Pagina 6 di 10 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 94
  1. #51
    Vento forte L'avatar di ale97
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    24
    Messaggi
    3,375
    Menzionato
    77 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Se per differenze intendi differenze legate a un gradiente longitudinale W->E, ammesso che vi siano tali differenze nell'area padano-veneta, sono talmente influenzate dal fattore orografico da mascherarle spesso completamente. Qualcosa cambia dal Friuli occidentale (alta pianura) verso Est, ma non direi che posti come Aviano abbiano estati particolarmente gradevoli. Per esperienza personale trovo il clima di media e bassa pianura del NE come del NW, nei mesi centrali dell'estate, assolutamente opprimente. Discorso diverso per le alte pianure, in particolare agli sbocchi delle valli maggiori, ma anche lì vi sono eccezioni in negativo.

    Poi per assurdo resto convinto che le pedemontane padane sud-occidentali, spesso additate come zone particolarmente disgraziate durante l'estate, perché ci piove poco, siano tra quelle meno peggiori del bacino padano. Posti come la bassa Val Tanaro tra Asti e Alessandria o la fascia pianeggiante a Sud di Pavia, Piacenza e Parma hanno spesso pomeriggi asciutti e ventilati per effetto del marino e non di rado la bassa u.r. diurna contribuisce a una veloce perdita di calore dopo il tramonto... cosa che nella fascia padana a Nord del Po, da Novara a Treviso ti puoi quasi sempre dimenticare.
    Asti non credo, è abbastanza umida, ma su Alessandria concordo! Temperature alte ma meno afa almeno di giorno.

  2. #52
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    27
    Messaggi
    17,656
    Menzionato
    897 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da MarcoT Visualizza Messaggio
    La media della prima decade di giugno 2011-2020 che ho calcolato è 21,64°C che per me non è troppo sgradevole. La 2011-2020 del mese di giugno è 22,86°C. La media della prima decade di giugno 1981-1990 era 19,48°C mentre la media mensile 1981-1990 era 20,48°C. 2,64°C di differenza tra le mensili, ouch. La decade a scaldarsi di più è stata la seconda però. 20,48°C di media per me è un gran mese, sono sicuro che a giugno si stesse quasi sempre molto, molto bene. A giugno 2020 le prime due decadi furono più o meno in linea con gli anni 80 e le ho amate più di ogni altro periodo estivo della mia vita (dal punto di vista meteorologico), quindi a pensare che in media una volta era così mi viene molta amarezza
    Ti capisco, qui in passato la media era 21,7° che ritengo paradisiaca. Adesso le prime due decadi non vanno ancora malissimo, ma l'ultima è sempre estiva, con tratti da Luglio, quindi diventa poco sopportabile molto spesso.
    Comunque mi stupisce la tua nuova media di Giugno, praticamente è la stessa di Brindisi (qui dovrebbe essere 23,1° nello scorso decennio, solo +0,25°).

  3. #53
    Vento moderato L'avatar di MarcoT
    Data Registrazione
    25/08/20
    Località
    Marghera (VE)
    Età
    19
    Messaggi
    1,446
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Ti capisco, qui in passato la media era 21,7° che ritengo paradisiaca. Adesso le prime due decadi non vanno ancora malissimo, ma l'ultima è sempre estiva, con tratti da Luglio, quindi diventa poco sopportabile molto spesso.
    Comunque mi stupisce la tua nuova media di Giugno, praticamente è la stessa di Brindisi (qui dovrebbe essere 23,1° nello scorso decennio, solo +0,25°).
    Stupisce ma purtroppo è vera, nel periodo 2011-2020 5 mesi di giugno su 10 hanno chiuso sopra i 23°C con il 2019 che ha chiuso addirittura a 24,9°C. Il più fresco è stato il 2020 con 21,45°C (in media 1981-2010)

  4. #54
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    29
    Messaggi
    2,510
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da MarcoT Visualizza Messaggio
    La questione secondo me è: era vivibile una volta? Secondo me a parte qualche settimana all’anno sì, specialmente a giugno che era un mese delizioso per quanto mi riguarda quando la sua media era 20,5°C-21°C, sia in pianura interna che qua più in basso e vicino alla costa. Anche se non avendo vissuto estati prettamente old style non posso esprimermi precisamente. Secondo me il nostro clima estivo (veneto) si trovava su un fragile equilibrio tra quasi accettabile e troppo caldo, adesso ovviamente l’equilibrio si è rotto e il troppo caldo domina a discapito del quasi accettabile
    Sulle ultime due righe concordo in toto.
    Sulla vivibilità invece ho dubbi, aumentati dal fatto che fino a quando sei bambino o preadolescente sei indistruttibile: vissi l'estate 2003 al piano più alto di una casa, senza condizionatore, eppure me la ricordo come un'estate calda e basta, non mortale.
    Ora già in mesi come agosto 2020 o giugno 2021 mi sento completamente demotivato verso la vita, e ho il condizionatore e vivo pure al primo piano di una palazzina.

    Nell'epoca di mezzo, dell'adolescenza, e riferendomi al mio angolino di Italia, ho vissuto estati caldicce (2008) ma soprattutto nella media (2007, 2009, 2011) e anche quasi freschine (2010), ricordandomi bene di non averle mai trovate chissà che vivibili. Ricordo i bei break, quello sì, cosa che difficilmente ricapita ora, ma quando faceva caldo faceva caldo e basta, quello di sempre, di pessima qualità.

    Se provo a pensare al prima, è tutto sfalsato (ricordo generiche botte di afa come anche temporaloni, ma avevo ben altro per la testa, come giocare col computer, disegnare, guardare i cartoni e andare in cortile a giocare e a sudazzare)

    Sul prima del prima invece abbiamo articoli su articoli sull'hp delle Azzorre e un fantaclima da Vancouver sul quale non ho voglia di esprimermi, lo si farà in stanza modelli non appena interverrà qualcuno a rimpiangere la zonalità estiva chiamandola con un altro nome

  5. #55
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    29
    Messaggi
    2,510
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da mik33017 Visualizza Messaggio
    Discorso troppo generico
    Io abito in una zona pedemontana adiacente la pianura (paragonabile a Vittorio Veneto, Borso del Grappa, Miane....) ed ho parenti che abitano fra Piove di Sacco e Mestre.
    Se dici che non c'è nessuna differenza vuol dire che non hai mai passato un'estate nella bassa (io si, un paio intere + vari mesi di altre annate). Io ricordo che già nei primi anni '90 era assolutamente invivibile un'estate in quelle zone
    Qua invece la sera si sta bene, di notte apri le finestre e rinfreschi la casa senza che ti entrino zanzare formato Boing 747
    spesso fa temporali con annessa, seppur breve, rinfrescata

    Chiaro che a Belluno o Tolmezzo va ancora meglio

    ma fra passare un'estate a Vittorio Veneto o Piove di sacco io non avrei alcun dubbio su quale scegliere... la differenza c'è eccome!
    Intanto io ho parlato di micro-differenze, decimi di media che difficilmente si percepiscono.

    Ma soprattutto, c'è un bel pasticcio in quello che scrivi.

    Vittorio Veneto e Bassano del Grappa sono due città che con la pianura Veneta fanno un unicum e, come se non bastasse, hanno una valle dietro (soprattutto Bassano), la cui ventilazione di giorno non mitiga un accidente - di solito la brezza diurna spira da sud - mentre di notte mitiga molto, nel senso che tiene proprio molto su la temperatura.
    Vittorio e Bassano, come anche un'altra star accarezzata da brezza notturna quale è Montebelluna, sotto ondate di calore si sparano nottate su nottate oltre i 20 gradi, ma soprattutto serate folli con brezzolina a malapena percettibile e temperature oltre i 26°.

    Se sommiamo tutto questo a all'ipercementificazione che soprattutto a Bassano fa la parte del leone, con un hinterland eccessivamente carico di cemento, preferisco passare giornate estive nella bassa veneta in campagna, dove muoio di afa ma fa meno caldo.
    Non è neanche detto che si muoia di afa, perché ci sono località (Legnaro, Piove di Sacco, Codevigo) che risentono ogni giorno, per molte ore, di brezza umidissima da nordest che arriva lì dopo aver accarezzato tutta la Laguna: a Legnaro ci ho studiato per anni e l'ho frequentata abbastanza volte anche in estate, capendo solo molto tardi come mai il vero schiaffo di caldo lo sentissi smontando dal treno a Conegliano.

    Miane manco parente della pedemontana ''classica'': Miane, come Follina, Cison di Valmarino e Revine Lago, non solo non ha canali di brezza a nord ed è pure in una conca (la Valmareno) il cui fondo si trova comunque oltre 80 metri di quota sopra Bassano e Vittorio; quella zona è separata, grazie a rilievi non proprio piccoli (3-600 mt), da una zona, cioè il Quartier del Piave, che a sua volta è tagliuzzata fuori dallo schifo della pianura grazie al Montello.
    Perciò è proprio un altro paio di maniche rispetto alle località pedemontane che hai citato.

    Tarcento mi pare un'altra roba ancora.
    Non hai un separè dalla pianura come in Valmareno ma ne hai più o meno la stessa quota; ti trovi a una longitudine ancora più fortunata in ottica pluviometrica; in più non hai valli dietro, o almeno, non connesse a posti più freddi che ti distruggano le nottate con brezza di scambio incessante. La vallecola del Torre lì dietro al più ti butta giù arietta umida che passa per i boschi.

    Dove abiti tu è una zona molto particolare per questo, dove abito io invece è già più una situazione media (alta pianura, afa mortale, minime più bassine che in bassa pianura, massime altrettanto più altine, qualche temporale in più che non è detto che rinfreschi, se non al momento).

  6. #56
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    27/04/22
    Località
    Fado Basso (Mele, GE)
    Messaggi
    532
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    Sulle ultime due righe concordo in toto.
    Sulla vivibilità invece ho dubbi, aumentati dal fatto che fino a quando sei bambino o preadolescente sei indistruttibile: vissi l'estate 2003 al piano più alto di una casa, senza condizionatore, eppure me la ricordo come un'estate calda e basta, non mortale.
    Ora già in mesi come agosto 2020 o giugno 2021 mi sento completamente demotivato verso la vita, e ho il condizionatore e vivo pure al primo piano di una palazzina.

    Nell'epoca di mezzo, dell'adolescenza, e riferendomi al mio angolino di Italia, ho vissuto estati caldicce (2008) ma soprattutto nella media (2007, 2009, 2011) e anche quasi freschine (2010), ricordandomi bene di non averle mai trovate chissà che vivibili. Ricordo i bei break, quello sì, cosa che difficilmente ricapita ora, ma quando faceva caldo faceva caldo e basta, quello di sempre, di pessima qualità.

    Se provo a pensare al prima, è tutto sfalsato (ricordo generiche botte di afa come anche temporaloni, ma avevo ben altro per la testa, come giocare col computer, disegnare, guardare i cartoni e andare in cortile a giocare e a sudazzare)

    Sul prima del prima invece abbiamo articoli su articoli sull'hp delle Azzorre e un fantaclima da Vancouver sul quale non ho voglia di esprimermi, lo si farà in stanza modelli non appena interverrà qualcuno a rimpiangere la zonalità estiva chiamandola con un altro nome
    Ci sono diversi fattori soggettivi, ad esempio io non ho affatto un buon ricordo dell'estate 2010, ma è tutto a carico del mese di luglio, che al NW fu caldissimo (in alcune zone a livelli del 2015 e appena dietro il 2006), mentre giugno fu in gran parte accettabile e agosto a tratti quasi fresco. Per qualcuno le 4 settimane di calura costante del luglio 2010 sono state una lunga parentesi calda in un trimestre piacevole, per me uno dei peggiori periodi di caldo estivo dell'ultimo ventennio, assieme agli altri due mesi di luglio citati e all'agosto 2003. Tendo a sopportare meno e a dare una valutazione negativa, in termini di vivibilità, a quelle estati che sono arrivate relativamente tardi ma hanno avuto dei prolungamenti durante la prima fase dell'autunno, non a caso una delle stagioni recenti che detesto di più è l'estate 2011. Pur riconoscendone la quasi normalità e pur considerando che, se non fosse stato per il post-Ferragosto, si sarebbe potuto parlare di una stagione "fresca" per gli standard attuali.
    Ultima modifica di galinsog@@; 02/06/2022 alle 11:13

  7. #57
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    29
    Messaggi
    2,510
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Ci sono diversi fattori soggettivi, ad esempio io non ho affatto un buon ricordo dell'estate 2010, ma è tutto a carico del mese di luglio, che al NW fu caldissimo (in alcune zone a livelli del 2015 e appena dietro il 2006), mentre giugno fu in gran parte accettabile e agosto a tratti quasi fresco. Per qualcuno le 4 settimane di calura costante del luglio 2010 sono state una lunga parentesi calda in un trimestre piacevole, per me uno dei peggiori periodi di caldo estivo dell'ultimo ventennio, assieme agli altri due mesi di luglio citati e all'agosto 2003. Tendo a sopportare meno e a dare una valutazione negativa, in termini di vivibilità, a quelle estati che sono arrivate relativamente tardi ma hanno avuto dei prolungamenti durante la prima fase dell'autunno, non a caso una delle stagioni recenti che detesto di più è l'estate 2011. Pur riconoscendone la quasi normalità e pur considerando che, se non fosse stato per il post-Ferragosto, si sarebbe potuto parlare di una stagione "fresca" per gli standard attuali.
    Interessante la tua visione, che in parte corrisponde alla mia.
    Il calore di luglio 2010 me lo ricordo fin là perché ero sempre impegnato con gavettoni e altri giochi d'acqua, ma se faccio caso al tempo atmosferico (visto che le giornate me le ricordo abbastanza) c'era spessissimo sole oppure cielo grigietto con afa, questo fino al break del 17/18 luglio. Poi un po' più di movimento, ma comunque si vede quel suo andazzo da mese borderline, caratterizzato da una parete di carta velina tra il sopramedia appena accennato e un mese in pieno stile 2015-21.

  8. #58
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    29
    Messaggi
    2,510
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    Intanto io ho parlato di micro-differenze, decimi di media che difficilmente si percepiscono.

    Ma soprattutto, c'è un bel pasticcio in quello che scrivi.

    Vittorio Veneto e Bassano del Grappa sono due città che con la pianura Veneta fanno un unicum e, come se non bastasse, hanno una valle dietro (soprattutto Bassano), la cui ventilazione di giorno non mitiga un accidente - di solito la brezza diurna spira da sud - mentre di notte mitiga molto, nel senso che tiene proprio molto su la temperatura.
    Vittorio e Bassano, come anche un'altra star accarezzata da brezza notturna quale è Montebelluna, sotto ondate di calore si sparano nottate su nottate oltre i 20 gradi, ma soprattutto serate folli con brezzolina a malapena percettibile e temperature oltre i 26°.

    Se sommiamo tutto questo a all'ipercementificazione che soprattutto a Bassano fa la parte del leone, con un hinterland eccessivamente carico di cemento, preferisco passare giornate estive nella bassa veneta in campagna, dove muoio di afa ma fa meno caldo.
    Non è neanche detto che si muoia di afa, perché ci sono località (Legnaro, Piove di Sacco, Codevigo) che risentono ogni giorno, per molte ore, di brezza umidissima da nordest che arriva lì dopo aver accarezzato tutta la Laguna: a Legnaro ci ho studiato per anni e l'ho frequentata abbastanza volte anche in estate, capendo solo molto tardi come mai il vero schiaffo di caldo lo sentissi smontando dal treno a Conegliano.

    Miane manco parente della pedemontana ''classica'': Miane, come Follina, Cison di Valmarino e Revine Lago, non solo non ha canali di brezza a nord ed è pure in una conca (la Valmareno) il cui fondo si trova comunque oltre 80 metri di quota sopra Bassano e Vittorio; quella zona è separata, grazie a rilievi non proprio piccoli (3-600 mt), da una zona, cioè il Quartier del Piave, che a sua volta è tagliuzzata fuori dallo schifo della pianura grazie al Montello.
    Perciò è proprio un altro paio di maniche rispetto alle località pedemontane che hai citato.

    Tarcento mi pare un'altra roba ancora.
    Non hai un separè dalla pianura come in Valmareno ma ne hai più o meno la stessa quota; ti trovi a una longitudine ancora più fortunata in ottica pluviometrica; in più non hai valli dietro, o almeno, non connesse a posti più freddi che ti distruggano le nottate con brezza di scambio incessante. La vallecola del Torre lì dietro al più ti butta giù arietta umida che passa per i boschi.

    Dove abiti tu è una zona molto particolare per questo, dove abito io invece è già più una situazione media (alta pianura, afa mortale, minime più bassine che in bassa pianura, massime altrettanto più altine, qualche temporale in più che non è detto che rinfreschi, se non al momento).
    Alla luce delle considerazioni che ho fatto aggiungerei una cosa.

    In questo caso mik ma mi è capitato di leggerne anche altri, non si può impacchettare insieme delle località che in comune hanno solo la distanza dalle Prealpi.

    Si fa presto a dire che le località venete di pianura non sono tutte uguali come microclima ma, al contempo, se ne ignora ogni microclima raggruppandole in malloppi preconfezionati (bassa pianura, media pianura, alta pianura, pedemontana), omogeneizzandoli eccessivamente al loro interno.
    Praticamente si fa come gli inglesi quando hanno tracciato i confini interni degli USA.

    Invece piuttosto io direi, come ho già detto ma sono anche stufo di ripetere, che i microclimi sono diversi ma gira e rigira fa sempre caldo, perché non è quel mezzo grado di media mensile (occhio: neanche stagionale) in più o in meno a fare la qualità estiva di un posto cis-prealpino rispetto ad un altro.
    Semmai aiuta a rifinirne la qualità media annua, come un + nel registro dei voti.

    Bisogna fare tremila distinzioni, è chiaro che in pedemontana le ondulazioni rendono il tutto più complesso, ma anche in pianura non mancano differenze. Risorgive, laghetti, tipo di utilizzo del suolo (compresa urbanizzazione), eventuali brezze (e da dove tirano) etc.
    Sinceramente credo che preferirei trascorrere una nottata calda di luglio in campagna nella bassa padovana che in periferia ovest di Treviso, tra cave e zona industriale.
    Ma peggio ancora a Vittorio sud o a Bassano sud, dove la brezza da nord smette ma non del tutto, così hai un po' di umidità folle alternata a refoletti caldi post-attraversamento delle rispettive città.
    Le montagne però le vedi belle grandi dalla finestra, forse questo attenua la percezione di caldo

  9. #59
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    29
    Messaggi
    2,510
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@@ Visualizza Messaggio
    Se per differenze intendi differenze legate a un gradiente longitudinale W->E, ammesso che vi siano tali differenze nell'area padano-veneta, sono talmente influenzate dal fattore orografico da mascherarle spesso completamente. Qualcosa cambia dal Friuli occidentale (alta pianura) verso Est, ma non direi che posti come Aviano abbiano estati particolarmente gradevoli. Per esperienza personale trovo il clima di media e bassa pianura del NE come del NW, nei mesi centrali dell'estate, assolutamente opprimente. Discorso diverso per le alte pianure, in particolare agli sbocchi delle valli maggiori, ma anche lì vi sono eccezioni in negativo.

    Poi per assurdo resto convinto che le pedemontane padane sud-occidentali, spesso additate come zone particolarmente disgraziate durante l'estate, perché ci piove poco, siano tra quelle meno peggiori del bacino padano. Posti come la bassa Val Tanaro tra Asti e Alessandria o la fascia pianeggiante a Sud di Pavia, Piacenza e Parma hanno spesso pomeriggi asciutti e ventilati per effetto del marino e non di rado la bassa u.r. diurna contribuisce a una veloce perdita di calore dopo il tramonto... cosa che nella fascia padana a Nord del Po, da Novara a Treviso ti puoi quasi sempre dimenticare.
    Sono anni che seguo e sono felice che confermi certe mie osservazioni!

    Aviano in estate è gradevole solo se paragonata alle zone più cementificate e prive di alberi in centro a Padova o a Verona
    Media e bassa pianura da NW a NE assolutamente opprimenti, peso grazie al quale le massime fanno spesso meno pietà rispetto a posti più a nord (Treviso, che a me dispiace perché la adoro, ma come microclima non ne becca una) e allora magari ci mettono una pezza qua e là.

    E sì, sono pure io convinto che in alta PP sudoccidentale ci sia una vivibilità maggiore rispetto alla media delle località padane di alta pianura e pede. Alessandria sarà un forno invivibile di giorno, ma di notte fa meglio di qua, non conta poco questa cosa. Altrimenti vedo posti come Retorbido, a sud di Voghera, che hanno massime veramente ridicole rispetto a quelle del Veneto.

    Laggiù ci dev'essere il marino a rendere vivibili molti pomeriggi, mentre qui se tutto va bene sotto correnti deboli da NW capita solo ogni tanto che il richiamo umido dall'Adriatico non si disintegri a 10 km dalla costa

  10. #60
    Burrasca L'avatar di paxo
    Data Registrazione
    13/11/15
    Località
    Caramanico Terme (PE) 550m.
    Messaggi
    5,356
    Menzionato
    32 Post(s)

    Predefinito Re: Clima estivo della Pianura Veneta

    La pianura vercellese come è messa? Umidità alta per le risaie? Anche Mantova penso sia umidissima in estate.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •