Pagina 8 di 8 PrimaPrima ... 678
Risultati da 71 a 77 di 77
  1. #71
    Brezza tesa L'avatar di Sibillo
    Data Registrazione
    04/04/19
    Località
    Sarnano (MC) 575 m.s.l.m
    Messaggi
    512
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Sibillini con poca neve rimasta,pochissime tracce sotto i 1500 mt,dai 1500 ai 2000 mt presente solo nei canaloni,qualcosa in più naturalmente sopra i 2000 mt ma in genere nulla di che.

  2. #72
    Burrasca L'avatar di EnnioDiPrinzio
    Data Registrazione
    15/09/12
    Località
    Lanciano (Chieti)
    Messaggi
    5,753
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Quest'anno tutto da ovest e l'Abruzzo occidentale gongola mentre quello adriatico, specie la Maiella, piange.
    Qui voglio evidenziare il diverso innevamento residuo tra montagne che prendono le correnti occidentali in maniera diversa a parità ( più o meno) di quota.
    I monti di Roccaraso ( 2050 circa) versante E- NE che prendono un po' di correnti occidentali anche se in misura minore dei più occidentali monti della Meta.( che io non vedo)
    Il monte Porrara ( 2127 m.) Che ne prende ancora di meno, infine il Blockhauss ( 2145) che rispetto alle correnti occidentali è in piena ombra della Maiella.( che già ne prende poche).
    La cima stessa del monte Acquaviva ( 2734 m) ha meno neve dei monti di Roccaraso ( 2050 m.) quest'anno.

    Monti di Roccaraso (2050 m.) E-NE:

    Innevamento Appennino attraverso le stagioni-20210512_071033.jpg


    Monte Porrara ( 2127 m.) E :

    Innevamento Appennino attraverso le stagioni-20210512_071009.jpg


    Blockhauss (2145 m) E :

    Innevamento Appennino attraverso le stagioni-20210512_070943.jpg

    Monte Acquaviva ( 2734 m.) E-NE :

    Innevamento Appennino attraverso le stagioni-20210512_070840.jpg

  3. #73
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    09/08/12
    Località
    Brescia
    Età
    37
    Messaggi
    990
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Spolverata stanotte sui Sibillini, direi sopra i 2.100m.
    Innevamento Appennino attraverso le stagioni-castelluccio-2021-5-12.jpg

    Strano che si parli di una buona annata per le montagne esposte ai venti occidentali, e poi i Sibillini (che dovrebbero prendere più che bene da Ovest) sono in realtà messi maluccio.
    Forse le correnti erano più che altro da SO, e la zona dei Sibillini era sempre parzialmente in ombra del gruppo del Terminillo (che infatti è messo bene)? Bah

  4. #74
    Brezza tesa L'avatar di Sibillo
    Data Registrazione
    04/04/19
    Località
    Sarnano (MC) 575 m.s.l.m
    Messaggi
    512
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Citazione Originariamente Scritto da Damon Hill Visualizza Messaggio
    Spolverata stanotte sui Sibillini, direi sopra i 2.100m.
    Innevamento Appennino attraverso le stagioni-castelluccio-2021-5-12.jpg

    Strano che si parli di una buona annata per le montagne esposte ai venti occidentali, e poi i Sibillini (che dovrebbero prendere più che bene da Ovest) sono in realtà messi maluccio.
    Forse le correnti erano più che altro da SO, e la zona dei Sibillini era sempre parzialmente in ombra del gruppo del Terminillo (che infatti è messo bene)? Bah

    Dipende da come le perturbazioni atlantiche affondano nel Mediterraneo,i Sibillini anche quelli occidentali prendono bene con minimi non troppo alti che riescono a traslare bene dal Tirreno all'Adriatico altrimenti una certa ombra pluviometrica più o meno forte c'è....Terminillo e Abruzzo occidentale invece non si trovano mai in ombra con l'Atlantico.

    Inoltre incide molto la maggiore altezza dell'Appennino sui settori più meridionali,ad esempio (sempre con l'Atlantico) sulle Marche centro settentrionali si hanno maggiori accumuli rispetto all'Ascolano-basso Maceratese.
    Ultima modifica di Sibillo; 12/05/2021 alle 14:46

  5. #75
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    09/08/12
    Località
    Brescia
    Età
    37
    Messaggi
    990
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Citazione Originariamente Scritto da Sibillo Visualizza Messaggio
    Dipende da come le perturbazioni atlantiche affondano nel Mediterraneo,i Sibillini anche quelli occidentali prendono bene con minimi non troppo alti che riescono a traslare bene dal Tirreno all'Adriatico altrimenti una certa ombra pluviometrica più o meno forte c'è....Terminillo e Abruzzo occidentale invece non si trovano mai in ombra con l'Atlantico.

    Inoltre incide molto la maggiore altezza dell'Appennino sui settori più meridionali,ad esempio (sempre con l'Atlantico) sulle Marche centro settentrionali si hanno maggiori accumuli rispetto all'Ascolano-basso Maceratese.
    Ti ringrazio ovviamente della risposta, ma non ti seguo molto: in che senso se il minimo è troppo alto i Sibillini rimangono in ombra pluviometrica? Intendi che, come dicevo, con minimo alto sono in ombra pluviometrica dal gruppo del Terminillo per via di correnti troppo da SO?

    Per il secondo punto, capisco che la maggior altezza dei Sibillini rispetto al resto dell'Appennino umbro marchigiano possa comportare maggior ombra pluviometrica sul rispettivo versante adriatico, ma io non parlo di situazione sulle colline marchigiane, ma sui Sibillini stessi, che sono lo spartiacque e quindi non c'entra abbiano maggiore altezza, anzi, dovrebbero come effetto generare maggiore stau e quindi maggiori accumuli nevosi...

  6. #76
    Vento fresco
    Data Registrazione
    17/12/06
    Località
    Lanciano (CH)
    Età
    49
    Messaggi
    2,752
    Menzionato
    99 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    La catena mainarde monti della meta davvero bianchissime... Credo annata record dal 1991 non vedevo una cosa simile
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Innevamento Appennino attraverso le stagioni-screenshot_20210515_071339_com.android.chrome.jpg  

  7. #77
    Brezza tesa L'avatar di Sibillo
    Data Registrazione
    04/04/19
    Località
    Sarnano (MC) 575 m.s.l.m
    Messaggi
    512
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Innevamento Appennino attraverso le stagioni

    Citazione Originariamente Scritto da Damon Hill Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio ovviamente della risposta, ma non ti seguo molto: in che senso se il minimo è troppo alto i Sibillini rimangono in ombra pluviometrica? Intendi che, come dicevo, con minimo alto sono in ombra pluviometrica dal gruppo del Terminillo per via di correnti troppo da SO?

    Per il secondo punto, capisco che la maggior altezza dei Sibillini rispetto al resto dell'Appennino umbro marchigiano possa comportare maggior ombra pluviometrica sul rispettivo versante adriatico, ma io non parlo di situazione sulle colline marchigiane, ma sui Sibillini stessi, che sono lo spartiacque e quindi non c'entra abbiano maggiore altezza, anzi, dovrebbero come effetto generare maggiore stau e quindi maggiori accumuli nevosi...
    Nel senso che il minimo che passa troppo alto (Marche settentrionale-Romagna) non porta precipitazioni

    La maggiore altezza era riferita al fatto che qui sul lato adriatico le precipitazioni faticano a passare creandosi ombra pluvio con le correnti da ovest,cosa diversa per il versante ovest.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •