettuano il Suriname e le due Guyane, ogni stato dell’America meridionale ha visto almeno dei fiocchi senza accumulo negli ultimi 100 anni.
    Questo fatto è imputabile principalmente alla presenza della catena delle Ande, che percorrono l’intero continente da nord a sud partendo dal Venezuela ed attraversando Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia, Cile ed Argentina e terminando nella Terra del Fuoco. Le Ande sono celebri per gli altissimi picchi (sopra i 5000 mt in tutti gli stati) e per i grandi altopiani che si trovano specialmente tra Perù, Bolivia ed Argentina.
    In Venezuela la montagna più alta è il Pico Bolivar, 5000 mt, e la neve è stata vista fino a 3500 mt d’altezza, quota alla quale si trovano anche alcuni insediamenti abitati.
    In Colombia più o meno la situazione è la stessa, le montagne più alte superano i 5500 mt e la neve cade raramente sotto i 4000 mt.
    Stessa situazione in Ecuador (dove il Volcan Cotopaxi raggiunge i 5890 mt), dove però nel 1892 nevicò a quota 2900 mt.
    Il Perù e la Bolivia sono un po’ più interessanti, anche perché qui ci sono molte città, anche grandi, al di sopra dei 3000 mt d’altezza che hanno visto neve nella loro storia meteorologica.
    In Perù è soprattutto il versante orientale della catena a ricevere nevicate abbondanti, in quanto il versante occidentale, pur essendo particolarmente freddo (a causa della Corrente di Humboldt) è anche estremamente secco, e per questo il Chachani (poco più di 6000 mt), sopra la città di Arequipa, non ha che qualche nevaio nella sua parte orientale mentre sul versante occidentale i ghiacciai si spingono fin verso i 5000 mt. Nel versante occidentale, dunque, la neve si fa vedere comunemente al di sopra dei 4000 mt (a Cerro de Pasco può nevicare anche in estate) ma dei fiocchi sono stati segnalati fino a 3200 mt ed anche a Cuzco ha nevicato brevemente nel 1911.

    In Bolivia la neve si è vista ben più in basso: nella provincia di Tarija ha nevicato in alcune occasioni a quote di 1300-1500 mt, come ad esempio nel 2005, mentre nell’inverno del 2010 sono caduti dei fiocchi nella regione del Chaco, vicino al confine col Paraguay, al di sotto dei 1000 mt per la prima volta nella storia boliviana.
    Anche in Bolivia la neve cade però comunemente solo al di sopra dei 4000 mt; la capitale La Paz non ha praticamente mai conosciuto la neve nei suoi quartieri più bassi (3100-3200 mt circa) ma nelle zone centrali a partire dai 3600 mt di quota la neve si vede circa una volta ogni 10 anni, come ad esempio nel 2008. Leggermente più comune è la neve ad El Alto, la città che ospita l’aeroporto della capitale e che si trova a 4050 mt di quota, ma è oltre i 4500 mt almeno che la neve comincia realmente a cadere quasi tutto l’anno.

    Curiosità: La Rinconada, città peruviana di quasi 30000 abitanti, si trova a 5100 mt di quota ed è considerato l’insediamento permanentemente abitato più alto del mondo.
    Immaginatevi il freddo!
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  8. #18
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,436
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Nevearoma, riguardo le città sudafricane, a Bloemfontein è nevicato anche il 15 giugno 2010, durante i mondiali. A Johannesburg centro non ci fu neve nel 2007, ma la neve cadde solo in alcuni quartieri periferici.
    In Sudamerica, gli ultimi anni sono stati generosi in tema di neve, tutti ricordiamo il 9 luglio 2007 la nevicata storica a Buenos Aires (4 cm all'aereoporto Ezeiza, 1 cm in centro città) durata più di 12 ore con temperatura di 1°C, lo stesso giorno si imiancò anche Cordoba, non cadeva da 32 anni, 20 cm nei dintorni della città.
    Nel luglio del 2009 e nel luglio del 2010 nvicò invece quasi al trpico, a San salvador de Juiuy dove non nevicava dal 1920, nel luglio 2010 la neve imbancò anche San MIguel de Tucuman e Salta (dove era nevicato anche nel 2007).
    In Cile nell'agosto del 2007 la neve è comparsa su Santiago del Cile, dove non cadeva dal 1967, e per la prima volta nella sstoria la neve è caduta su Talca, Cncepcion, Pudahuel

  9. #19
    Uragano L'avatar di zione
    Data Registrazione
    15/06/02
    Località
    Sondrio 290 m. (SO)
    Età
    50
    Messaggi
    46,520
    Menzionato
    43 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Citazione Originariamente Scritto da nevearoma Visualizza Messaggio
    Curiosità: La Rinconada, città peruviana di quasi 30000 abitanti, si trova a 5100 mt di quota ed è considerato l’insediamento permanentemente abitato più alto del mondo.
    Immaginatevi il freddo
    !
    In effetti, a vedere qualche foto in rete, praticamente e' poco sotto il limite dei ghiacciai in loco !






    Mica male, eh !



    Fabio Pozzoni (Socio Fondatore MeteoNetwork)

    I miei dati Meteo in real time su MyMnwPro, CML e WU

    E' meglio essere ottimisti ed aver torto piuttosto che pessimisti ed aver ragione Albert Einstein
    ______________________________
    Ciao Alessandro......

  10. #20
    Banned L'avatar di wizard
    Data Registrazione
    17/03/06
    Località
    Zogno (BG)---- 350 M
    Età
    47
    Messaggi
    6,035
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Molto interessante questa discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •