Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 38
  1. #1
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    30/09/08
    Località
    Certaldo (FI)
    Età
    39
    Messaggi
    6,814
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Cerco con questo TD un invito ad un riepilogo sulle forze scatenanti di questa onda calda simile al 1983 nella diffusione e persistenza del fenomeno anche se meno meridiano di allora.

    Come punto di partenza rispetto ad allora il serbatoio caldo N-africano dove si è posizionato?

    La spinta mi par di intuire che fosse maggiore allora.

    Nelle conclusioni abbiamo avuto lo stesso serbatoio caldo (lievemente più basso di latitudine) ma con una minore spinta del getto?

    Cerco di capire se l'evento attuale si è compiuto con ondulazioni lievi e se invece allora furono più marcate.

    Quindi nelle potenzialità poteva far più caldo del 1983 con un affondo iberico simile?

    Grazie, e scusate la fretta.
    CAMPIONE - Totometeo 2014

  2. #2
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,641
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    1983 mi sembra un reiterarsi del classico wr3.
    Quest'anno un breve innesco simil wr3 ma poi un hp subtropicale così alto di latitudine ha fatto il resto con isoterme non comuni per le nostre lande.

  3. #3
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Citazione Originariamente Scritto da Valdelsano80 Visualizza Messaggio
    Cerco con questo TD un invito ad un riepilogo sulle forze scatenanti di questa onda calda
    Secondo me è il Mediterraneo che sta liberando più calore del solito, anche perchè dopo tutti questi mesi di cieli prevalentemente sereni non si spiegherebbero queste SST con queste "piccole" anomalie positive:
    Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-anomnight.7.31.2017.gif
    nel 2003 il nostro mare invece tratteneva più calore come del resto le acque atlantiche:
    Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-anomnight.7.29.2003.gif
    Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-compday.v2t0epmifa.gifDifferenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-compday.ed_w6ah3wd.gif
    metto il 2003 come paragone perchè sinotticamente viene da mesi simili, il 1983 non ha in comune troppi parametri sia nella terreferma che nel regime estivo.
    Ultima modifica di Alessandro(Foiano); 03/08/2017 alle 15:35

  4. #4
    Brezza leggera L'avatar di Eymerich
    Data Registrazione
    28/07/17
    Località
    Lodi
    Messaggi
    342
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Infatti ero curioso di capire come le SSTA influenzassero quest'ondata.

  5. #5
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,154
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    Secondo me è il Mediterraneo che sta liberando più calore del solito, anche perchè dopo tutti questi mesi di cieli prevalentemente sereni non si spiegherebbero queste SST con queste "piccole" anomalie positive:
    Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-anomnight.7.31.2017.gif
    nel 2003 il nostro mare invece tratteneva più calore come del resto le acque atlantiche:
    Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-anomnight.7.29.2003.gif
    Notare peraltro la tipica conformazione delle ssta nel NATL riferite al 2003 da Wr3 con pattern bloccato e getto debole o quasi assente in entrata nel continente.
    Molto diversa la situazione attuale.
    Matteo

    Freelance

  6. #6
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Citazione Originariamente Scritto da Eymerich Visualizza Messaggio
    Infatti ero curioso di capire come le SSTA influenzassero quest'ondata.
    se i mari intorno all'Europa liberano più calore invece di trattenerne sempre la solita quota, si deduce bene che in bassa troposfera e nel PBL(quella porzione di Troposfera a diretto contatto con il suolo,) l'aria è più calda e ce ne è da smaltire di più del calore verso lo spazio.
    Spero che il mio punto di vista sia comprensibile.

  7. #7
    Brezza leggera L'avatar di Eymerich
    Data Registrazione
    28/07/17
    Località
    Lodi
    Messaggi
    342
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    se i mari intorno all'Europa liberano più calore invece di trattenerne sempre la solita quota, si deduce bene che in bassa troposfera e nel PBL l'aria è più calda e ce ne è da smaltire di più del calore verso lo spazio.
    Spero che il mio punto di vista sia comprensibile.
    Assolutamente ma più che l'aspetto termico mi interessava capire come la loro posizione influenzasse il JS e l'HP africano.
    Se non ho capito male, a luglio le SSTA posizione in centro Atlantico hanno aiutato a conservare una certa tensione zonale che ci ha salvati da rimonte ben più feroci.

  8. #8
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    30/09/08
    Località
    Certaldo (FI)
    Età
    39
    Messaggi
    6,814
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Ok, però qualcuno ce l'ha portate quassù...

    Ergo mi par di aver afferrato qua e là e anche vedendo le reanalisi 1983 che avevamo un caldo intenso già prossimo alle nostre lande... che lo sforzo per avere un simil 1983 è stato minore, che se avessimo avuto un buco di GPT iberico stile '83 poteva fare ancora più caldo di allora per un serbatoio di base più vicino di allora...

    Ho bisogno di conferme o smentite al riguardo, ad esempio l'ITCZ di allora e di oggi di tutto il periodo primaverile-estivo al confronto ?
    CAMPIONE - Totometeo 2014

  9. #9
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    30/09/08
    Località
    Certaldo (FI)
    Età
    39
    Messaggi
    6,814
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro(Foiano) Visualizza Messaggio
    Secondo me è il Mediterraneo che sta liberando più calore del solito, anche perchè dopo tutti questi mesi di cieli prevalentemente sereni non si spiegherebbero queste SST con queste "piccole" anomalie positive:
    Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-anomnight.7.31.2017.gif
    nel 2003 il nostro mare invece tratteneva più calore come del resto le acque atlantiche:
    Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-anomnight.7.29.2003.gif
    Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-compday.v2t0epmifa.gifDifferenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale-compday.ed_w6ah3wd.gif
    metto il 2003 come paragone perchè sinotticamente viene da mesi simili, il 1983 non ha in comune troppi parametri sia nella terreferma che nel regime estivo.
    A me non tu mi convinci Ale...

    Il 25 luglio non abbiamo avuto quella passata temporalesca... ergo non ho seguito un hacca da un sacco di tempo e sono qui di passaggio solo per l'eccezionalità dell'evento, quindi se c'è stato rimescolamento delle acque essi sono meno caldi del 2003 supponendo che allora non vie erano stati rimecolamenti...

    Così eh mi è venuto questo piccolo dubbio...

    altrimenti la domanda sorge spontanea... quale altra forza decide di rilasciare calore dal mediterraneo a piacimento nel 1983 e nel 2017 no?
    CAMPIONE - Totometeo 2014

  10. #10
    Uragano L'avatar di Alessandro(Foiano)
    Data Registrazione
    24/12/14
    Località
    Foiano della Chiana
    Messaggi
    17,195
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Differenze sinnottiche onda calda 1983 con l'attuale

    Citazione Originariamente Scritto da Eymerich Visualizza Messaggio
    Assolutamente ma più che l'aspetto termico mi interessava capire
    fare paragoni termici senza tener conto di come si comportano le superfici (marine in questo caso) non è interessante.
    Basti pensare che a differenza di sinottica nella stessa ubicazione si possono rilevare le stesse temperature.
    Sul suolo del 1983 possiamo dire che c'era presente più acqua(soil moisture) e unfatti quella del 2003 è un paragone più calzante con il soil moisture del 2017.
    Citazione Originariamente Scritto da Eymerich Visualizza Messaggio
    la loro posizione influenzasse il JS e l'HP africano.
    Se non ho capito male, a luglio le SSTA posizione in centro Atlantico hanno aiutato a conservare una certa tensione zonale che ci ha salvati da rimonte ben più feroci.
    il posizionamento dell SST sopratutto ad inizio estate dipingono il comportamento delle acque marine in base alla sinottica, ma le SST non si comportano sempre ugualmente come ha fatto notare @mat69

    Citazione Originariamente Scritto da Valdelsano80 Visualizza Messaggio
    altrimenti la domanda sorge spontanea... quale altra forza decide di rilasciare calore dal mediterraneo a piacimento nel 1983 e nel 2017 no?
    non 1983, 2003 guarda i grafici che ho postato e i miei commenti.
    perchè immagazinasse più calore nel 2003? è una bella domanda Francesco, credi che oggi sia tutto ben noto?
    La meteorologia è bella per quello.
    Citazione Originariamente Scritto da Valdelsano80 Visualizza Messaggio
    Ok, però qualcuno ce l'ha portate quassù...

    Ergo mi par di aver afferrato qua e là e anche vedendo le reanalisi 1983 che avevamo un caldo intenso già prossimo alle nostre lande... che lo sforzo per avere un simil 1983 è stato minore, che se avessimo avuto un buco di GPT iberico stile '83 poteva fare ancora più caldo di allora per un serbatoio di base più vicino di allora...

    Ho bisogno di conferme o smentite al riguardo, ad esempio l'ITCZ di allora e di oggi di tutto il periodo primaverile-estivo al confronto ?

    le condizioni iniziali e il background prima di quella onda di calore erano troppo differenti da quelle del 2017.
    Ultima modifica di Alessandro(Foiano); 03/08/2017 alle 16:29

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •