Pagina 45 di 90 PrimaPrima ... 35434445464755 ... UltimaUltima
Risultati da 441 a 450 di 896
  1. #441
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Piro
    Data Registrazione
    28/12/05
    Località
    Pisa
    Età
    44
    Messaggi
    6,290
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    domani molte lavatrici mi raccomando
    Con quale acqua? Qui ormai si lava a secco!
    Luca Bargagna

  2. #442
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Piro
    Data Registrazione
    28/12/05
    Località
    Pisa
    Età
    44
    Messaggi
    6,290
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    Quoto, e aggiungo che secondo me l'unico modo di uscirne è quello previsto da Reading attorno a 216/240 ore, ovvero una graduale ricostituzione dell'anticiclone azzorriano con affondi nord-atlantici. L'unica uscita per me può venire da W, per quanto difficile possa essere non credo di aver mai visto altre uscite da onde calde in Estate, a parte nel Giugno 2014 dove però l'ondata era molto meno vasta e prolungata di questa.
    Prendo spunto dal tuo messaggio per dire che secondo l'idea che mi sono fatto sarà necessario passare per le forche caudine di una nuova forte scaldata per avere un cambiamento sostanziale della circolazione euro-atlantica, pilotata a sua volta dai cambiamenti in sede pacifica (mi attendo una sostanziale modifica dell'andamento del getto in uscita dal nord America a seguito della improvvisa negativizzazione del PNA), vista la stazionarietà della MJO in fase 1 con intensità tutt'altro che forte:

    Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli-pna.sprd2.gif Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli-ensplume_full.gif

    Gli effetti potrebbero manifestarsi con quello che @mat69 ha definito il passaggio ad un pattern tipico da EA+, ovvero il classico WR3, che produrrebbe una traslazione verso est dei centri di anomalia attualmente presenti in Atlantico e sull'Europa centro-occidentale... In questo modo si potrebbe avere una possibile onda di calore, molto intensa stanti le anomalie termiche presenti sul comparto iberico e africano nord-occidentale, che avrebbe come target principalmente il centro ed il sud italico, interessando il nord solo in una prima fase... A questo punto sarebbe auspicabile sperare in una nuova risalita dell'indice PNA, che potrebbe imporre una nuova "frustata" al getto andando a generare una sorta di "scivolo nord-atlantico" verso Francia e centro-nord Italia e un riposizionamento delle anomalie positive un po' più ad ovest rispetto a quanto abbiamo visto finora.

    Se mi sono spiegato male chiedete pure chiarimenti, eh!
    Luca Bargagna

  3. #443
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    6,772
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Piro Visualizza Messaggio
    Prendo spunto dal tuo messaggio per dire che secondo l'idea che mi sono fatto sarà necessario passare per le forche caudine di una nuova forte scaldata per avere un cambiamento sostanziale della circolazione euro-atlantica, pilotata a sua volta dai cambiamenti in sede pacifica (mi attendo una sostanziale modifica dell'andamento del getto in uscita dal nord America a seguito della improvvisa negativizzazione del PNA), vista la stazionarietà della MJO in fase 1 con intensità tutt'altro che forte:



    Gli effetti potrebbero manifestarsi con quello che @mat69 ha definito il passaggio ad un pattern tipico da EA+, ovvero il classico WR3, che produrrebbe una traslazione verso est dei centri di anomalia attualmente presenti in Atlantico e sull'Europa centro-occidentale... In questo modo si potrebbe avere una possibile onda di calore, molto intensa stanti le anomalie termiche presenti sul comparto iberico e africano nord-occidentale, che avrebbe come target principalmente il centro ed il sud italico, interessando il nord solo in una prima fase... A questo punto sarebbe auspicabile sperare in una nuova risalita dell'indice PNA, che potrebbe imporre una nuova "frustata" al getto andando a generare una sorta di "scivolo nord-atlantico" verso Francia e centro-nord Italia e un riposizionamento delle anomalie positive un po' più ad ovest rispetto a quanto abbiamo visto finora.

    Se mi sono spiegato male chiedete pure chiarimenti, eh!
    mi hai letto nel pensiero

  4. #444
    Vento forte L'avatar di enricoaltatensione
    Data Registrazione
    08/01/10
    Località
    Grugliasco(TO) e Calosso(AT)
    Età
    26
    Messaggi
    3,541
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Piro Visualizza Messaggio
    Prendo spunto dal tuo messaggio per dire che secondo l'idea che mi sono fatto sarà necessario passare per le forche caudine di una nuova forte scaldata per avere un cambiamento sostanziale della circolazione euro-atlantica, pilotata a sua volta dai cambiamenti in sede pacifica (mi attendo una sostanziale modifica dell'andamento del getto in uscita dal nord America a seguito della improvvisa negativizzazione del PNA), vista la stazionarietà della MJO in fase 1 con intensità tutt'altro che forte:

    Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli-pna.sprd2.gif Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli-ensplume_full.gif

    Gli effetti potrebbero manifestarsi con quello che @mat69 ha definito il passaggio ad un pattern tipico da EA+, ovvero il classico WR3, che produrrebbe una traslazione verso est dei centri di anomalia attualmente presenti in Atlantico e sull'Europa centro-occidentale... In questo modo si potrebbe avere una possibile onda di calore, molto intensa stanti le anomalie termiche presenti sul comparto iberico e africano nord-occidentale, che avrebbe come target principalmente il centro ed il sud italico, interessando il nord solo in una prima fase... A questo punto sarebbe auspicabile sperare in una nuova risalita dell'indice PNA, che potrebbe imporre una nuova "frustata" al getto andando a generare una sorta di "scivolo nord-atlantico" verso Francia e centro-nord Italia e un riposizionamento delle anomalie positive un po' più ad ovest rispetto a quanto abbiamo visto finora.

    Se mi sono spiegato male chiedete pure chiarimenti, eh!
    Se ho ben capito quindi dopo la scaldata di inizio settimana con durata fin verso il 22-23 potrebbe esserci un lieve passaggio instabile (fino a fine mese?) e poi nuova onda calda con pattern WR3 soprattutto al centro-sud e al nord via via più instabile? Ma qui saremo già a luglio vero?
    Visitate www.calossometeo.altervista.org
    Avatar: passaggio di uno dei primi Irisbus Citelis di GTT in via Villa della Regina a Torino, nella giornata invernale del 26 gennaio 2010

  5. #445
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,541
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Piro Visualizza Messaggio
    Prendo spunto dal tuo messaggio per dire che secondo l'idea che mi sono fatto sarà necessario passare per le forche caudine di una nuova forte scaldata per avere un cambiamento sostanziale della circolazione euro-atlantica, pilotata a sua volta dai cambiamenti in sede pacifica (mi attendo una sostanziale modifica dell'andamento del getto in uscita dal nord America a seguito della improvvisa negativizzazione del PNA), vista la stazionarietà della MJO in fase 1 con intensità tutt'altro che forte:

    Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli-pna.sprd2.gif Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli-ensplume_full.gif

    Gli effetti potrebbero manifestarsi con quello che @mat69 ha definito il passaggio ad un pattern tipico da EA+, ovvero il classico WR3, che produrrebbe una traslazione verso est dei centri di anomalia attualmente presenti in Atlantico e sull'Europa centro-occidentale... In questo modo si potrebbe avere una possibile onda di calore, molto intensa stanti le anomalie termiche presenti sul comparto iberico e africano nord-occidentale, che avrebbe come target principalmente il centro ed il sud italico, interessando il nord solo in una prima fase... A questo punto sarebbe auspicabile sperare in una nuova risalita dell'indice PNA, che potrebbe imporre una nuova "frustata" al getto andando a generare una sorta di "scivolo nord-atlantico" verso Francia e centro-nord Italia e un riposizionamento delle anomalie positive un po' più ad ovest rispetto a quanto abbiamo visto finora.

    Se mi sono spiegato male chiedete pure chiarimenti, eh!
    Si giuste considerazioni.....
    Sperando che non si arena tutto in est atlantico.....
    Altrimenti sono dolorosissimi......

  6. #446
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Piro
    Data Registrazione
    28/12/05
    Località
    Pisa
    Età
    44
    Messaggi
    6,290
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da enricoaltatensione Visualizza Messaggio
    Se ho ben capito quindi dopo la scaldata di inizio settimana con durata fin verso il 22-23 potrebbe esserci un lieve passaggio instabile (fino a fine mese?) e poi nuova onda calda con pattern WR3 soprattutto al centro-sud e al nord via via più instabile? Ma qui saremo già a luglio vero?
    Come tempistiche ancora non me la sento di sbilanciarmi... Diciamo che la rimozione del blocco franco-iberico e un contestuale passaggio ad un pattern (che comunque reputo transitorio) di tipo WR3 la vedo fattibile proprio a partire dal fine settimana (24-25), quando l'asse anticiclonico dovrebbe traslare su di noi "abbassando" (latitudinalmente parlando ) il suo raggio di azione grazie anche al rinforzo del getto in Atlantico. Questo ti fa anche capire che non mi aspetto grossi passaggi instabili per quel week-end.

    E qui siamo al momento critico (25-30 giugno)...

    DISCLAIMER: GLI UTENTI FACILMENTE IMPRESSIONABILI SONO PREGATI DI SALTARE IL PARAGRAFO SUCCESSIVO. NON SI RISPONDE DI MANCAMENTI E/O FUSIONI IMPROVVISE

    [MODE "GRIGLIATA MISTA"=on]Quando il getto rinforzerà, la saccatura presente (grossomodo) sulle Azzorre rischia di andare in cut-off e di andare a "impantanarsi", in un'area non ancora prevedibile che potrebbe variare dal centro Atlantico al Mediterraneo centrale... Qualora si andasse a posizionare sul Mediterraneo occidentale ti lascio solo immaginare quali isoterme roventi potrebbe tirare sull'Italia... Basta che ti fai un giro sulle perturbazioni di GFS per quel periodo per vedere il fucsia spingersi fino al largo dei bastioni di Orione (cit.). Qualora si verificasse dovrebbe comunque trattarsi di un episodio di veloce risoluzione, ma stanti le anomalie termiche presenti al momento sul comparto iberico e nord-africano occidentale credo che cadrebbero record come birilli...[MODE "GRIGLIATA MISTA"=off]

    Indipendentemente da quanto sopra, il target temporale che immaginavo per l'eventuale fase instabile era per gli ultimi giorni del mese.
    Luca Bargagna

  7. #447
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Piro
    Data Registrazione
    28/12/05
    Località
    Pisa
    Età
    44
    Messaggi
    6,290
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Si giuste considerazioni.....
    Sperando che non si arena tutto in est atlantico.....
    Altrimenti sono dolorosissimi......
    Vedi post successivo...
    Luca Bargagna

  8. #448
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    6,772
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Piro Visualizza Messaggio
    Come tempistiche ancora non me la sento di sbilanciarmi... Diciamo che la rimozione del blocco franco-iberico e un contestuale passaggio ad un pattern (che comunque reputo transitorio)
    condivido anche questo
    penso che in una fase successiva che riuarderà ormai il mese di luglio ci ritroveremmo ad avere nuovamente a che fare con il pattern dominante di questi mesi

  9. #449
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Piro
    Data Registrazione
    28/12/05
    Località
    Pisa
    Età
    44
    Messaggi
    6,290
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Per esempio, con GFS12 non sembrerebbe esserci alcun cut-off pericoloso, saccatura riassorbita dal getto e isoterme piuttosto tranquille associate al transito del promontorio subtropicale sulla nostra capa, oggettivamente piuttosto indebolito rispetto ai fasti di questi giorni e di quelli subito a venire.
    Sarebbe un run da firmare con il sangue, visto anche il rientro fresco da N/NE che lo precederebbe a metà settimana.

    Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli-gfsopeu12_240_1.png
    Luca Bargagna

  10. #450
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Piro
    Data Registrazione
    28/12/05
    Località
    Pisa
    Età
    44
    Messaggi
    6,290
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli

    Citazione Originariamente Scritto da Piro Visualizza Messaggio
    Per esempio, con GFS12 non sembrerebbe esserci alcun cut-off pericoloso
    Beh, oddio, ci si metterebbe di impegno comunque per provare a rovinare un buon run in prospettiva...

    Giugno 2017: discussioni e commenti sui modelli-gfsopeu12_276_1.png
    Luca Bargagna

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •