Pagina 9 di 9 PrimaPrima ... 789
Risultati da 81 a 86 di 86
  1. #81
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    20/05/04
    Località
    Colonia/Germania
    Messaggi
    621
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione ENAV di Catania Fontanarossa

    Citazione Originariamente Scritto da alfio G Visualizza Messaggio
    Tra non molto aprirò un'apposita discussione su questo argomento che spero sia interessante per tutti anche se prevedo qualche malumore.
    Nella nuova discussione inserirò le verifiche mie personali che saranno effettuate attraverso una stazione di confronto che sarà dotata di un datalogger Gemini Tinytag Plus, 2 molto adatto per le misurazioni termo-igrometriche di precisione. Il datalogger sarà inserito in uno schermo solare ventilato a 8 piatti, con ventilazione attiva durante il soleggiamento diurno.
    La strumentazione sarà installata su un palo di altezza pari a 2 m e sarà ubicata in prossimità delle stazioni che registrano dati sospetti, così da registrare in parallelo le misurazioni termo-igrometriche. Il confronto avrà durata variabile, da qualche giorno a qualche settimana e, successivamente, vi riporterò i dati misurati e confrontati con la stazione di riferimento. Ovviamente allegherò le foto per dimostrare l'esatta ubicazione e le condizioni ambientali di contorno.
    La verifica durerà qualche anno in quanto sarà concentrata soprattutto in estate anche se avvierò le prime misurazioni tra qualche giorno. Le stazioni da verificare sono parecchie, tutte quelle che ho finora evidenziato e altre ancora che a breve vi descriverò.
    La strumentazione è già pronta, quindi appena ho i primi dati aprirò il nuovo post.
    In quale stanza aprirai questa discussione? sto aspettando con ansia.

  2. #82
    Bava di vento
    Data Registrazione
    20/08/16
    Località
    Calatabiano-Pasteria
    Messaggi
    89
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione ENAV di Catania Fontanarossa

    Un po' di pazienza; gli impegni di lavoro sono tanti, ma presto inizierò il monitoraggio. Per la prossima estate mi aspetto tante sorprese clamorose.
    La discussione sarà aperta nella sezione meteorologia, penso che sia la più adatta per questo argomento.

  3. #83
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    20/05/04
    Località
    Colonia/Germania
    Messaggi
    621
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione ENAV di Catania Fontanarossa

    Citazione Originariamente Scritto da alfio G Visualizza Messaggio
    Un po' di pazienza; gli impegni di lavoro sono tanti, ma presto inizierò il monitoraggio. Per la prossima estate mi aspetto tante sorprese clamorose.
    La discussione sarà aperta nella sezione meteorologia, penso che sia la più adatta per questo argomento.
    si lo penso anch io, perche qui e un po' nascosto.

  4. #84
    Banned
    Data Registrazione
    17/01/14
    Località
    Volvera
    Messaggi
    2,110
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione ENAV di Catania Fontanarossa

    Citazione Originariamente Scritto da EmilioCT Visualizza Messaggio
    Questa è una delle due distese di asfalto.... comunque m pare che sul fatto che la stazione sovrastimi siamo tutti d'accordoAllegato 462880
    Citazione Originariamente Scritto da alfio G Visualizza Messaggio
    Devi essere più preciso: tra i due parcheggi vi è una fascia di vegetazione ampia circa 9 m ed il parcheggio inferiore si trova ad una quota media di circa 5-6 m al di sotto della stazione. In pratica la fascia vegetazione agisce da schermatura al calore proveniente dal parcheggio inferiore; consideriamo che la stazione, inoltre, è installata adiacente al parcheggio superiore, questo alla stessa quota della stazione (punto di ancoraggio) e quindi sicuramente interferente con la stazione.
    Purtroppo, il tutto viene aggravato dalla presenza di vegetazione attorno al sensore termico che di norma non ci deve stare.
    Il piazzale di Catenanuova ha dimensioni maggiori rispetto a quelle del parcheggio superiore di Istituto Agrario e, comunque, nel suo complesso ha dimensioni non inferiori alla somma delle superfici dei piazzali superiore e inferiore di Istituto Agrario.
    Quindi non è sicuramente una bazzecola il parcheggio e la zona edificata di Catenanuova.
    Concordo sulla sovrastima della stazione, fenomeno non unico nella zona di Catania. Argomento molto importante è la sovrastima delle temp. massime diurne, in particolare nel periodo estivo.
    Nelle foto le prospettive da Google Earth dei parcheggi e della fascia vegetazione attorno la stazione di Istituto Agrario.
    Allegato 462883

    Allegato 462884
    questa qui è la stazione di Catenanuova che ha stabilito il record Europeo di 48,5°C? questo record è attendibile?

  5. #85
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    20/05/04
    Località
    Colonia/Germania
    Messaggi
    621
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione ENAV di Catania Fontanarossa

    Citazione Originariamente Scritto da effemmelle Visualizza Messaggio
    questa qui è la stazione di Catenanuova che ha stabilito il record Europeo di 48,5°C? questo record è attendibile?
    No, qui si parla di un altra stazione, non di Catenanuova ma di Catania. i 48,5°C sono fasulli come tanti altri dati delle stazioni dell ex idrografico siciliano ora osservatorio delle acque. Viste in che condizioni sono istallate tante stazioni di questa rete, purtroppo. E stato parlato tanto gia' con tante foto di alcuni stazioni chiaramente non a norma.

  6. #86
    Brezza tesa L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Messaggi
    759
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Stazione ENAV di Catania Fontanarossa

    Non c'è nulla che possa smentire le continue errate misurazioni riguardanti le temperature registrate a Catania sia per le stazioni meteo di Fontanarossa che Sigonella (entrambe AM).
    Da molti anni ho cercato di capire se vi fossero errori sulla base di dati storici, eventi e termiche, e sono giunto ad una mia tesi basata su diversi punti, affermanti il discorso riguardo gli errori di misurazione:

    1) I dati registrati negli archivi meteo di Fontanarossa e Sigonella sono azzardati e "sballati" (soprattutto se si parla di un archivio recente), sia in termini di massime che di minime, specialmente gli alti... Catania ha un clima particolarmente differente rispetto le altre città costiere, gode sì di minime notturne abbastanza basse essendo posta a E della Sicilia e nell'immensa Piana di Catania, ove le escursioni termiche sono più accentuate, gode sì (purtroppo) di massime più alte di circa 2 gradi rispetto a Messina o Palermo anche perché in pieno giorno le correnti se si mantengono occidentali la colonnina di mercurio del termometro sale sensibilmente, vicino retroterra che si riscalda o raffredda velocemente. Tutto questo non giustifica assolutamente quei 2-3 gradi di sovrastima per le massime, registrati da ambedue stazioni e valori di minime inesistenti, soprattutto per una zona come Fontanarossa, a 1.6 Km dal mare, che spesso e volentieri segnala e registra minime di 0 °C in inverno, pertanto nella stessa giornata sperimenta comunque sempre massime vicine al valore assoluto fra +16 e +17, uno sbalzo di 17 gradi quindi in 24h, il fenomeno dell'inversione termica dovrebbe essere già NON molto "marcato" a Sigonella, che già dista decine di Km dal mar Ionio, figuriamoci a Fontanarossa, stazione a 3-4 Km a linea d'aria dal centro storico che in inverno se scende a 2 °C durante una fortissima irruzione artica è già tanto! Dunque un archivio errato per il 90% dei dati e misurazioni sperimentali altrettanto sbagliate. In un certo senso le stazioni cercano di compensare le massime "folli" che registrano, che talvolta nemmeno a Tunisi si toccano, con minime paradossali, inesistenti e sottostimate;

    2) Stazioni meteorologiche non abbastanza monitorate, schermo solare non revisionato, le stazioni rispetterebbero le norme OMM.. almeno quanto afferma Wikipedia, di cui non si dispone neanche la media di Fontanarossa 1981/2010, va bè, difetto comune di molte pagine di Wikipedia anche delle altre città d'Italia, ma nemmeno traccia della 1971/2000 che è già vecchia... il regime pluviometrico medio viene ottenuto secondo loro tirando la somma delle precipitazioni medie che si registrano anno per anno per un trentennio e si fa la media matematica. Ma il problema nasce dal fatto che gli stessi pluviometri sono poco affidabili, talvolta quando in estate si verifica un breve rovescio essi nemmeno lo contabilizzano, sottostimano l'accumulo delle precipitazioni e nell'archivio nemmeno riportano, quando si tratti di eccezionali casi, nevicate sporadiche poiché non vi è accumulo... un buon pluviometro deve registrare qualsiasi precipitazione cada, sia verticale che trasversale se succede, non devono esserci ostacoli, e nel caso ve ne siano, lo strumento deve essere posto 10 metri più distante dall'ostacolo più vicino, distanza dal suolo non inferiore a 0.5 mt;

    3) Il confronto delle stazioni più vicine con Fontanarossa e Sigonella mostra quasi sempre una differenza sorprendente parlando di temperature di luoghi a breve distanza; nel caso di giornate in cui soffia un po' di libeccio in estate e poi le correnti ruotano subito dopo a brezza (fenomeno che sta ritardando) in quel caso già alle 10 di mattina registrano (le due stazioni) la massima prestabilita di quel giorno, mentre le altre stazioni si mantengono 1-2 gradi appena sotto, e sono a NORMA proprio come lo SAREBBERO Fontanarossa e Sigonella. In quel caso la sovrastima, se il vento non dovesse attivarsi, è ovvia, mentre se il vento di caduta dovesse azionarsi allora in quel caso le temperature son salite realmente. E se per ogni stagione dell'anno vi sono questo tipo di problemi, le 2 stazioni meteo, a cui si fa riferimento Catania, chiuderanno sempre con una media massime superiore al normale i cui errori sarebbero dell'ordine di circa 1-2°C mentre le minime ahimè sarebbero terribilmente sottostimate di almeno 2-3 °C, Fontanarossa in particolare, magari Sigonella è più "precisa" ma sempre errata.



    Da qui si può palesemente dedurre che c'è un vero e proprio problema nella misurazione e conseguente registrazione di dati che ahimè, in Italia, paese moderno, non dovrebbero in realtà esistere; gli strumenti comunque non hanno sempre indicato valori assurdi e irreali, anzi, da quel che vedo, vi era un'affidabilità maggiore negli anni '80 che oggi, in cui adesso sovrastimano abbondantemente i valori massimi, nell'archivio di ottobre 2019 è spaventoso vedere massime sempre di 27/28 °C (sovrastime tutti i giorni, il confronto dei loro dati lo faccio tutti i giorni) e mai un vero e proprio crollo autunnale, oltre alla situazione meteo avversa per noi freddofili, loro son inoltre complici perché rendono sempre più omogenei i dati, che lasciano desiderare... realtà? No, fantascienza per tutti. Coloro che non abitano qui non possono comprendere a pieno la superficialità dei dati, possono momentaneamente pensare che siamo come nel deserto, tipo Dubai...escludo la possibilità che vi siano errori di computer, anche perché vengono monitorati h24, più delle stazioni...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •