Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 68
  1. #1
    Bava di vento L'avatar di Paolo Leoni
    Data Registrazione
    26/01/14
    Località
    Bologna
    Età
    31
    Messaggi
    63
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito 5 giorni che meritano attenzione

    Permettetemi di aprire un post dedicato; purtroppo son sicuro che lo sfrutteremo molto nei prossimi 5 giorni per divulgare le notizie relative ai disastri causati dalle abbondanti precipitazioni+forte fusione del manto nevoso!

    Le aree più colpite:
    5 giorni che meritano attenzione-1725315_10152151563780270_1146777285_n.png

    Evoluzione meteorologica altamente pericolosa per diverse aree della nostra penisola.
    Le correnti meridionali, già in atto su gran parte dello Stivale, produrranno un sensibile rialzo termico e quindi della quota neve e zero termico; causando una forte fusione del manto nevoso su tutta la dorsale appenninica e sulle Alpi centro-orientali. Inoltre, sono attese abbondati precipitazioni nelle aree segnate in rosso.

    Aree a rischio:
    - Nord-Est: è presente un consistente manto nevoso fino a quote relativamente basse (1000-1200 m), il quale verrà ulteriormente incrementato dalle nevicate odierne. Poi, da domani, il forte rialzo termico relegherà le nevicate SOLO oltre i 1600-1800 m. Al di sotto dei quali, si avranno consistenti accumuli pluviometrici.

    - Appennino Settentrionale: sta nevicando abbondantemente dai 600-800 m, il manto nevoso oltre i 1000 m raggiunge quasi il metro di altezza; ben oltre i 100 cm di neve oltre i 1500 m. Nelle prossime ore la neve non scenderà sotto quota 1700-1900 m; mentre, abbondanti precipitazioni cadranno su tutto il crinale appenninico. Probabilmente nei prossimi 3-5 giorni tutta la neve sotto i 1000-1200 m verrà totalmente fusa dalle piogge e dal rialzo termico.

    - Lazio: previste abbondanti precipitazioni su tutta la regione; fusione del manto nevoso fino a 1600-1800 m.

    - Abruzzo: precipitazioni meno intense, rispetto alle altre aree, ma con marcata fusione del manto nevoso fino a 1400-1600 m.

    - Sud Italia: abbondanti precipitazioni colpiranno l'area in esame; il consistente manto nevoso presente sul Pollino e sulla Sila verrà per gran parte "annientato" dal rialzo termico e dalle abbondanti precipitazioni.

    Conclusione: fusione manto nevoso + abbondanti precipitazioni = rischio idrogeologico.
    I corsi d'acqua "saranno costretti" ad accogliere un quantitativo idrico eccezionale e in molti casi probabilmente non riusciranno nell'impresa. Massima attenzione!!!!
    MeteoIng
    Sito meteo nazionale: www.meteoreport.net
    Sito meteo della Scuola di Ingegneria e Architettura di Bologna: www.meteo.ing.unibo.it

  2. #2
    Vento forte L'avatar di Fabri93
    Data Registrazione
    19/04/09
    Località
    Empoli (FI)
    Messaggi
    3,000
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    Non sbagli,purtroppo ci sono concrete possibilità...





    Fabri93

  3. #3
    Vento fresco L'avatar di Augustano DOC
    Data Registrazione
    09/04/08
    Località
    Augusta (SR)
    Età
    32
    Messaggi
    2,769
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    Attenzione massima alle aree Ioniche di Sicilia, Calabria e Basilicata e parte della Puglia! Evoluzione pericolosa per queste zone!
    Stazione Meteo - Augusta (SR) - Zona Borgata Nord
    http://augustaborgatanord.altervista.org/

  4. #4
    Tempesta violenta L'avatar di Knopflertemporalesco
    Data Registrazione
    23/10/09
    Località
    Roma Ovest/Santa Marinella
    Età
    27
    Messaggi
    13,276
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    concordo anche sulle virgole Paolo.
    Per quanto riguarda il Lazio, area di mia competenza, posso dire che se domani a Roma ci svegliamo con un autorigenerante (ipotesi al 30/50%) o comunque con una linea frontale che trasla molto lentamente, le cose potrebbero non dico mettersi male.. ma farsi serie.
    Il Tevere oggi è già sui 7 metri e 40 a Roma, l'Aniene è non molto sotto al primo livello di guardia.

    Con la scaldata in arrivo potrebbe sciogliersi gran parte della neve al di sotto dei 1600 metri (tra i 20 e i 50 cm) che andrebbero a sommarsi ai tanti mm di pioggia previsti su Roma, romano, viterbese, umbria e Toscana meridionale (per quanto riguarda il Tevere), Ciociaria, romano, basso Abruzzo per quanto riguarda l'Aniene.

    Dal novembre del 2012 questa è la potenziale situazione alluvionale più marcata per Tevere e Aniene.
    Come minimo il fiume potrebbe crescere a 12 metri, forse anche più di 13 e 50.
    Staremo a vedere, tu che ne pensi?



    Altra situazione davvero temibile: il Bacchiglione a Vicenza.

  5. #5
    Vento fresco L'avatar di LucaTs
    Data Registrazione
    19/03/13
    Località
    Trieste
    Età
    23
    Messaggi
    2,740
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Leoni Visualizza Messaggio
    Permettetemi di aprire un post dedicato; purtroppo son sicuro che lo sfrutteremo molto nei prossimi 5 giorni per divulgare le notizie relative ai disastri causati dalle abbondanti precipitazioni+forte fusione del manto nevoso!

    Le aree più colpite:
    5 giorni che meritano attenzione-1725315_10152151563780270_1146777285_n.png

    Evoluzione meteorologica altamente pericolosa per diverse aree della nostra penisola.
    Le correnti meridionali, già in atto su gran parte dello Stivale, produrranno un sensibile rialzo termico e quindi della quota neve e zero termico; causando una forte fusione del manto nevoso su tutta la dorsale appenninica e sulle Alpi centro-orientali. Inoltre, sono attese abbondati precipitazioni nelle aree segnate in rosso.

    Aree a rischio:
    - Nord-Est: è presente un consistente manto nevoso fino a quote relativamente basse (1000-1200 m), il quale verrà ulteriormente incrementato dalle nevicate odierne. Poi, da domani, il forte rialzo termico relegherà le nevicate SOLO oltre i 1600-1800 m. Al di sotto dei quali, si avranno consistenti accumuli pluviometrici.

    - Appennino Settentrionale: sta nevicando abbondantemente dai 600-800 m, il manto nevoso oltre i 1000 m raggiunge quasi il metro di altezza; ben oltre i 100 cm di neve oltre i 1500 m. Nelle prossime ore la neve non scenderà sotto quota 1700-1900 m; mentre, abbondanti precipitazioni cadranno su tutto il crinale appenninico. Probabilmente nei prossimi 3-5 giorni tutta la neve sotto i 1000-1200 m verrà totalmente fusa dalle piogge e dal rialzo termico.

    - Lazio: previste abbondanti precipitazioni su tutta la regione; fusione del manto nevoso fino a 1600-1800 m.

    - Abruzzo: precipitazioni meno intense, rispetto alle altre aree, ma con marcata fusione del manto nevoso fino a 1400-1600 m.

    - Sud Italia: abbondanti precipitazioni colpiranno l'area in esame; il consistente manto nevoso presente sul Pollino e sulla Sila verrà per gran parte "annientato" dal rialzo termico e dalle abbondanti precipitazioni.

    Conclusione: fusione manto nevoso + abbondanti precipitazioni = rischio idrogeologico.
    I corsi d'acqua "saranno costretti" ad accogliere un quantitativo idrico eccezionale e in molti casi probabilmente non riusciranno nell'impresa. Massima attenzione!!!!
    MeteoIng
    Sono d'accordo, situazione da tenere sott'occhio. Però, dissento su una cosa; la quota neve al NE non salirà mai oltre i 1500 sulle PREALPI se non in rari momenti sulle zone prospicenti la pianura, mentre sulle Alpi si attesterà tra i 1000/1200m.

  6. #6
    Bava di vento L'avatar di Paolo Leoni
    Data Registrazione
    26/01/14
    Località
    Bologna
    Età
    31
    Messaggi
    63
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    È un disastro annunciato! Non mi piace fare allarmismo ma:

    - M. Scuro Sila: 2°C pioggia
    - Appennino Abruzzese: 2.6°C a 1560 m
    - Frassinoro 1100 m: 2.4°C pioggia e costante aumento

    E l'estremo Nord-Est.. attende il peggio!
    Sito meteo nazionale: www.meteoreport.net
    Sito meteo della Scuola di Ingegneria e Architettura di Bologna: www.meteo.ing.unibo.it

  7. #7
    Vento forte
    Data Registrazione
    08/10/11
    Località
    Firenze (FI)
    Età
    36
    Messaggi
    3,034
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    Purtroppo temo anch'io che vi sia il rischio che si verifichino situazioni di forte criticità.

  8. #8
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    29/01/05
    Località
    Bologna- 51mt. slm
    Messaggi
    817
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    Appennino Bolognese zona di crinale 45cm di neve al suolo a 1000mt. Dalle 14 caduti 100mm di pioggia e temp schizzata a +5° zero termico a 1650...in rialzo.
    A breve parte una bella onda gigante di piena per il fiume Reno...domani vanno il Panaro e Secchia.

  9. #9
    Vento moderato L'avatar di Estate
    Data Registrazione
    20/07/04
    Località
    udine
    Età
    46
    Messaggi
    1,189
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Leoni Visualizza Messaggio
    È un disastro annunciato! Non mi piace fare allarmismo ma:

    - M. Scuro Sila: 2°C pioggia
    - Appennino Abruzzese: 2.6°C a 1560 m
    - Frassinoro 1100 m: 2.4°C pioggia e costante aumento

    E l'estremo Nord-Est.. attende il peggio!
    Per il momento tiene bene. Precipitazione intense e continue ma nevose sulle prealpi oltre i 1000 metri mentre sulle alpi già oltre i 300 metri è neve. mediamente 7-8cm / ora.
    Alcune località già a 70mm , per oggi
    puntiamo ancora a 7 mesi con almeno 1 over 30°C , come nel 2011!

  10. #10
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,134
    Menzionato
    77 Post(s)

    Predefinito Re: 5 giorni che meritano attenzione

    Citazione Originariamente Scritto da LucaTs Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo, situazione da tenere sott'occhio. Però, dissento su una cosa; la quota neve al NE non salirà mai oltre i 1500 sulle PREALPI se non in rari momenti sulle zone prospicenti la pianura, mentre sulle Alpi si attesterà tra i 1000/1200m.
    Esatto..comunque situazione da monitorare

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •