Pagina 35 di 74 PrimaPrima ... 25333435363745 ... UltimaUltima
Risultati da 341 a 350 di 733

Discussione: La parola all'estate

  1. #341
    Vento moderato
    Data Registrazione
    08/02/12
    Località
    Montecchio Emilia (RE)
    Età
    40
    Messaggi
    1,262
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    preciso, come anche ben detto da Sottocorona ieri mattina, che tutto ciò col GW non centra un'emerita pippa perchè , infatti, mentre sull'europa mediterranea stiamo vivendo un estate caldissima, oltre il 50° parallelo europeo e segnatamente centro-ovest europeo (UK in special modo) stanno vivendo una delle peggiori estati degli ultimi 150 anni, molto piovosa e molto molto fresca e sottomedia.
    Tutto ciò col GW non c'entra nulla non perchè da un lato fa caldo e dall'altro freschino, che potrebbero essere due facce della stessa medaglia, ma perchè non è ancora stato possibile dimostrare sperimentalmente e con il dovuto consenso questa relazione tra l’alterazione del bilancio radiativo e gli eventi estremi, nella fattispecie la relazione tra aumento globale della temperatura e hot waves.

    I sostenitori dell' AGW, non potendo seguire quella strada, sono tentati di seguire la via statistica ipotizzando che uno shift di temperatura produca una variazione nella probabilità di accadimento degli eventi ma anche in questo caso ci troviamo difronte ad una correlazione che non trova riscontro fisico in quanto bisogerebbe prima dimostrare che una variazione della temperatura media inneschi un processo di anomalia configurativa in grado di variare successivamente le frequenze degli eventi misurati.

    Ma passare da shift positivo di temperatura direttamente a probabilità di eventi estremi è una forzatura non solo di natura fisica ma anche di natura statistica dal momento che vi è ampio consenso sul fatto che le frequenze degli eventi sono molto più sensibili ad un mutamento in varianza e/o simmetria piuttosto che ad una variazione in media.

    [B]Lorenzo Smeraldi : [/B]le migliori idee sono sempre quelle che vengono realizzate

  2. #342
    Tempesta L'avatar di Fenrir
    Data Registrazione
    05/09/03
    Località
    Tromsø (Nor)
    Età
    42
    Messaggi
    11,794
    Menzionato
    39 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    Se non erro l'UK si è ritorovato con una primavera caldissima, a cui è seguita un'estate non particolarmente calda e molto piovosa. Insomma, da loro le tempistiche sono state semplicemente "sballate"... un po' come l'autunno scorso nostro... ma venivamo da un'estate generosissima di caldo e bel tempo. Qui c'è il detto che "a primavera fredda segue estate fredda" e mi sa che c'hanno ragione
    "You are not entitled to your opinion. You are entitled to your informed opinion. No one is entitled to be ignorant." (Harlan Ellison)

  3. #343
    Burrasca L'avatar di steph
    Data Registrazione
    23/08/06
    Località
    Lugano (Svizzera ita
    Messaggi
    6,006
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    Citazione Originariamente Scritto da CausaEffetto Visualizza Messaggio
    Tutto ciò col GW non c'entra nulla non perchè da un lato fa caldo e dall'altro freschino, che potrebbero essere due facce della stessa medaglia, ma perchè non è ancora stato possibile dimostrare sperimentalmente e con il dovuto consenso questa relazione tra l’alterazione del bilancio radiativo e gli eventi estremi, nella fattispecie la relazione tra aumento globale della temperatura e hot waves.

    I sostenitori dell' AGW, non potendo seguire quella strada, sono tentati di seguire la via statistica ipotizzando che uno shift di temperatura produca una variazione nella probabilità di accadimento degli eventi ma anche in questo caso ci troviamo difronte ad una correlazione che non trova riscontro fisico in quanto bisogerebbe prima dimostrare che una variazione della temperatura media inneschi un processo di anomalia configurativa in grado di variare successivamente le frequenze degli eventi misurati.

    Ma passare da shift positivo di temperatura direttamente a probabilità di eventi estremi è una forzatura non solo di natura fisica ma anche di natura statistica dal momento che vi è ampio consenso sul fatto che le frequenze degli eventi sono molto più sensibili ad un mutamento in varianza e/o simmetria piuttosto che ad una variazione in media.

    Non sono molto d'accordo. È vero che è molto difficile riuscire trovare una connessione fra alterazione del bilancio radiativo e associato accumulo di energia infrarossa e cambiamento dei pattern di circolazione/del jetstream, anche se ci sono già alcune evidenze in tal senso a riguardo per es. delle medie latitudini e anche se l'incremento medio della troposfera qualcosa si lascia dientro. In tal senso, non me la sento ancora di collegare il mini-ciclo in cui le estati europee degli ultimi 6 anni sembrano essere entrate (SNAO-, Dipolo Artico e HP polari e/o groenlandesi, LP su UK, rimonte africane su EU sudorientale) e GW. Ma non escluderei nulla, a priori.
    D'altra parte il mondo della ricerca scientifica in questo ambito (non capisco bene a cosa alludi quando parli de i sostenitori dell'AGW) non ha mica bisogno - come dici - di seguire la sola via statistica per dimostrare la connessione fra GW e frequenza di heatwaves. Già dal punto di vista statistico, ci starebbe benissimo perché un aumento della T media globale si riflette in differenze regionali e porta con sé il cambiamento della distribuzione gaussiana.
    Ma è soprattutto dal punto di vista fisico che la cosa è ampiamente sostenibile.
    Stiamo parlando di un sistema in cui lo stato dell’atmosfera e degli oceani è mutato, gli eventi meteorologici sono influenzati da un clima mutato (da squilibri nel bilancio dei flussi di energia) perché le condizioni ambientali al contorno nei quali si manifestano sono più calde e più umide di prima. Dunque un singolo evento ovviamente non è una conseguenza del cambiamento climatico, ma condizioni climatiche mutate influenzano il modo in cui gli eventi estremi si manifestano.
    Stiamo parlando di un sistema in cui, in presenza di più energia, le escursioni dalla media si amplificano e questo lo si impara, fra l'altro, ai basilari corsi di Stat Mech I.
    Stiamo parlando di un sistema in cui l'accumulo di energia muta i flussi di acqua in atmosfera e gli associati processi non lineari di feedback e i cui effetti, per es., possono implicare un cambiamento nella modalità con la quale si manifestano evaporazione e precipitazioni anche alle medie latitudini (ad es. piogge più concentrate ed intense). E, parallelamente, questo può portare ad avere maggiori siccità durante la bella stagione; il che favorisce una maggior frequenza di heatwaves. Guarda per es. l’indice di Palmer, fornisce un’interessante informazione collaterale. E l’andamento di questo indice, globalmente, rispecchia abbastanza fedelmente quello termico: si nota una consistente riduzione grossomodo a partire dagli ultimi 35 anni in avanti.
    ~~~ Always looking at the sky~~~








  4. #344
    Vento fresco L'avatar di Fabio68
    Data Registrazione
    15/08/03
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,696
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    intanto le previsioni (per quanto possano essere attendibili) non promettono niente di buono

    Agosto 2012, le ultime proiezioni climatiche - MeteoGiornale.it

    diciamo che l'estate ha preso un po' troppo la parola


    come riferisce l'articolo, la previsione CFS lascia interdetti per quanto riguarda la temperatura prevista complessivamente per il mese d'agosto


    in pratica per loro c'è una sostanziale parità per l'Italia, addirittura un sottomedia per il nostro NW. Per l'Italia peninsulare si debbono verificare dei cataclismi dal 15 agosto in poi che giustifichino questa previsione


    anche per le precipitazioni la situazione non è delle migliori, anzi...
    you don't need the Weatherman to know where the wind blows - bob dylan
    il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile - woody allen

  5. #345
    Vento fresco L'avatar di Carnby
    Data Registrazione
    26/03/07
    Località
    Empoli (FI)
    Messaggi
    2,774
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    Citazione Originariamente Scritto da CausaEffetto Visualizza Messaggio
    Tutto ciò col GW non c'entra nulla non perchè da un lato fa caldo e dall'altro freschino, che potrebbero essere due facce della stessa medaglia, ma perchè non è ancora stato possibile dimostrare sperimentalmente e con il dovuto consenso questa relazione tra l’alterazione del bilancio radiativo e gli eventi estremi, nella fattispecie la relazione tra aumento globale della temperatura e hot waves.
    Io ritengo che la negazione del riscaldamento globale sia dettata più da ragioni politiche che scientifiche. Due cose sono innegabili: che le temperature medie degli ultimi periodi siano generalmente superiori a qualche decennio fa (per esserne sicuri bisognerà aspettare le medie trentennali dell'OMM per il 1991–2020 e confrontarle con il 1961–1970 o i trentenni precedenti) e che l'inquinamento atmosferico sia arrivato a livelli quasi insostenibili per l'ecosistema (non sto parlando solo di gas serra naturalmente), specie con l'industrializzazione dell'Asia.
    Termoigrometro Oregon Scientific EMR812HGN/THGR228N su schermo passivo Davis

  6. #346
    Vento moderato
    Data Registrazione
    08/02/12
    Località
    Montecchio Emilia (RE)
    Età
    40
    Messaggi
    1,262
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    Citazione Originariamente Scritto da steph Visualizza Messaggio
    Non sono molto d'accordo. È vero che è molto difficile riuscire trovare una connessione fra alterazione del bilancio radiativo e associato accumulo di energia infrarossa e cambiamento dei pattern di circolazione/del jetstream, anche se ci sono già alcune evidenze in tal senso a riguardo per es. delle medie latitudini e anche se l'incremento medio della troposfera qualcosa si lascia dientro. In tal senso, non me la sento ancora di collegare il mini-ciclo in cui le estati europee degli ultimi 6 anni sembrano essere entrate (SNAO-, Dipolo Artico e HP polari e/o groenlandesi, LP su UK, rimonte africane su EU sudorientale) e GW. Ma non escluderei nulla, a priori.
    D'altra parte il mondo della ricerca scientifica in questo ambito (non capisco bene a cosa alludi quando parli de i sostenitori dell'AGW) non ha mica bisogno - come dici - di seguire la sola via statistica per dimostrare la connessione fra GW e frequenza di heatwaves. Già dal punto di vista statistico, ci starebbe benissimo perché un aumento della T media globale si riflette in differenze regionali e porta con sé il cambiamento della distribuzione gaussiana.
    Ma è soprattutto dal punto di vista fisico che la cosa è ampiamente sostenibile.
    Stiamo parlando di un sistema in cui lo stato dell’atmosfera e degli oceani è mutato, gli eventi meteorologici sono influenzati da un clima mutato (da squilibri nel bilancio dei flussi di energia) perché le condizioni ambientali al contorno nei quali si manifestano sono più calde e più umide di prima. Dunque un singolo evento ovviamente non è una conseguenza del cambiamento climatico, ma condizioni climatiche mutate influenzano il modo in cui gli eventi estremi si manifestano.
    Stiamo parlando di un sistema in cui, in presenza di più energia, le escursioni dalla media si amplificano e questo lo si impara, fra l'altro, ai basilari corsi di Stat Mech I.
    Stiamo parlando di un sistema in cui l'accumulo di energia muta i flussi di acqua in atmosfera e gli associati processi non lineari di feedback e i cui effetti, per es., possono implicare un cambiamento nella modalità con la quale si manifestano evaporazione e precipitazioni anche alle medie latitudini (ad es. piogge più concentrate ed intense). E, parallelamente, questo può portare ad avere maggiori siccità durante la bella stagione; il che favorisce una maggior frequenza di heatwaves. Guarda per es. l’indice di Palmer, fornisce un’interessante informazione collaterale. E l’andamento di questo indice, globalmente, rispecchia abbastanza fedelmente quello termico: si nota una consistente riduzione grossomodo a partire dagli ultimi 35 anni in avanti.
    Visto che (giustamente) mi si è fatto notare in altro thread di contribuire a mandare OT la discussione, si può eventualmente proseguire in altra sede.

    [B]Lorenzo Smeraldi : [/B]le migliori idee sono sempre quelle che vengono realizzate

  7. #347
    Uragano L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    30
    Messaggi
    15,511
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    dire che il GW attuale non è colpa dell'uomo ma un ciclo naturale, come tanti, che si concluderà presto non significa NEGARE IL GW

    è questo l'errore che fanno i serristi/CNRisti quali essi siano

    comunque concordo con Lorenzo S., anche se c'è da dire che tutto parte dalla posizione anomala delal ITCZ, però la conseguenza è il freddo che si sta avendo su mezza Europa

    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!

    www.faceweather.it

  8. #348
    Uragano L'avatar di FunMBnel
    Data Registrazione
    26/09/03
    Località
    Disperso in una cava
    Età
    50
    Messaggi
    18,501
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    Citazione Originariamente Scritto da CausaEffetto Visualizza Messaggio
    Visto che (giustamente) mi si è fatto notare in altro thread di contribuire a mandare OT la discussione, si può eventualmente proseguire in altra sede.

    Però ditemi dove che voglio leggervi.
    Neutrofilo, normofilo, fatalistofilo: il politically correct della meteo
    27/11: fuori a calci i pregiudicati. Liberazione finalmente.

  9. #349
    Vento fresco L'avatar di gianni56
    Data Registrazione
    25/03/08
    Località
    Castel d'Ario MN
    Messaggi
    2,528
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    Citazione Originariamente Scritto da CausaEffetto Visualizza Messaggio
    Tutto ciò col GW non c'entra nulla non perchè da un lato fa caldo e dall'altro freschino, che potrebbero essere due facce della stessa medaglia, ma perchè non è ancora stato possibile dimostrare sperimentalmente e con il dovuto consenso questa relazione tra l’alterazione del bilancio radiativo e gli eventi estremi, nella fattispecie la relazione tra aumento globale della temperatura e hot waves.

    I sostenitori dell' AGW, non potendo seguire quella strada, sono tentati di seguire la via statistica ipotizzando che uno shift di temperatura produca una variazione nella probabilità di accadimento degli eventi ma anche in questo caso ci troviamo difronte ad una correlazione che non trova riscontro fisico in quanto bisogerebbe prima dimostrare che una variazione della temperatura media inneschi un processo di anomalia configurativa in grado di variare successivamente le frequenze degli eventi misurati.

    Ma passare da shift positivo di temperatura direttamente a probabilità di eventi estremi è una forzatura non solo di natura fisica ma anche di natura statistica dal momento che vi è ampio consenso sul fatto che le frequenze degli eventi sono molto più sensibili ad un mutamento in varianza e/o simmetria piuttosto che ad una variazione in media.

    beh credo che la dimostrazione di tale ipotesi possa avere buone possibilità di successo , così come evidenziato in questa discussione

    L'aumento dei geopotenziali nelle estati mediterranee:link interessante dagli anni 60 ai 2000 la 580 dam si è alzata progressivamente dallo stretto di Sicilia all'appennino settentrionale. Il fatto che le anomalie eccessive siano controbilanciate da attigue di segno opposto può rafforzare l'ipotesi della concentrazione di queste in zone più sensibili, come il mediterraneo. Tutto ciò per le modifiche indotte sulle traiettorie del JS dalle SST, dalle variazioni dei gpt sulle grandi placche continentali e desertiche, dalle drastiche modifiche dell'ice cover..insomma elementi strutturali ben solidi che stanno indirizzando il clima emisferico secondo un trend piuttosto definito, a parte la variabilità fisiologica intradecennale, che regala periodicamente qualche stagione in apparente controtendenza. Banalmente..si possono stimare i tempi di ritorno, che so, di possibile frane in una determinata valle, ma se capita un evento che determina una deforestazione, o un'azione di modifica del drenaggio idrico..beh i calcoli son tutti da rifare, e conta ben poco quanto assestato nei decenni precedenti
    Stanco delle solite proposte di climatizzazione? delle solite marche e dei soliti prezzi? Opta per MCS!! una garanzia per tutti gli ambienti, anche nel garage nuoterai nel fresco. MCS, il fresco più conveniente per la tua estate!

  10. #350
    Uragano L'avatar di Massimiliano Selvix
    Data Registrazione
    21/07/04
    Località
    Pisticci (MT)/ Toronto Ontario
    Età
    45
    Messaggi
    20,309
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: La parola all'estate

    Reading 12z per martedì al sud vedono la +27 a 850 hpa!
    Poi, fino a fine run, proseguirebbe il caldo su tutta Italia, anche se con meno ferocia.
    Ultima modifica di Massimiliano Selvix; 02/08/2012 alle 21:20
    "We are all star people, from the dust we came and to the dust we shall return. So let's celebrate Love. Ciao Mamma.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •