Ciao a tutti,

volevo mostrarvi una funzione particolare del software di gestione stazione meteo WSWIN (Wetter - Seite von Werner Krenn).

In pratica in questo programma c'è la possibilità di applicare dei fattori di scala alle osservazioni della velocità del vento, che è un parametro molto difficile da misurare bene.

Il senso è che secondo le direttive OMM le misure anemometriche si eseguono a 10 m di altezza dal suolo, però molto spesso non è possibile installare l'anemometro a quella altezza.

Siccome più ci si avvicina al suolo più le misure rilevate tendono ad essere influenzate da ostacoli e sottostimate (anche se dipende sempre tutto da molti fattori) in questo programma si può applicare un fattore di scala per ottenere delle misure "tarate" a 10 m di altezza.

Ad esempio se misuriamo a 20 m di altezza la misura viene moltiplicata x 0.84 (dunque p.es. da 100 km/h originale a 84 km/h tarato), mentre se misuriamo a 2 m di altezza viene moltiplicato x 1.50 (dunque p.es. da 100 km/h originale a 150 km/h tarato).

Oggi con il mio anemometro della Davis VP2 ho registrato una raffica di 72 km/h a 3.70 m di altezza, posso dunque ritenere verosimile una velocità tarata OMM di circa 93 km/h? È un approccio che ha un fondamento e avete già conosciuto oppure è troppo semplificato? Vedi allegato.

Ovviamente non mi metto a tarare le misure del mio archivio, fanno stato le misure originali, chiedevo giusto per farsi un'idea.


Compensazioni delle misure dell'anemometro-wswin.png