Pagina 669 di 680 PrimaPrima ... 169569619659667668669670671679 ... UltimaUltima
Risultati da 6,681 a 6,690 di 6800
  1. #6681
    Tempesta L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    26
    Messaggi
    12,160
    Menzionato
    637 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Citazione Originariamente Scritto da kima Visualizza Messaggio
    Pazzesco
    Al link sotto tutti i record e i dati della terza decade; è stato il mese più folle dell'intera serie di radiosondaggi (da fine Novembre 1953) a mio parere, perchè ha chiuso come uno dei più caldi (tra 4° e 2° posto a seconda dei parametri in quota) nonostante la seconda decade veda uno degli episodi più gelidi tra ZT e 850 hPa degli ultimi decenni per Febbraio:

    Febbraio 2021: anomalie termiche e pluviometriche


    Sto ancora compilando il resoconto mensile di Brindisi, che include anche i dati dei radiosondaggi, posso anticiparti che nella sola terza decade sono state riscritte 20 statistiche storiche, di cui la metà sono nuovi record assoluti anche rispetto all'intero mese.

  2. #6682
    Vento fresco
    Data Registrazione
    17/12/06
    Località
    Lanciano (CH)
    Età
    49
    Messaggi
    2,684
    Menzionato
    99 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Tutte le cose che dite sono giuste. Facciamo un distinguo. Se la neve presente nella piana di campo imperatore ha subito piogge e rigeli, la fusione e il compattamento sono già avvenuti. La densità è tale che la fusione avviene quasi solo nello strato di contatto con l'aria. Se tale compattazione/ fusione non avviene, lo strato di contatto aumenta e, con ur molto bassa la sublimazione è un fattore importante. La neve a conchette e a lamette è tipica dei regimi aridi e caldi. La questione densità è fondamentale. Pensate al mucchio di neve fatto su una piazza dalle ruspe. Sta lì giorni e giorni. Mentre nelle campagne tutto sparito. La neve alla funuvia è stata compatta ta dalle piogge di fine gennaio. Piogge copiose. L'ultima nevicata è stata poca cosa, 30cm che a occhio non si notano perché leggera e depositata in luoghi a conca. Il vento ha fatto il suo sporco dovere.

  3. #6683
    Brezza leggera L'avatar di Pino 64
    Data Registrazione
    12/10/20
    Località
    Roma
    Età
    57
    Messaggi
    400
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Citazione Originariamente Scritto da cristiano Visualizza Messaggio
    Tutte le cose che dite sono giuste. Facciamo un distinguo. Se la neve presente nella piana di campo imperatore ha subito piogge e rigeli, la fusione e il compattamento sono già avvenuti. La densità è tale che la fusione avviene quasi solo nello strato di contatto con l'aria. Se tale compattazione/ fusione non avviene, lo strato di contatto aumenta e, con ur molto bassa la sublimazione è un fattore importante. La neve a conchette e a lamette è tipica dei regimi aridi e caldi. La questione densità è fondamentale. Pensate al mucchio di neve fatto su una piazza dalle ruspe. Sta lì giorni e giorni. Mentre nelle campagne tutto sparito. La neve alla funuvia è stata compatta ta dalle piogge di fine gennaio. Piogge copiose. L'ultima nevicata è stata poca cosa, 30cm che a occhio non si notano perché leggera e depositata in luoghi a conca. Il vento ha fatto il suo sporco dovere.
    Adesso ti ho riconosciuto, conosci troppo bene la montagna per non sapere che il fattore compattamento ed esposizione per la neve è fondamentale.
    Certo il problema aumento delle temperature e reale, altrimenti i ghiacciai non si sarebbero ritirati in questa maniera, perché non basta solo il calo delle precipitazioni.
    Poi certo la Majella è penalizzata dalle correnti ONO, sono mancate quelle, 2/3 entrate da Est toste che avrebbe fatto diventare questo inverno ottimo per tutti

    Inviato dal mio SM-A307FN utilizzando Tapatalk

  4. #6684
    Vento fresco
    Data Registrazione
    17/12/06
    Località
    Lanciano (CH)
    Età
    49
    Messaggi
    2,684
    Menzionato
    99 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    foto più alta risoluzione 1 marzo 2021
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Ghiacciaio del Calderone in agonia-155379330_1917819988375362_1297263440096637763_n.jpg   Ghiacciaio del Calderone in agonia-calderone-1-marzo-2021.jpg  

  5. #6685
    Brezza leggera L'avatar di Pino 64
    Data Registrazione
    12/10/20
    Località
    Roma
    Età
    57
    Messaggi
    400
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Citazione Originariamente Scritto da cristiano Visualizza Messaggio
    foto più alta risoluzione 1 marzo 2021
    Facile dire chiudiamo tutto quando si ha uno stipendio fisso bello assicurato.
    Ma mettetevi nei panni di chi deve mantenere una famiglia con 3 figli monoreddito, perché mia moglie già ha perso il lavoro, lavorava nel turismo scolastico agenzia chiusa senza rimborsi.
    Io lavoro nel privato sono 35 anni che non faccio un giorno di malattia non me lo posso permettere, nemmeno voglio sentire parlare di chiusure

    Inviato dal mio SM-A307FN utilizzando Tapatalk

  6. #6686
    Brezza leggera L'avatar di Pino 64
    Data Registrazione
    12/10/20
    Località
    Roma
    Età
    57
    Messaggi
    400
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Citazione Originariamente Scritto da Pino 64 Visualizza Messaggio
    Facile dire chiudiamo tutto quando si ha uno stipendio fisso bello assicurato.
    Ma mettetevi nei panni di chi deve mantenere una famiglia con 3 figli monoreddito, perché mia moglie già ha perso il lavoro, lavorava nel turismo scolastico agenzia chiusa senza rimborsi.
    Io lavoro nel privato sono 35 anni che non faccio un giorno di malattia non me lo posso permettere, nemmeno voglio sentire parlare di chiusure

    Inviato dal mio SM-A307FN utilizzando Tapatalk
    Scusate è partita una risposta che era indirizzata ad altri

    Inviato dal mio SM-A307FN utilizzando Tapatalk

  7. #6687
    Brezza leggera L'avatar di Pino 64
    Data Registrazione
    12/10/20
    Località
    Roma
    Età
    57
    Messaggi
    400
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Citazione Originariamente Scritto da cristiano Visualizza Messaggio
    foto più alta risoluzione 1 marzo 2021
    Bellissime Cristiano, l'Atlantico ha fatto il suo lavoro fino ad adesso.
    Comunque stiamo molto meglio degli ultimi 2 anni e non ci voleva molto, ma mi sembra anche meglio del 2018.
    Speriamo in una primavera 2019 e Giugno 2020

    Inviato dal mio SM-A307FN utilizzando Tapatalk

  8. #6688
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,555
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Foto magnifiche. Grazie Cristiano ( anche per le informazioni scientifiche che ci dai ogni volta).

  9. #6689
    Burrasca forte L'avatar di Franzoso
    Data Registrazione
    06/06/04
    Località
    Milano (Forlanini)
    Età
    31
    Messaggi
    7,708
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Citazione Originariamente Scritto da cristiano Visualizza Messaggio
    foto più alta risoluzione 1 marzo 2021
    vardalo lì che bel che è il Calderone nostro

    Guidonia 107mt s.l.m.
    Davis Vantage Vue

  10. #6690
    Vento teso
    Data Registrazione
    09/06/17
    Località
    Castelli Romani
    Messaggi
    1,555
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Ghiacciaio del Calderone in agonia

    Nonostante il gran caldo in quota dei giorni scorsi, complici i raggi solari ancora deboli e le minime ancora sotto zero nelle zone da inversione, nonchè la dispersione del calore con riflessione dei raggi dovuta al manto nevoso abbondante al suolo, la situazione dell'innevamento ai campi meteomont a quote di media-alta montagna in molti massicci è eccellente:
    Campo Catino ( 1790 mt) = 139 cm;
    Campo Staffi ( 1823 mt) = 141 cm;
    Campo dell'Osso ( 1550 mt) = 102 cm;
    Campo Imperatore ( 2135 mt) = 145 cm;
    Valico di Forca d'Acero ( 1480 mt) = 125 cm;
    Monte Cardito Terminillo ( 1670 mt) = 100 cm;
    Vallonina ( a soli 1350 mt) = 74 cm;
    Valle Fiorita ( monti della Meta 1406 mt) = 72 cm.
    Questo a testimonianza del fatto che, le alte temperature, nei luoghi ben protetti e ben esposti, più che iniziare una vera stagione di ablazione, hanno consolidato il manto, aumentandone la densità e sottraendo aria dai cristalli di neve.
    Per avere un innevamento simile in Appennino centrale a inizio marzo bisogna tornare al periodo 2003 - 2007 .....quando addirittura il Calderone vide aumentare i propri accumuli di firn tardoprimeverili ed i residui di fine estate.
    Quest'anno è andata male invece sulla Maiella, in Alto Molise (Capracotta) ed al sud. Qui si è pagato lo scotto del "troppo atlantico" e poco " burian".
    Ultima modifica di Ghiacciovi; 05/03/2021 alle 12:26

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •