Pagina 10 di 10 PrimaPrima ... 8910
Risultati da 91 a 92 di 92
  1. #91
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    29/05/08
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    264
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da zoomx Visualizza Messaggio
    E' un po' che osservo i dati della stazione AM LICC che sarebbe Fontanarossa. I dati che vedo sia sul sito ufficiale che su altri siti sono tutti senza i decimali e sono orari ma ci sono siti che riportano i dati storici con tanto di decimali. Poi ho scoperto che AM pubblica i dati massimi e minimi con decimali nel pomeriggio del giorno dopo (a volte non li pubblica, tipo ieri) ad orari diversi.
    Ebbene, i valori a volte differiscono di poco ma a volte di quasi un grado. Penso che i dati orari non vanno bene per confronti con altre stazioni.
    Ciao i dati meteo che derivano dal messaggio meteorologico METAR sono senza decimali e sono arrotondati o per difetto o per eccesso. Altro discorso sono i dati climatologici afferenti al messaggio SYREP che indica il riassuntivo del giorno e che hanno i decimali
    Spero questo abbia contribuito a chiarire parte dei tuoi dubbi

  2. #92
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    29/05/08
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    264
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da Nevizio Visualizza Messaggio
    Vado controcorrente la stazione AM/ENAV della mia città natale (Pescara) situata all'interno dell'aeroporto d'Abruzzo (ex aeroporto Liberi di Pescara) a pochi km dalla stessa sebbene monitori un microarea climatica assai diversa dall'area urbana tutto sommato soddisfa pienamente le norme dettate dalla WMO,fino a qualche anno fa il sensore termoigrometro pero' era installato all'interno di una capannina di stevenson su prato erboso a pochi metri dalla pista ovviamente in campo aperto,ma i dati non erano propio attendibili perchè sembrerebbe che il telaio della stessa fosse costituito da materiali metallici motivo percui dava massime talvolta sovrastimate e minime sottostimate rispetto per esempio alla mia davis vp2 (e non solo) che era installata ad un centinaio di metri ad ovest dellla stessa su prato erboso e perfettamente a norma WMO.C'e' da dire che entrambi risentivano della presenza nelle immediate vicinanze del fiume Pescara.Oggi la stazione AM/ENAV di Pescara è stata sostituita per quello che si vede dal punto di vista termoigrometrico da una schermatura maggiormente performante si tratta di uno schermo solare simil meteospec rad ed è stata spostata di molti metri rispetto alla posizione di prima quindi assai lontana dalla pista e sempre su superficie erbosa in campo aperto.Si è notato confrontando i propi dati con stazioni meteorologiche semiprofessionali nelle vicinanze che quest'ultimi sembrano essere assai migliorati,segno inequivocabile che quelli sino a qualche anno fa qualche dubbio destavano.Se poi pensiamo che con gl istessi si estrapolano medie trentennali vien da pensare che forse qualche attenzione in piu' andava riservata....ma meglio tardi che mai.Qui nella mia zona (pescarese) tuttavia ci sono moltissime stazioni meteorologiche professionali o semi,vuoi anche perchè abbiamo un porto turistico gestito dalla marina di Pescara che per ovvi motivi ne dispone diverse sulle banchine.Ma anche nell'area collinare limitrofa c'e' ne sono diverse ben installate e periodicamente manutentate (la mia per esempio ......eccesso di autostima inside)Da qualche tempo il monitoraggio delle condizioni atmosferiche qui in Abruzzo sta diventano un qualcosa di primario visto anche che ultimamente meteorologicamente parlando ne stiamo vedendo delle belle tra nevicate epocali e purtroppo anche e sopratutto grandinate bibliche
    Hai fatto una lucida analisi anche se forse la cause di sovrastima non erano da imputare allo schermo solare in se ..Considera però che tutte le stazioni professionali, semi , intra, medio, sub, hanno solo una raccolta automatica di dati e non la parte osservativa con fenomeno, nubi, visibilità che viene fatta dal tecnico meteorologo e che è ancora fondamentale per la meteorologia sinottica. Se no come si fa a sapere se la copertura nuvolosa ad esempio è corretta nelle previsioni meteo..Uso il satellite che vede solo il top della nube?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •