Visualizza Risultati Sondaggio: Città/area più mite d'Italia (minore escursione termica media stagionale)

Partecipanti
29. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Golfo di Gaeta (Da Terracina a Formia)

    4 13.79%
  • Golfo di Napoli (Napoli)

    2 6.90%
  • Golfo di Salerno (Salerno)

    0 0%
  • Salento costiero (Lecce inclusa)

    1 3.45%
  • Costa sicula nord (Palermo)

    1 3.45%
  • Costa sicula est (Catania)

    1 3.45%
  • Stretto di Messina (Messina e Reggio)

    3 10.34%
  • Costa Ragusana-Trapanese

    4 13.79%
  • Calabria ionica

    0 0%
  • Ponente ligure

    8 27.59%
  • Costa sarda meridionale ( zonaCagliaritano)

    2 6.90%
  • Costa sarda occidentale ( zona Alghero)

    1 3.45%
  • Litorale romano (area romana più costiera inclusa)

    0 0%
  • Livornese-Versilia

    2 6.90%
  • Maremma toscolaziale (Viterbo-Piombino)

    0 0%
Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 36
  1. #11
    Burrasca L'avatar di Cristian-Ostuni/Bologna
    Data Registrazione
    04/02/04
    Località
    Ostuni(BR)-Busca(CN)
    Messaggi
    5,068
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    bisognerebbe distinguere fra mitezza e variabilità. quello con riferimento ai 20° mi sembra più vicino al concetto di mitezza; resta da definire la soglia media della mitezza, che dipende da molti fattori oggettvi e soggettivi. ad esempio le isole britanniche hanno uno scarto annuo decisamente basso, però la t media non è detto che sia mite, anzi sarà anche abbastanza fredda almeno per noi.
    Cit. dal film Wanted:"... Voi che cazz0 avete fatto ultimamente?"
    Cit. da Colorado: "La neve scende a fiocchi perchè se scendesse a nodi non si scioglierebbe."

    viva la φγα

  2. #12
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Penso che siano sugli 11°C al sud (area londinese, Essex, isolette varie del canale come Jersey e Guernsey), sugli 8°C al nord (Lancashire, Yorkshire, isola di Man e Irlanda), ancora meno al nord / Scozia. La mia esperienza in Gran Bretagna è che si patisce l'umido e la pratica impossibilità di indossare sandali e scarpe aperte ben più del freddo, ma obiettivamente estati con medie di 12/16°C non quadrano proprio con la nostra idea di clima mite.
    Secondo me bisogna lavorare un po' concettualmente sul termine di senso comune "mite", cercare di capire che cosa si intenda con questo termine, ed eventualmente vedere di integrare questi significati con eventuali dimensioni meno intuitive. Penso che quello che ho sollevato sia un buon punto. Se per mite si intende "che varia poco" è una cosa, se si intende "favorevole al comfort umano" è un'altra (o un insieme di molte altre).

  3. #13
    Uragano L'avatar di Marco.Iannucci
    Data Registrazione
    02/09/06
    Località
    Formia/Napoli
    Età
    31
    Messaggi
    16,480
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Per me il clima mite è quello che allo stesso tempo è vicino al comfort umano e lo fa variando poco. Per questo credo che tra i climi più miti italiani vi siano ponente ligure e golfo di gaeta. Termicamente, igrometricamente e pluviometricamente al livello del mare è così. L'umidità forse è un po' eccessiva l'estate rispetto al comfort in questi luoghi.

  4. #14
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Citazione Originariamente Scritto da Marco.Iannucci Visualizza Messaggio
    Oppure un modo ancor più solido: si usano entrambi i sistemi (quello con 18C e quello delle medie) e si fa una media dando un peso del 50% ad entrambi i valori risultanti
    Proverei, ma non ho idea di come combinare due indici (scarti della media estiva dalla media invernale e scarti quadratici medi delle medie mensili da 18°C) dotati di locazione e struttura concettuale sostanzialmente diversa in un unico indice. Sono entrambi espressi in gradi celsius ma questo è un po' pochino per ricavarne un solo numero.

    Vediamo un po', come si potrebbe fare...

    Forse si può passare a un rank order. Ricavare entrambi gli indici per ciascuna stazione, a ognuna assegnare due numeri che indicano la sua posizione nei due ordinamenti, e poi ricavare la media delle posizioni, e listare le stazioni in ordine di media.

    Non mi piace (l'ordine non dà conto delle distanze, e visto che parliamo di gradi misurati con termometri le distanze ci sono e sno disponibili) ma non mi viene in mente altro.
    La semplice media dei due indici non mi sembra adeguata. Non mi viene in mente che cosa c'è che non va ma c'è qualcosa che non va nella semplice media (o somma) dei due indici.

  5. #15
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Forse ho trovato. Si possono fare entrambe le cose (scarto quadratico medio da 18°C delle dodici medie mensili e scarto fra la media estiva e quella invernale) e usare il vettore di due valori come indice bidimensionale.

    A quel punto, non c'è un singolo scalare che permetta di avere un ordinamento univoco, ma si possono esaminare le coppie di valori. Sotto forma di listato il risultato è ininterpretabile, non ci si capirebbe un'acca. Ma da un lato i due valori potrebbero essere fortemente correlati; dall'altro si può plottare un grafico a disperisione con asse x un indice, asse y l'altro indice, i punti sul piano rappresentano le stazioni e le loro coordinate identificano dove si collocano sul piano dei due indici. Questo chiaramente assume che siano ortogonali e se sono correlati non sono ortogonali: vabbè, si fa quel che si può.
    Poi si divide il piano in quadranti con centro il punto di coordinate media x (indice 1), media y (indice 2) e si vede in quale quadrante si collocano le varie stazioni.

    Yeah, de revolutionibus orbium coelestium. Mi ricordo ancora qualcosa di scaling multidimensionale. \as\
    Ultima modifica di Borat; 14/09/2011 alle 07:15

  6. #16
    Uragano L'avatar di albedo
    Data Registrazione
    27/06/02
    Località
    Prato
    Età
    59
    Messaggi
    29,014
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Capo Mele, Portoferraio, Gaeta, Ponza, Capo Palinuro, Asinara, Palermo Punta Raisi.

    RECORD PRATO+PRATO EST 1921-2014: Anno + freddo: 13,4° (1940); Anno + caldo 16,4° (1943); Anno + piovoso 1788,1 mm (1937);
    Anno + asciutto 503,8 mm (1945); Min. assoluta - 13,8° (11 gen 1985); Max assoluta 41,0° (7 lug 1952); Mese + freddo 0,2° (feb 1929); Mese + caldo 28,9° (ago 2003)

  7. #17
    Vento forte L'avatar di zeromillimetri
    Data Registrazione
    11/10/07
    Località
    Sanremo (IM)
    Età
    40
    Messaggi
    4,254
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Citazione Originariamente Scritto da albedo Visualizza Messaggio
    Capo Mele,
    Il ponente ligure riesce a battere agevolmente la rigidezza (si fa per dire) di capo mele, perchè in quella zona si può ancora usufruire in certi casi della tramontana scura e si può vedere la neve almeno una volta all' anno

  8. #18
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Sto dando un'occhiata a quella cosa di costruire un indice bidimensionale per poi esaminare come si comportano le due dimensioni che lo compongono.

    questa è la matrice di correlazione tra escsta e sqm20:

    Codice:
                      sqm20   escsta
                                    
           sqm20     1,0000
          escsta     0,5548   1,0000
    
          N=738
    Dunque sono ben correlati ma non correlatissimi, le due costruzioni non misurano proprio la stessa cosa.

    Qui abbiamo le medie e le deviazioni standard dei due indici (che sono entrambi metrici, quindi è legittimo farci medie e devizioni standard ecc):

    Codice:
        Variable         Obs        Mean    Std. Dev.       Min        Max
        ------------------------------------------------------------------
           sqm20         738    9,598237    2,676278   4,693701   18,10838
          escsta         738    16,15551    2,033262   10,56667   21,43333
    e qui vediamo le medie dei due indici per regione italiana

    Codice:
    regione       sqm20    escsta
    -----------------------------
        Abr        10,1      16,1
        Bas         8,9      15,9
        Cal         7,5      14,2
        Cam         7,7      14,8
        Emi        10,7      18,5
        Fri        11,7      17,3
        Laz         8,2      15,0
        Lig         8,4      14,5
        Lom        11,3      18,5
        Mar         9,5      16,4
        Mol         9,4      16,1
        Pie        11,9      18,1
        Pug         7,6      15,4
        Sar         7,2      13,9
        Sic         6,8      14,2
        Tos         8,8      15,4
        Tre        14,1      17,5
        Umb         9,3      16,4
        Val        14,6      16,0
        Ven        12,0      18,1
    -----------------------------
     Totale         9,6      16,2
    -----------------------------

  9. #19
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    Un semplice scatterplot fra escsta e sqm20 mostra che la relazione fra le due misure non è lineare e che si osserva una curvatura simile a quella della relazione fra temperature e longitudine. Questo mi fa pensare che anche almeno una di quelle due variabili correli sostanzialmente con uno di questi fattori geografici. Vediamo un po' la matrice di correlazione fra i due indici, altitudine, latitudine e longitudine.

    Codice:
                      latit   longit    altit    sqm20   escsta
          -----------------------------------------------------
           latit     1,0000
          longit    -0,5643   1,0000
           altit     0,2397  -0,1206   1,0000
           sqm20     0,7284  -0,3704   0,7684   1,0000
          escsta     0,6466  -0,2838   0,0737   0,5548   1,0000
    Perfetto. Sqm20 correla molto e positivamente con latitudine e altitudine, e poco e negativamente con la longitudine. Quindi più sqm20 al nord, a ovest e alle maggiori altitudini; meno alle basse latitudini, alle basse quote e a est.
    Escsta correla molto e positivamente con la latitudine, poco e negativamente con la longitudine, e in pratica è indipendente dall'altitudine.
    Particolare interessante è che le differenze fra le linee dei due indici nel correlare con terzi fattori corrobora l'esistenza di una validità discriminante: non sono proprio la stessa cosa.

    Altro particolare interessante è che se escsta è indipendente dall'altitudine, la mia idea che le stazioni ad altissime quote abbiano modeste escursioni stagionali è sbagliata. Può essere che questa impressione fosse spuria, cioè dipendesse da un terzo fattore che correla con l'altitudine: tipicamente, il fatto che le stazioni più alte sono più spesso in versante o in vetta rispetto a quelle a quote minori.
    Ultima modifica di Borat; 16/09/2011 alle 13:04

  10. #20
    Burrasca L'avatar di Borat
    Data Registrazione
    08/06/08
    Località
    -999
    Messaggi
    5,676
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Qual è la città più mite d'Italia?

    E il prossimo passo? Uno potrebbe essere di standardizzare i due indici in modo di ricondurli sulla stessa scala tenendo conto di media e variabilità; ma essendo già entrambi espressi in gradi celsius non sono molto convinto di fare una cosa azzeccata; penso che siano già sulla stessa metrica, meglio lasciar perdere. Vediamo se riesco a mostrare un grafico a dispersione con la divisione in quadranti. Ma poi diventa impossibile mostrare i nomi delle stazioni. Sono troppe e le didascalie si sovrapporrebbero. Come la mettiamo?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •