Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 70
  1. #51
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,711
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Rava della Vespa , Monte Amaro, rilevati 250 cm di neve al suolo da Meteomont. Saranno accumuli nei valloni.

  2. #52
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,711
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Oggi altri 5 cm di neve a Campo Staffi e Campo Catino e 9 cm a Campo Imperatore. Altrove accumuli meno consistenti.

  3. #53
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    09/12/20
    Località
    SS
    Età
    26
    Messaggi
    401
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Quest'anno come si posiziona in confronto ad altre annate nevose sull'Appennino centrale e settentrionale (2008/2009 o 2012/2013) per spessore di neve al suolo in questo periodo?

  4. #54
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,711
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Rispondo per l'Appennino centrale: è la quarta migliore annata dal 2004-2005 ad oggi come media di tutti i campi di rilevamento, con le solite diversità tra zona e zona: molto bene Terminillo, Simbruini, Cantari, Ernici, PNALM, Monti di Roccaraso, Carseolani, Velino-Sirente, Alta valle del Velino, Gran Sasso Aquilano. Annata a mala pena sufficiente, invece, per Sibillini, Laga, Gran Sasso teramano, Maiella, Alto Molise. Bene e nella media sul Matese.
    E' una classica annata in cui le direttrici delle perturbazioni da ovest hanno favorito i massicci occidentali e centrali.

    I cumulativi maggiori si sono avuti sulla Magnola e Campo Staffi con oltre 5 metri di neve. Poi 4,5 metri a Campo Catino. Più di 4 metri a Forca d'Acero, Campo Felice Brecciara, Terminillo Cardito. Presumibilmente si sono superati i 5 metri anche in Vallonina-Terminillo, Monti della Duchessa, Pizzo Deta, Val Cervara, Camosciara, Monte Meta, Monte Greco. Ma qui non esistono campi di rilevamento stanzialmente monitorati.
    Su al Calderone dovremmo essere sui 6 - 7 metri di accumulo totali "puri" sicuri ma sappiamo che gli apporti ventosi e valanghivi possono pelare completamente i versanti o viceversa addurre masse nevose di accumulo fino a decine di metri.
    Ultima modifica di Ghiacciovi; 18/04/2021 alle 08:20

  5. #55
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,711
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Per l'Appennino settentrionale penso che sia record assoluto degli ultimi 20 - 30 anni (eccetto forse le zone più meridionali e orientali ). Amiata record anche. Sia per accumuli che per durata della neve al suolo.
    Per l'Appennino meridionale, è stata una stagione mediocre-scarsa purtroppo.

  6. #56
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,711
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Riguardo al monitoraggio della durata della neve al suolo nelle grandi piane carsiche dell'Appennino centrale:
    ad oggi abbiamo avuto:
    - 109 gg Campo Felice a 1520 metri;
    - 110 gg Aremogna a 1420 metri;
    - 98 gg Cinque Miglia a 1230 metri;
    - 110 gg Piani di Pezza a 1430 metri.

  7. #57
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    09/12/20
    Località
    SS
    Età
    26
    Messaggi
    401
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Citazione Originariamente Scritto da Ghiacciovi Visualizza Messaggio
    Rispondo per l'Appennino centrale: è la quarta migliore annata dal 2004-2005 ad oggi come media di tutti i campi di rilevamento, con le solite diversità tra zona e zona: molto bene Terminillo, Simbruini, Cantari, Ernici, PNALM, Monti di Roccaraso, Carseolani, Velino-Sirente, Alta valle del Velino, Gran Sasso Aquilano. Annata a mala pena sufficiente, invece, per Sibillini, Laga, Gran Sasso teramano, Maiella, Alto Molise. Bene e nella media sul Matese.
    E' una classica annata in cui le direttrici delle perturbazioni da ovest hanno favorito i massicci occidentali e centrali.

    I cumulativi maggiori si sono avuti sulla Magnola e Campo Staffi con oltre 5 metri di neve. Poi 4,5 metri a Campo Catino. Più di 4 metri a Forca d'Acero, Campo Felice Brecciara, Terminillo Cardito. Presumibilmente si sono superati i 5 metri anche in Vallonina-Terminillo, Monti della Duchessa, Pizzo Deta, Val Cervara, Camosciara, Monte Meta, Monte Greco. Ma qui non esistono campi di rilevamento stanzialmente monitorati.
    Su al Calderone dovremmo essere sui 6 - 7 metri di accumulo totali "puri" sicuri ma sappiamo che gli apporti ventosi e valanghivi possono pelare completamente i versanti o viceversa addurre masse nevose di accumulo fino a decine di metri.
    Ti ringrazio
    Dopo quali annate? 2008/2009 e 2012/2013 sono avanti giusto?
    Per quanto riguarda lo spessore al suolo in questo periodo? Probabilmente rispetto al 2013 siamo indietro, in quell'anno la primavera fu fresca e molto più perturbata

  8. #58
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,711
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Confermo 2008-2009 e 2012-2013. Nel 2013 si sciava fino a 1460 metri al 25 di aprile in una nota stazione sciistica marsicana..... fu un aprile molto fortunato certo.
    2004-2005 fu un'annata straordinaria perché i monti adriatici furono seppelliti: 640 cm di neve totali a 1300 metri sui monti della Laga e 4,8 metri a Prati di Tivo tanto per citare due dati.

  9. #59
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,711
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Come altezza della neve al suolo al 18 aprile, comunque, sui monti occidentali, complessivamente quest'anno dovremmo essere al primo posto in assoluto. I 120 - 130 cm di neve ancora presenti intorno a quota 1800 metri dal Terminillo al Parco Nazionale, rendono il mese in corso assolutamente eccezionale. Anche a Campo imperatore, ovviamente, abbiamo ancora 120 - 130 cm .
    In Vallonina sappiamo bene che abbiamo spessori ancor più alti ( ma non monitorati) perché lì i raggi solari influiscono poco e la neve si conserva benissimo. Questa considerazione vale per chissà quante altre zone poco conosciute e poco frequentate ( Valle Majelama, Valle di Teve, Campovano, piano del Ceraso, Anfiteatri della Meta, Monte Mare ecc.ecc. ).
    Peccato per gli accumuli esigui sulla Maiella altrimenti questa sarebbe stata la stagione record.

  10. #60
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,711
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Situazione ai 1430 metri di Ovindoli Dolcevita 17 aprile 2021:
    Innevamento Appennino attraverso le stagioni-20210418_104732.jpg

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •