Pagina 16 di 18 PrimaPrima ... 61415161718 UltimaUltima
Risultati da 151 a 160 di 176
  1. #151
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Lucas80
    Data Registrazione
    22/11/11
    Località
    Porta delle Alpi Marittime
    Messaggi
    4,781
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Grazie per la condivisione Sergio. Curioso, come sempre, di vedere i risultati.

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus! Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    tramite Tapatalk

  2. #152
    Bava di vento
    Data Registrazione
    03/11/17
    Località
    Alpignano (To) 372mt
    Età
    48
    Messaggi
    80
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Aspettavo il tuo outlook, grande Sergio.

  3. #153
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    503
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    grazie a voi per l'interesse! sono curioso almeno quanto voi

  4. #154
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    503
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Buongiorno a tutti!

    Ecco le proiezioni primaverili. Mi scuso per il ritardo, ma questo è stato funzionale all’aggiornamento dei dati di febbraio che se disponibili possono migliorare la qualità della previsione…

    Aggiungete il fatto che 9 volte su dieci ormai la proiezione risulta shiftata di almeno un paio di settimane, per cui possiamo considerare una stagione primaverile quasi-astronomica senza sbagliarci più di tanto…

    Onde “imbrigliare” quanto più possibile la volubilità dell’atmosfera, qui mostrerò 3 sistemi di modelli (per ognuno di questi esistono 2 varianti, per questo sono siglati con “multim” ovvero multimodel).

    Uno dei 3 sistemi è di ultimissima generazione (modcmultim), il quale sembra essersi comportato abbastanza bene negli ultimi 4 anni. L’altro è il già collaudato multimrb, mentre “multim” è il primo sistema da me sviluppato che sebbene apparentemente meno affidabile rispetto agli altri 2, di quando in quando ha la capacità di prevedere con esattezza situazioni “estreme”. Infine mostrerò anche ENS6 che è la media interpolata dei 3 sistemi e che dovrebbe essere il più stabile nelle performances.


    Ma veniamo alla previsione…

    MARZO
    Notare come ci sia abbastanza accordo per i 3 sistemi nell’individuare un marzo piuttosto freddo. Per marzo non mostro multim anche se viene computato in ENS6 perchè altrimenti sforo i 15 allegati!

    Comunque, perturbato per multim (qui non mostrato) mentre un po’ più protetto da possibili situazioni intercicloniche per multimrb. Piuttosto freddo e perturbato anche per modcmultim (simile a multim), anche se l’aria più gelida sembra rimanere leggermente più ad est, essendo l’Italia principalmente interessata da una derivazione occidentale del vortice gelido poco a nord del mar nero. Infine ENS6 che ovviamente si colloca tra questi 3 scenari. Come sempre la lettura deve essere fatta considerando che questi sono i pattern più probabili nel corso del mese e che la media potrà più facilmente avvicinarsi allo scenario proposto da ENS6.

    APRILE
    Mese che si prospetta ahimè difficile per la previsione. In particolare multimrb e modcmultim offrono scenari contrastanti. Per modcmultim un aprile tendenzialmente mite e piovoso mentre molto più fresco ma anche più secco per la prevalenza di correnti settentrionali secondo multimrb. Multim si trova a metà strada. Dato il tipo di circolazione, mi aspetterei secondo multim un clima tendenzialmente fresco e piovoso sebbene il pattern in questo caso sia molto poco pronunciato (il colore verdino indica la vicinanza rispetto alle medie climatiche). Discorso analogo potrebbe essere fatto per ENS6. Quindi previsione da prendere con le molle. Durante il mese potrebbero esserci occasioni per episodi di reversal pattern, vista la discordanza tra i 2 principali sistemi per il tipo di circolazione …

    MAGGIO
    Multimrb insiste con la sua visione “oceanica” con belle correnti tese da nordovest su Europa e Italia…episodi sia di rimonte anticicloniche sia di rapide passate fredde dai quadranti settentrionali. Devo dire che la sua visione monotematica (molto simile per tutti e 3 i mesi) mi lascia alquanto perplesso!

    Modc e multim offrono scenari meno definiti mentre soprattutto per modc sembrano possibili anche le prime rimonte calde di stampo africano. Infatti sebbene debole si nota la prevalenza di una area anticiclonica proprio sull’Italia alimentata sul lato occidentale da aria molto calda di origine sahariana. Il modello più “anziano” multim è molto poco caratterizzato anche se la tendenza è verso una situazione “ibrida” tra multimrb e modc. Quindi un maggio senza grandi eccessi sia in un senso che nell’altro anche se dovrebbero prevalere le correnti fresche di derivazione nordatlantica come abbozzato in ENS6.

    TREND STAGIONALE
    Più freddo e con prevalenza di correnti fresche a tratti fredde di origine nordatlantica o polare per multimrb mentre maggiormente perturbato e comunque freddo per multim un pò più mite ma perturbato per modcmultim. ENS6 conferma una stagione dai connotati per lo più freddi con occasioni per incursioni a carattere perturbato dal nord Europa su Italia e mediterraneo.

    A presto per verifiche e aggiornamenti!
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-mar-2018-multimrb.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-mar-2018-modcmultim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-mar-2018-ens6.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-apr-2018-multimrb.jpg  

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-apr-2018-modcmultim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-apr-2018-multim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-apr-2018-ens6.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-mag-2018-muiltimrb.jpg  

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-mag-2018-modcmultim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-mag-2018-multim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-mag-2018-ens6.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-primav-2018-multimrb.jpg  

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-primav-2018-multimc.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-primav-2018-multim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-primav-2018-ens6.jpg  

  5. #155
    Vento moderato
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    62
    Messaggi
    1,490
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Grande copernicano!!

  6. #156
    Bava di vento
    Data Registrazione
    20/02/18
    Località
    Montecatini Terme
    Messaggi
    168
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Insomma, marzo e aprile movimentati e da maggio i primi caldi, questo è il sunto se non ho capito male.
    Ottimo

  7. #157
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    503
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Citazione Originariamente Scritto da Giulian837 Visualizza Messaggio
    Insomma, marzo e aprile movimentati e da maggio i primi caldi, questo è il sunto se non ho capito male.
    Ottimo
    Più o meno si...marzo più freddo, aprile meno caratterizzato e forse con episodi opposti dal punto di vista circolatorio (vedi plot di multimrb e modcmultim) e maggio con possibili prime ondate di calore (vedi modcmultim) ma senza eccessi visto che ENS6 propende sebbene di poco alla prevalenza ritornanti fresche settentrionali...

  8. #158
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    503
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Buongiorno a tutti!

    Eccoci per le verifiche invernali…

    Si potrebbe dire che quest’inverno ha avuto 2 facce come un Giano bifronte…

    ...ciò si è riflesso nelle 2 visioni apparentemente contrastanti delle 2 proiezioni modellistiche da me presentate a inizio dicembre e fornite dal vecchio multimodel e dal nuovo sistema multimrb, che hanno fornito dunque nel loro insieme un quadro di lettura tutto sommato corretto malgrado le discrepanze...

    Infatti fino a quasi tutto febbraio (se si eccettua l’ultima settimana) multimrb descrive tutto sommato discretamente l’andamento invernale piuttosto mite. L’unica differenza è che la lp islandese è più spostata verso le isole britanniche, provocando quindi una maggiore ingerenza delle correnti perturbate atlantiche sulla nostra penisola rispetto al previsto. Multimodel invece fornisce un quadro quasi opposto dal momento che l’anticiclone in atlantico staziona ben più a nord, con a sud la prevalenza di un flusso atlantico basso, che coinvolge anche la nostra penisola.
    Ora, oltre al mese canonico riportato nel plot di verifica in basso, nel plot in alto è riportato per multimrb il periodo che va dal 1 dic al 20 di febbraio, mentre per multimodel (il vecchio modello) il periodo che va dal 21 dic al 17 marzo. Notare la somiglianza generale per quest’ultimo, anche perché, visti gli sviluppi meteo, una volta arrivati al 21 il pattern assomiglierà ancor di più a quello previsto.

    Quindi direi che almeno per il trend stagionale i risultati sono quantomeno interessanti. Notare che la media tra i 2 modelli è in questo caso inefficace nel descrivere il pattern finale poiché per questioni termodinamiche si generano maggiori contrasti alle medie latitudini, vista l’azione di blocking più a nord da parte dell’alta polare a fronte di un azzorriano che come correttamente previsto da multimrb è stato robusto e con una radice subtropicale molto ben strutturata. Il risultato quindi questa volta non è stato possibile riassumerlo come semplice media algebrica dei 2 pattern…


    Quanto ai singoli mesi, prosegue l’effetto di ritardo con in più la tendenza a una “compressione” della stagione invernale, vale a dire che i pattern previsti si concentrano maggiormente nella parte centrale dell’inverno tendendo in parte a sovrapporsi, come già successo nel 2017. Per non tediarvi troppo, vi mostro in questo caso solo le proiezioni fornite dalla media dei 2 sistemi, ovvero Multiens2 (per chi volesse basta comunque torrnare indietro di qualche pagina). Come già successo negli ultimi anni, Il pattern di dicembre sembra proporsi con il consueto ritardo di circa 2-3 settimane. Come si vede infatti dal multiens2, questo si realizza abbastanza compiutamente tra il 20 del mese e il 20 di gennaio (riquadro piccolo in alto a destra). Per gennaio multiens2 non riesce a individuare i contrasti che si generano dalle due forze dalla spinta dell’azzorriano subtropicale e il blocking dell’anticlone polare più a nord (con la conseguente formazione di un minimo su GB), per cui il pattern previsto da multiens2 rispecchia solo parzialmente quello poi realizzatosi. Febbraio fin quasi all’ultima settimana è abbastanza simile allo scenario proposto dal multines2 (vedi mini-plot in alto) ma poi dopo il 22-23 viene rapidamente sostituito dal pattern ancor più gelido di fine mese. Notare che in effetti il vecchio sistema multimodel aveva correttamente identificato scenari potenzialmente molto freddi, seppur con qualche variazione sul tema.

    Insomma, malgrado la stagione “sfuggente” i modelli copernicus credo abbiano fatto del loro meglio, con il multimrb che ha fornito una previsione abbastanza corretta per la gran parte del periodo invernale (inverno mite per flusso zonale teso) e con il vecchio sistema multimodel che ha comunque individuato situazioni potenzialmente molto fredde per dicembre e febbraio verificatesi nei fatti molto più compiutamente solo a febbraio…


    Un saluto e presto per i consueti aggiornamenti!
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-inv-2018-multimrb.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-inv-2018-multim.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-inv-2018-multiens2.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-dic-2017-multiens2.jpg  

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-gen-2018-multiens2.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-feb-2018-multiens2.jpg  

  9. #159
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    503
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    Buongiorno a tutti!

    Ecco la previsione per l’estate 2018, ormai iniziata da qualche giorno anche dal punto di vista astronomico!

    In questo periodo sto lavorando a un ulteriore messa a punto dei modelli basata sulle verifiche degli ultimi 3 anni. Ahimè, questo ha portato via ulteriore tempo per la previsione vera e propria (giugno è virtualmente andato).

    Vi mostrerò essenzialmente 2 tipi di sistemi, uno che, anche se con sostanziali variazioni rispetto al proto modello è quello che ho utilizzato sin dall’inizio di questo TD (infatti Rc sta per revisione 3) e un altro più recente focalizzato su una specifica macro area (Europa e vicino atlantico). Ognuno dei 2 sistemi utilizza 2 varianti, per questo il modello “Ensemble” è stato denominato ENS4.


    In pratica vi faccio vedere solo l’output interpolato tra le 2 varianti di ogni sistema (ovvero mod1Rc + mod2Rc =multimRc mentre eumod1R+eumod2R=eumultR) in quanto per lo più non sono apparse divergenze eclatanti tra le due varianti entro ogni sistema. Il modello finale è ENS4 la sintesi dei due sistemi costituiti ognuno dalle 2 varianti.


    Il proto sistema ho deciso di non inserirlo, dato che i 2 più recenti sembrano aver dato complessivamente buoni risultati per l’estate (stando alle verifiche statistiche dovrebbero essere, se non più performanti rispetto al proto modello, almeno più stabili). Del resto la previsione assomiglia abbastanza a multimRc (appena un pò più fresca, specie ad agosto)...

    Ma veniamo alla previsione. Ricordo che il singolo mese va preso con le molle in quanto (quando la previsione va bene) sono possibili sconfinamenti (specie ritardi) nei mesi adiacenti. Siccome i dati sono aggiornati a maggio, per mia e vostra curiosità mostrerò anche giugno. Nulla di scontato però, anche perché ho riscontrato che il mese seguente alla data di previsione non è affatto quello che presenta minori incertezze previsionali, specie in estate. Diciamo che è già una verifica anticipata...

    GIUGNO
    Giugno per multimRc è visto piuttosto caldo per il mediterraneo mentre nel nord Europa prevalgono anomalie negative con conseguente transito dei flussi perturbati atlantici. Solo sud e adriatiche sono maggiormente interessate da una componente più fresca e instabile.

    Per il nuovo sistema eumultimR invece il quadro sinottico è piuttosto diverso . E’ interessante il fatto che ora l’evoluzione meteo dei GM è in sintonia con il pattern di eumultimR. Si nota l’elevazione verso nord di una struttura altopressoria in grado di dirigere flussi perturbati più a sud verso il mediterraneo. Tutto sommato quindi anche se divergenti i 2 sistemi hanno saputo cogliere due aspetti altrettanto “divergenti” entro lo stesso mese. La media ens4 tuttavia si discosterà abbastanza dalla situazione reale perché il relativo “blocco” anticiclonico si collocherà presumibilmente più ad ovest rispetto alla visione fornita da ens4. D’altra parte va sottolineato che in caso di pattern così divergenti per questioni termodinamiche la media algebrica spesso non fornisce la migliore soluzione dal punto di vista previsionale. Maggiori contrasti e approfondimenti depressionari infatti sono molto probabili nelle aree di confluenza di masse d’aria di così diversa origine!

    LUGLIO
    Entriamo ora nella previsione vera e propria...

    Va detto che le 2 versioni modellistiche di mod1Rc e mod2Rc (qui non mostrate per brevità) in questo caso specifico davano visioni un po’ diverse in termini di risultati meteo per il mediterraneo: Più fresco e atlantico (direttrice nordovest sudest) per mod1Rc e più caldo con fulcro anticiclonico su Europa centro-orientale per mod2Rc. Il risultato medio è quello che vedete in multimRc. Flussi perturbati su nord Europa e mediterraneo al caldo, con qualche possibile intrusione atlantica fresca nel corso del mese ma anche con risalite africane “velenose” dovute agli occasionali contributi africani, specie nella parte ovest di Italia e mediterraneo. Può darsi comunque che per questioni di bias a causa del riscaldamento globale, la fascia anticiclonica potrebbe spingersi più a nord di quanto previsto dal modello, con tutte le conseguenze del caso (maggiore instabilità per noi specie al centrosud).

    EumultR invece va per la sua strada! Notare come il pattern ricordi molto quello verificatosi nel luglio 2014… inutile dire che in questo caso sarebbe un luglio piuttosto fresco e piovoso per Italia e mediterraneo! ENS4 mediando tra i 2 sistemi smorza ovviamente i toni, ma il segnale di instabilità rimane, soprattutto per il centro sud. In sintesi, considerando ens4 e i due sistemi, qualche “flambata” africana è sempre possibile nel corso del mese ma aspettiamoci anche un luglio movimentato e con episodi freschi e instabili anche rilevanti.

    AGOSTO
    Piuttosto caldo per multimRc, nulla da aggiungere perché il pattern ricorda molto la tendenza generale di questi ultimi anni. Risalite africane sono dunque assai probabili, anche se al sud e adriatiche si potrebbero manifestare episodi di instabilità. EumultR insiste con la sua struttura altopressoria su zona finno-russa anche se il fulcro tenderebbe a portarsi più a sud. Quindi anche agosto è visto più instabile e relativamente fresco rispetto a quanto prospettato da multimrc. ENS4 infine vede la penisola in bilico tra aria molto calda di origine africana e aria fresca proveniente dai quadranti orientali.

    ESTATE
    In sintesi, malgrado la notevole divergenza tra i 2 sistemi provo a tracciare un quadro: un estate abbastanza calda per multimrc anche se il relativo “scudo” anticiclonico potrebbe elevarsi più a nord di quanto previsto a causa dei bias e in questo caso l’apice del caldo sarebbe sull’Europa occidentale, mentre da noi potrebbe essere meno caldo e più instabile, specie al sud. Diverso il discorso se consideriamo l’altro modello eumultR. Ed infatti basta dare un occhiata per capire che se così andasse prevarrebbero condizioni instabili e a tratti relativamente fresche per Italia e mediterraneo. L’ultima parola quindi a ENS4! In pratica ci potrebbe salvare l’anticiclone su nordest o centronord Europa dalla ennesima estate rovente, ma questo potrebbe penalizzare a sua volta i giusti propositi di relax al mare o in montagna dato che sarebbero probabili diversi episodi di instabilità sulla penisola nel corso della stagione (a beneficio però del bilancio idrico nazionale!).

    Espongo solo una mia perplessità su queste previsioni: manca una possibile espansione dell’azzorriano in zona UK. Cosa che stando anche ai recenti pattern delle SSTA in oceano mi sarei aspettato…

    …se questo non avverrà un plauso ai modelli copernicus64, ma se questo avverrà (come sembrano mostrare le code delle ENS GFS) avrò la non magra consolazione di trascorrere un estate fresca molto vintage o se preferite molto “old style”!


    Una saluto e a presto per aggiornamenti e verifiche!
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-2018-multimrc.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-2018-eumultr.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-2018-ens4.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-lug-2018-eumultr.jpg  

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-lug-2018-multimrc.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-lug-2018-ens4.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-ago-multimrc.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-ago-2018-eumultr.jpg  

    Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-ago-2018-ens4.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-est-2018-multimrc.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-est-2018-eumultr.jpg   Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!-est-2018-ens4.jpg  


  10. #160
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    503
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Modelli stagionali sun-based: proiezioni copernicus!

    ...piccolo errore in Estate ENS4, mi sa che ho postato lo stesso pattern di ENS4 relativo ad agosto (infatti sono uguali)...domani se ho tempo metto quello corretto...'notte...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •