Pagina 1 di 8 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 76
  1. #1
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Mi ha sempre affascinato leggere di nevicate in posti in cui la neve non si vedeva da anni ed anni, da secoli od addirittura non si era mai vista dall'inizio delle rilevazioni meteorologiche storiche.
    Mi sono sempre chiesto "Ma cosa penserà chi ci vive? Cosa penserà chi non ha mai visto la neve neanche in foto, chi non ha mai calpestato un suolo innevato?", e quale insolita gioia potessero provare i bambini del posto alla visione di una città così diversa dal normale.

    In Europa la neve è stata avvistata almeno una volta nel XX secolo praticamente in tutto il continente, e i luoghi dove questo fenomeno è veramente raro si collocano com'è ovvio nei paesi del Mediterraneo o tutt'al più affacciati sull'Atlantico.
    In Italia, la neve con accumulo non si fa vedere a Lampedusa dal 1942 (ma nel 1956 nevicò senza attaccare), e dal 1956 nella vicina Linosa. A quanto pare a Cozzo Spadaro, località posta sulla punta sudorientale della Sicilia, non attaccò nel febbraio del 1956, ma di sicuro nevicò nel 1901 e nel 1905, quando la neve imbiancò l'isola di Malta per l'ultima volta nel secolo scorso.
    Anche Gela non vede neve al suolo dal 1956, mentre a Licata imbiancò anche un paio di volte negli anni '60.
    Più di recente, Pantelleria è stata imbiancata nel 1981, Trapani nel 1999.
    A Catania centro la neve con accumulo ha tempi di ritorno di 20/25 anni almeno; a Palermo è più comune: uno degli eventi più forti degli ultimi anni è quello del gennaio 1981, e nel 1744 sembra che sia caduto ben mezzo metro di neve in centro.
    Ultima modifica di nevearoma; 02/03/2011 alle 19:21
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  2. #2
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Sulle coste della Spagna meridionale la neve è molto più rara che in Sicilia. A Cadiz, o Cadice, la neve non ha mai fatto presa al suolo in tutto il XX secolo e la città potrebbe concorrere al titolo di luogo meno nevoso d'Europa. Gli ultimi fiocchi si sono visti nel 1954, nel 1935 ci fu una nevicata un po' più consistente ma comunque senza accumulo. Nel 1954 la neve imbiancò praticamente tutta la zona attorno al golfo di Gibilterra, comprese le città di Siviglia, Malaga, Tangeri e Faro.
    Il 1954 è anche l'ultima volta in cui imbiancò a Huelva, mentre Melilla ha visto neve al suolo nel 2005 e Tarifa nel 1993.
    Ad Almeria non nevica con accumulo dal 1935, mentre Alicante dal 1830 ha visto la neve solamente due volte, nel 1885 (senza accumulo) e nel 1926 (con accumulo).
    Ceuta, enclave spagnola in territorio marocchino, ha visto neve mista a pioggia il 1 marzo 1993 e una grande nevicata nel 1698. Gibilterra non ha mai registrato nevicate con accumulo nella sua storia recente (senza accumulo nevicò nel 1935 e 1954), a differenza della vicina La Linea.
    Nelle Isole Canarie la neve è caduta rarissime volte sotto i 1000 mt ed ovviamente non si sono mai visti fiocchi sulla costa.

    In Portogallo è l'Algarve ad essere la regione meno nevosa, e tranne l'evento del 1954 non ha mai nevicato nella città di Faro praticamente da fine '700. La città di Lisbona ha visto più eventi nevosi ma a parte la sfiocchettata senza accumulo del 2006 neve con accumulo in città non si vede dal 1954.
    Nel 1860 nevicò eccezionalmente sulle coste dell'isola di Madeira, per l'unica volta nella sua storia meteorologica moderna.


    In Grecia, come sappiamo, la neve è ben più comune, ed Atene ha visto importanti eventi nevosi anche nello scorso decennio, come nel 2004 quando ci fu anche una giornata di ghiaccio.
    La neve non è sconosciuta in nessuna zona costiera, ma è rara a Creta ed a Rodi, dove nevicò nei due eventi storici del 1950 e del 1987. Quel marzo 87 che vide imbiancata l'intera Puglia :D
    Ultima modifica di nevearoma; 02/03/2011 alle 19:20
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  3. #3
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Passando all'Africa, si notano alcune cose interessanti.
    Intanto, la neve è conosciuta in quasi tutta la costa settentrionale che si affaccia sul Mediterraneo, eccetto brevi tratti. Inoltre le nevicate in pieno deserto del Sahara non sono poi così rare come si potrebbe credere.

    In Algeria, la neve sulla costa non è un evento molto raro, e nella capitale Algeri è caduta un'abbondante nevicata nel 2005. Le montagne alle sue spalle sono dotate di stazioni sciistiche, ed a Batna, città ad oltre 1000 mt d'altezza, il termometro ha toccato -20° e la neve si vede quasi ogni anno.
    Nel 1979 si è verificata una tempesta di neve di 20 minuti in pieno Sahara; precedentemente, certe oasi algerine sono state coperte da più di 30 cm di neve nel 1935 e nel 1954, come l'oasi di Laghouat. Nel 1906 fu avvistata la neve addirittura ad El Golea ed Ouargla, due cittadine in pieno deserto a poco più di 30°N che d'estate superano agevolmente i 50°C.

    La città di Tunisi è stata coinvolta dalle grandi ondate di freddo siciliane del 1981 e 1999 ed in entrambe le occasioni ha visto la neve al suolo in città. La città comunque ha almeno 7-8 nevicate nell'arco del XX secolo.
    Quasi tutta la Tunisia è stata coperta dalla neve almeno una volta nella storia recente: nel 1891 la neve cadde a Monastir, Sfax e Djerba, tutte cittadine vicine al confine con la Libia che non sono state imbiancate nemmeno nel terribile febbraio del 1956.

    Il limite meridionale della neve sulle coste atlantiche marocchine può attestarsi poco a sud di Casablanca, che insieme alla capitale Rabat ha visto la neve nel 1926, anno in cui fra l'altro nevicò anche ad Alicante.
    Ad Agadir, città celebre per il suo clima mite ed uniforme, non è mai stata avvistata la neve, nemmeno qualche fiocco sparuto, mentre a Marrakech ha nevicato nella "solita" ondata del 1954. Chissà come doveva essere il panorama di quel periodo.


    Nel 1993 qualche fiocco cadde a Djanet, un'oasi nel sud-est dell'Algeria, a 24°N. Quest'oasi si trova a poco più di 1000 mt di quota sul massiccio del Tassil e probabilmente è il luogo più meridionale dell'Africa a nord dell'equatore dove si sia vista neve, montagne escluse.
    Ultima modifica di nevearoma; 02/03/2011 alle 22:21
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  4. #4
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    La Libia e l'Egitto, anche per la loro latitudine più meridionale rispetto agli altri stati dell'Africa settentrionale, hanno visto la neve nel loro territorio molto più raramente.
    Tripoli è stata imbiancata diverse volte anche nell'ultimo secolo, e tra questi eventi si segnala il febbraio 1956, che tra l'altro mi sembra sia l'ultimo.
    Più a sud, nel deserto, la neve è caduta, attaccando al suolo, a metà del XIX secolo perfino nell'oasi di Ghadames (dove ha sfiocchettato di nuovo nel 1979), ed in generale in tutta la Tripolitania.
    La costa ad ovest di Misurata non ha mai conosciuto la neve e per ritrovare luoghi dove sia stato avvistato perlomeno qualche fiocco negli ultimi 150 anni bisogna arrivare fino all'area di Alessandria d'Egitto. In questa città vennero avvistati dei fiocchi di neve nella celebre ondata del febbraio 1950, che coinvolse tutto il mediterraneo orientale e portò anche dei fiocchi alle piramidi di Giza, a pochi km dal Cairo.
    In quell'occasione sembra che la capitale egiziana toccò i -2° (non sono riuscito a trovare conferme) ed a Sharm-el-Sheik la massima del 5 febbraio fu di soli 12°C.
    Al Cairo tuttavia l'ultima nevicata con accumulo risale al 1639, mentre la neve cade molto spesso sul vicino Sinai.

    Nel deserto egiziano non sono del tutto sconosciute le incursioni di ghiaccio, ma la neve praticamente non è mai arrivata fin lì.

    Questa è una cartina del 5 febbraio 1950. Non si vede bene l'area egiziana ma si può comunque notare l'eccezionale estensione del freddo verso sud.
    Nevicate insolite in luoghi insoliti-rrea00119500205.gif
    Qui si vede ancora meglio
    Nevicate insolite in luoghi insoliti-rrea00219500205.gif
    Ultima modifica di nevearoma; 02/03/2011 alle 22:54
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  5. #5
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Ciuf ciuf! Ciao, sono IL FREDDO, e vengo dalla Russia. Mi conosci?
    Nevicate insolite in luoghi insoliti-rrea00219540202.gif
    Nevicate insolite in luoghi insoliti-rrea00119540202.gif
    Ultima modifica di nevearoma; 02/03/2011 alle 22:57
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  6. #6
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Passiamo ora al Medio Oriente ed all'Asia occidentale. La maggior parte del territorio è stata coinvolta nella grande ondata di freddo del 1950, quando alcune città costiere sono state ricoperte dalla neve per la prima volta in più di 150 anni.
    In Libano ed Israele la neve è rarissima sulle coste ma è molto più comune sulle montagne, e nonostante ogni volta che nevica a Gerusalemme la notizia rimbombi sui principali notiziari in realtà la capitale israeliana viene imbiancata mediamente una volta ogni tre anni.
    A Tel Aviv-Yafa caddero 10 cm di neve nel 1950 ma questo è l'unico caso di neve con accumulo negli ultimi 200 anni almeno. In quel febbraio l'intero stato di Israele venne imbiancato dalla neve, eccetto la stretta fascia costiera che si affaccia sul Mar Rosso.
    A Beirut una nevicata record che uccise i cedri si ebbe nel 1853, ma la città è stata imbiancata almeno tre volte nel XX secolo, tra cui sempre l'ondata del 1950.

    Anche Siria e Giordania sono state interamente coperte di neve nel 1950 (eccetto Aqabah sul Mar Rosso) e quasi del tutto nel 1920, Damasco ed Amman comprese.

    La neve non è infrequente nel nord dell'Arabia Saudita, vicino al confine con la Giordania, mentre i giardini di Riyadh vennero innevatai in un'unica e straordinaria occasione nel gennaio del 1973.

    Nelle pianure dell'Iraq la neve è molto rara. A Baghdad i fiocchi caduti nel 2008 sono stati un evento davvero eccezionale, perchè si trattava della prima nevicata in 99 anni. Comunque, cronache storiche del XVIII secolo segnalano cadute di neve in città anche ad aprile.
    Sembra che ci siano stati casi di neve anche a Bassora, ma non sono riuscito a trovare conferme.

    Più a sud, nella penisola arabica, la neve cade solo a quote alte in Yemen, Oman ed Emirati Arabi: mentre San'aa non ha mai visto la neve ( e le coste ai suoi piedi sono i luoghi più caldi del mondo), negli Emirati Arabi le cime oltre i 1500 mt sono state imbiancate nel 2004 ed anche nel 2009.


    Turchia e Cipro sono state interamente coperte di neve almeno una volta nel XX secolo. Indovinate un po' in che anno? Esatto, nel 1950. Anno in cui la città di Iskenderun (Alessandretta) vide la sua ultima neve fino ad oggi.
    In generale la neve è rara in tutta la costa mediterranea meridionale, ma non è del tutto sconosciuta. Ad Antalya l'ultima nevicata con accumulo risale a soli cinque anni fa.
    L'isola di Cipro è stata coperta dalla neve quasi nel tutto anche nell'altra forte ondata del 1920, mentre 10 cm di neve caddero sulla costa nell'aprile 1779, lo stesso che portò la neve a Baghdad.
    Ultima modifica di nevearoma; 03/03/2011 alle 18:41
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  7. #7
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Ed eccoci arrivati all'Asia centro-orientale. Questa è una terra di grandi contrasti in ogni senso, anche agli occhi dei meteofili: si passa dal puro freezer della Siberia a nord alle enormi nevicate del Giappone settentrionale al clima tropicale caldo ed umido del sudest, vero orrore per un freddofilo.
    Insomma, è una terra di estremi e questo è confermato anche dai dati sulle nevicate "tropicali": proprio in quest'area infatti si trovano le più meridionali zone costiere dell'emisfero boreale che siano mai state imbiancate.

    In Afghanistan la neve è caduta dappertutto almeno una volta, anche se è rara nel sud e a Kandahar, nonostante l'altitudine.
    Nel caldissimo Pakistan la neve a basse quote si fa vedere rarissime volte e solamente nel nord. Recentemente, nel 2003 si sono visti fiocchi a Rawalpindi e nella capitale Islamabad, mentre la neve a Peshawar non si vede dall'Ottocento.
    In India, la neve cade solo ad alte quote e solo nel nord del paese, e nessuna regione a sud del Tropico ha mai visto un singolo fiocco. La quota più bassa a cui si è potuta vedere neve è intorno alla città di Dehra Dun, quasi 700 mt di quota, dove la neve con accumulo si è vista nel 1906 e l'ultima nevicata risale al 1981.

    Il Bhutan ed il Nepal, a dispetto di quanto si potrebbe sembrare, non sono paesi particolarmente freddi. A Kathmandu ha fatto notizia la nevicata nel 2007, la prima dopo quasi 60 anni, mentre la neve è un po' più comune a Thimphu, capitale del Buthan. In entrambi gli stati la neve non cade mai al di sotto dei 1000 mt, poichè a quelle quote si può già riscontrare un clima tropicale o quasi.


    In tutto il sud est asiatico la neve cade, ovviamente, solo ad alte quote, mentre città come Bangkok hanno fra i più insopportabili climi del mondo. In Indonesia e Malaysia la neve con accumulo cade regolarmente al di sopra dei 4000 mt. In tutti gli altri stati, Cambogia a parte (perchè non ci sono grandi montagne), si è vista neve durante il XIX secolo alle alte quote (partendo all'incirca dai 2000 mt, un po' più in basso in Vietnam) ma questi casi sono diventati sempre più rari fin quasi a scomparire nella seconda metà del Novecento.
    Anche nelle Filippine sono riportati casi di nevicate sul Monte Pulog, 2934 mt d’altezza, ma soltanto durante l’era della PEG.

    Il discorso si fa più interessante per quanto riguarda Cina e Giappone. Entrambi i paesi annoverano mille realtà climatiche che spaziano dal freddo siberiano della Manciuria a quello più umido di Hokkaido al clima temperato di Tokyo (e della Corea del Sud), fino ad arrivare al clima prettamente tropicale di Taiwan, di Hong Kong e delle bellissime (ma in gran parte sconosciute) isole meridionali del Giappone, come ad esempio Okinawa.
    In Giappone, la neve si è fatta vedere sul 100% del territorio delle quattro isole maggiori (Hokkaido, Honshu, Shikoku, Kyushu), anche se diventa un evento eccezionale a Miyazaki e Kagoshima, città note in Giappone per il clima mite. Più a sud, si sono visti fiocchi nella Tanegashima (Isola di Tanega), anche se in rarissime occasioni, e perfino nella città di Naze, nella Amami-shima. Questo può essere definito come il limite meridionale della neve in Giappone, anche se si parla di nevicate senza accumulo visto che già nella Tanegashima nessun luogo al di sotto dei 50 mt s.l.m. ha mai visto neve al suolo.

    Ebbene sì, se si comincia a guardare dal XVII secolo la neve è caduta su TUTTA la Cina almeno una volta, sebbene negli ultimi due secoli si può dire che sia quasi completamente scomparsa
    Nel 1975, la neve è caduta a basse quote nella regione dello Yunnan.
    Precedentemente, bisogna risalire al gennaio 1893 per trovare un'ondata davvero eccezionale: quell'inverno la neve imbiancò le colline circostanti la città di Taipei, ma anche l'ex colonia portoghese di Macao vide una leggera imbiancata per l'unica volta nella sua storia.
    Andando ancora più indietro nel tempo, nel 1836 e nel 1893 due ondate di freddo imbiancarono tutta la costa cinese del Fujian e del Guangdong, così come Guangzhou (Canton) ed Hong Kong; comunque, quest'ultima ha visto neve nelle sue parti alte anche molto più di recente, nel 1967 e nel 1975.
    Facendo un salto al XVII secolo arriviamo a delle ondate strabilianti (1619 e 1636) che hanno portato neve con accumulo in città come Yangchun e Shanton, nella parte più meridionale del Guangdong a 22°N circa.
    Ed infine, nel 1684 avvenne quella che sembra essere la più forte ondata di freddo tropicale mai avvenuta dalla fine dell'ultima era glaciale: in quell'occasione la neve arrivò ad imbiancare l'INTERA isola di Hainan, che in pratica costituisce la terra più meridionale della Cina e che si trova interamente a sud del 20° parallelo. Se andate a guardare sull'atlante capirete bene, e per confronto alla stessa latitudine si trovano luoghi come Bombay, il Senegal, i Caraibi settentrionali e la Giamaica.
    Immaginatevi se nevicasse ad Ouagadougou :D (e non a Roma magari)
    Ultima modifica di nevearoma; 04/03/2011 alle 20:38
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  8. #8
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Ah ps. per dovere di cronaca, le informazioni le ho prese da max herrera. Quell'uomo è una fucina di informazioni climatiche di qualsiasi genere, peccato che sia stato bannato per il suo carattere un po' "focoso".
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

  9. #9
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    12,839
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Una precisazione, Tel Aviv è stata costruita solo nel dopoguerra, anche epr quello ha un solo episodio di neve.
    La nevicata di Algeri nel 2005 è stata storica, 15 cm

  10. #10
    Vento fresco L'avatar di nevearoma
    Data Registrazione
    14/10/09
    Località
    Roma (Rm)
    Messaggi
    2,622
    Menzionato
    38 Post(s)

    Predefinito Re: Nevicate insolite in luoghi insoliti

    Stefano, Tel Aviv è stata fondata nel 1909 ma il porto di Yafo ( o Giaffa in italiano ) esiste da tempi antichissimi.

    Comunque, la neve sulle coste africane, come ho detto, è stata vista esclusivamente sulla costa mediterranea, ma la bianca dama si è presentata più volte a basse quote nella parte più meridionale del continente, in particolare nella Repubblica sudafricana.
    Ci sono diversi paesi dove la neve si vede solo alle alte quote; tra questi Ciad (sul massiccio del Tibesti), Capo Verde, Kenya, Etiopia, Tanzania, Ruanda, Burundi, Rep. Democratica del Congo, Uganda e Camerun, ma si parla di brevi nevicate spesso senza accumulo che avvengono in ogni caso a quote superiori a 3000 mt. In stati come Eritrea, Mozambico, Madagascar, Sudan, Malawi e Zimbabwe ci sono rarissime notizie di neve caduta sulle cime più alte (>2500 mt almeno), notizie che però si sono praticamente estinte negli ultimi decenni. In Botswana di recente sono stati segnalati eccezionalmente dei fiocchi nella parte meridionale del deserto del Kalahari, vicino al confine con la Namibia.

    A proposito di Namibia, questo stato attraversato dal Tropico del Capricorno ha visto più neve di quanto si potrebbe pensare, complice anche l'elevata altitudine media del paese, quasi completamente oltre i 1000 mt. La stessa capitale Windhoek ha visto neve mista a pioggia più volte anche nel XX secolo, come ad esempio nel 1994, mentre sono stati segnalati fiocchi fino a 1500 mt di quota nella parte più meridionale.
    Altra neve "inaspettata" è stata vista a Mbabane, capitale dello Swaziland, a poco più di 1000 mt di altezza, e non è nemmeno un evento troppo lontano nel tempo visto che l'ultima volta è stata nel 1997.
    Il Lesotho, naturalmente, vede neve piuttosto spesso, ma si parla di uno stato che non scende mai al di sotto dei 1300 mt di quota. In questo stato, così come nel Sudafrica, esistono anche impianti sciistici.

    Il Sudafrica è l'unico stato dell'Africa a sud dell'equatore dove siano stati avvistati dei fiocchi a livello del mare, sebbene la costa non sia mai stata imbiancata nemmeno nella parte più meridionale. L'evento più importante degli ultimi anni è avvenuto nell'agosto 2005, quando la neve arrivò ad imbiancare il villaggio di Ceres, 350 mt s.l.m., per la prima volta nella sua storia, mentre dei fiocchi sparuti caddero a livello del mare vicino Capo Agulhas ed a Città del Capo piovve con 4°C.
    La zona più nevosa dell'altopiano, eccetto la catena dei Draghi, è quella vicina all'Atlantico, così località come Sutherland vedono spesso la neve anche se per brevi periodi e con accumuli di scarso rilievo.
    Più ad est, la neve è rarissima a Pretoria, 1400 mt d'altezza, ed è stata vista l'ultima volta nel 1968. E' molto più comune (ma non comune in assoluto) invece a Johannesburg, che si trova 300 mt più in alto, dove sono caduti 10 cm di neve nel 2007 ed era nevicato anche l'anno precedente.
    La neve si vede "spesso" anche a Bloemfontein, a 1400 mt di quota ma più a sud, dove ha nevicato nel luglio del 2007. In generale però la neve è rara in queste città, il cui inverno si caratterizza per essere secco e per presentare forti escursioni termiche durante il giorno: durante i Mondiali non era raro giocare partite serali con temperatura intorno allo 0° e partite di giorno con temperature molto più alte.
    Il limite altitudinale della neve sul versante dell'Oceano Indiano è quindi attestabile sui 1000 mt circa o poco più, ma anche a quote più alte la neve rimane comunque un evento raro.
    Ultima modifica di nevearoma; 05/03/2011 alle 15:37
    "In Africa non cresce il cibo. Non crescono i primi. Loro non hanno i contorni. Una fetta di carne magari la trovi, ma hanno un problema con i contorni. Per non parlare della frutta."

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •