Pagina 11 di 12 PrimaPrima ... 9101112 UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 115

Discussione: Antartide

  1. #101
    Vento fresco
    Data Registrazione
    01/03/15
    Località
    Napoli
    Messaggi
    2,902
    Menzionato
    111 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide


  2. #102
    Bava di vento
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    25
    Messaggi
    175
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide


  3. #103
    Bava di vento
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    25
    Messaggi
    175
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    Non proprio in media '81 /2010, cmq buono

  4. #104
    Burrasca L'avatar di digitos
    Data Registrazione
    21/06/05
    Località
    Lecco
    Età
    41
    Messaggi
    5,930
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    Cosa ci sarebbe di buono?
    Al momento 2019 in pesante deficit, secondo dato peggiore da quando si prendono i dati.

    Antartide-ant3.png

  5. #105
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    325
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    In base ai dati del National Snow and Ice Data Center (NSIDC),l estensione del ghiaccio marino antartico durante il mese di giugno 2019 è risultata decisamente bassa, superando il 2002 e il 2017. Alla fine del mese,l estensione del ghiaccio marino ha raggiunto una media di circa 160.000 chilometri quadrati (62.000 miglia quadrate) al di sotto del precedente minimo stabilito nel giugno del 2002, e di oltre 1,1 milione di chilometri quadrati (425.000 miglia quadrate) al di sotto della media 1981-2010. L'estensione del ghiaccio è stata particolarmente bassa nel Mar di Weddell orientale e nella regione a nord di Enderby Land (a sud dell'Oceano Indiano occidentale), e a nord di Wilkes Land orientale. Nessuna regione presentava durante il mese di giugno un'estensione dei ghiacci marini sostanzialmente superiore alla media.
    Un nuovo articolo pubblicato dalla ricercatrice Claire Parkinson al NASA Goddard Space Flight Center (GSFC) discute della grande perdita di ghiaccio avvenuta nel Mar Antartico tra il 2014 e il 2017. Il massimo invernale raggiunto nel 2014 è stato insolitamente alto, stabilendo l estensione più alta da quando sono disponibili le osservazioni satellitari. I nostri post precedenti hanno notato il drastico declino registrato recentemente, in particolare nella primavera australe del 2016. I ghiacci marini sono rimasti al di sotto della media del periodo di riferimento 1981-2010 dalla fine del 2016.
    Mentre il recente declino rimane piuttosto significativo, le tendenze relative all'estensione dei ghiacci del mare antartico rispetto al continuo rilevamento satellitare dalla fine del 1978 rimangono leggermente positive (Figura 6a). L'Antartide subisce una grande variabilità interannuale a causa della sua posizione geografica, dalle caratteristiche fisiche, la distanza dalle fonti di inquinamento e la quasi totale assenza di perturbazioni antropiche - aperta all'Oceano Australe su tutti i lati - e dalle forti influenze derivanti dall Antarctic Oscillation (AO o AAO) , ovvero il periodico aumento e diminuzione del vortice circumpolare, ossia la circolazione dei venti occidentali che, come un anello, determinano gli scambi termici tra l’oceano e il continente antartico. Tale fenomeno viene anche definito con il termine di Southern Annular Mode (SAM). I scarsi dati satellitari degli anni '60 indicano grandi oscillazioni anche in quel decennio. Studi precedenti hanno attribuito l'inizio del recente declino come risposta ad una serie di intense tempeste. A differenza dell'estensione del ghiaccio marino artico, che indica una tendenza al ribasso a lungo termine, l'estensione del ghiaccio marino antartico mostra un'enorme variabilità che è naturale per il sistema di ghiaccio marino meridionale (Figura 6b). Pertanto, non è ancora possibile individuare un chiaro segnale legato al clima per i ghiacci marini dell'emisfero australe.

    Il grafico mostra l'evoluzione della tendenza lineare dell'estensione media annua dei ghiacci marini per l'Artico, in blu, e l'Antartico, in rosso. La tendenza è stata calcolata per la prima volta dal 1979 al 1990, poi dal 1979 al 1991, poi dal 1979 al 1992 e così via. Anche con il recente calo dell'estensione dei ghiacci dell'Antartide, la tendenza lineare è ancora leggermente positiva. La ragione per iniziare il calcolo della tendenza dal 1979 al 1990 è che fornisce un numero sufficiente di anni per calcolare una tendenza.


    Questo grafico mostra l'estensione media annuale dei ghiacci marini dal 1979 al 2018 nell'Artico, in blu, e in Antartico, in rosso, dall'indice Sea Ice Index della NASA Team utilizzando l'algoritmo dei ghiacci marini.



    Arctic Sea Ice News and Analysis | Sea ice data updated daily with one-day lag





  6. #106
    Bava di vento
    Data Registrazione
    27/06/19
    Località
    Castellammare NA
    Età
    25
    Messaggi
    175
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    No, dicevo cmq di buono. . . nulla! Scusate ma dall'immagine mi pareva poca la perdita, poi qui c'è chi ti riempie la mente con aggiustamenti sempre al positivo ( non vorrei far nomi per correttezza)

  7. #107
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    325
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    Di seguito l' aggiornamento relativo all estensione dei ghiacci marini antartici. dati e grafici gentilmente concessi dal Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)


    09/07/2019: 14,650,045 km2, +141,633 km2 rispetto alla precedente estensione.



    VISHOP







    10/07/2019: 14,793,698 km2 , +143,653 km2 rispetto alla precedente estensione.
    11/07/2019: 14,897,954 km2 , +104,256 km2 rispetto alla precedente estensione.





    VISHOP








    12/07/2019:14,998,582 km2, +100,628 km2 rispetto alla precedente estensione.





    VISHOP





  8. #108
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    325
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    Area mensile del ghiaccio marino artico ed antartico nel periodo 1979-2019.

    Il grafico mostrato sopra, indica le aree coperte di ghiaccio marino dell'Artico (in alto) e dell'Antartico (in basso) per il periodo compreso tra gennaio 1979 e giugno 2019, presentate come anomalie mensili rispetto ai valori medi del periodo 1981-2010. Le barre più scure indicano i valori di giugno. Fonte dei dati: ERA5. (Credito:ECMWF Copernicus Climate Change Service)
    La variabilità e le tendenze pluridecadali dei ghiacci dell'Artico e dell'Antartide si possono osservare nelle serie temporali delle anomalie mensili rispetto alle medie del periodo 1981-2010. La caratteristica principale dell'Artico è una tendenza al ribasso che è chiaramente visibile dopo il 2000. Le principali tendenze negative degli ultimi anni sono state registrate in estate e in autunno, ma negli ultimi anni si è osservata una zona di ghiaccio marino relativamente bassa anche nel tardo inverno, quando la zona di ghiaccio marino raggiunge il suo massimo stagionale.

    In Antartide domina la variabilità piuttosto che la tendenza. Negli anni 2007-2009 e 2013-2015 si sono verificati episodi di zone di ghiaccio marino significativamente al di sopra della media. Al contrario, negli ultimi tre anni la superficie del ghiaccio marino antartico è stata significativamente al di sotto della media. Le anomalie di novembre e dicembre 2016 sono state più negative che in qualsiasi altro mese del periodo a partire dal 1979.
    Gamma annuale della superficie di ghiaccio marino dal minimo estivo al massimo invernale per l'Artico (sopra) e l'Antartico (sotto) sulla base delle medie mensili del periodo compreso tra il 1979 e il 2018. Massime e minimi per il 2019 sulla base dei mesi precedenti dell'anno. Fonte dei dati: ERA5. (Credito: ECMWF Copernicus Climate Change Service)

    Una vista alternativa è fornita dai diagrammi relativi alla media mensile minima e massima della superficie di ghiaccio marino per ogni anno. La diminuzione della superficie di ghiaccio marino è visibile per l'Artico sia nei valori minimi che massimi annuali. In Antartide, dove si registrano o quasi-registrano minimi e massimi annuali bassi ed elevati nel giro di pochi anni l'uno dall'altro, si osserva nuovamente la variabilità.

    Marzo è di solito il mese in cui l'area media dei ghiacci artici è al massimo, anche se in alcuni anni febbraio è il mese con l'area più grande. Settembre è di solito il mese con la media più bassa della zona di ghiaccio del mare Artico, ma a volte è più bassa in agosto.

    Febbraio è sempre stato il mese con la più bassa area media di ghiaccio marino antartico in questa serie di dati. Settembre è di solito il mese con la più grande area media di ghiaccio del mare Antartico. Tuttavia, il massimo è stato raggiunto due volte in ottobre e agosto.

    Le zone più basse per i minimi artici e antartici sono state rispettivamente nel settembre 2012 e nel febbraio 2018, mentre le zone più basse per i massimi artici e antartici sono state rispettivamente nel febbraio 2015 e nel settembre 1990.

    Sea ice cover for June 2019 | Copernicus

  9. #109
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    325
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    Di seguito l' aggiornamento relativo all estensione dei ghiacci marini antartici. dati e grafici gentilmente concessi dal Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)



    13/07/2019:15,077,869 km2,+ 79,287 km2 rispetto alla precedente estensione.

    14/07/2019:15,220,776 km2,+ 142,907 km2 rispetto alla precedente estensione.




    VISHOP

  10. #110
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    325
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Antartide

    In base ai dati del National Snow and Ice Data Center (NSIDC),l estensione dei ghiacci marini antartici nel giorno 14 luglio 2019,risulta particolarmente bassa nel mare di Bellingshausen che è un tratto di mare situato al largo della parte occidentale della Penisola Antartica tra l'isola di Alessandro I e l'isola di Thurston e il mare di Amundsen che è un ramo dell'Oceano Antartico, al largo della Marie Byrd Land nella regione occidentale dell'Antartide.Decisamente bassa anche nella parte dell oceano indiano.


    Sea Ice Index | National Snow and Ice Data Center



    grf - ArctischePinguin

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •