Pagina 9 di 10 PrimaPrima ... 78910 UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 92
  1. #81
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,353
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Ritiro su il thread per segnalare che ho ripreso ad "osservare" l'AM di Treviso-Istrana (e fin qui, direte voi). Stamattina alle h07:00, segnava +20°C con TUTTE le stazioni della zona tra +17°C e +18°C: sia le stazioni ARPAV sia le AM di Venezia e Verona. Sono ormai 3 anni che sovrastima e non di poco; per di più, con il tempo instabile che c'è, è praticamente impossibile che tutta la pianura dal Garda all'Adriatico sia su certe temperature, e localmente ci siano 2-3°C in più.

  2. #82
    Vento moderato L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    28
    Messaggi
    1,399
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Insomma, RIP Treviso Istrana definitivamente Peccato perché mi piaceva, vi riponevo qualche speranza a differenza invece della nata defunta Treviso Sant'Angelo.

    Noto inoltre dai dati Lineameteo che Parma AM negli anni post-2013 completi in archivio (2014-16, 2019) ha medie annue folli, spesso sopra i 15 gradi, e non capisco come sia possibile.
    Che non sia un mostro di fresco l'ho capito gradualmente, perché sulla rete MNW si vede spesso Parma arpa, attaccata all'aeroporto, con la temperatura ferma per ore su valori alti per brezza da ssw (suppongo dalla valle del Taro), ma superare puntualmente i 15 di annua è roba da collina ripida e ventilata, non esistono medie del genere in pianura.

    Sempre dallo stesso archivio, anche Piacenza AM mi sembra schizzata abbastanza, seppur meno di Parma. Medie annue sempre sopra i 14° e addirittura ben sopra i 16° nel 2019. Anche per questa zona ho capito negli anni che è ben lungi dalla frescura dei dati storici, in quanto S. Giorgio Piacentino arpa (attaccata a S. Damiano) aveva una irrilevante media annua sui 13° nel periodo 1991-05 (suppongo anche lì casinetti notturni di brezza valliva, dal Nure, uniti forse a una quota un pelo ostica per le inversioni più potenti), ma superare i 14°/14.5° quasi sempre è follia pura.

    Nemmeno le nostre stazioni Arpav installate sui più aspri cocuzzoli vitivinicoli ce la fanno con tale facilità.

  3. #83
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,353
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    Insomma, RIP Treviso Istrana definitivamente Peccato perché mi piaceva, vi riponevo qualche speranza a differenza invece della nata defunta Treviso Sant'Angelo.

    Noto inoltre dai dati Lineameteo che Parma AM negli anni post-2013 completi in archivio (2014-16, 2019) ha medie annue folli, spesso sopra i 15 gradi, e non capisco come sia possibile.
    Che non sia un mostro di fresco l'ho capito gradualmente, perché sulla rete MNW si vede spesso Parma arpa, attaccata all'aeroporto, con la temperatura ferma per ore su valori alti per brezza da ssw (suppongo dalla valle del Taro), ma superare puntualmente i 15 di annua è roba da collina ripida e ventilata, non esistono medie del genere in pianura.

    Sempre dallo stesso archivio, anche Piacenza AM mi sembra schizzata abbastanza, seppur meno di Parma. Medie annue sempre sopra i 14° e addirittura ben sopra i 16° nel 2019. Anche per questa zona ho capito negli anni che è ben lungi dalla frescura dei dati storici, in quanto S. Giorgio Piacentino arpa (attaccata a S. Damiano) aveva una irrilevante media annua sui 13° nel periodo 1991-05 (suppongo anche lì casinetti notturni di brezza valliva, dal Nure, uniti forse a una quota un pelo ostica per le inversioni più potenti), ma superare i 14°/14.5° quasi sempre è follia pura.

    Nemmeno le nostre stazioni Arpav installate sui più aspri cocuzzoli vitivinicoli ce la fanno con tale facilità.
    Anche TV-Istrana, nel 2018 e 2019 nettamente schizzati >15°C superando anche il 2014, quando negli anni precedenti non era così distante dai valori ARPAV (magari qualche decimo di differenza, come normale, ma andamenti simili). Tuttavia, c'è il precedente 2006-2011 quando era tipo 0.5-1°C sopra le stazioni ARPAV della zona.
    Per fare un confronto con ARPAV Castelfranco:

    2006-2011 +1/+1.2°C
    2012-2016 +0.5/+0.7°C
    2017 +0.8°C
    2018-2019 +1.2°C

    Quindi, boh Ora, si può naturalmente dubitare della rappresentatività dei dati dell'ARPAV, anche se non ho ancora capito in che modo una stazione rurale dovrebbe essere decisamente più fredda di una stazione aeroportuale (militare) posizionata in mezzo alla campagna. Tuttavia, mettersi contro un'intera rete di stazioni di rilevamento comincia a essere più complicato.
    Ultima modifica di FilTur; 28/10/2020 alle 09:33

  4. #84
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,353
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Intanto stamattina ci ricasca Treviso-Istrana, ecco i valori delle h07:00:

    AM (da Televideo):
    Verona +5°C
    Venezia +9°C
    Udine +6°C

    ARPAV:
    Castelfranco Veneto +5.6°C
    Treviso città +7.0°C

    AM Istrana: +11°C


    @Perlecano

  5. #85
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,353
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Stamattina, ecco i valori delle h07:00:

    AM (da Televideo):
    Verona +6°C
    Venezia +8°C
    Udine +6°C

    ARPAV:
    Castelfranco Veneto +6.0°C
    Treviso città +7.0°C

    AM Treviso-Istrana: +9°C

    Scarti minori, ma comunque significativi.

  6. #86
    Calma di vento
    Data Registrazione
    05/11/20
    Località
    Malmö
    Messaggi
    37
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Che poi sarebbe interessante capire come mai certe stazioni meteo puntualmente sovrastimano: strumenti che non funzionano? Ma, in questo caso, è tanto difficile ricomprarne altri? Oppure una posizione errata, tipo troppo vicino al suolo (in questo caso si sovrastimano le massime e si sottostimano le minime, con escursioni termiche assurde), oppure troppo in alto (minime troppo elevate), oppure vicino a una fonte di calore, o altro che non mi viene in mente...

  7. #87
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,353
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Stamattina, ecco i valori delle h07:00 (vado un po' a memoria sulle AM, perdonate se do o tolgo 1°C all'una o all'altra):

    AM (da Televideo):
    Verona +5°C
    Venezia +6°C
    Udine +5°C

    ARPAV:
    Castelfranco Veneto +4.0°C
    Treviso città +4.1°C

    AM Treviso-Istrana: +8°C

  8. #88
    Vento forte
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Genova - Padova
    Messaggi
    4,353
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Citazione Originariamente Scritto da ItaloSvede Visualizza Messaggio
    Che poi sarebbe interessante capire come mai certe stazioni meteo puntualmente sovrastimano: strumenti che non funzionano? Ma, in questo caso, è tanto difficile ricomprarne altri? Oppure una posizione errata, tipo troppo vicino al suolo (in questo caso si sovrastimano le massime e si sottostimano le minime, con escursioni termiche assurde), oppure troppo in alto (minime troppo elevate), oppure vicino a una fonte di calore, o altro che non mi viene in mente...
    Se ci fosse un controllo di qualità, come dovrebbe essere, individueresti i problemi e li correggeresti. Ma ho l'impressione che certe stazioni - anche AM Padova, quando funziona - siano messe lì "tanto per" e "lasciate andare" senza nessuno che controlli né la stazione né il suo output.

  9. #89
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/09/19
    Località
    Catania
    Messaggi
    2,713
    Menzionato
    96 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    E' un po' che osservo i dati della stazione AM LICC che sarebbe Fontanarossa. I dati che vedo sia sul sito ufficiale che su altri siti sono tutti senza i decimali e sono orari ma ci sono siti che riportano i dati storici con tanto di decimali. Poi ho scoperto che AM pubblica i dati massimi e minimi con decimali nel pomeriggio del giorno dopo (a volte non li pubblica, tipo ieri) ad orari diversi.
    Ebbene, i valori a volte differiscono di poco ma a volte di quasi un grado. Penso che i dati orari non vanno bene per confronti con altre stazioni.

  10. #90
    Vento fresco L'avatar di Nevizio
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Pianeta Terra (per il momento...)
    Messaggi
    2,981
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: l'infinito "orrore" delle stazioni AM/ENAV

    Vado controcorrente la stazione AM/ENAV della mia città natale (Pescara) situata all'interno dell'aeroporto d'Abruzzo (ex aeroporto Liberi di Pescara) a pochi km dalla stessa sebbene monitori un microarea climatica assai diversa dall'area urbana tutto sommato soddisfa pienamente le norme dettate dalla WMO,fino a qualche anno fa il sensore termoigrometro pero' era installato all'interno di una capannina di stevenson su prato erboso a pochi metri dalla pista ovviamente in campo aperto,ma i dati non erano propio attendibili perchè sembrerebbe che il telaio della stessa fosse costituito da materiali metallici motivo percui dava massime talvolta sovrastimate e minime sottostimate rispetto per esempio alla mia davis vp2 (e non solo) che era installata ad un centinaio di metri ad ovest dellla stessa su prato erboso e perfettamente a norma WMO.C'e' da dire che entrambi risentivano della presenza nelle immediate vicinanze del fiume Pescara.Oggi la stazione AM/ENAV di Pescara è stata sostituita per quello che si vede dal punto di vista termoigrometrico da una schermatura maggiormente performante si tratta di uno schermo solare simil meteospec rad ed è stata spostata di molti metri rispetto alla posizione di prima quindi assai lontana dalla pista e sempre su superficie erbosa in campo aperto.Si è notato confrontando i propi dati con stazioni meteorologiche semiprofessionali nelle vicinanze che quest'ultimi sembrano essere assai migliorati,segno inequivocabile che quelli sino a qualche anno fa qualche dubbio destavano.Se poi pensiamo che con gl istessi si estrapolano medie trentennali vien da pensare che forse qualche attenzione in piu' andava riservata....ma meglio tardi che mai.Qui nella mia zona (pescarese) tuttavia ci sono moltissime stazioni meteorologiche professionali o semi,vuoi anche perchè abbiamo un porto turistico gestito dalla marina di Pescara che per ovvi motivi ne dispone diverse sulle banchine.Ma anche nell'area collinare limitrofa c'e' ne sono diverse ben installate e periodicamente manutentate (la mia per esempio ......eccesso di autostima inside)Da qualche tempo il monitoraggio delle condizioni atmosferiche qui in Abruzzo sta diventano un qualcosa di primario visto anche che ultimamente meteorologicamente parlando ne stiamo vedendo delle belle tra nevicate epocali e purtroppo anche e sopratutto grandinate bibliche

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •